Tag: Pdl

2 ottobre 2012 0

Caso Fiorito, il sindaco di Frosinone Ottaviani: “Non vorrei che Fiorito divenisse il capro espiatorio di un sistema che sembra investire tutti i gruppi consiliari della Pisana”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dal Portavoce del Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani riceviamo e pubblichiamo:

“Non vorrei che Franco Fiorito divenisse il capro espiatorio di un sistema che sembra investire, invece, tutti i gruppi consiliari della Pisana, da sinistra a destra, passando per altre regioni come l’Emilia Romagna, la Sicilia, il Piemonte, la Calabria e la Lombardia.

In altri termini, vi è necessità di cambiare il sistema della politica e di comportamento della classe dirigente, perché il Paese non più permettersi politici di professione con compensi che fanno rabbrividire le famiglie ed i giovani ancora in cerca della minima e precaria occupazione”.

2 ottobre 2012 0

Scandalo in Regione Lazio, arrestato Franco Fiorito

Di admin

Scattano le prime manette in merito allo scandalo della Regione Lazio. Il primo a finire in galera è stato questa notte l’ex capogruppo del Pdl regionale Franco Fiorito. E’ indagando su di lui che la Guardia di finanza ha scoperto un deviato modo di utilizzo dei fondi destinati ai partiti e per questo lo ha indagato per peculato aprendo un filone che promette sviluppi eclatanti.

26 settembre 2012 0

Montino: “Polverini perde tempo e rinnova contratti ai suoi amici Ugl”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del capogruppo Pd Esterino Montino: “Di cialtronesco, in questa storia, c’è solo la sceneggiata messa in atto da 15 giorni dalla Presidente. Presenti le dimissioni e non la tiri per le lunghe. Oggi sta procedendo ancora alle nomine di dirigenti esterni di provenienza Ugl come il dottor Marra che dovrà occuparsi di personale. Questa nomina è illegittima perché annullata due volte dal Tar. E’ una vergogna. Una presidente dimissionaria non può fare nomine e rinnovare contratti esterni solo per garantire uno stipendio ai suoi amici. Presenti le dimissioni e subito. Non provi a fare melina per rinviare il voto: questa Regione non può essere condannata ad altri sei mesi di paralisi. Ci sono tutti i tempi per votare a novembre o entro il 15 dicembre. Se c’è da modificare la legge per portare il numero dei consiglieri da 70 a 50 c’è tutto il tempo di farlo e velocemente. Si convochi il Consiglio e si voti la modifica. Questa Regione non può restare ostaggio di una Presidente stizzosa e del suo cerchietto magico: sanità , trasporti, disoccupazione, rifiuti sono questioni aperte che rischiano di esplodere a breve. Ponga fine a questo spettacolo indegno ed eviti di fare altri danni”.

26 settembre 2012 5

Montino: “Polverini non si è dimessa”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del capogrupppo Pd Esterino Montino “La Presidente della Regione Lazio ancora non si è dimessa. La maestrina sta dando vita ad una colossale presa in giro dei cittadini del Lazio e di tutto il Paese. Alle 12 e 44 di oggi, e cioè a 40 ore esatte dalla messa in scena della solita commedia senza stile, la Polverini non ha presentato alla Presidenza del Consiglio regionale l’atto con le sue dimissioni. Sono due giorni che va raccontando in tutte le salse ed in tutte le televisioni un fatto che non è ancora accaduto. Siamo all’avanspettacolo”.

21 settembre 2012 0

Montino (Pd): “Tutto quello che non ha tagliato la Polverini”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del capogruppo Pd Esterino Montino: “Il taglio dei costi della politica approvato oggi dal Consiglio regionale è solo un primo passo, peraltro ancora troppo timido. Il risparmio non è di 22 milioni come dichiarato, ma solo di 10 o 12. Poco più di un segnale di buona volontà. L’aver scelto di non discutere i nostri emendamenti ha tolto forza e sostanza alla manovra. Lunedì, in conferenza dei capigruppo, il tema all’ordine del giorno sarà quello di fare ciò che non si è voluto fare oggi. Riproporremo il nostro ordine del giorno: eliminare tutte le indennità di funzione da quella del Presidente a quella dell’ultimo consigliere; eliminare i rimborsi chilometrici, i vitalizi regalati agli assessori esterni, ridurne il numero oggi e non domani, eliminare le auto blu anche della Giunta, ridurre del 50% il fondo delle spese non obbligatorie del Consiglio. Insomma, dopo lo spettacolo ai confini del melodramma di questi giorni, si dovrà fare sul serio. Altrimenti avremmo assistito solo a un grande bluff. Tra 15 giorni si discuterà la nostra mozione di sfiducia. La Polverini deve dimettersi per la vicenda incubata e generata dalla sua maggioranza che ha leso l’immagine di una Regione alla deriva politica e amministrativa. Oggi il Consiglio dei ministri ha bocciato di nuovo il Piano casa, il tavolo tecnico per il piano di rientro da un anno boccia regolarmente l’azione della Regione, i trasporti sono nel caos. La Polverini dice di non aver capito per quale motivo dovrebbe dimettersi. Lo sanno i cittadini: per salvare il Lazio e chiudere questa stagione fallimentare”.

18 settembre 2012 0

L’indagine giudiziaria che muove le coscienze della Casta, la Polverini pronta a rinunciare ad alcuni privilegi

Di admin

Ha chiesto scusa ai cittadini, ieri, Renata Polverini aprendo il consiglio regionale del Lazio; scusa per il cattivo costume di alcuni esponenti della sua area politica di appropriarsi indebitamente, ma è più corretto dire, rubare, risorse economiche alla collettività. la vicenda di Franco Fiorito, l’ex capogruppo regionale del Pdl indagato per peculato, ha creato uno scossone anche nelle coscienze della casta politica. Almeno è ciò che sembra as oliando le parole della governatrice che ieri ha anche detto. “O superiamo questo scoglio o siamo come la Concordia e ci sfracelliamo. La mia strada è questa: o va avanti o finisce. Se qualcuno pensa di usarmi per procrastinare la situazione ha capito male: o si supera o si va a casa oggi”. Un discorso che ai più è sembrato una “lavata di faccia” così come i tagli alle spese del consiglio regionale che prevede abbattimenti in termini di auto blu, azzeramento dei contributi destinati ai gruppi consiliari, dimezzamento delle commissioni e riduzioni di consiglieri e assessori. Provvedimenti di celere attuazione, ha assicurato la Governatrice, che faranno risparmiare alla regione Lazio, già nel corso di quest’anno, alcune decine di milioni di euro.

18 settembre 2012 0

Tagli alla Regione Lazio, cara Polverini non ci convinci

Di redazione

Encomiabile, verrebbe da dire, quasi storico aggiungiamo noi, quanto accaduto ieri al consiglio Regionale del Lazio. Ma resta comunque un vergognoso teatrino. Crocifiggiamo Fiorito, ma nella cricca chi può scagliare la prima pietra? possibile che nessuno sapeva? che cosa ha voluto dire l’indagato Fiorito quando ha detto “I soldi li ho dati a tutti”? Ben venga il passo indietro da parte della Casta, ma crediamo però dall’essere ben lontani da un rientro nel seminato. Non è possibile che a questa forma di blando ravvedimenti ci si arrivi dopo l’intervento della Guardia di Finanza. In un Paese ai cui cittadini si chiedono sacrifici enormi, atteggiamenti di rinuncia ai privilegi della “Casta” andavano assunti prima, molto prima. Eppoi va aggiunto un altro aspetto, In un corpo a maggioranza sano, è la parte buona che cerca di contrastare quella cattiva ancora prima di un intervento esterno, anche perchè nessuno crede che i vertici della Regione non conoscono cosa accade qualche gradino più in basso.  E no cara Polverini, non siamo per nulla convinti dalle sue iniziative per poter dire che quanto accaduto ieri sia di buon auspicio per il futuro

17 settembre 2012 0

Seduta straordinaria del Consiglio Regionale del Lazio Scalia: “La Polverini e la sua parte politica si prendano le proprie responsabilità”

Di admin

DallUfficio Stampa di Francesco Scalia riceviamo e pubblichiamo: “La Presidente Polverini ha tentato di scaricare indistintamente sull’intero Consiglio Regionale le responsabilità di una gestione allegra delle finanze pubbliche, che è esclusivamente sua e della sua parte politica.

Gran parte delle proposte che oggi la Polverini avanza al Consiglio, come il dimezzamento delle commissioni e lo scioglimento dei mono-gruppi, è oggetto di disegni di legge che il PD ha presentato un anno fa.

E’ stata la Polverini a regalare i vitalizi agli assessori esterni, l’opposizione ha votato contro.

Né possiamo mettere sullo stesso piano le spese del gruppo del PDL in cravatte, ostriche e champagne, oltre ai bonifici esteri ed i prelievi in contanti, con le spese del gruppo PD per le finalità per cui le risorse sono state assegnate, ovvero manifesti, comunicazione e assemblee pubbliche.

Ma soprattutto, la Presidente Polverini deve assumersi la responsabilità di una Regione che è ferma da due anni e di una Giunta che ha fallito sia sul piano politico che amministrativo”.

14 settembre 2012 0

Inchiesta sui fondi Pdl, D’Annibale (PD): “Responsabilità politiche Pdl sono chiare”

Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione del consigliere Pd Tonino D’Annibale: “Un conto sono i manifesti, altro ostriche, champagne e book fotografici, altro ancora le iscrizioni nel registro degli indagati per peculato. Non vorrei che si facesse una facile quanto interessata (da parte del centrodestra) confusione. Se il deputato del Pdl Giro vuole vedere il bilancio del Gruppo del Pd può andare online sul nostro sito o anche recarsi qui, in Consiglio regionale e saremo lieti di aiutarlo, carte alla mano, a fugare tutti i suoi dubbi. Se non in convegni, manifesti e validi collaboratori ci spieghi lui come e in che cosa dovrebbero essere spesi i soldi dei Gruppi destinati all’attività politica. Sono oltre due anni che ci sono proposte di legge del Pd e di tutto il centrosinistra che vanno in direzione di risparmio e trasparenza. Tra queste l’anagrafe degli eletti, la riduzione delle commissioni, delle auto blu, del numero degli assessori non eletti, la riduzione del sistema societario regionale che ancora è sovradimensionato e un tetto per i compensi di dirigenti e manager della Regione. La maggioranza le ha lasciate ferme nei cassetti e ha votato i vitalizi per gli assessori esterni. Questi i fatti. Giro dovrebbe sapere che chi governa si assume la responsabilità di cosa viene fatto e cosa no. L’accoppiata Polverini-Pdl ha parlato tanto ma prodotto poco o nulla, e fatto lievitare i costi della politica scaricandoli sui cittadini mettendo l’economia del Lazio sul lastrico e contribuendo a sprechi certificati sia in Giunta che in Consiglio”.

12 settembre 2012 2

Soldi del partito all’estero, la Procura di Roma indaga Franco Fiorito

Di redazione

Movimenti di denaro verso l’estero, conti correnti aperti in Spagna, soldi assegnati dalla Regione Lazio al Pdl ma distratti in maniera sospetta. Per questo l’ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio Franco Fiorito, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma. il reato che gli si contesta è il peculato. Il politico di Anagni rientra in una indagine svolta dalla guardia di Finanza innescata da una segnalare dell’Unità di informazione finanziaria (Uif) della Banca d’Italia su movimenti di denaro sospetto e trasferiti all’estero. In molti ricordano Fiorito in particolare per le campagne elettorali in Ciociaria particolarmente aggressive e dispendiose. Er. Amedei