Tag: patrizio

29 dicembre 2017 0

Pontecorvo, il luogotenente Patrizio Vellucci va in pensione

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – Il luogotenente Patrizio Vellucci, dopo 37 anni di servizio nell’arma dei carabinieri il prossimo 31 dicembre andrà in pensione. Quasi quattro decenni nella sua seconda famiglia: l’arma dei carabinieri, tutti vissuti a contatto con la gente, tanto da meritarsi l’appellativo del “Maresciallo di Quartiere”. Giura fedeltà all’Arma nell’autunno del 1980, la sua carriere inizia sulle fasce di confine tra l’ex Jugoslavia e l’Austria. Nell’ottobre del 90 arriva a Roma alla scuola Ufficiali. Il 2 dicembre 1996 arriva alla stazione carabinieri di Pontecorvo, dove riveste i ruolo di vicecomandante. Nel giugno del 2000 assume il comando fino al gennaio 2008, attualmente in servizio alla Nucleo Operativo della Compagnia di Pontecorvo.

Nel corso della sua permanenza a Pontecorvo si è distinto per il rapporto quotidiano con i cittadini e per la lotta allo spaccio e ai narco agricoltori. Nel corso di varie operazioni ha sequestrato personalmente, tra Pontecorvo, Esperia, Aquino e San Giorgio a Liri, un quantitativo totale di oltre 2500 piante di tra marijuana e canapa indiana.

29 dicembre 2017 0

Pontecorvo, il luogotenente Patrizio Vellucci va in pensione

Di admin

PONTECORVO – Il luogotenente Patrizio Vellucci, dopo 37 anni di servizio nell’arma dei carabinieri il prossimo 31 dicembre andrà in pensione. Quasi quattro decenni nella sua seconda famiglia: l’arma dei carabinieri, tutti vissuti a contatto con la gente, tanto da meritarsi l’appellativo del “Maresciallo di Quartiere”. Giura fedeltà all’Arma nell’autunno del 1980, la sua carriere inizia sulle fasce di confine tra l’ex Jugoslavia e l’Austria. Nell’ottobre del 90 arriva a Roma alla scuola Ufficiali. Il 2 dicembre 1996 arriva alla stazione carabinieri di Pontecorvo, dove riveste i ruolo di vicecomandante. Nel giugno del 2000 assume il comando fino al gennaio 2008, attualmente in servizio alla Nucleo Operativo della Compagnia di Pontecorvo.

Nel corso della sua permanenza a Pontecorvo si è distinto per il rapporto quotidiano con i cittadini e per la lotta allo spaccio e ai narco agricoltori. Nel corso di varie operazioni ha sequestrato personalmente, tra Pontecorvo, Esperia, Aquino e San Giorgio a Liri, un quantitativo totale di oltre 2500 piante di tra marijuana e canapa indiana.