Tag: parquet

23 aprile 2018 0

Basket C/Silver: Importante vittoria casalinga per Veroli contro Gaeta

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La gara, disputata domnica, tra Pallacanestro Veroli 2016 e Basket Serapo Gaeta, termina con il risultato di 80-67. Importante vittoria interna per la Pallacanestro Veroli 2016 che consolida la posizione playoff superando una lanciata Gaeta (reduce dalla vittoria con la Fortitudo Roma) con una prova convincente. Un avvio di gara spento, nei primi tre minuti di gioco le squadre faticano a mettere a segno un canestro poi arrivato con un tiro da tre del Basket Serapo Gaeta. Si entra nel vivo della gara sempre condotta dalla Pallacanestro Veroli 2016 che recupera Mauti tornato in ottima forma, la gara di oggi ne è stata testimone. Basket Serapo Gaeta prova a contrastare i giallorossi che con un pressing a tutto campo chiudono il primo quarto a +8 (21-13). Alla ripresa la Pallacanestro Veroli 2016 procede a testa alta, trascinata dai fratelli Fiorini e da un Frusone particolarmente ispirato, mantenendo le distanze con ottime giocate nel pitturato e le bombe dei fratelli Fiorini. Si chiude il secondo quarto con il risultato di 44-39. Nonostante l’assenza di Velocci, la formazione ciociara conduce la gara riuscendo a trovare l’allungo decisivo nel terzo periodo, quando il vantaggio si attesta ampiamente sulla doppia cifra, con gli ospiti che pagano un parziale da soli 10 punti messi a referto: la Pallacanestro Veroli 2016 arriva al +11 a 3′ 10″ di gioco nel terzo quarto, Serapo risponde e riduce le distanze arrivando a -3 a 4′ 20″ dalla fine. Ma la Pallacanestro Veroli 2016 ci crede e guidata dai soliti fratelli Fiorini, Vinci, Mauti e Celani, forti sotto canestro e nei contropiedi, chiude il terzo quarto a +17. Rush finale in divenire, la gara si scalda, ma la Pallacanestro resta concentrata e chiude il match 80-67. I fratelli Fiorini con 21 punti a testa, assieme a Frusone con 16, i migliori tra i padroni di casa, a Gaeta non basta il solito Porfido per uscire vincente e adesso la strada verso la post season si complica, con la prossima gara interna con la Carver nel turno infrasettimanale che diventa decisiva. Per Veroli, invece, mercoledì ci sarà un vero e proprio match point contro Bracciano per provare a chiudere i conti e a raggiungere matematicamente il traguardo playoff, sempre più vicino dopo la prestazione odierna.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 80 – BASKET SERAPO GAETA 67 Tabellini: Mauti 8, Fiorini G.21, Vinci 10, Celani 4, Fiorini M. 21, Frusone 16, Iannarilli,  Igliozzi, Lauretti, All. Celani.

 

12 marzo 2018 0

Basket Veroli espugna il parquet di Gaeta, 68-65

Di redazionecassino1

La gara fra Basket Serapo Gaeta e Pallacanestro Veroli 2016, termina con il risultato di 68-65 per la formazione ciociara. Avvio di gara equilibrato. Al 5’ la Pallacanestro Veroli 2016 prova ad allungare grazie ad un gioco corale e ad un’ottima circolazione di palla.

Serapo non ci sta e all’uscita dal primo Time-Out recupera portandosi sul + 3 a fine secondo quarto: spinta da buone azioni in contropiede e alle bombe di Porfido e Leccese. Alla ripresa la Pallacanestro Veroli 2016 recupera e a 3′ dalla fine raggiunge il +4 andando al riposo lungo sul 33-37. In avvio del secondo tempo la difesa della Pallacanestro Veroli 2016 cala di intensità e Serapo ne approfitta per sorpassare e provare il primo allungo sul + 5, ma una bomba di Fiorini G. riaccende le speranze per i ciociari. A 6′ dal temine della gara il punteggio è di 40 pari e si procede punto su punto. Celani chiama il terzo time out e alla ripresa una bomba di Velocci riporta la Pallacanestro Veroli 2016 sul 56 pari.  Celani con un recupero sotto canestro e un contropiede segna il +4 a 6′ dalla fine (58-60).  Nell’attacco successivo Gaeta costruisce dalla rimessa lato ma la difesa di Veroli non si fa trovare impreparata: recupera il possesso e con una manciata di secondi sul cronometro mette il punto esclamativo sulla partita con un tiro libero di Fiorini G. che chiude la gara sul 65-68 per i giallorossi. Veroli porta a casa la vittoria su un campo ostico affidando i palloni più delicati ai giocatori di maggiore esperienza ma continua a soffrire l’assenza pesante di Fiorini Marco e le precarie condizioni fisiche di alcuni giocatori fondamentali come Iannarilli. Tutto questo rende la vittoria di oggi ancora più preziosa a dimostrazione ancora una volta della serietà con cui questa giovane Società da neopromossa sta affrontando un campionato impegnativo come la CSilver. Prossimo appuntamento mercoledì 14 Marzo, alle ore 20.00, presso la Tensostruttura di Casamari: Pallacanestro Veroli 2016 vs Bracciano Basket.

 

BASKET SERAPO GAETA 65 – PALLACANESTRO VEROLI 2016 68

Veroli: Tabellini: Fiorini G. 11, Frusone 10, Vinci 10, Velocci 21, Celani 8, Mauti 8, Lella, Igliozzi, Lauretti, Fiorini M., Coach. Celani.

 

8 gennaio 2018 0

In volata la Virtus Valmontone si impone sul parquet di Cassino, 91-89

Di redazionecassino1

Il big match di giornata se lo aggiudica Valmontone per una corta incollatura 91 – 89. E’ questo il verdetto della gara disputata al Pala Virtus di Cassino e valevole per la prima giornata del girone di ritorno del Campionato Nazionale di Serie B, girone D.

Gli uomini di Donato Avenia espugnano dunque il parquet delle V rossoblù al termine di una gara equilibratissima e combattutissima che ha decretato il vincitore nelle ultime battute di gioco.

Siamo dunque al classico giro di boa della regular season e il primo big match si è concluso con un verdetto che non lascia scampo ai padroni di casa. Nel doppio confronto la Virtus Valmontone ha la meglio sulla Virtus cassinate per 2-0.

La cronaca dell’incontro possiamo racchiuderla in un pazzesco terzo quarto di gioco al quale arrivano le due formazioni con il vantaggio degli ospiti per 71 a 59. Ben 12 lunghezze di vantaggio che in un amen arrivano a 14 con il canestro di Ferraro, 73 a 59.

Il fantastico pubblico rossoblù però non smette di incitare i propri beniamini e i ragazzi di coach Vettese reagiscono alla grande.

Piazzano infatti un mortifero parziale di 11-0 costruito con una grande intensità difensiva e con una serie impressionante di palle recuperate.

La rimonta parte dalla bomba di Lorenzo Panzini, 62-73, e da Nicolò Petrucci che fissa il punteggio sul 64-73. Bagnoli vola sul parquet a recuperare una palla e Sergio realizza il -7, 66-73. S’infiamma la partita e l’inerzia è tutta dei padroni di casa.

Bagnoli recupera ancora un pallone e innesca Carrizo che subisce fallo e converte i due liberi del -5. Segna ancora Sergio ed il parziale è servito. 73-70. Avenia interrompe e chiama time out.

Un libero segnato da Bisconti porta il punteggio sul 74 a 70.

Sull’altro fronte uno scatenato Petrucci accorcia ulteriormente le distanze 74-72. Il pick’n’roll Carrizo – Bagnoli fa esplodere il PalaVirtus per il 74 pari. Mancano meno di 6 minuti alla fine del match.

Sugli scudi ancora il duo Carrizo – Bagnoli che con un altro pick’n’roll firmano il sorpasso, 76-74.

E’ una delle 4 bombe di serata di uno scatenato Bisconti a realizzare il contro sorpasso, 77-76, per i biancorossi – bianconeri di Valmontone. Panzini fallisce la bomba e Pierangeli segna da dentro l’area dei 2 punti, Valmontone è avanti 79-76 e siamo a 4 minuti dal termine.

Bagnoli su assist di Sergio firma il meno 1, 78-79. Valmontone è ancora avanti.

Una palla persa di Biagio Sergio e un libero di Bisconti oltre all’ennesima bomba di Pierangeli per Valmontone danno la spallata definitiva al match.

Valmontone è sul +5, 83-78, a meno di tre minuti dal termine.ad 1 minuto e 15 secondi dal termine un fantastico Nicolò Petrucci a fissare il punteggio sull’80 a 83 per i viaggianti.

Inizia il lungo viaggio in lunetta, da una parte e dall’altra, che arriverà a fissare il punteggio sul 91-89 finale.

In sala stampa Donato Avenia elogia, ovviamente e giustamente, la prova dei suoi dopo aver sottolineato come abbiano avuto, gli ospiti, seri problemi per allenarsi (Scodavolpe assente per motivi di salute stasera, ndr) negli ultimi 15 giorni.

“Questa è una squadra che non molla mai” esordisce “e lo ha fatto pure questa sera. Questa sera tra l’altro durante il match, sarà sicuramente passato inosservato dalla tribuna, abbiamo avuto dei momenti duri. Abbiamo superato questi istanti terribili che il match proponeva e siamo riusciti a portare a casa la partita. Siamo stati avvantaggiati anche da alcune situazioni tattiche da parte loro. Si perché Cassino ed il suo staff tecnico ha il dovere (testuale, dice proprio così ….. , ndr) di mettere in forma Simone Bagnoli per cercare di arrivare quanto meglio possibile ai play off. Noi ci siamo infilati in questo buco tecnico; quindi faccio un’altra considerazione, una squadra che vince nove partite di fila prima o poi una doveva perderla “.

Cassino così interrompe la serie vincente a 9 partite di fila vinte. La decima, come per Beethoven, resta un incompiuta.

Adesso gli uomini di Vettese saranno attesi da una durissima trasferta sul parquet di Catanzaro in occasione della seconda giornata del girone di ritorno della regular season di questo campionato nazionale di Serie B.

“Voltiamo subito pagina fin da martedì prossimo allorquando ci ritroveremo qui al Pala Virtus per la ripresa degli allenamenti “commenta a fine gara il Ds dei lupi rossoblù, il dott. Leonardo Manzari “stasera abbiamo trovato una squadra ben allenata e molto forte sul nostro cammino. Abbiamo faticato molto in fase difensiva stasera considerando che di media subiamo 68 punti a partita e stasera ne abbiamo concessi agli avversari ben 91.”

BPC Virtus Cassino – Virtus Valmontone 89-91

Parziali 21-22, 21-17, 17-32, 30-20

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 20 (9/14, 0/0), Niccolò Petrucci 17 (5/8, 2/6), Manuel Carrizo 15 (3/6, 1/4), Lorenzo Panzini 13 (3/7, 2/5), Enzo Cena 10 (0/2, 2/5), Biagio Sergio 8 (4/4, 0/3), Maurizio Del Testa 6 (1/3, 1/4), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 34 11 + 23 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 20 (Manuel Carrizo 6)

All. Vettese Ass. Incelli

Virtus Valmontone: Bisconti 30 (6/13, 4/6), Pierangeli 21 (3/5, 4/6), Rischia 17 (1/3, 3/5), Ferraro 17 (4/6, 2/5), Gentili 6 (0/1, 2/4), Mastrangeli 0 (0/0, 0/0), Mathlouthi 0 (0/2, 0/0), Di Francesco 0 (0/0, 0/0), Misolic 0 (0/0, 0/0), Aatata 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Ferraro 12) – Assist: 15 (Rischia 5)

18 dicembre 2017 0

Baket serie C Silver: Veroli sconfitta sul parquet di Ciampino

Di redazionecassino1

La gara, che si è disputata sul campo del Nova Basket Ciampino termina con il risultato di 90-84 per i romani. Dopo due tempi supplementari, la Pallacanestro Veroli 2016 cede la vittoria alla squadra di Ciampino che continua così la sua rincorsa al 6° posto. Una gara al cardiopalma che la squadra di coach Dragone è riuscita a portare dalla sua parte: recuperando uno svantaggio di 7 punti al termine del 3° quarto con i canestri di Tebaldi e Giaché, dopo un primo supplementare ancora di equilibrio, arrivando a vincerla nel secondo supplementare con una fiammata di Cara. A Veroli non basta un super Giorgio Fiorini autore di 26 punti: le rotazioni corte (solo in otto a referto con Igliozzi ancora convalescente), Mauti e Vinci infortunati, due supplementari giocati praticamente in cinque, l’uscita per falli di Marco Fiorini e Celani alla lunga pesano. Una sconfitta meno amara per la reazione di orgoglio avuta: i giallorossi restano in partita fino alla fine nonostante la situazione di emergenza. La Pallacanestro Veroli 2016, anche nella militanza in Serie C Silver, continua a gestire le situazioni con la massima calma senza peccare di inesperienza, nonostante le difficoltà. Il 2017 si chiude con la Pallacanestro Veroli 2016 ai vertici della Classifica.

Grande successo invece per la consueta “Cena di Natale” che si è tenuta nel cuore del centro storico di Veroli, Venerdì 15 Dicembre presso l’Hotel Relais Filonardi. In una sala gremita e gioiosa, la Società Pallacanestro Veroli 2016 ha voluto ringraziare i sostenitori, presenti e non per il sostegno mostrato: «Un ringraziamento a tutti i presenti,agli sponsor, agli appassionati, all’Assessore Provinciale Germano Caperna per il sostegno dimostrato». La serata ha visto la partecipazione di molti che hanno a cuore la palla a spicchi verolana, che hanno creduto al rilancio e sperano in un futuro roseo e ricco di soddisfazioni.

Nova Bk Ciampino 90 – Pallacanestro Veroli 2016 84

Pallacanestro Veroli 2016: Iannarilli 3, Igliozzi, Fiorini G. 26, Lauretti, Celani 10, Fiorini M. 15, Frusone 19, Velocci 11. All. Rotondo

Nova Bk Ciampino: Rega n.e., Andreassi n.e., Giaché 10, Attianese 2, Sciaudone 1, Cara 23, Gori, Tshisol 4, Pichini, Vallario 12, Tebaldi 26, Angelini 12. All. Dragone Ass. Gabrielli

11 dicembre 2017 0

Basket serie C Silver: Sconfitta per Veroli sul parquet di Albano Basket Club

Di redazionecassino1

La gara contro Albano termina con la sconfitta dei giallorossi e con il risultato finale di 82 – 60. Albano dopo 2 sconfitte di fila, vince nettamente lo scontro diretto per il secondo posto con Veroli in un match sempre condotto. Una partita molto complicata per Veroli che ospite di Albano viene sconfitta al termine di una gara molto intensa. Veroli incontra un Albano concentrato e convinto come nelle migliori serate, con un Loggia ispiratissimo e dominatore del pitturato, top scorer di serata con 23 punti. Albano, sin dalle prime battute alza il ritmo della gara costringendo i ciociari a correre per superare il pressing dei padroni di casa. Il piano partita preparato da Coach Cipriani prevedeva un gioco molto dinamico in attacco ed una difesa a uomo “faccia a faccia” sugli esterni giallorossi. La squadra di coach Rotondo fatica molto a trovare la via del canestro (solo in 5 a referto), soprattutto sotto canestro dove i lunghi romani hanno fatto veramente la differenza. Nonostante ciò, i ciociari non hanno mai mollato e solo negli ultimi 4 minuti di gioco è maturato il punteggio finale (82-60), ingeneroso rispetto a quanto si è visto in campo. La Pallacanestro Veroli 2016 resta nelle posizioni alte della classifica e questa sconfitta non arresta l’entusiasmo di una squadra neopromossa in Serie C Silver che contro ogni aspettativa sta affrontando il percorso nei migliori dei modi: «Consapevoli che ci aspettava una partita dura con una squadra completa che affrontiamo già da due anni. Il risultato è bugiardo e non rispecchia certamente quello che si è visto in campo dato che fino a 6 minuti dalla fine eravamo in piena partita. Questa sconfitta esalterà ancor di più la forza del nostro gruppo – dichiara il capitano Velocci – e ci faremo trovare subito pronti per l’importante sfida di domenica in quel di Ciampino. Andremo ovviamente a cercare la vittoria per continuare a restare tra le prime tre della vetta. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi in questo momento e colgo l’occasione per invitare tutti a partecipare alla cena di Natale che si terrà venerdì 15 dicembre».

 

Prossimo appuntamento dell’anno, il 17 Dicembre, sul campo capitolino di Ciampino. Ricordiamo invece l’appuntamento del 15 Dicembre con la “Cena di Natale con la Pallacanestro Veroli 2016” presso l’Hotel Relais Filonardi per lo scambio di auguri.

Albano Basket Club 82 – Pallacanestro Veroli 2016 60

Pall. Veroli 2016: Fiorini M. 20, Fiorini G. 14, Mauti 8, Frusone 9, Velocci 9, Iannarilli, Celani, Igliozzi, Lella, Lauretti. All. Rotondo.

20 novembre 2017 0

Basket Serapo torna alla vittoria ed espugna il parquet di Sam Basket Roma

Di redazionecassino1

Dopo la battuta di arresto contro le Stelle Marine Ostia, il Basket Serapo 85’ torna prontamente al successo e lo fa in maniera autoritario andando ad espugnare il campo della Sam Basket Roma con il punteggio di 67-86. Gara mai stata in discussione si dalle prime battute di gioco dove i ragazzi di Coach Cianciaruso riuscivano a chiudere avanti il primo quarto di gioco con il punteggio di 15-22 grazie ad un’ottima attenzione difensiva ed ad un Leccese da 10 punti. Nel secondo quarto la squadra di casa sembra avere un sussulto e dopo esser scivolata sopra la doppia cifra di svantaggio ritorna in gara ( fino al 30-33) specialmente grazie a Butteroni capace di 27 punti finali, prima che un controparziale di 6-0 permette ai Biancoverdi di andare al riposo lungo in vantaggio con il punteggio di 30-39.

La seconda fase di gara non ha storia ed all’ingresso dagli spogliatoi la squadra gaetana piazza subito il parziale che mette al sicuro la gara: la voce grossa questa volta la fanno Niccolai e Luca Valente, quest’ultimo che sta tornando pian piano agli standard dello scorso campionato. Oltre alla solita prova di sostanza di Porfido che ha lavorato molto per la squadra, da rimarcare il positivo utilizzo di Wissel che ha sfruttato il suo minutaggio, dando minuti importanti di riposo a Scampone, con un ottima applicazione difensiva; insomma altra nota positiva per la squadra gaetana che sta trovando, cammin facendo, buone risposte dai ragazzi più giovani.

Con questa vittoria il Basket Serapo 85’ consolida la quarta posizione in classifica alle spalle di Stelle Marine Ostia, Vigna Pia e Pass Roma ed a 6 punti di vantaggio da quello che rappresenta l’ultimo posto utile per accedere alla pool promozione.

Sam Bk Roma –Basket Serapo 85’ 67-86 ( 15-22;30-39;51-62)

Sam Bk Roma: Buteroni 27, Scianaro 7, Franzon 6, Romanazzo 13, Barni, Meiarini 6, Di Marzo, Cocco, Figliomeni 3, Agbara 3,  Scarnati 2. Coach: Castellano.

Basket Serapo 85’: Di Dia, Niccolai 29, Scampone 2, Wissel 3, Leccese 14, Santaniello, Treglia n.e., Valente F., Antetomaso J. n.e., Valente L. 17, Antetomaso M. 1, Porfido 20. Coach: Cianciaruso

6 novembre 2017 Non attivi

La Virtus Cassino espugna il parquet del Pala Pirastu di Cagliari

Di redazionecassino1

La settima di andata del Campionato nazionale di Serie B, Girone D 2017-18, è stata caratterizzata nell’anticipo del sabato del Pala Pirastu del capoluogo sardo dal ritorno al successo della BPC Virtus Cassino che dopo due sconfitte consecutive per mano di Palestrina e Barcellona Pozzo di Gotto, nel turno infra settimanale, dal ritorno al successo di Del Testa e compagni.

Una grintosa e rabbiosa BPC Virtus è tornata al successo per 61 a 54 nei confronti dei Pirati cagliaritani.

“Sono comunque contento della prestazione” commenta coach Beppe Caboni, l’allenatore di Pirati cagliaritani “oggi abbiamo affrontato una grande squadra, che sono certo arriverà a lottare nei piani alti della classifica. Purtroppo non siamo stati confortati da buone percentuali con il tiro dalla lunga distanza. Con qualche tiro aperto a segno in più avrebbe potuto essere una partita diversa. Ora guardiamo con fiducia alla partita di Catanzaro, consci che questa battuta d’arresto non può influire negativamente sul nostro processo di crescita”.

Sul fronte dei cassinati le parole di coach Luca Vettese al termine della gara.

“I ragazzi stanno portando a termine un gran percorso di crescita anche in relazione agli incidenti che stanno costellando il nostro cammino sino ad ora dal mese di agosto scorso. Devo complimentarmi con loro” esordisce così l’allenatore dei benedettini “Dispiace aver dovuto modificare l’assetto di squadra proprio in relazione agli infortuni citati ma tant’è non si può tornare indietro. C’è molto da recriminare per tutto quello che ci è accaduto. Basti pensare a quello che ci è capitato appena 72 ore fa contro Barcellona allorquando ci siamo spenti in dirittura d’incontro dopo aver condotto per oltre 35 minuti di gioco proprio per una ridotta riserva d’ossigeno. Oggi abbiamo disputato una partita per niente facile sia da interpretare che da gestire contro una squadra in fiducia che veniva da tre vittorie consecutive. Ci premeva tornare alla vittoria e ci siamo riusciti. E’ vero abbiamo giocato molto bene ma le percentuali hanno lasciato a desiderare proprio perché non avevamo e non abbiamo fiducia. Questi due punti sono oro colato e li portiamo a casa con grande soddisfazione. Prendiamo questa affermazione di stasera come un punto di partenza sperando che la fortuna cominci a sorriderci finalmente” prosegue Luca Vettese.

Alla considerazione su l’avvio con il parziale importante di 17 a 7 seguito dal contro parziale a favore dei sardi di 17 a 3 che ha agitato vecchi spettri nelle stanze cassinati, Luca Vettese così risponde “Il nostro rientro in campo dalla pausa lunga è stato segnato da una grinta diversa e soprattutto da un nuovo Lorenzo Panzini che fino a quel momento non aveva brillato di luce propria. Il nostro play è rientrato sul parquet nel modo giusto e si è trascinato sulle spalle tutta la squadra e grazie alle sue giocate ed alle sue conclusioni abbiamo preso man mano fiducia e abbiamo chiuso a nostro favore la terza frazione (19 a 11 per i cassinati, ndr)” conclude l’allenatore delle “V” rossoblù.

Tornando alla gara.

Come detto l’approccio alla gara è quello giusto da parte di Del Testa e compagni.

Il gruppo dei cassinati guidati dal capitano approcciano meglio alle difficoltà che la gara pone.

Del Testa è stato riconosciuto MVP dell’incontro, autore di 19 punti accompagnati da 6 rimbalzi di cui ben 3 offensivi e soprattutto con oltre il 50 % di realizzazione da due ed il 50% da tre ed è proprio l’atleta toscano a lanciare i suoi compagni sulla giusta strada. Infatti la guardia cassinate nei primi 5 minuti è autore di ben 9 punti conditi da un assist per Enzo Cena che dall’arco dei 6.75 non perdona e soprattutto autore di una gara da vero trascinatore.

Parte meglio dunque la BPC Virtus Cassino, che fa girare bene il pallone in zona offensiva e trova dei tiri aperti che la spingono fino al +10 (7-17). Coach Caboni , per i sardi , cerca di intervenire subito chiamando il time out, e alla lunga i biancoblu padroni di casa, grazie alla leadership di Vanuzzo e all’energia di Locci in uscita dalla panchina, riescono a ricucire lo strappo con gli ospiti, mettendo in piedi un contro break di 7-0 che li rimette in carreggiata al 10’ (14-17).

Il secondo periodo sorride ai cagliaritani, che stringono le maglie in zona difensiva, riempiono l’area impedendo le incursioni dei cassinati che si disuniscono. I padroni di casa concedono appena 3 punti ai rivali nei primi 7 minuti. Il Su Stentu conquista la testa dell’incontro e si porta sul +4 (24-20), ma Cassino resta sul pezzo e torna in parità poco prima della sirena di metà partita con un libero di Del Testa (26-26).

Al rientro in campo arriva subito la fiammata dei benedettini, che trovano ritmo e soprattutto tanti punti preziosi dai 6,75 m (4 triple in fila a segno con Panzini grande protagonista). Gli ospiti guadagnano il +11 (29-40), mentre dall’altra parte i sardi, anche a fronte di buone costruzioni, non riescono proprio a trovare continuità con il tiro dalla distanza. Samoggia, a suon di ricezioni spalle a canestro, prova a sbloccare l’impasse riportando i suoi sul -6 (37-43).

Nell’ultimo quarto la Virtus Cassino prova a scappar via con la bomba del +12 realizzata da Cena (37-49). L’Accademia non si arrende e resta a contatto, ritrovando il -6 grazie al canestro di Graviano (52-58). Nel finale Cassino perde Cena per un infortunio. Ma Del Testa e soci si compattano nel momento di difficoltà e soprattutto decisivo ed evitano sbandate, strappando al 40’ il successo sul 54-61.

Accademia Su Stentu Cagliari – BPC Virtus Cassino 54-61

Parziali : 14-17, 12-9, 11-19, 17-16

Accademia Su Stentu Cagliari: Samoggia 9 (4/8, 0/5), Trionfo 8 (1/3, 2/5), Vanuzzo 8 (1/1, 2/9), Graviano 8 (3/6, 0/1), Locci 6 (3/5, 0/6), Pilo 5 (1/3, 1/3), Pompianu 5 (1/3, 1/1), Floridia 3 (0/0, 1/2), Passaretti 2 (1/1, 0/0), Spano 0 (0/0, 0/0), Picciau 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 3 / 3 – Rimbalzi: 25 5 + 20 (Vanuzzo 8) – Assist: 12 (Vanuzzo, Graviano 3)

All.Caboni

BPC Virtus Cassino: Maurizio Del Testa 19 (5/9, 2/4), Biagio Sergio 11 (3/6, 1/2), Manuel Carrizo 10 (1/4, 2/5), Enzo Cena 7 (0/1, 2/6), Lorenzo Panzini 6 (0/2, 2/4), Niccolò Petrucci 6 (0/1, 2/7), Fabrizio De Ninno 2 (1/2, 0/0), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/1), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 12 – Rimbalzi: 36 3 + 33 (Manuel Carrizo 12) – Assist: 13 (Biagio Sergio, Manuel Carrizo 4)

All. Vettese

MVP : Maurizio Del Testa

 

14 novembre 2016 0

Basket: Ferentino sbanca il parquet di Scafati, 79 a 86, con una prova di grande spessore

Di redazionecassino1

Vince e convince la FMC Ferentino che sbanca il Pala Mangano di Scafati con una prova di grande spessore. Gli amaranto conduconoil match dall’inizio alla fine, non permettendo mai alla Givova di poter sperare in un recupero dopo un primo quarto dominato dai ciociari, bravi a gestire i tentativi di rimonta degli avversari nel corso della gara. Un’ottima prova sui due lati del campo per la formazione di coach Ansaloni che torna così alla vittoria dopo due ko consecutivi e si prepara nel migliore dei modi al derby della prossima settimana contro Latina. Grande partenza amaranto con le triple della coppia Raymond-Gigli e un ottimo approccio difensivo, anche se Scafati prova a sbloccarsi con i liberi di Baldassarre e l’entrata di Naimy. Gli amaranto però continuano a trovare buone risorse dal loro capitano, autore di 5 punti in rapida successione e firmano il primo vantaggio in doppia cifra a metà quarto anche grazie alla bomba di Musso. Coach Perdichizzi cerca di cambiare l’inerzia con un timeout e al rientro in campo Crow colpisce dalla media ma questo rimarrà l’ultimo canestro campano nella prima frazione. La difesa gigliata infatti non molla di un centimetro e dall’altra parte del campo Gilbert piazza tre schiacciate mostruose facendo dilatare a dismisura il gap. Nel finale coach Ansaloni trova ottime risposte anche dai neo-entrati Benvenuti e Carnovali che fissano il parziale del primo quarto sul 6-29. Anche l’avvio di seconda frazione è di marca amaranto con 5 punti in fila di Carnovali che aggiornano il massimo vantaggio ciociaro sul +28 (6-34). Scafati abbozza una reazione con due canestri da sotto di Fantoni ma Raymond e Benvenuti ristabiliscono immediatamente le distanze, poco dopo però il lungo toscano e Baldassarre colpiscono nuovamente e spingono coach Ansaloni a chiedere timeout sul 15-38 a 5′ dall’intervallo. Al rientro in campo sono ancora Raymond e Gigli e rispedire al mittente l’assalto scafatese, successivamente Sabbatino firma il +29 in penetrazione. Nel finale il solito Fantoni (13 punti a metà gara) prova a rendere meno amaro il passivo ma all’intervallo i gigliati conducono di 25 (21-46). Terzo periodo ricco di realizzazioni, aprono Panzini e Crow per Scafati ma arriva immediatamente la risposa di Gigli e Musso rispettivamente dalla lunetta e da dietro l’arco. La Givova però ha trovato ritmo in attacco e sfrutta una fiammata di Naimy, tre volte a segno da lontano, per tornare sotto le 20 lunghezze di svantaggio (38-56). Per la FMC risponde Imbrò con una tripla ma poco dopo lo imita Crow per il -16 che spinge coach Ansaloni al timeout. Al rientro in campo Gigli piazza un gioco da tre punti e Raymond un gran canestro dalla media per il nuovo +21, poi sono Musso in contropiede e ancora Imbrò con la bomba allo scadere a ristabilire le distanze sul 47-70 con cui si va all’ultimo riposo. Percentuali altissime da dietro l’arco in apertura di quarto periodo con Perez e Santiangeli che vanno a bersaglio per i padroni di casa, imitati però da Raymond e Gigli che tengono Ferentino ampiamente avanti (57-79 a 7′ dalla fine). Scafati prova ad accorciare il divario con i suoi due americani e un lay up di Baldassarre tornando fino al -15 ma spende presto il suo bonus e manda in lunetta gli amaranto, che sfruttano i tiri a cronometro fermo per evitare il rientro degli avversari. A 3’30” dalla fine Sabbatino insacca la tripla che vale il nuovo +20 gigliato, mandando i titoli di coda con qualche minuto di anticipo. Nel finale Fantoni lima il gap ma il match non torna mai in discussione, c’è tempo anche per i primi due punti in maglia amaranto di Bertocchi. La FMC vince per 79-96. TABELLINI Risultato finale: Givova Scafati 79 – FMC Ferentino 96 Scafati: Crow 13, Fantoni 22, Naimy 13, Baldassarre 13, Ammannato, Panzini 4, Perez 5, Matrone, Santiangeli 5, Johnson 4. Coach: Perdichizzi Ferentino: Musso 13, Gigli 25, Datuowei, Sabbatino 6, Imbrò 6, Gilbert 6, Carnovali 8, Bertocchi 2, Benvenuti 6, Raymond 24. Coach: Ansaloni Parziali: 6-29, 15-17, 26-24, 32-26

24 ottobre 2016 0

Basket serie D: Veroli espugna, 64 a 69, il parquet di Pontinia

Di redazionecassino1

Pallacanestro Veroli 2016 espugna il Palasport di Pontinia. La gara che si è disputata domenica 23 Ottobre alle ore 18.30, è terminata con il risultato di 64-69. Giuseppe Fiorini (Coach): «Oggi era importante portare a casa i due punti contro una delle squadre più preparate del girone. Ci siamo riusciti nonostante una condizione fisica condizionata dal solito problema del campo d’allenamento e da infortuni che anche questa sera ci hanno ridotto ad una ro-tazione molto corta. Siamo contenti per la vittoria ma dobbiamo restare concentrati partita dopo par-tita». Igliozzi Marco (8 – Guardia): «Questa sera abbiamo dimostrato di essere una vera squadra. Vincere sul campo di Pontinia non era un’impresa facile. Noi ci siamo riusciti giocando uniti possesso dopo possesso. Far parte di questa squadra per me è molto importante sia perché rappresentiamo la no-stra città sia perché siamo molto uniti dentro e fuori dal campo».

Serie D. Virtus Pontinia 64 – Pallacanestro Veroli 2016 69 Veroli: Mauti G., Fiorini G. 15, Fiorini M. 13, Igliozzi M. 3, De Santis D. 3, Frusone C. 18, Vinci L. 6, Velocci G. 9, Lella L. 2, Magnone L., Leo E., Fontana G..

17 ottobre 2016 0

Una grande Virtus vince, sul parquet romano, le resistenze della Stella Azzurra

Di redazionecassino1

E’ stato un match equilibrato e tosto quello andato in scena presso l’Arena Altero Felici, la casa della Stella Azzurra Roma che ospitava per l’occasione la Virtus Cassino. E non si può fare a meno di elogiare la grande prestazione della Stella Azzurra Roma che per 38 lunghi minuti ha tenuto in scacco la Virtus rossoblù cassinate cullando il sogno di poter fare propria la posta in palio, sfumata al fotofinish di una partita non bella ma gagliarda e giocata da entrambe le formazioni con il coltello fra i denti. Dura dunque quasi 38 minuti l’ambizione della giovanissima Stella Azzurra Roma di fare lo sgambetto al Cassino di coach Vettese. A 2’30” dal termine della quarta frazione di gioco e dunque del match il punteggio di 54 pari autorizzava , eccome, le speranze del colpaccio per i ragazzi con la Stella Azzurra sul petto guidati da coach Germano D’Arcangeli. Ma a quel punto emergeva in tutto il suo splendore la voglia di vincere del gruppo cassinate che con un break finale di 10-2 portavano sotto l’Abbazia la vittoria per 64-56. Seconda vittoria consecutiva in campo esterno dunque per gli uomini di coach Luca Vettese ed invece prima sconfitta stagionale in assoluto per i nerostellati padroni di casa, nel campionato di Serie B maschile, girone C, edizione 2016-17, che all’Arena Altero Felici di Via Flaminia in Roma ha vissuto la terza giornata d’andata della regular season. Parterre delle grande occasioni , con il presidente FIP Gianni Petrucci, il vice presidente della Federazione Gaetano Laguardia e con l’appena riconfermato presidente della FIP Lazio Francesco Martini, schierati in tribuna per assistere a quello che si preannunciava un match ad alta tensione e che non ha deluso le aspettative. Si segna poco in avvio basti pensare che al sesto minuto di gioco il tabellone recita 4 per i padroni di casa e 10 per la Virtus Cassino. Ma gli stellini romani iniziano fin da subito a far carburare a dovere il trio esterno composto da Trapani, Nikolic e Pucci, che si ergono a protagonisti con 13 dei 15 punti con cui la Stella chiuderà in parità il primo quarto. La BPC Virtus Cassino nel secondo quarto , priva per gli esiti di un infortunio di Simone Bagnoli (a referto e dunque in panchina ma non utilizzato da coach Vettese), fa entrare dalla panchina il “gringo”, Duilio Birindelli, e sono proprio dell’argentino i primi 10 punti del secondo quarto dei cassinati. La gara però è combattutissima perché la Stella Azzurra non molla e con un tiro da fuori prima di Pazin e poi con due canestri di fila segnati prima da Seye e da Palumbo, su assist smarcanti di Trapani e Pucci, rimettono ancora le cose in pari sul 23-23 , e siamo ormai al 6 minuto della seconda mini frazione. Poi però ci pensa Filippo Serra a mettere la firma da absolute beginners nella sua prima serie B con una tripla d’autore . Al primo canestro ufficiale del classe 1995 cassinate segue poi un tecnico per proteste alla panchina stellina che prova a far scappare Cassino ma stavolta è Seye (miglior marcatore dei padroni di casa all’intervallo con 6 punti) a ricucire lo strappo per il 29-31 di metà gara. La ripresa esalta il folto pubblico di casa presente sugli spalti dell’Arena Felici. I soliti Pucci, Nikolic e Trapani firmano il momento più felice del match per i padroni di casa con l’allungo del 39-34 del 24esimo minuto che costringe coach Luca Vettese ad un time-out per parlarci sopra. Il minuto di sosta porta benefici alla Virtus Cassino; due triple di fila con le firme di autore di Giampaoli e Birindelli riportano a contatto dei padroni di casa la BPC ma non evitano agli ospiti di guardare la targa dei padroni di casa all’ultima minipausa. Il tabellone recita 43-40 per un capolavoro stellino , step-back d’autore dai 6 metri e 75 del classe 2000 Palumbo. Molto bene inizia però il quarto finale, perché la furia dei lupi rossoblù confeziona l’11-0 di break cassinate griffato dalle triple di un redivivo Valesin, che dopo un gioco addirittura da 4 punti dà il massimo vantaggio ospite sul 43-51 al 33esimo dell’ultima frazione. Per l’ennesima volta, tuttavia, il quintetto stellino trova l’energia, la tecnica e anche un po’ di fortuna (tripla fortunosa di Nikolic) per rientrare in partita guidata dai consueti cosiddetti tre “piccoletti”, che costruiscono la nuova parità a quota 54 con 2 minuti e mezzo rimasti sul cronometro. Da lì però il break devastante e decisivo degli ospiti, deciso da due viaggi in lunetta vincenti di Biagio Sergio e Maurizio Del Testa e quindi con la firma d’autore, con il tiro dall’angolo a suggello di una splendida prestazione di Birindelli e dal canestro della staffa di Del Testa per il 62-54 a 58” dalla sirena conclusiva. Nelle fila della Stella Azzurra Roma , Trapani top scorer con 14 punti, cui ha aggiunto 4 recuperi e 6 falli subiti, Nikolic ne mette 12+4 assist, Pucci il terzo in doppia cifra con 10+8 rimbalzi, monumentale prestazione a rimbalzo del capitano Antonaci con 17 carambole catturate. In casa Cassino prova superba in uscita dalla panchina di Duilio Birindelli, che chiude con 17 punti e una leadership anche carismatica per i suoi, che si godono pure il grande ultimo quarto di Gianluca Valesin, che segna 10 dei suoi 14 punti nel parziale conclusivo. I ragazzi di Luca Vettere ritorneranno in campo sabato prossimo 22 ottobre , in casa per il quarto turno della regular season , girone di andata . Per l’occasione il calendario proporrà per Marsili e compagni la sfida con Barcellona Pozzo di Gotto dell’ex Daniele Grilli retrocessa dalla Serie A2 . Palla a due in programma alle ore 18,30.

Stella Azzurra Roma – BPC Virtus Cassino 56-64 Parziali : 13-12, 14-19, 14-9, 13-24 Stella Azzurra Roma: Trapani 14 (4/11, 1/3), Nikolic 12 (3/8, 2/10), Pucci 10 (5/7, 0/2), Babacar Seye 6 (2/2, 0/0), Palumbo 6 (3/7, 0/0), Pazin 4 (1/5, 0/2), Provenzani 4 (0/2, 0/3), Antonaci 0 (0/3, 0/0), Ianelli 0 (0/0, 0/0), Cassar 0 (0/0, 0/0) All.D’Arcangeli Tiri liberi: 11 / 17 – Rimbalzi: 42 13 + 29 (Antonaci 17) – Assist: 7 (Nikolic 4) BPC Virtus Cassino : Duilio Ernesto Birindelli 17 (2/4, 2/5), Gianluca Valesin 14 (2/5, 3/3), Valerio Marsili 8 (2/4, 1/1), Filippo Serra 8 (1/1, 2/10), Maurizio Del Testa 7 (1/2, 1/7), Biagio Sergio 6 (2/5, 0/2), Andrea Giampaoli 4 (0/3, 1/6), Renato Quartuccio 0 (0/0, 0/2), Stefano Poti 0 (0/0, 0/0), Simone Bagnoli 0 (0/0, 0/0) All.Vettese Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Duilio Ernesto Birindelli 8) – Assist: 4 (Gianluca Valesin, Maurizio Del Testa, Renato Quartuccio, Stefano Poti 1) ARBITRI: Guarino di Campobasso e Arbace di Ragusa.