Tag: pannelli

7 agosto 2018 0

Ventidue pannelli per raccontare “La Grande Guerra”, la mostra al comando carabinieri di Chieti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CHIETI – Un percorso guidato di 22 pannelli illustrativi ricchi d’immagini, raccontano il contributo fornito dall’Arma dei Carabinieri Reali e dal Corpo Reale delle foreste allo sforzo bellico del Paese nel corso della Grande Guerra.

Suddivisi in sezioni tematiche, i pannelli spaziano dall’impegno dell’Arma nei mesi precedenti al conflitto, quando i Carabinieri si trovarono a fronteggiare le manifestazioni di piazza pro e contro l’intervento, al loro impiego come forza combattente di prima linea, dai servizi di intelligence e dai compiti di polizia militare svolti nelle zone di operazione all’impiego sul cosiddetto fronte interno, dalla preziosa attività di approvvigionamento del legname e del carbone, per usi bellici e civili, prestata dai Forestali a supporto delle forze combattenti, all’importante opera di salvaguardia e ricostruzione dei boschi depauperati, in particolare in quelle zone in cui si verificarono feroci scontri e distruzioni.

L’iniziativa, realizzata con il supporto dello Stato Maggiore della Difesa, rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

I pannelli, provenienti dal Reparto Comando della Legione Carabinieri “UMBRIA”, resteranno in mostra nella sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Chieti – Via Arniense n.102 – fino al 30 settembre, a disposizione di tutti coloro che avranno il piacere di visitare la mostra, gratuitamente, tutti i giorni dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00.  Successivamente partiranno alla volta di Bari per essere esposti nella sede del locale Comando Provinciale Carabinieri.

17 aprile 2018 0

Rimasugli di campagna elettorale a Cassino, esposti ancora pannelli e “facce”

Di admin

CASSINO – Ad un mese e mezzo dalle elezioni politiche, a Cassino si respira ancora un’aria elettorale.

I pannelli metallici su cui tanta carta è stata sprecata e che hanno dovuto sorreggere l’enorme perso di promesse nell’avvincente campagna elettorale per il rinnovo del consiglio regionale e per eleggere parlamentari e senatori il 4 marzo, ancora “adornano” le strade di Cassino con “facce” di eletti e di non eletti.

Esclusa l’ipotesi che servisse per altre elezioni, i duemila pannelli, 20 postazioni da 100 pannelli, non sono stati ancora rimossi perché l’area in cui sono solitamente depositati e custoditi è quella dell’isola ecologica sotto sequestro dal 15 marzo in via Pescarola.

“Il ritardo per la sistemazione e rimozione dei pannelli è stato dovuto ai tempi necessari per ottenere dalla procura l’autorizzazione ad accedere all’area sequestrata – dichiara Franco Evangelista Consigliere comunale con delega alla Manutenzione – Autorizzazione che abbiamo ottenuto e stiamo già provvedendo a rimuovere le strutture. Sono tante, disseminate in 20 siti diversi e per questo impiegheremo ancora qualche giorno”.

Ermanno Amedei

26 settembre 2016 0

Razzia nell’impianto fotovoltaico a Cassino, rubati 356 pannelli

Di admin

Cassino – Un furto di 356 pannelli fotovoltaici a Cassino è stato scoperto dai carabinieri ancor prima che il proprietario dell’impianto razziato se ne accorgesse. A finire in manette sono stati due 33enne marocchini mentre un loro connazionale di 40 anni è stato denunciato.

I fatti si sono consumati nel corso di controlli stradali quando i carabinieri  a Cassino hanno fermato  una Ford il cui conducente, il 40enne denunciato, dopo aver consegnato i documenti, senza alcun motivo apparente è fuggito per le campagne circostanti. Contemporaneamente è sopraggiunto un furgone Fiat Iveco ed un’autovettura Audi A4 i cui conducenti, alla vista del posto di controllo, hanno cercato, ma inutilmente, di sviare le attenzioni dei militari. Le perquisizioni personali e dei mezzi ha permesso di trovare a bordo dei due veicoli ed, in particolare, nel Fiat Iveco 35, celati da alcuni vecchi mobili e da ingombranti masserizie, numerosi pannelli fotovoltaici, 21 chiavi inglesi, numerosi cacciavite di varie grandezze, chiavi esagonali, tenaglie, etc, nonché la somma contante di 2mila euro in banconote di vario taglio e due dosi da 2,5 grammi di hashish.

Poco dopo e non molto lontano è stato rinvenuto abbandonato, un altro Fiat Iveco 35, con all’interno altri pannelli fotovoltaici e numerosi attrezzi da scasso, celati con analoghe modalità. Gli immediati accertamenti svolti hanno consentito di appurare che i pannelli rinvenuti erano stati trafugati presso un noto impianto fotovoltaico situato nell’immediata periferia di Cassino, i cui proprietari ancora non si erano accorti del furto. Per i due, quindi, è scattato l’arresto, mentre per il fuggitivo, poi rintracciato, la denuncia. La refurtiva interamente recuperata, pari a 356 pannelli, per un valore di circa 120mila euro, è stata restituita al legittimo proprietario.