Tag: palavirtus

2 febbraio 2018 0

Al Palavirtus arriva Palestrina, impresa difficile, ma non impossibile

Di redazionecassino1

Dopo la bellissima vittoria contro Salerno sulla sirena, la BPC Virtus Cassino, attende tra le mura amiche del PalaVirtus di Cassino la  Pallacanestro Palestrina di coach Lulli, per una sfida valevole per la 20° giornata della regular season del campionato di Serie B Girone D targato Old Wild West.

Un match, quello che andrà in scena nel palazzetto di via De Feo, che sicuramente riserverà emozioni forti e intense a tutti i supporter cassinati, che attendono con particolare fermento questo oramai “classico” del terzo campionato nazionale.

Palestrina, attualmente seconda in classifica in virtù di una gara ancora da recuperare contro la Stella Azzurra Roma, viene da una sconfitta nel derby contro la Virtus Valmontone degli ex Rischia, Pierangeli e Bisconti, che al secondo tempo supplementare, seppur privi di due uomini usciti per cinque falli, sono riusciti a portare a casa un’importante vittoria dopo una brutta battuta d’arresto contro Patti.

La formazione prenestina è sicuramente una delle formazioni più attrezzate dei quattro gironi di serie B, potendo contare su ben 8 senior, di cui uno a giro “fuori per rotazione”. Vecchie conoscenze in casa rossoblù, tra gli arancio-verdi: sicuramente Barsanti e Visnijc, reduci lo scorso anno dalla promozione con il Cuore Napoli Basket, Alessandri e Gatti, entrambi ex Montegranaro che affrontarono insieme con la compagine marchigiana la Virtus Cassino nei quarti di finale play-off dell’annata sportiva 2014-15, per poi finire ai simboli della formazione preneste Rossi e Molinari, dei veri e propri idoli per i tifosi della squadra del patron Cilia.

All’allenatore di Palestrina, inoltre, il merito di aver portato i suoi per la seconda volta da capo allenatore, alle finali di Coppa Italia di categoria, per essere rientrato tra le prime due classificate del girone al termine delle prime quindici giornate di campionato.

Undici i precedenti tra le due squadre, 6 le vittorie per i viaggianti, 5 per la compagine della presidentessa Donatella Formisano; all’andata finì per 78-73 per la Citysightseeing, che grazie ad un finale sprint condotto dal duo Paesano-Rossi, riuscì a conquistare i due punti al termine dell’incontro. Obiettivo per Del Testa e compagni, portare a casa l’importante posta in palio, che vorrebbe significare avvicinarsi ancor di più alle posizioni importanti di classifica. Nel match d’andata tra le due formazioni, non furono della gara i veterani Bagnoli e Gatti, che invece domenica saranno della partita con l’obiettivo di essere assoluti protagonisti.

Per coach Lulli, dubbi su chi mandare in rotazione tra i senior; sicuramente comunque uno tra Duranti e Molinari non sarà della partita.

“Sarà difficile, ma non ci diamo per vinti” commenta l’assistant coach della Virtus Cassino Serena Incelli.

“Loro sono una squadra ben allenata, dai valori importanti e dalla grande tradizione cestistica. Dopo la sconfitta nel derby contro Valmontone, verranno da noi con fame e con voglia di fare bene per portare a casa il bottino pieno. A noi, d’altro canto, la vittoria di Salerno ha dato fiducia e consapevolezza a tutto l’ambiente, a dimostrazione del fatto che possiamo giocarcela con tutti a viso aperto, senza avere paura di nessuno. I ragazzi sono stati bravi a tirar fuori quel qualcosa in più in un momento topico della gara, che noi allenatori non insegniamo e che è stato poi la chiave di volta per portare alla fine a casa i due punti. In settimana ci siamo allenati molto bene; abbiamo inserito anche Riccardo (Pasquinelli, playmaker classe ’98 proveniente dalla Sicoma Valdiceppo Perugia; innesto inserito in settimana dal DS Leonardo Manzari, ndr) che sono sicura ci darà una grande mano da qui alla fine dell’anno. Si è messo subito a disposizione di noi staff e di tutto il gruppo squadra con grande umiltà e con voglia di apprendere dai più grandi, atteggiamento che gli consentirà di aiutarci ancor meglio da qui alla fine dell’anno. Sono felice inoltre che stiamo reggendo bene botta anche fisicamente e stiamo migliorando nelle nostre alchimie di gioco giorno dopo giorno. Arriviamo a questo match maturi e consapevoli che il nostro definitivo salto di qualità passerà da questa partita e dalla prossima contro Barcellona. Superare con delle belle prestazioni, e soprattutto con punti, questa settimana, vorrà dire dare un importante segnale a tutto il campionato. Invito tutta la città a venire al palazzetto e di venire a sostenerci. Sarà una partita maschia e certamente calda a livello ambientale; non converrà a nessuno perdersela”.

Oltre al big match di giornata che andrà in scena nella città martire, la Virtus Valmontone affronterà Battipaglia fuori casa, Barcellona attende la Luiss Roma, mentre la Dynamic Venafro ospiterà in un importante scontro per la salvezza il Basket Scauri. Catanzaro tra le mura amiche sfiderà la Tiber Basket Roma, quando Patti e Capo D’Orlando, si misureranno rispettivamente contro Isernia e Cagliari. Rinviata al primo marzo, infine, l’incontro tra Salerno e Stella Azzurra Roma.

L’appuntamento al PalaVirtus, è invece sabato 03 febbraio 2018; palla a due ore 18:00.

ROSTER PALLACANESTRO PALESTRINA: Vojislav, Alessandri, Mattei, Rossi G., Barsanti, Duranti, Galuppi, Rossi F., Fiorucci, Pochino, Bolozan, Paesano, Molinari, Cecconi, Visnjic, Gatti, Gobbato.

ROSTER VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Bagnoli, Carrizo, Pasquinelli.

 

 

19 gennaio 2018 0

Cassino alla prova delle grandi: al PalaVirtus arriva la Luiss Roma

Di redazionecassino1

Dopo la bella vittoria in trasferta contro Catanzaro, dunque, la Virtus Cassino attende tra le mura amiche la Luiss Roma di coach Paccariè, squadra giovane e pericolosa appaiata a quota 24 punti proprio insieme alle “V” rossoblù, che in questo scontro valevole per la 3° giornata di ritorno del campionato nazionale di Serie B Girone D, avranno l’obbligo di vincere con la formazione universitaria, che in questo momento in virtù del vantaggio negli scontri diretti, gode di un miglior piazzamento nella griglia playoffs.

“Predico calma e sangue freddo da tutta la settimana”: così esordisce nel presentare la prossima sfida della squadra cassinate, il team manager e assistant coach rossoblù, Furio De Monaco, consapevole dell’importanza del prossimo appuntamento per i suoi ragazzi, ma allo stesso tempo conscio della tranquillità che gli stessi dovranno avere per affrontare nel migliore dei modi un crocevia fondamentale della stagione benedettina.

“Dovremo approcciare al match facendo capire agli avversari chi gioca in casa e chi ha più fame per vincere la partita. Dovremo azzannare il match proprio come abbiamo fatto a Catanzaro, dove abbiamo concluso la prima frazione di gioco sopra di 14 lunghezze. Non bisognerà però al contempo avere dei cali repentini di tensione come abbiamo fatto una settimana fa, dove a pochi minuti dalla fine, ci siamo trovati costretti ad inseguire una vittoria che era a portata di mano e che poi abbiamo conquistato con non pochi patemi d’animo. Questi bruschi cambiamenti della squadra sul campo sono stati il punto focale sul quale abbiamo lavorato e ci siamo soffermati in settimana. Abbiamo parlato con i ragazzi e li abbiamo tranquillizzati, facendo anche delle necessarie correzioni tattiche e tecniche sul parquet. Sembrano arrivare ad uno degli appuntamenti clou di questo periodo come ci aspettavamo e speravamo; abbiamo lavorato inoltre sulla difesa e sulla condizione atletica e devo dire che tutti stanno rispondendo in modo positivo. Simone continua il suo processo di crescita e di inserimento per riprendersi anche lui il suo ruolo chiave nella squadra; insomma tutto sommato una settimana fruttuosa. Loro, d’altro canto, sono una formazione pericolosa, tecnica e giovane, allenata molto bene. Hanno rotazioni lunghe ed importanti che ci possono mettere in difficoltà, ma noi siamo consapevoli di avere un roster altrettanto competitivo per arrivare in fondo e soprattutto per conquistare questi due punti. Il mercato? Ci stiamo muovendo. La Virtus è vigile e attenta su quello che le sta accadendo attorno. Con tranquillità faremo le nostre valutazioni e le operazioni che più ci convengono, ma senza farci prendere dall’ansia o dalla smania di prendere qualcuno tanto per prenderlo. Deve essere fatta un’operazione che si possa sposare bene anche con il nostro progetto tattico, e noi staff insieme alla dirigenza stiamo operando tenendo conto soprattutto di questo”.

Per la formazione ospite, quintetto base composto da Martone, Scuderi, Marcon, De Dominicis e Di Fonzo. Squadra veloce, atletica e caratterizzata da notevole fantasia in fase offensiva, che però non sarà aiutata in campo dal suo playmaker titolare Faragalli, che a causa di un infortunio alla colonna vertebrale non sarà del match. A sopperire all’assenza del compagno allora, c’è il giovane Christian Di Fonzo, atleta classe ’98 di scuola Amatori Pescara, alla sua seconda stagione in maglia Luiss; per lui 14 presenze in stagione con 2.7 punti di media a partita in 13 minuti di utilizzo.

A dargli manforte nello spot di guardia, l’altra punta di diamante della formazione universitaria, Leonardo Marcon; giocatore atletico e di grande energia sia in fase difensiva che offensiva è il capocannoniere della compagine romana, grazie ai suoi 15 punti per partita in 30 minuti in campo.

In ala piccola, prende posto Andrea Scuderi. Ruolo atipico per lui in questo momento per l’assenza del playmaker titolare, ma allo stesso tempo una situazione che può rappresentare un grande vantaggio per il numero 13 di coach Paccariè. Capace di ricoprire gli spot che vanno “dall’1 al 3”, infatti, è sia un buon tiratore che un ottimo giocatore in fase di impostazione del gioco, e grazie ai suoi 190cm può marcare anche giocatori diversi rispetto ai suoi pari ruolo (essendo lui propriamente un play-guardia, ndr).

Pacchetto lunghi, infine, sorretto dal duo De Dominicis-Martone, con Beretta, altro lungo romano, che a seconda degli accoppiamenti con la squadra avversaria può partire in quintetto base. Sui 76 punti di media a partita della Luiss, circa 27 sono del pacchetto lunghi bianco-blu, punto di forza dunque che coach Vettese insieme ai suoi ragazzi dovrà cercare di limitare il più possibile.

A completare il roster, Veccia, Sanguinetti, Sorrentino, Bonaccorso, Gebbia, Bristot.

Sugli altri campi, la capolista Palestrina attende a domicilio la Stella Azzurra Roma, mentre la coppia di seconde classificate, ovvero Barcellona e Valmontone, affronteranno rispettivamente Catanzaro, priva di Botteghi trasferitosi ad Empoli, e Patti. Capo D’Orlando attende la Virtus Arechi Salerno, che vedrà l’esordio in campo del neo-acquisto Gennaro Sorrentino, playmaker ex Cuore Napoli Basket, quando la Tiber Roma sarà alla ricerca di punti in chiave playoff contro il fanalino di coda Isernia. Per concludere il tabellone di questa giornata, ci saranno Cagliari-Scauri e Venafro-Battipaglia.

L’appuntamento al PalaVirtus per Virtus Cassino – Luiss Roma è invece per sabato 20 gennaio, palla a due ore 18:00.

ROSTER LUISS ROMA: Beretta, Bonaccorso, Bristot, De Dominicis, Di Fonzo, Gebbia, Marcon, Martone, Sanguinetti, Scuderi, Sorrentino, Veccia.

VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Bagnoli, Carrizo.

 

 

27 novembre 2017 0

Cassino cala il poker, sconfitto Scauri al PalaVirtus

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino continua la sua corsa, sconfigge la combattiva formazione del litorale sud pontino, il Basket Scauri e inanella la quarta vittoria consecutiva in questo Campionato nazionale di Serie B, girone D, edizione 2017-18 in occasione della decima giornata della regular season, girone di andata.

Alla vigilia però molti addetti ai lavori avevano fotografato il match come un derby di alta quota. In effetti alla palla a due arrivava due formazioni che possono contare su un bottino non indifferente di 10 punti in classifica. Due formazioni dunque appaiate a quota 10 punti.

La pratica per i cassinati però non è stata affatto semplice da archiviare. Gli uomini viaggianti in maglia bianco blù sostenuti da un appassionato pubblico al seguito hanno reso più che difficile la vita a Carrizo e compagni.

Questi ultimi però prima del match avevano potuto festeggiare una prima buona notizia. Infatti in panchina per i benedettini si accomodava dopo oltre due mesi di assenza e per la prima volta in questo campionato il pivot titolare di Vettese, Simone Bagnoli. Il forte giocatore rossoblù riassaporava in tal modo, come scritto, dopo quell’incubo iniziato il 15 settembre, l’odore del parquet ed il sapore di un evento agonistico, lui che è veterano di mille battaglie. C’è da dire che il coach della BPC, Luca Vettese, non lo chiamerà mai in causa nel corso della tenzone ma il rivederlo in campo al momento della presentazione è stato accolto dal pubblico della Città martire con un grande e lungo applauso quasi liberatorio.

Detto di questa buona notizia non si può sottolineare invece come la BPC Virtus Cassino sia caduta nel corso del match in amnesie e passaggi a vuoto che hanno costellato il cammino sin qui in campionato della truppa Vettese.

E iniziamo subito col raccontare gli ultimi minuti di gioco di una gara virtualmente chiusa dal “rabbioso” tap-in di un redivivo Nicolò Petrucci su una conclusione dalla lunga distanza di Enzo Cena.

Il tabellone a 4 minuti e rotti dal termine segna a questo punto il 76 a 60 per i padroni di casa.

Match virtualmente in ghiaccio? Assolutamente no, perchè con la BPC di quest’anno non si può mai dormire sonni tranquilli.

“Ho visto materializzarsi nuovamente il fantasma del finale della gara con Barcellona” commenterà poi in sala stampa il Direttore Sportivo della Virtus Cassino, il dott. Leonardo Manzari .

Ed è proprio così perché in soli tre minuti e mezzo Richotti, Serino, Longobardi ma tutti gli atleti scauresi mettono a segno un pazzesco parziale di 15 a 2.

Tutto è riaperto a 1 minuto e 35 secondi dal termine allorquando il punteggio sul tabellone recita 78 a 75. In buona sostanza la distanza tra le due contendenti si assottiglia ad un solo possesso.

Si rende necessaria, serve per i padroni di casa una buona dose di forza mentale e soprattutto di sangue freddo per arginare l’emorragia emotiva di un inerzia completamente spostata in favore di Scauri. Esaltata e sospinta, quest’ultima, dal pubblico viaggiante. Annichilito sull’altro fronte il tifo rossoblù che assiste impietrito al materializzarsi di un altro possibile incubo.

Serviva un esorcista. Serviva un uomo dal sangue gelido.

Ed ecco che si materializza sul parquet del Pala Virtus di Via De Feo il profilo giusto, quello del numero 99 con la V sul petto, Manuel Carrizo, il quale con un paio di capolavori tecnici manda in visibilio il versante rossoblù ed impedisce ai ragazzi di Sabatino il materializzarsi di un sogno coltivato con abnegazione e impegno straordinari.

Ad un minuto e mezzo dal termine una delle azioni più belle a memoria di tifoso Virtus.

Il pressing degli uomini del sud pontino impedisce a Lorenzo Panzini di prendere palla per impostare l’azione. 78-75 recita il tabellone.

Impedisce di portare avanti il pallone ma se ne occupa Biagio Sergio , il fantastico lungo cassinate ( altra doppia doppia per lui stassera con 18 punti realizzati e ben 10 rimbalzi , ndr) non ha paura e supera la metà campo innescando lo stesso Panzini sull’arco dei 6.75.

Il play cassinate gioca un pick and roll laterale con Manuel Carrizo che disorienta il controllore del fuoriclasse argentino, Longobardi.

Carrizo non ha paura, e come potrebbe averne…

Sospensione dai 7 metri abbondanti e solo cotone per l’ala piccola cassinate. E’ un boato che rende questa partita bellissima per l’intensità ed il pathos che solo la palla a spicchi riesce a regalare.

Un lungo boato accompagna lo splendido gesto tecnico del rossobù che fissa il punteggio sull’ 81 a 75 a poco più di un minuto dal termine .

Scauri sbaglia sull’altro fronte e Manuel Carrizo sente l’odore della vittoria.

E’ in assoluta trance agonistica, raccoglie nuovamente il pallone e dal lato sinistro del canestro avversario , ben marcato da Serino , mette a segno un tiro pazzesco che fissa il punteggio sull’ 83 a 75 .

Il resto sono solo titoli di coda.

La gioia pervade il Pala Virtus nel versante dei tifosi padroni di casa.

Manuel Carrizo è senza dubbio l’MVP di giornata con i suoi 19 punti e gli otto, dicasi otto assist distribuiti ai compagni di squadra.

I cassinati inanellano la quarta vittoria consecutiva e raggiungono quota 12 in classifica. Sabato prossimo, 2 dicembre si torna al Pala Virtus, con ospite Capo d’Orlando e sarà un’altra battaglia sportiva statene certi.

BPC Virtus Cassino – Basket Scauri 85-77

Parziali 19-20, 23-15, 21-17, 22-25

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 19 (5/7, 3/3), Biagio Sergio 18 (5/7, 1/3), Nicolò Petrucci 16 (2/6, 4/6), Enzo Cena 15 (4/7, 1/7), Lorenzo Panzini 9 (2/5, 1/5), Maurizio Del Testa 8 (4/4, 0/5), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De Ninno 0 (0/1, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Simone Bagnoli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 12 – Rimbalzi: 36 12 + 24 (Biagio Sergio 10) – Assist: 26 (Manuel Carrizo 8)

All. Vettese Ass. Incelli

Basket Scauri: Serino 19 (8/13, 0/1), Provenzani 14 (4/9, 2/5), Longobardi 13 (1/5, 3/6), Richotti 10 (4/8, 0/1), Marzullo 9 (2/3, 1/4), Manzo 8 (2/2, 1/3), Casoni 4 (2/2, 0/1), Zolezzi 0 (0/0, 0/0), Okon 0 (0/0, 0/0), Chakir 0 (0/0, 0/0),  Varga 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Serino 9) – Assist: 17 (Richotti 9)

All. Sabatino Ass. Pontecorvo

MVP : Manuel Carrizo

25 novembre 2017 0

Derby d’alta quota al PalaVirtus arriva il Basket Scauri

Di redazionecassino1

Un altro esame importante, dunque, quello che dovranno affrontare, nell’incontro valevole per la 10° giornata del Campionato di Serie B Girone D, gli uomini di coach Luca Vettese, i quali dopo aver battuto in trasferta la Treofan Battipaglia, affronteranno in un importante match al PalaVirtus, il Basket Scauri.

Le due squadre, infatti, hanno per ora gli stessi punti, ed una vittoria, sarebbe di sicura importanza per entrambe le formazioni, per distanziarsi l’una dall’altra in classifica.

Come per la Virtus, anche Scauri viene da un mini-ciclo di 2 vittorie consecutive contro Patti e Catanzaro, che insieme alle vittorie contro Palestrina, Battipaglia e Cagliari, hanno costituito l’attuale bottino di 10 punti in regular season.

Per la società del patron Di Cola, allenata da coach Sabatino, un mix, quest’anno, di atleti esperti e giovani ma di indiscusso valore, che di conseguenza la rendono impegnativa cliente per tutte le sue dirette concorrenti.

A guidare la squadra biancoblu, è rimasto anche quest’anno lo storico playmaker italo-argentino Dante Richotti, giocatore classe ’85, da ormai 8 anni presenza stabile nel roster di Scauri. Per lui, anche un campionato e una Coppa Italia di categoria, conquistata ai tempi della Serie C, insieme all’attuale componente della formazione cassinate, Simone Bagnoli.

A dargli manforte, in cabina di regia, troviamo l’ex Stella Azzurra Roma, Vincenzo Provenzani, giocatore classe ’99 in grado di ricoprire allo stesso tempo, sia lo spot di playmaker che di guardia. Per lui, in queste prime nove giornate, 10.8 punti realizzati a partita in quasi 24 minuti di utilizzo, con il 41% da 2 e il 36% da 3, che lo rendono uno dei giovani più promettenti di tutta la Serie B.

Veniamo, dunque, all’altra guardia-ala piccola, del quintetto base, Marzullo, proveniente dal settore giovanile della XL Extralight Montegranaro, con il quale ha conquistato lo scorso anno da under aggregato, la promozione in A2, secondo campionato nazionale cadetto; per il classe ’98, al momento 6.6 ppg in 23 minuti giocati, con il 64% da 2, il 32% da 3 e quasi tre rimbalzi catturati per gara.

Nel settore lunghi, allora, tanta qualità per la formazione di coach Sabatino, che può contare certamente su due giocatori importanti e “di serie”, come Longobardi e Serino. Il primo, proveniente dalla All Foods Firenze di coach Niccolai, viaggia ad una media di 11.7 punti a partita in 30 minuti di utilizzo; l’ex Palestrina, al contrario, è decisamente uno dei giocatori più influenti di tutta la serie cadetta con più di 17 punti segnati a gara, che dopo tre finali con Agropoli, Montegranaro e Palestrina, lo rendono una “chioccia” e un esempio da seguire per i suoi compagni, grazie soprattutto alle sue innumerevoli esperienze vincenti in giro per l’Italia.

A completare il roster, Mannarelli, Zolezzi, Okon, Scampone, Manzo, Varga, Chakir, Casoni.

“Abbiamo l’obbligo di continuare a cavalcare la nostra striscia di vittorie” commenta l’assistant coach della Virtus Cassino, Serena Incelli.

“Dopo un inizio zoppicante solo in termini di risultati, dobbiamo continuare a giocare come abbiamo fatto in queste ultime partite. Vincere, aiuta a vincere, ed anche questa volta non dovremo aver paura ad entrare in campo per ‘ammazzare’, metaforicamente parlando, la partita. A Battipaglia, purtroppo, non è stato così, e noi come staff abbiamo lavorato in settimana con i nostri ragazzi per metterli nelle migliori condizioni di rendere al massimo, per non tenere più ‘a galla’ l’avversario per tutti e quaranta minuti di gioco. Con Scauri sarà una partita di nervi, dove servirà avere il sangue freddo e ben chiaro in mente il piano partita da seguire. Ho visto in questi allenamenti pre-gara, tanti altri miglioramenti da parte nostra sia come gruppo, che come singoli; sono sicura che non deluderemo i nostri tifosi vendendo cara la pelle, e impegnandoci al 110% su tutte le palle, per portare a casa il risultato pieno”.

Sugli altri campi, Valmontone sarà di turno nell’anticipo del sabato, sul campo della Tiber Roma, mentre Barcellona attende tra le mura amiche la Stella Azzurra Roma. Costa D’Orlando attende Venafro, quando Patti e Cagliari scenderanno in campo alla ricerca di quei due punti, che mancano da troppo tempo per entrambe le formazioni. A concludere il programma, Palestrina-Battipaglia, Isernia-Salerno e Catanzaro-Luiss Roma.

Al PalaVirtus, invece, l’appunto è sabato 25 novembre, palla a due ore 18:00.

 

ROSTER BASKET SCAURI: Davide Serino, Vincenzo Provenzani, Simone Manzo, Andrea Longobardi, Vincent Okon, Raffaele Marzullo, Dante Richotti, Andrea Zolezzi, Federico Casoni, Giordano Chakir, Giorgio Mannarelli, Alexandru-cristian Varga.

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Lorenzo Panzini, Biagio Sergio, Enzo Cena, Maurizio Del Testa, Manuel Carrizo, Niccolò Petrucci, Fabrizio De Ninno, Giuseppe Di Poce, Fabio Guglielmo, Robert Banach, Simone Bagnoli.

 

23 ottobre 2017 Non attivi

Salerno cede il passo alla Virtus al PalaVirtus di Cassino

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino si impone nel big match del Palazzetto dello Sport di Cassino valido per la quarta giornata del girone di andata della regular season 2017-18 del girone D della Serie B nazionale, che la vedeva opposta ai campani della Virtus Salerno. 79-73 al termine dei quaranta minuti.

“Non era per niente una partita facile” queste le prime parole dell’MVP di serata, Enzo Cena (23 punti e 7 rimbalzi, 64 % da due e 33% da oltre l’arco dei 6.75) in sala stampa al termine dell’incontro “loro sono una gran bella squadra, guidati da un allenatore molto bravo e competente, super per la categoria. Per tanti motivi per noi era molto difficile perché venivamo da una sconfitta ed eravamo obbligati a vincere e a rialzarci dopo il passo falso meritato in casa dei romani della LUISS Roma. Ci dovevamo rialzare e lo abbiamo fatto con una bellissima partita e soprattutto con una partita che abbiamo condotto con grandissima intensità almeno per i primi due tempi e per gli ultimi cinque minuti dell’ultimo quarto”. “Devo fare i complimenti a tutti i miei compagni di squadra perché ripeto non era affatto semplice o facile. Tornando poi alla mia prestazione preferisco evitare di usare la sigla MVP. Questo acronimo non mi fa impazzire e vorrei non venisse utilizzato per la mia prestazione di stasera ma in generale” continua l’ala forte cassinate “Nessun MVP è tale senza l’aiuto dei compagni. Io sono uno che lavora sodo per ottenere risultati, questo sì. Ma io sono contento perché sono capitato quest’anno in un grande gruppo con questi compagni di squadra che erano già qui e che mi hanno permesso di ambientarmi al meglio fin dal primo allenamento di pre season. Ed è questo il successo di queste prestazioni d’inizio stagione e li devo ringraziare perché senza di loro non avrei potuto fare questo. Abbiamo lavorato molto in settimana per ridurre il numero di palle perse che la scorsa settimana erano state un enormità e ci siamo riusciti a limitare gli errori in fase di costruzione soprattutto aiutando molto il nostro play, Lorenzo Panzini. In merito al bilanciamennto delle conclusioni devo sottolineare come noi si sia in realtà una formazione con il DNA di team perimetrale ma non disdegnamo di certo di attaccare il ferro” conclude il virtussino cassinate.

Ancora una volta i cassinati con la “V” sul petto si rendono dunque protagonisti di una prestazione giocata a sprazzi. I ragazzi di coach Vettese si rendono protagonisti di un ottimo primo tempo e di una ripresa di grande sofferenza. Si deve però sottolineare come poi alla fine sia arrivata una vittoria meritata.

Meritata anche perché nel momento più difficile i rossoblù cassinati hanno reagito alla grande, tornando avanti subito dopo essere andati sotto per la prima volta, volando sulle ali della prestazione, come detto di un ottimo Cena, sempre più protagonista in questo team benedettino.

Il primo e secondo quarto della gara mettono in mostra una bella BPC Virtus Cassino, determinata e lucida allo stesso tempo, che sciorina un basket moderno ed efficace e soprattutto mette in luce un approccio giusto contro la forte Virtus Salerno, una delle candidate al salto di categoria.

Ottima la circolazione della palla e le spaziature sul perimetro in fase offensiva per le “V” rossoblù, con Cena in versione arma letale, sempre pronto a far valere la sua vena realizzativa. I padroni di casa volano subito oltre la doppia cifra di vantaggio. Coach Paternoster si gioca le carte Paci e Di Prampero che riportano in scia Salerno ma De Ninno e Petrucci tengono lontano gli avversari. Alla fine del primo quarto il tabellone recita 27-15.

Nel secondo periodo il leitmotiv non cambia: gran gioco offensivo per Cassino e iniziative individuali per i campani che, dopo un’altra fiammata di Petrucci, si ritrovano sul -15. Cala un po’ la qualità degli attacchi poco prima dell’intervallo ma nell’ultimo minuto Cena e Del Testa con le loro triple mettono il sigillo sui primi venti minuti che certificano come eccezionale la prestazione  di Cassino. I cassinati vanno per la pausa lunga negli spogliatoi sul 51-33.

Nel terzo periodo la musica però è totalmente diversa. I campani partono a razzo ed i cassinati trovano un solo canestro dal campo, con un’entrata del giovane De Ninno. I ragazzi di coach Vettese però hanno il merito di preservare un buon margine grazie alla precisione in lunetta e una difesa che continua comunque a produrre buone cose. Salerno si riporta sul -8 all’ultima pausa 60 a 52. I campani riaprono totalmente i giochi in avvio di quarta frazione, assottigliando a 4 lunghezze il vantaggio rossoblù, 63 a 59.

A questo punto l’incontro s’interrompe per un blackout elettrico. La lunga pausa non influisce però sui campani della Renzullo. Gli uomini di Paternoster quando la gara ricomincia sembrano più indemoniati di prima. I cassinati sono sempre più frastornati e oggettivamente sono penalizzati dalla sosta allorquando Leggio sale in cattedra e porta clamorosamente in vantaggio i suoi, 63 a 65.

Il canestro di Leggio e l’incoraggiamento dei tifosi sono per la Virtus Cassino una frustata. La formazione padrona di casa reagisce con un break di 10-0 ancora con Cena protagonista, guadagnando il margine necessario a portare a casa il risultato.

 

BPC Virtus Cassino – Virtus Arechi Salerno 79-73

Parziali: 27-15, 24-18, 9-19, 19-21

BPC Virtus Cassino: Enzo Cena 23 (7/11, 2/6), Niccolò Petrucci 15 (2/3, 3/5), Lorenzo Panzini 10 (0/3, 2/6), Maurizio Del testa 10 (1/4, 2/4), Manuel Carrizo 9 (1/2, 0/2), Biagio Sergio 7 (1/3, 1/4), Fabrizio De ninno 5 (1/2, 1/1), Giuseppe Di poce 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 26 – Rimbalzi: 31 5 + 26 (Enzo Cena, Manuel Carrizo, Biagio Sergio 7) – Assist: 21 (Lorenzo Panzini 6)

All. Vettese

Virtus Arechi Salerno: Di Prampero 16 (2/6, 4/10), Paci 12 (6/10, 0/0), Leggio 9 (1/2, 2/4), Babilodze 9 (3/3, 1/1), Bartolozzi 8 (2/4, 1/2), Petrazzuoli 6 (1/3, 1/1), Beatrice 6 (1/3, 1/3), Mennella 4 (2/2, 0/0), Cucco 3 (0/0, 1/5), Cucco 0 (0/0, 0/0), Datuowei 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 4 / 7 – Rimbalzi: 30 4 + 26 (Paci 11) – Assist: 16 (Cucco 5)

All. Paternoster

MVP: Enzo Damian Cena

 

20 ottobre 2017 Non attivi

Al PalaVirtus Cassino primo big match, arriva la Virtus Arechi Salerno

Di redazionecassino1

 

Tanto attese, che in poco tempo non hanno fatto fatica ad arrivare, le quattro partite che diranno molto circa le ambizioni in questa stagione della Virtus Cassino. Del Testa e compagni, infatti, attendono nelle mura casalinghe la blasonata formazione della Virtus Arechi Salerno, che tanto vuole fare bene in questo Campionato Nazionale di Serie B Girone D. Conduzione tecnica magistrale, quella di coach Paternoster, condita dall’esperienza di uomini come Petrazzuoli e Paci, insieme all’estro di giovani promettenti come Babilodze e Cucco in regia. Un cammino, quello della squadra campana, più che positivo all’esordio nel campionato cadetto: due vittorie belle e convincenti contro Battipaglia prima, e Venafro poi, per poi lasciare il passo in casa a Costa D’Orlando. Primo punto che caratterizzerà la partita che andrà in scena sabato 20 ottobre alle ore 18.00, è l’assenza della guardia Valerio Circosta, elemento di indiscusso valore del roster dei suoi, che però come apparso su una nota ufficiale della società nella giornata di ieri, ha rescisso consensualmente il suo contratto prima della citata 4° giornata di regular season. Tra i nuovi volti che andranno ad impreziosire il roster, invece, ci sarà Federico Di Prampero, giocatore classe ’95 che coach Paternoster conosce particolarmente bene, per averlo allenato come under nella stagione 2015/16 ad Agropoli in serie A2.

“Una squadra da rispettare e da tenere d’occhio, perché ci darà tanto filo da torcere” commenta l’assistant-coach e team manager benedettino Furio De Monaco.

“Noi scenderemo in campo come sempre per portare i due punti a casa, e a noi staff tecnico, non influenza minimamente il dover preparare una partita con o senza un elemento in più. Circosta ha il suo valore, ma sicuramente anche gente come Babilodze, Paci, Petrazzuoli, Cucco, sono gente che ha calcato campi importanti e che possono portare da soli la partita sui binari che loro stessi vogliono. Noi, nonostante questo avvio di stagione altalenante, dovuto anche non dimentichiamolo ad un’assenza nella nostra formazione importante come può essere quella di Simone Bagnoli, ce la stiamo mettendo tutta. Stiamo lavorando e abbiamo ribadito la nostra fiducia incondizionata a tutti i nostri ragazzi, e stiamo facendo giorno dopo giorno di tutto per metterli sempre di più a loro agio nelle situazioni tattiche che adesso inevitabilmente vengono a presentarsi. A discapito di questi due brutti passi falsi, non butterei tutto quello che c’è stato in questo inizio di stagione. Abbiamo dato sempre il 100% in ogni campo, abbiamo lottato su ogni pallone e abbiamo sudato ogni volta per portare la partita a casa. Ho ribadito ai nostri ragazzi che ciò che serve adesso, non è fare chissà cosa in più, ma portare un mattoncino in più ciascuno alla causa Virtus, e sono sicuro che sarà difficile per chiunque fermare una squadra importante come la nostra. Con Salerno, come nelle prossime tre partite, sarà difficile, ma a noi tutti le sfide non ci spaventano affatto; da vittoria si costruisce vittoria, e da vittorie importanti, come può essere senza dubbio quella della partita di domani, si consolida ancor di più la sinergia importante tra le tre componenti staff, atleti e tifosi. So che tutti hanno voglia di rivalsa per scacciare via le nubi e i passi falsi fatti in queste prime tre giornate di campionato; questa settimana ci siamo allenati bene, con energia, intensità, impegno e soprattutto con propensione all’ascolto l’uno verso l’altro. Domani abbiamo bisogno di tutti in massa al palazzetto, perchè sono convinto che nessuno voglia perdersi una bella partita come quella di domani”.

Sugli altri campi, sfida importante tra le attuali capoliste del Girone D, con Scauri e Barcellona che si sfideranno al Pala Alberti, mentre Cagliari renderà visita a Venafro, per riprendersi dopo lo stop esterno proprio contro Scauri. Valmontone, nell’altro big match di giornata, sarà ospite a Palestrina, in un derby sentitissimo dalle due tifoserie, con tre ex importanti tra i bianconeri, che avevano vissuto da giocatori di casa le emozioni del Palaiaia: Rischia, Pierangeli e Bisconti. Tiber Roma, che nel secondo anticipo del sabato, affronterà la Stella Azzura Roma di coach Germano D’Arcangeli, ancora con il dente avvelenato per aver ceduto solo allo scadere il passo nella scorsa giornata proprio alla formazione prenestina. Catanzaro ospita Isernia e la Luiss invece sarà di turno a Patti, alla ricerca ancora della prima vittoria stagionale. Ultimo incontro della quarta giornata, la sfida tra Costa D’Orlando e Battipaglia, altre due squadre giovani che ben hanno dimostrato di voler dire la loro in questo avvio di campionato.

Al Palavirtus di via De Feo, invece, andrà in scena BPC Virtus Cassino – Virtus Arechi Salerno, e l’appuntamento è fissato domani con la palla a due alle ore 18:00.

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Sergio, Carrizo.

 

ROSTER VIRTUS ARECHI SALERNO: Beatrice, Cucco, Babilodze, Mennella, Datuowei, Bartolozzi, Iannicelli, Paci, Petrazzuoli, Cucco, Leggio.

 

 

8 maggio 2017 0

La Virtus Cassino si porta sull’1-1, al Palavirtus pugliesi battuti 68-63

Di redazionecassino1

La legge del PalaVirtus è confermata. Gara di ritorno dei quarti di finale del Campionato Nazionale di Serie B, tabellone C, playoff 2017, BPC Virtus Cassino vs Cestistica San Severo .

Al momento della palla a due delle 20.45 del 4 maggio 2017, i pugliesi conducono sui laziali per 1-0. La sfida dunque è sicuramente da dentro o fuori per i padroni di casa che erano stati strapazzati 4 giorni prima in quel di San Severo dalla truppa di Piero Coen, senza alcuna possibilità di recriminazione, tanto chiaro era stato il verdetto del parquet pugliese.

89 – 69 il punteggio finale per i gialloneri della Cestistica.

Sul parquet del PalaVirtus la musica dovrebbe essere completamente diversa, almeno questo si augura coach Vettese alla vigilia, nelle dichiarazioni pre gara.

Ed in effetti è tutta un’altra Virtus rispetto a quella irriconoscibile andata in scena sabato scorso sul parquet del Palazzetto “Falcone & Borsellino” di San Severo.

Alla palla a due appare evidente come Panzini e compagni siano ampiamente trasformati rispetto al primo atto della serie. Bagnoli torna sui suoi livelli e il mattatore della gara di apertura, Ciribeni, viene letteralmente annullato da un sontuoso Petrucci. La Cestistica San Severo in verità le prove tutte e più di tutte ma può opporsi solamente a tratti a una BPC Virtus Cassino che sbaglia, soffre, lotta ma concede tatticamente praticamente nulla sui due lati del campo e toglie gradualmente ogni certezza all’attacco avversario (17% dalla linea dei tre punti per Losi e compagni) , tenendo in mano la partita dal primo all’ultimo minuto, 34 minuti in vantaggio.

Ci si augura adesso, in casa rossoblù di poter in qualche modo trovare le chiavi tattiche per sbancare il fortino pugliese; lo ricordiamo, la Cestistica tra le mura amiche quest’anno è stata sconfitta solo in due occasioni ( Matera e Montegranaro, ndr) e dopo due partite finite con un distacco ampio Vettese ed i suoi auspicano, come spesso accade in questi casi, una “bella” che viaggi completamente sul filo dell’equilibrio.

Cassino ha un approccio alla gara consono all’importanza del match ed inizia con l’atteggiamento che aveva chiesto coach Vettese alla vigilia “ Grinta e cuore” .

La gara si apre con la tripla di Del Testa e un paio di buone azioni difensive da parte dei padroni di casa . San Severo però tiene bene il campo per nulla remissivo . Coen utilizza presto la zona e scaata subito in transizione colpendo a ripetizione con Dimarco e Torresi da lontano, tanto da spingere la panchina rossoblù al timeout sul 7-11 a metà del primo periodo. Al rientro in campo Sergio si fa trovare pronto sugli scarichi dei compagni imitato dai lunghi pugliesi, Cecchetti e Quarisa oltre a Ikangi, i quali trasformano in oro i bei palloni serviti dai loro esterni. L’ingresso di Petrucci, però, alza di molto la fisicità della difesa cassinate e la BPC torna nuovamente a mettere il muso avanti, il quarto si chiuder con Cassino avanti 22-18.

Nel secondo quarto gli ospiti partono forte e trovano buone soluzioni nell’area con Ikangi e Quarisa. 22 – 22 . Ma ecco che sale in cattedra Panzini che ha scaldato la mano dall’arco e tiene avanti i cassinati. Anche Birindelli e Bagnoli rispondono da par loro ai tentativi spesso infruttousi si San Severo. Cassino piazza un parziale mortifero 21 a 6.

Prima dell’intervallo la difesa rossoblù è assolutamente impenetrabile e Petrucci mette cinque punti consecutivi per dare ai suoi il +8, costringendo Coen a chiedere sospensione. I benedettini però sono in gran forma e la loro intensità non si placa anche perché lo stesso Petrucci continua ad annullare Ciribeni e per gli ospiti è rottura prolungata, al riposo lungo è 43-28 per le “V” rossoblù.

Il terzo quarto si apre sulla falsariga degli altri due e dopo due minuti la Virtus tocca il +20 con un’altra bomba di Petrucci. La mobilità di Ikangi crea più di qualche problema a Cassino ma San Severo non riesce a ricucire lo strappo e le “V” rossoblù mantengono saldamente in mano il comando delle operazioni con due canestri in rapida successione di Valesin e Marsili. I rossoblù rimangono così in controllo dell’inerzia nonostante alcuni errori di Serra messo in campo negli ultimi minuti della terza frazione di gioco. Prima dell’ultima pausa Cecchetti si fa trovare nel pitturato ma i cassinati rimangono comunque su un più che rassicurante +14 :59-45.

Nell’ultima frazione Cassino ha una battuta d’arresto nel ritmo gara, con una metafora ciclistica alza troppo presto la testa dal manubrio mentre gli ospiti aumentano l’intensità difensiva. Ne viene fuori un periodo con pochi canestri con la BPC che rimane saldamente avanti grazie allo splendido lavoro nella propria metà campo. Nel finale, però, i rossoblù si smarriscono e mancano ripetutamente il colpo del ko. Così San Severo si riavvicina sul -9 grazie ai tiri liberi e ad tiro dalla lunga distanza di Torresi siamo a meno di 2′ dal termine. Il timeout di Vettese riesce a portare serenità tra le fila dei cassinati, i quali resistono e portano a casa il punto del pareggio nella serie.

Adesso si torna in Puglia per gara 3 .

Si gioca domenica 7 maggio alle ore 18.00

Arbitri Isimbaldi Corrado di Briosco (MB) e Colazzo Elena di Milano (MI).

 

 

 

BPC Virtus Cassino – San Severo 68-63

Parziali : 22-18, 21-10, 16-17, 9-18

BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 14 (6/12, 0/0), Lorenzo Panzini 12 (1/1, 3/10), Biagio Sergio 11 (3/5, 1/1), Nicolò Petrucci 10 (2/3, 2/8), Gianluca Valesin 8 (4/8, 0/2), Duilio ernesto Birindelli 8 (1/2, 1/2), Maurizio Del testa 3 (0/0, 1/4), Valerio Marsili 2 (1/1, 0/1), Renato Quartuccio 0 (0/0, 0/2), Filippo Serra 0 (0/0, 0/2)

Tiri liberi: 8 / 17 – Rimbalzi: 42 12 + 30 (Simone Bagnoli 15) – Assist: 22 (Lorenzo Panzini 5)

Coach : Luca Vettese

Cestistica San Severo: Ikangi 18 (4/8, 2/6), Dimarco 10 (1/2, 2/8), Torresi 9 (2/4, 1/7), Ciribeni 8 (2/3, 0/3), Cecchetti 8 (4/7, 0/0), Quarisa 8 (4/4, 0/0), Losi 2 (1/3, 0/4), Morgillo 0 (0/0, 0/1), Coppola 0 (0/0, 0/0), Fabi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Dimarco 6) – Assist: 14 (Dimarco 6)

Coach : Piero Coen

 

 

22 aprile 2017 0

La Virtus Cassino per l’ultima della stagione regolare al PalaVIRTUS affronta Teramo

Di redazionecassino1

La regular season del Campionato Nazionale di Serie B 2016-17 volge al termine.

Il prossimo sabato, 22 aprile, andrà in scena in 32 palazzetti italiani, in contemporanea, l’ultimo atto della stagione regolare che ha già emesso una serie di verdetti sia in testa che in coda nei quattro gironi , i due orientali B e D ed i due occidentali , A e C.

Ancora qualcosa di importante da chiedere al campionato lo hanno tuttavia le due contendenti che si affronteranno sul parquet del PalaVirtus di Via De Feo a Cassino, alle ore 20.30.

Agli ordini dei signori Stefano Gallo di Monselice (PD) e Giulia Sartori di Arsiè (BL)si incontreranno per la trentesima giornata del campionato di serie B, la BPC Virtus Cassino e Teramo .

Le due formazioni giungono a quest’ultimo appuntamento di stagione regolare rispettivamente con 40 punti in classifica i cassinati di coach Vettese e con 28 punti in classifica gli abruzzesi.

I rossoblù cassinati occupano attualmente il quinto posto del ranking stagionale a sole due lunghezze dal quarto posto della graduatoria del Girone C della terza serie nazionale occupato da Valmontone ed in linea teorica, ma oggettivamente solo tale, possono ambire a salire sul gradino più basso del podio laddove si realizzassero una serie improbabile di circostanze.

Infatti oltre a dover battere la lanciatissima Teramo al PalaVirtus della città martire, i cassinati dovrebbero essere fiduciosi nell’attendere notizie in merito ad un eventuale successo della Stella Azzurra Roma ospite della Virtus Valmontone.

“Una serie di accadimenti impossibili da pronosticare e dunque molto più con i piedi per terra ci prepariamo alla post season con l’idea di affrontare la quarta classificata del girone D della serie B nazionale” commenta il DS della BPC Virtus Cassino, il dott.Leonardo Manzari , “siamo ben consapevoli di tutto ciò e ci stiamo allenando a , usando una metafora ciclistica, scalare le Tre Cime di Lavaredo. San Severo è come il gran premio della montagna più duro che la corsa a tappe del Campionato nazionale di Serie B ci potesse mettere di fronte. Stiamo lavorando bene e con l’umiltà necessaria per rendere al massimo tra 10 giorni” conclude il dirigente rossoblù.

In effetti i playoff 2016-17 presentano, rispetto agli scorsi anni, nella compilazione dei tabelloni della post-season, una serie di importanti novità che vanno ricordate.

Accedono ai playoff le squadre classificate dal 1° all’8° posto di ognuno dei 4 gironi.

Le squadre qualificate risulteranno così accoppiate sul tabellone C, quello verosimilmente che riguarderà le “V” rossoblù: prima classificata del girone C (NAPOLI) -8D; quarta classificata del girone adriatico, il girone D(San Severo)- quinta classificata del girone tirrenico , C , appunto la BPC Virtus Cassino ; 3C-6D; 2D-7C.

I quarti di finale si disputeranno al meglio delle 3 gare con il seguente format: in casa della squadra che ha ottenuto il miglior piazzamento nel corso della regular season nel proprio girone – fuori – eventuale bella in casa della squadra che ha ottenuto il miglior piazzamento nel corso della regular season nel proprio girone.

Le semifinali e le finali si disputano al meglio delle 5 gare con formato casa-casa-fuori-fuori-casa.

Le vincenti di ognuno dei quattro tabelloni playoff disputeranno la kermesse del week end delle “Final Four” poule promozione (in programma a Montecatini nei giorni 10-11 giugno2017).

Al termine di tale evento si assegneranno le tre promozioni in Serie A2 per il campionato 2017/2018.

Gli ospiti della Virtus Cassino invece ambiscono a conquistare l’ultimo posto utile per la post season e contendono questo ambito traguardo agli universitari della LUISS Roma che però li precedono nella graduatoria stagionale di due lunghezze.

“Sarà una gran bella sfida” commenta coach Luca Vettese “il copione lo conosciamo bene , i nostri avversari verranno al Palazzetto di Cassino a vendere cara la pelle come tutti i nostri avversari sin qui affrontati in regular season. Sarà un buon banco di prova che affronteremo con le giuste precauzioni per prepararci a dovere ai quarti di finale di playoff” conclude laconico il coach dei virtussini cassinati.

Sul fronte squadra, in settimana poi ai microfoni della web radio della BPC Virtus Cassino , ospite della rubrica “il personaggio della settimana” , Gianluca Valesin ha ricordato come la squadra sia molto concentrata per questo rush finale e come siano solo brutti ricordi i contrattempi fisici che hanno caratterizzato la terza parte della stagione per l’ala piccola cassinate.

Valesin sarà dunque della gara contro Teramo , dubbi ancora su Marsili.

Nel frattempo dobbiamo ricordare, a margine dell’evento agonistico di sabato 22 aprile, l’evento che si terrà lunedì 24 aprile presso la Sala San Benedetto della filiale di Cassino della Banca Popolare del cassinate, main sponsor delle “V” cassinati.

Come consuetudine da sette anni in qua, al termine della stagione regolare, infatti, la dirigenza cassinate con la presidente, la dott.ssa Donatella Formisano in testa, ed il vice Presidente Renato Di Carlo, incontra la stampa ed i tifosi e quella di lunedì prossimo sarà l’occasione per tracciare un consuntivo di tre anni di serie B a Cassino.

La città martire infatti, grazie alla BPC Virtus Cassino, è tornata ad essere un polo di eccellenza nel basket nazionale e di questo in Terra di Lavoro si è particolarmente fieri.

L’incontro di lunedì servirà a rafforzare il legame tra la società rossoblù, il territorio ed i tifosi che stanno tornando ad essere sempre più entusiasti di questa realtà sportiva.

”Ci apprestiamo a vivere per il terzo anno consecutivo la magia dei play off per l’accesso alle Final Four di Montecatini” dice il DS dei rossoblù, il dott. Leonardo Manzari “per la prima volta vivremo questo spettacolo a Cassino e dunque è l’occasione per raccontare a stampa e tifosi come in tutti questi anni si sia lavorato per portare la nostra città a questi livelli. Siamo fieri di tutto ciò e vogliamo prepararci al meglio per questo spettacolo sportivo”.

Appuntamenti in chiave rossoblù in terra di San Benedetto, appuntamenti da non mancare per gli appassionati della palla a spicchi.

 

9 aprile 2017 0

Basket serie B: Al PalaVirtus non si passa, la Virtus supera (82-72) anche Catanzaro

Di redazionecassino1

La storia si conferma. Il PalaVirtus di Cassino è un fortino inespugnabile, gli ospiti di questa settimana, la tredicesima del girone di ritorno del Campionato nazionale di Serie B, i giallorossi di Catanzaro, devono anche loro cedere il passo alle “V” rossoblù di coach Luca Vettese che laconico alla vigilia del match aveva dichiarato: “Dovremo fare molta ma molta attenzione sono in grado di farti male anche con le seconde linee. Hanno dei giovani di grande livello e talento nel roster e soprattutto hanno una ragione in più per far bene: il traguardo della post season”.

E già, Vettese era stato facile profeta.

Si perché al di là del successo finale il gruppo cassinate ha dovuto sudare le classiche sette camicie per avere ragione del team allenato da coach Pullano. Il team calabrese infatti era giunto in Terra di San Benedetto forte dell’etichetta di identificazione, a ragion veduta conquistata, dell’ammazza grandi. Infatti Palestrina e Valmontone erano cadute, come detto in sede di presentazione del match, in Calabria. E Carpanzano e compagni nell’ultimo turno avevano sconfitto proprio la seconda della classe del girone C della Serie B nazionale. Con quella vittoria i giallorossi si erano assicurati 2 punti d’oro in classifica, con i quali avevano staccato temporaneamente le inseguitrici, Cefalù, Scauri e Teramo per l’ultima posizione utile play-off ed erano alla vigilia del match del PalaVirtus in condominio con la LUISS Roma.

Dunque undicesima vittoria della BPC nel PalaVirtus di Via De Feo a Cassino su dodici incontri disputati nella nuova casa dei rossoblù (solo Napoli espugnò il Palazzetto di Cassino nello scorso mese di dicembre, ndr). E la vittoria è arrivata soprattutto grazie a un terzo periodo sontuoso degli uomini di Vettese che hanno alzato notevolmente l’intensità difensiva al rientro in campo dopo la pausa lunga, vincendo la resistenza di Catanzaro.

Un successo convincente perché ottenuto al cospetto di una delle squadre più in forma del girone C della B Nazionale, ma che acquisisce ancora più valore se si considerano l’assenza di Valesin e la serata di vena di tutto il team. “E’ stata davvero una risposta convincente e positiva a quello che chiedevamo al gruppo squadra” ha dichiarato al termine della gara il Direttore Sportivo della Virtus Cassino, il dott. Leonardo Manzari.

Con questi due punti la BPC acquisisce la matematica certezza di chiudere la regular season almeno al quinto posto, ma soprattutto “E’ il terzo anno di serie B Nazionale a Cassino e devo orgogliosamente dire che la nostra Società per la terza volta consecutiva raggiunge i playoff che decreteranno le final four per l’accesso alla serie A2, il gradino superiore al nostro attuale campionato” le parole in sala stampa al PalaVirtus del dott. Manzari al termine della gara contro i calabresi.

La cronaca del match è molto lineare nel racconto di un match in equilibrio ma che poi cambia repentinamente direzione dopo 20 minuti.

Partita che viaggia sul filo dell’equilibrio nei primi due periodi, ma è Catanzaro a lasciare l’impressione più convincente sul parquet. Infatti si aggiudica le due frazioni con il punteggio di 21 a 19. Entrambi i mini tempi sono dunque appannaggio dei calabresi a conferma che Catanzaro era scesa in campo, sul parquet del PalaVirtus senza alcun timore reverenziale e controlla il primo quarto praticamente tenendo sempre la testa avanti, chiudendola sul 19-21. Nel secondo periodo Cassino sale anche sul +7 con le triple di Serra e Quartuccio ma a questo punto i calabresi piazzano un break devastante di 15 a 2 con Morici e Carpanzano sugli scudi per poi andare negli spogliatoi sul 38-42.

Nell’intervallo qualcosa deve essere accaduto nelle segrete stanze rossoblù, perché gli uomini di Vettese rientrano dal tunnel degli spogliatoi con un piglio assolutamente diverso, un team arrabbiato e assolutamente trasformato nello spirito.

Lo stesso Morici spedisce i giallorossi sul +7 in avvio di ripresa ma due triple di Del Testa ribaltano l’inerzia della gara, dando il via alla fuga della Virtus che fa piovere una pioggia di triple sugli avversari senza concedere praticamente più nulla.

Il protagonista assoluto del match è Lorenzo Panzini, MVP di serata, che si erge a trascinatore realizzando in fase offensiva 21 punti ma soprattutto è l’uomo che trasferisce la carica ai compagni con una difesa super ed insieme a capitan del Testa, è autore di una serie impressionante di recuperi difensivi bloccando nella terza frazione le linee di passaggio delle trame offensive dei calabresi.

Cassino si aggiudica la frazione per 26 a 8.

Il +14 con cui i rossoblù vanno all’ultima pausa è una pietra tombale sul match, gli ospiti ci provano fino alla fine ma riescono soltanto a tornare sul -5, 75 a 70, a 2’ dal termine prima di essere ricacciati indietro da un chirurgico immenso Panzini.

Si entra nella penultima settimana della regular season. Sabato di Pasqua gli uomini di Vettese saranno di scena a Scauri.

BPC Virtus Cassino – Mastria Vending Catanzaro 82-72

Parziali 19-21, 19-21, 26-8, 18-22

BPC Virtus Cassino : Lorenzo Panzini 21 (2/3, 5/8), Nicolò Petrucci 13 (3/4, 2/5), Simone Bagnoli 10 (4/9, 0/0), Maurizio Del testa 9 (0/3, 3/4), Duilio Ernesto Birindelli 9 (1/5, 1/2), Biagio Sergio 8 (1/2, 2/6), Filippo Serra 5 (1/1, 1/4), Valerio Marsili 4 (1/3, 0/0), Renato Quartuccio 3 (0/4, 1/1), Fabio Gugliemo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Duilio ernesto Birindelli 10) – Assist: 22 (Lorenzo Panzini 6)

All. Vettese

Mastria Vending Catanzaro: Morici 22 (5/6, 2/6), Carpanzano 16 (3/5, 3/6), Naso 12 (2/5, 2/6), Di Dio 9 (3/5, 1/3), Medizza 8 (4/5, 0/0), Monacelli 5 (2/2, 0/5), Calabretta 0 (0/1, 0/0), Guadagnola 0 (0/3, 0/1), Dell’Uomo 0 (0/0, 0/0), Latella 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 17 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Morici 12) – Assist: 12 (Morici 4)

All. Pullano

MVP : Panzini

14 gennaio 2017 0

La prima di ritorno al PalaVirtus è Lupi contro Tigri, sfida fra Cassino e Forlì.

Di redazionecassino1

La prima di ritorno della regular season del Campionato Nazionale di serie B , girone C , 2016-17 , pone di fronte due formazioni che sono in lotta per un posto al sole della classifica del Campionato Nazionale di Serie B , girone C , la Virtus Cassino di coach Vettese che affronterà i Tigers Forlì guidati in panca da coach Di Lorenzo. Si tratta di una delle più belle partite , sulla carta , che propone il calendario dopo il classico giro di boa di metà stagione . Partita dall’esito per niente affatto scontato e piena, ricca di pathos . Infatti le due formazioni sono separate unicamente da due punti in classifica . Forlì infatti vanta nella graduatoria stagionale dopo quindici giornate , diciotto punti , frutto di 9 vittorie e sei sconfitte ; la BPC cassinate invece si è assicurata venti punti in classifica , per uno score stagionale di dieci vittorie e cinque sconfitte . A Cassino dunque uno dei big match di giornata. Nella scorsa estate le tigri forlivesi hanno acquisito il diritto a disputare il campionato di Serie B Nazionale dopo aver spostato il titolo di Scafati Basket in terra di Romagna , venendo così inseriti nel Girone C 2016-17. A guidare la squadra, come detto , è stato chiamato Giampaolo Di Lorenzo, coach che nella scorsa stagione è stato sulla panchina dell’Azzurro Napoli prima che i partenopei venissero esclusi dal campionato. Sul parquet la dirigenza forlivese ha deciso di affidarsi all’esperienza di Rodolfo Rombaldoni, medagliato ad Atene 2004 e reduce dall’esperienza con Forlì , l’altra Forlì dei canestri, in cadetteria edizione 2015-16 che lo ha visto vincitore delle Final Four di Montecatini e dunque promosso in serie A2. Insieme a lui ci sarà un altro veterano delle categoria come Andrea Bartolucci ma anche Luca Fontecchio, ala classe ’91, fratello di Simone, uno dei giovani più interessanti nel panorama nazionale, passato dalla Virtus Bologna a Milano in estate. Nel roster anche l’ex Palestrina Giacomo Cicognani e una vecchia conoscenza del basket ciociaro: Joel Myers, figlio del grande Carlton, reduce da un ottimo campionato a Fondi in B e visto due stagioni fa a Sora in C1. Da segnalare anche la presenza di Edoardo Giovara, prodotto delle giovanili di Casale Monferrato, con alcune presenze in A2. In corso d’opera poi Giampaolo Di Lorenzo ha aggiunto un fedelissimo , Christian Villani . Eravamo nello scorso novembre e da allora , il 5 novembre 2016 , con lui in campo le Tigri hanno completamente “svoltato”. Con Villani in campo infatti i Tigers su dieci incontri disputati hanno vinto 8 volte , perdendo unicamente sul parquet di Palestrina e sul campo di Catanzaro dopo un tempo supplementare ed al termine di una partita combattutissima. Aveva ragione dunque coach Di Lorenzo allorquando in sede di presentazione dell’ala forlivese ebbe a dire: “Con lui ho già disputato 6 campionati con ottimi risultati. Christian è una pedina importante direi fondamentale – commentò Di Lorenzo – è sempre stato il filo tecnico conduttore tra me e la squadra. Più di tutti ha capito il mio modo di giocare ed è quindi diventato il mezzo più veloce di trasferimento informazioni al gruppo. E’ generoso, in campo e nello spogliatoio. Un vero collante per il gruppo. Christian, che negli schemi può ricoprire molti ruoli, sarà in campo già sabato contro Barcellona ( 5 novembre 2016, ndr) . Un’occasione per i tifosi forlivesi di incontrare nuovamente un atleta da me profondamente stimato ed apprezzato.” La formazione arancionera, fondata solamente nel 2014, è reduce dunque da un ottima prima parte di campionato, concluso , si con una sconfitta , ma con mille attenuanti, in quel di Palestrina, parquet notoriamente difficile da espugnare. La BPC Virtus Cassino invece arriva all’incontro dopo la roboante affermazione in casa del Teramo . “Non era affatto semplice conquistare i due punti in terra abruzzese “ l’incipit di coach Luca Vettese “abbiamo messo in mostra un bel basket e soprattutto sono stato molto soddisfatto dei progressi messi in mostra dai miei uomini. Ovviamente domani dovremo confermare quanto di buono abbiamo fatto sinora e so di certo sin da ora che non sarà semplice . Avremo di fronte una formazione che vorrà migliorare la prestazione dell’andata contro di noi ( i cassinati vinsero a Forlì all’esordio , ndr) e soprattutto vorrà riscattare la sconfitta patita sette giorni orsono in casa di Palestrina. Insomma una serie di congiunture non favorevoli che dovremo scardinare se vorremo avere ragione dei romagnoli “ conclude coach Luca Vettese La palla a due è alle ore 18.30 di sabato 14 gennaio al PalaVirtus di Cassino Una coppia veneta dirigerà la gara . Il primo arbitro sarà Gallo Stefano di Monselice in provincia di Padova, mentre il secondo arbitro sarà Giulia Sartori della provincia di Belluno , di Arsiè per la precisione .