Tag: parcheggiare

22 gennaio 2018 0

Parcheggiare al Santa Scolastica per i disabili: un intollerabile e vergognoso incubo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Parcheggiare in modo incivile e selvaggio è una costante a Cassino e ad ogni ora del giorno e della sera. Quello a cui si assiste nelle zone esterne dell’ospedale Santa Scolastica è davvero fuori da ogni logica e impossibile da sopportare. Auto che occupano i viali di accesso alla struttura, sotto i porticati adiacenti all’ingresso principale, davanti al C.u.p. ed in ogni possibile zona per il solo fatto di non voler fare qualche metro in più ed usare il parcheggio appositamente realizzato e distante pochi metri. Una situazione sconvolgente e semplicemente vergognosa. Tutto nell’indifferenza e nell’immobilità di chi avrebbe l’obbligo di vigilare e, soprattutto, di sanzionare i maleducati e gli incivili. La situazione peggiore, però, è quella riguardante i posti riservati per disabili realizzati dinanzi all’ingresso principale non per un privilegio, ma per favorire chi ha problemi di deambulazione ad accedere al nosocomio. Proprio qui si registra, più di ogni altra zona, la situazione di maggiore inciviltà. Ad ogni ora del giorno e del pomeriggio, ma anche della sera, i posti riservati ai disabili sono occupati prevalentemente da auto che non hanno diritto di utilizzarli e, comunque, sempre prive dello specifico contrassegno invalidi. Una situazione intollerabile, maggiormente accentuata dal palleggiamento di competenze e responsabilità fra Azienda sanitaria e comune di Cassino che va avanti da anni, anzi da quando il “Santa Scolastica” ha iniziato a funzionare. In altre parole, i responsabili del nosocomio di via San Pasquale non possono intervenire poiché privi dell’autorità necessaria per richiedere l’intervento delle forze dell’ordine e rimuovere le auto in sosta di intralcio, al tempo stesso il comune di Cassino non ha ancora predisposto e sottoscritto una convenzione con la Asl di Frosinone per regolare la viabilità e il parcheggio dinanzi l’ospedale. Risultato? Che il grande parcheggio è quasi sempre vuoto, i disabili che si recano al Santa Scolastica non possono utilizzare i parcheggi loro riservati, oltre al costante caos nei viali d’ingresso con auto tranquillamente lasciate in sosta nonostante i segnali di divieto. Gli indisciplinati, tanto sono consapevoli di poterla fare franca sempre e comunque, tanto nessuno può intervenire a sanzionarli. Non va meglio sulla strada comunale da San Pasquale, quella esterna al piazzale dell’ospedale, è lasciata libera, anche qui lauto parcheggiate su entrambi i lati congestionando pericolosamente il traffico. Fino a quando si dovrà tollerare una situazione del genere? Dove sono finite le promesse elettorali dell’Amministrazione D’Alessandro sulla “tolleranza zero” per gli indisciplinati del traffico? Qualcuno dovrà assumersi la responsabilità di questa situazione e sarebbe ora che lo facesse presto, soprattutto risolvendo una volta per tutte la situazione al Santa Scolastica, ormai divenuta insostenibile!

F. Pensabene

    

10 aprile 2017 0

Da Velletri a Copenaghen per “imparare a parcheggiare”

Di admin
Velletri – Una delegazione veliterna si è recata in visita a Copenaghen in Danimarca per uno scambio di buone pratiche sulla mobilità sostenibile e sulla gestione digitale dei parcheggi. L’incontro è stato organizzato da Easy Park, la società internazionale che gestisce la sosta on-line a Velletri e che riveste un ruolo leader nel settore della sosta innovativa. Due giorni per conoscere quali sono le opportunità e visitare un sito dove l’innovazione è già realtà. Infatti la Danimarca è il primo paese in Europa dove il 100% della sosta è coperto da sistemi digitali ovvero dove i parcometri classici sono andati in pensione. La delegazione veliterna era composta dall’assessore ai Parcheggi e all’Innovazione Luca Masi, dal consigliere comunale Francesco Cavola nella sua doppia veste anche di referente della Velletri Servizi per la gestione dei parcheggi e da Giovanni Navacci della Velletri Servizi. Nella prima giornata è stato possibile verificare l’intero sistema di gestione dei parcheggi e della sosta perfettamente integrato in unica piattaforma che consente un rapido controllo e una gestione efficiente. Sistemi di riconoscimento delle targhe, gestione dinamica e on-line dei permessi, integrazione di parcometri intelligenti: il tutto collegato a un sistema centrale che provvede a fornire le informazioni in tempo reale. Controlli più semplici e rapidi, riduzione dei costi di gestione e maggiore vicinanza al cittadino utente che ha diverse possibilità di pagare la sosta senza più incorrere nei rischi della sanzione. Nonostante l’evoluzione del sistema danese, inteso come organizzazione urbana è stato possibile individuare alcune analogie con Velletri che consentiranno a breve di introdurre alcune innovazioni per la creazione di un sistema integrato e digitale che porterà benefici anche ai cittadini di Velletri. Innanzitutto va detto che Velletri è uno dei comuni dove l’utilizzo dell’App Easy Park in Italia sta riscuotendo il maggior successo, nel mese di marzo si è superata la quota del 5% della sosta pagate con App e il trend e in crescita costante. A breve è prevista una nuova campagna informativa che farà certamente aumentare gli utenti. «Una visita costruttiva – dichiarano l’assessore Luca Masi e il consigliere Francesco Cavola – che ci ha permesso di conoscere una realtà di avanguardia dalla quale possiamo imparare delle buone pratiche. Con orgoglio abbiamo appreso che Velletri gode di profonda stima da parte dei manager danesi che vedono con favore i progressi che stiamo facendo come smart city. Anzi confidano entro breve tempo di utilizzare proprio la nostra città come modello italiano da mostrare come un caso di successo. Per farlo sono disposti anche a fare investimenti e noi li agevoleremo con un progetto concreto e innovativo che metteremo a punto nei prossimi giorni e che farà cambiare, in meglio, le abitudini dei cittadini anche di quelli che non usano ancora l’App». Sul fronte dei sistemi di controllo dei trasgressori ci sono ampi margini di miglioramento, per effettuare il controllo di una macchina è sufficiente puntare lo smartphone sulla targa, un lettore digitale verifica immediatamente se la sosta è pagata, viceversa provvede a elevare la sanzione. Presso la municipalità di Frederiksberg, area amministrativa interna alla città di Copenaghen, è in funzione anche una macchina in dotazione alla polizia locale che controlla oltre 100 macchine ogni ora con un sistema di telecamere ad altissima efficienza. «L’App è il primo passo – concludono i due esponenti dell’amministrazione comunale – adesso dobbiamo procedere con la digitalizzazione ovvero uniformare i sistemi in modo che ogni macchina parcheggiata sia conosciuta dal sistema attraverso la targa, questo vale sia per le soste temporanee che per i residenti e per coloro che detengono permessi. Una sfida necessaria alla quale non ci sottrarremo, anzi grazie gli stimoli acquisiti in questi due giorni lavoreremo nella giusta direzione».