Tag: pistole

8 giugno 2018 0

Questura di Frosinone, 80 tra fucili e pistole destinate alla distruzione

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Ottanta pezzi, tra pistole e fucili sono stati destinati alla distruzione dall’Ufficio Armi della Divisione P.A.S.I della Questura di Frosinone. Le armi, frutto di ritiri o consegne, saranno portate nella struttura militare del  Ce.Ri.Mant. di Napoli, mentre quelle ritenute dal  Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) di  interesse storico – culturale continueranno ad essere custodite presso le armerie degli Uffici di P.S. per il successivo riscontro in loco da parte della competente Soprintendenza.

Il “fortino  della rottamazione” è composto da armi ritirate a detentori che non avevano regolarizzato la loro posizione o da spontaneo versamento di eredi che hanno dichiarato la volontà di disfarsene.

Il Primo Dirigente dr.ssa Antonella Chiapparelli, a capo della già citata Divisione, pertanto ricorda che chi eredita armi deve provvedere alla segnalazione all’Autorità di P.S. o ai Carabinieri, che prenderanno le armi e daranno all’erede un termine per acquisire il nulla osta all’acquisto (o una licenza di porto d’armi – se non in possesso) per poter detenere legalmente le armi; ovvero potrà trasferire le armi ad un soggetto legittimato (titolare di licenza di porto d’armi) entro un termine stabilito.

A riguardo si invitano gli utenti a produrre istanze di rilascio/rinnovo per porto d’armi corredate da certificati medici rilasciati presso la A.S.L. o all’interno della struttura militare ove il medico presta servizio.

Il certificato dovrà presentare la seguente dicitura “Certificato redatto all’interno della struttura di appartenenza”, debitamente firmato dal medico interessato -la certificazione medica rilasciata in sedi diverse (autoscuole, armerie, patronati, associazioni, etc ), non essendo più conforme alle disposizioni di legge, non potrà essere più accettata.

20 marzo 2018 0

Scoperto magazzino della droga e armi, 3,5 kg di hashish e due pistole rinvenute in un frigorifero

Di admin

ROMA – Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Primavalle, in collaborazione con le unità cinofile della Questura di Roma, hanno trovato 3,5 kg di hashish dentro un frigorifero, nello spazio comune di un garage condominiale, occultati in una borsa termica .

Una pistola calibro 9×21, un revolver calibro 6 e 36 pallottole di diverso calibro erano nascoste in un’altra borsa sopra il frigorifero. Un vero e proprio magazzino degli spacciatori con l’armamentario necessario per difenderlo dai tentativi di furto di altri spacciatori ma, al momento, non è stato possibile ricondurne il possesso ad alcuno. Gli agenti di polizia, però, stanno indagando.

6 marzo 2018 0

Sequestrati 15 chili di cocaina, pistole e bombe a mano: arrestato noto trafficante

Di admin

LATINA – Due trafficanti di droga sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile di Latina e dai loro colleghi del commissariato di Fidene Serpentara. Nel corso dell’operazione antidroga gli agenti hanno sequestrato quasi 15 chili di cocaina, pistole di vario genere ed anche bombe a mano oltre a 45mila euro in contanti.

Da qualche settimana i poliziotti del Commissariato di Fidene e delle Squadre Mobili di Latina e Roma svolgevano servizi di pedinamento ed osservazione sugli spostamenti di Fabio Criscuolo, 42 enne originario di Roma ma residente a Cisterna di Latina (Lt), il quale era stato individuato a seguito di attività info-investigativa come un trafficante di stupefacenti molto attivo nel centro Italia. Gli agenti hanno rilevato che l’uomo era solito recarsi presso l’abitazione della madre a Cisterna ma il 28 febbraio è stato notato notato accedere all’interno dell’abitazione ubicato all’interno del Residence di Latina, via Capraia. Ieri gli agenti si sono concentrati sugli spostamenti di due vetture; una Mini Countryman in uso al Criscuolo e una Smart condotta da un soggetto poi identificato come Orazio Sammarco. Le auto hanno effettuavano un viaggio piuttosto lungo, iniziato a Cisterna di Latina, attraverso il frusinate, il casertano, il Molise sono arrivati a Vasto (CH).

Proprio a Vasto, gli agenti hanno deciso di controllare gli occupanti delle due autovetture, che si erano fermati presso un autogrill lungo la Circonvallazione Histoniense. I soggetti fermati e le autovetture sono state perquisite permettendo di ritrovare all’interno dell’abitacolo della Smart, quindi l’auto condotta da Sammarco, un panetto di cocaina di 1,1 chili. Il Sammarco è stato pertanto arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Vasto. Criscuolo, evidentemente, in quel trasporto aveva il compito di staffetta e di controllo della merce.

Ma il suo ruolo nell’organizzazione, evidentemente era ben altro. Gli agenti hanno proceduto alla perquisizione delle abitazioni individuate nel corso delle indagini nella disponibilità del 42enne ossia: l’abitazione della famiglia, sita in Cisterna di Latina, via delle Vittime Civili, nonché della sua abitazione, ubicata in via Bernini, e di una base operativa ubicata sul Lungomare di Latina, in via Capraia. La perquisizione ha quindi permesso di rinvenire, occultata nel vano dell’avvolgibile della finestra della camera da letto dell’abitazione di via Bernini, dodici panetti di cocaina, per un peso complessivo di 13,678 chili, nonché una pistola tipo revolver marca Smith e Wesson calibro 357 e cinque cartucce dello stesso calibro.

Occultato in un divano all’interno della base operativa di via Capraia sono state rinvenute una pistola Beretta calibro 22, completa di caricatore (il cui furto era stato denunciato in data 6.6.2016 presso la stazione CC San Martino in Strada -FO); una pistola marca Beretta cal.765 mm con matricola abrasa; una pistola modello Beretta 9X17, dotata di caricatore rifornito con dieci cartucce e priva di matricola; una pistola marca Beretta calibro 765 (il cui furto era stato denunciato in data 7.1.2018 presso la Stazione CC Galzignano-PD). Sempre all’interno del covo, unitamente alle suddette armi, si rinvenivano cinquanta cartucce calibro 765 mm, trentaquattro cartucce calibro 380 G.F.L. calibro 9 corto, dieci cartucce calibro 9mm S.B, cinquantatrè cartucce calibro 22, diciassette cartucce calibro 9X17, sei cartucce 38 mm special, due bombe a mano tipo ananas modello N36M di fabbricazione inglese, in ottimo stato di conservazione. Queste ultime sono state messe in sicurezza da personale del gruppo artificieri della Questura di Roma.

A seguito di perquisizione effettuata nell’abitazione di famiglia di Criscuolo a Cisterna di Latina, via Vittime Civili, gli agenti hanno rinvenuto e posto sotto sequestro la somma totale in banconote di vario taglio, di 47.530 euro, ritenuta provento dell’attività delittuosa, in considerazione dello stato di inoccupazione dell’arrestato nonché della sua recidività nella commissione di delitti in materia di stupefacenti. Criscuolo, infatti, era stato scarcerato da circa un mese dopo un lungo periodo di detenzione.

7 febbraio 2018 0

Frosinone, sequestrati altri 4 fucili e 2 pistole nel corso di controlli della Polizia

Di redazionecassino1

Frosinone – I poliziotti della Divisione Amministrativa hanno accertato che i proprietari di quelle armi non avevano rispettato la normativa vigente, in particolare non era stata presentata la necessaria certificazione medica.

Il Primo Dirigente dr.ssa Antonella Chiapparelli, che ha coordinato i servizi, invita pertanto chi detiene armi, analogamente a chi ha il porto d’armi, a presentare agli uffici (di Polizia o ai Carabinieri), dove le armi sono state denunciate, ogni 6 anni, il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione.

La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol.

Le persone, che non avranno provveduto a regolarizzare la detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà stata presentata, verrà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione con acquisizione cautelativa delle armi, conseguente confisca e distruzione.

25 ottobre 2017 Non attivi

Degenera una discussione, la Polizia interviene e sequestra sei fucili e due pistole

Di redazionecassino1

Frosinone – Una discussione per futili motivi  tra padre e due figli degenera ed interviene la Polizia in seguito a segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113. L’episodio si è verificato nella parte bassa del capoluogo. Giunti prontamente sul posto, valutata la situazione, gli agenti della Squadra Volante allertano  i sanitari per un malessere accusato dall’anziano genitore e per un evidente stato di agitazione del figlio 42enne. Nel corso dei dovuti accertamenti emerge che quest’ultimo detiene  regolarmente pistole e fucili. I poliziotti decidono allora di procedere, nella circostanza, al un sequestro preventivo. Nell’abitazione del 42enne viene rinvenuto soltanto 1 fucile con 99 cartucce.

Mancano altre armi. I familiari riferiscono allora che  5 fucili e 2 pistole erano stati già tolti dalla disponibilità del loro congiunto in quanto si erano già verificati episodi simili. Anche per queste armi si procede comunque a sequestro.

30 luglio 2010 0

Vigili urbani accerchiati e rapinati delle pistole di ordinanza

Di redazione

E’ mistero a Roseto degli Abruzzi (Te) sulla rapina subita nella notte, da due vigili urbani. Quasi cone in un vero agguato, i due uomini in divisa, sono stati privati delle pistole di ordinanza. I fatti si sono consumati alle ore 01.30 circa quando i due vigili, al termine del servizio, mentre si accingevano a parcheggiare l’autovettura di servizio all’interno dell’area recintata di pertinenza della scuola “Celommi” ubicata in Via Manzoni, sono stati letteralmente accerchiati da quattro malviventi travisati da passamontagna e armati di due pistole, un fucile ed una roncola, che sotto minaccia di queste armi si sono fatti consegnare le loro pistole di ordinanza 92 FS cal. 9×21 con relativo caricatore, dileguandosi a piedi per le vie circostanti.Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Giulianova.

17 giugno 2010 0

Armi incustodite: sequestrate pistole, fucili e munizioni

Di redazione

Fucili e pistole con relativo munizionamento mal custodite sono state rinvenute dai finanzieri a casa di un sorano. I militari hanno rinvenuto varie munizioni e 6 armi, costituite da fucili e pistole, che non erano cautelate in maniera tale da impedirne l’impossessamento da parte di altre persone. Inoltre, numerosi proiettili non risultavano regolarmente denunciati alla forze dell’ordine. Pertanto le armi e le munizioni sono state sequestrate per violazione alla legge in materia di armi e munizioni e messe a disposizione della locale autorità giudiziaria mentre il detentore è stato deferito, a piede libero, alla Procura della Repubblica di Cassino. Sempre nello specifico settore, una pattuglia di finanzieri, nel corso di un controllo effettuato a Sora nei confronti di alcuni giovani ha rinvenuto, occultato in una tasca dei pantaloni di uno dei ragazzi, un’arma da taglio con una lama di oltre 16 centimetri. Il detentore dell’arma è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino per porto abusivo di arma e il coltello che è stato sequestrato.