Tag: polfer

20 Maggio 2019 0

Formia, rubano uno smartphone ad una studentessa, arrestati dalla Polfer tre minori

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FORMIA – Tre minorenni stranieri sono stati tratti in arresto dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria in servizio nella stazione di Formia (LT) perché autori di un furto di uno smartphone del valore di 1000 euro.

L’oggetto era stato sottratto ad una giovane studentessa in viaggio su un treno regionale diretto a Formia. I tre minori, due di origini egiziane e uno di origine tunisina, con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, sono stati individuati dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria, immediatamente allertata, ancora a bordo del treno regionale.

Sottoposti a controllo, sono stati trovati in possesso dello smartphone e di altri oggetti rubati e, pertanto, sono stati arrestati. Una quarta persona, maggiorenne ma incensurata, che si trovava con i tre minori al momento del furto, è stata invece denunciata in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

11 Gennaio 2019 0

Polfer, bilancio 2018 un anno di attività

Di redazionecassino1

ROMA – La rete ferroviaria italiana, con le sue stazioni, i treni, le linee ferrate e le altre infrastrutture, costituisce l’ambito operativo di competenza della Polizia Ferroviaria, alla quale è affidata la tutela della sicurezza degli utenti del trasporto, attraverso l’attuazione di servizi di prevenzione e repressione dei reati all’interno degli scali ferroviari, di scorta a bordo treno e di pattugliamento lungo le linee ferrate.

In questo particolare ambito, il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio attua i propri dispositivi di controllo in tutta la Regione attraverso l’azione del proprio personale che effettua costanti servizi di pattugliamento del “territorio ferroviario”, sovente anche in sinergia con le Questure ove hanno sede gli uffici periferici della Specialità, al fine di garantire sicurezza agli utenti che si avvalgono del sistema ferroviario sia per i propri spostamenti e sia per fruire dei servizi offerti nelle stazioni, divenute veri e propri luoghi di aggregazione sociale.

Nel corso dell’anno 2018 le attività di prevenzione e contrasto dei reati, specie di quelli di carattere “predatorio” quali rapine, borseggi, furti, scippi, svolte dalle donne e dagli uomini della Specialità nella nostra Regione si sono concretizzate in 165 persone arrestate, 776 persone denunciate, 505 contravvenzioni elevate, per un totale di 151.243 persone identificate.

L’azione di contrasto al fenomeno dell’abusivismo, è stata realizzata attraverso l’effettuazione di 125 servizi di controllo straordinario del territorio ed ha consentito di individuare e sanzionare i soggetti sorpresi ad esercitare attività commerciali senza le previste autorizzazioni nonché quegli utenti che, anche imprudentemente, contravvengono alle norme che regolano il trasporto ferroviario.

Il contrasto ai furti di rame è stato realizzato attraverso 189 controlli ai centri di raccolta e recupero dei metalli e 3.056 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie.

Il dispositivo, integrato da mirate attività di polizia giudiziaria, ha permesso di conseguire il recupero di circa 2.366 Kg. di rame di provenienza furtiva, l’arresto di 3 persone e la denuncia in stato di libertà di 4 soggetti.

Non di minore rilevanza è stata l’attività connessa ai numerosi servizi di ordine pubblico che hanno interessato le aree di stazione; sono stati 727 i servizi predisposti in occasione di eventi e/o manifestazioni che hanno visto numerose persone utilizzare il trasporto ferroviario per i loro spostamenti.

Per quanto concerne le attività di Polizia Giudiziaria sono da annoverare, tra le più importanti compiute nel corso del 2018 dal personale del Compartimento, quella che, nel mese di aprile, ha consentito al personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale di trarre in arresto quattro cittadini stranieri che rapinavano i viaggiatori dopo aver somministrato loro delle bevande addizionate con sostanze soporifere.

Lo stesso personale, nel mese di agosto, ha concluso una attività di indagine che ha permesso di sgominare una associazione a delinquere, finalizzata alla commissione di una serie di furti e rapine a bordo di treni notturni viaggianti tra la Calabria ed il Lazio, permettendo l’emissione da parte dell’Autorità giudiziaria di quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti cittadini italiani.

           Oltre alle attività di prevenzione e repressione dei reati, la Specialità Polizia Ferroviaria, come tutta la Polizia di Stato, proprio in virtù del sentimento di vicinanza al cittadino propria dell’Istituzione, opera anche a tutela delle persone in difficoltà; in particolare, nel corso dell’anno 2018, sono stati rintracciati 182 minori, poi riaffidati alle cure delle proprie famiglie o ai Centri di accoglienza.

Di non minore rilevanza è l’opera di soccorso, prestata occasionalmente dal personale della Specialità verso gli utenti ferroviari colti da malore; per tale scopo un rilevante numero di personale della Polizia Ferroviaria è abilitato all’utilizzo del defibrillatore; infatti proprio per garantire questo tipo di salvaguardia, da alcuni anni sono presenti, presso le articolazioni territoriali della Polizia Ferroviaria del Lazio, 6 defibrillatori automatici al cui utilizzo sono stati addestrati 110 dipendenti della Specialità.

Nel più ampio quadro della sicurezza e della educazione alla legalità, particolarmente rivolta ai giovani, sono continuate le iniziative tese ad accrescere la cultura della sicurezza in ambito ferroviario.

Tra queste è proseguita l’iniziativa denominata “Train to be cool”, attraverso la quale, con l’impiego di operatori specificatamente formati per dialogare con gli alunni delle scuole medie inferiori e superiori, sono stati realizzati incontri formativi presso le scuole esponendo ai ragazzi, con l’ausilio di interessanti audiovisivi, i comportamenti pericolosi per la propria ed altrui incolumità personale nel contesto ferroviario.

In tale ambito, nel corso del 2018 il personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio ha incontrato complessivamente 6528 alunni, che hanno interagito con elevato interesse, raggiunti attraverso 41 visite ad istituti scolastici di tutte le province del Lazio.

 

26 Marzo 2018 0

Arrestato dalla Polfer di Frosinone un giovane egiziano su ordine del Tribunale di Palermo

Di redazionecassino1

FROSINONE – Era ricercato da tempo dalle forze dell’ordine di Palermo il giovane cittadino egiziano fermato questa mattina alla stazione del Capoluogo ciociaro.

Gli agenti del  Posto Polfer di Frosinone lo hanno notato nel corso dei normali controlli. Lo hanno fermato ed identificato, scoprendo che sul giovane pendeva un’ordinanza di custodia cautelare. Il giovane è stato fermato questa mattina dagli agenti in servizio alla stazione del Capoluogo sulla base dei dati contenuti nella Banca dati.

Da accertamenti, attraverso la Banca Dati Interforze, emergeva, infatti, che nei confronti del ragazzo  pendeva  l’Ordinanza   della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Palermo.

Nei suoi confronti è, quindi, scattato l’arresto.

 

4 Gennaio 2018 0

Polfer Bilancio 2017: Nel Lazio 178 arresti, 841 denunce e 1130 multe

Di redazionecassino1

Roma – Si chiude per la Polizia Ferroviaria, Specialità della Polizia di Stato, un anno che ha visto le celebrazioni del 110° anniversario della sua fondazione;  nata il 24 giugno 1907, da allora garantisce la sicurezza di milioni di persone che viaggiano in treno o frequentano le stazioni. La rete ferroviaria italiana, con le sue stazioni, costituisce l’ambito operativo di competenza della Polizia Ferroviaria, alla quale è affidata la tutela della sicurezza degli utenti del trasporto, attraverso l’attuazione di servizi di prevenzione e repressione dei reati all’interno degli scali ferroviari, di scorta a bordo treno e di pattugliamento lungo le linee ferrate. Il dispositivo di controllo, già rafforzato in occasione dell’anno giubilare 2016, è stato mantenuto attivo presso i principali scali ferroviari di tutta la regione Lazio, territorio di competenza del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, con servizi di pattugliamento del territorio svolti in sinergia con il personale della Questura di Roma e con il contributo dei militari impegnati nell’operazione “Strade Sicure”. Nel corso dell’anno 2017 le attività di prevenzione hanno registrato un aumento del 32,23% delle persone identificate (122.994 rispetto alle 93.013 del 2016), mentre le azioni di contrasto ai reati, con particolare riguardo ai reati di tipo “predatorio” (furti, scippi, borseggi e rapine), si sono concretizzate in 176 persone arrestate, 841 persone denunciate e 1.130 contravvenzioni elevate. Per quanto riguarda la specifica attività di prevenzione e repressione dei reati e degli illeciti amministrativi, nel corso dell’anno 2017 sono state impiegate 25.396 pattuglie nei servizi di vigilanza presso gli scali ferroviari e 4.980 a bordo treno, mentre 2.466 sono stati i servizi antiborseggio effettuati in abiti civili. Complessivamente sono stati scortati 12.898 convogli ferroviari (con una media di circa 35 treni al giorno). L’azione di contrasto al fenomeno dell’abusivismo, è stata realizzata attraverso l’effettuazione di 110 servizi di controllo straordinario del territorio ed ha consentito di individuare e sanzionare i soggetti sorpresi ad esercitare attività commerciali senza le previste autorizzazioni nonché i viaggiatori che, anche imprudentemente, contravvengono alle norme che regolano il trasporto ferroviario. A seguito dell’entrata in vigore della L.48/2017 (Decreto Sicurezza delle Città), dal mese di giugno sono state elevate n. 36 contravvenzioni per un importo di 3600 euro  in riferimento a tale normativa con relativi ordini di allontanamento. Il contrasto ai furti di rame è stato realizzato attraverso 143 controlli ai centri di raccolta e recupero dei metalli e 3.053 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie. Il dispositivo, integrato dalle mirate attività di polizia giudiziaria, ha permesso di conseguire il recupero di circa 90 Kg. di rame di provenienza furtiva, l’arresto di 3 persone e la denuncia in stato di libertà di 6 soggetti.  Il dato, in calo rispetto all’anno precedente, conferma la tendenza ad una riduzione del numero di furti perpetrati del 55%. Non di minore rilevanza è stata l’attività connessa ai numerosi servizi di ordine pubblico che hanno interessato le aree di stazione; sono stati 272 i servizi predisposti in occasione di eventi e/o manifestazioni che hanno visto numerose persone utilizzare il trasporto ferroviario per i loro spostamenti. Tra le operazioni più rilevanti portate a termine nel corso del 2017 vi è quella che, nel mese di gennaio, ha consentito al personale della Squadra di Polizia Giudiziaria di trarre in arresto tre cittadini italiani, esperti e pericolosi ladri operanti in ferrovia, responsabili di numerosi furti a bordo dei treni notturni a lunga percorrenza. Lo stesso personale, nel mese di marzo, ha concluso una attività di indagine tesa a sgominare una banda di spacciatori di sostanze stupefacenti, operazione denominata “Tuscum”, con l’arresto di 6 cittadini italiani in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ad opera del personale del Reparto Stazione Roma Termini, è avvenuto l’arresto, nel mese di aprile, di una persona responsabile di rapina commessa ai danni di un addetto alla biglietteria Trenitalia, con il sequestro di un coltello e la somma di 24.100,00 Euro. Nel mese di agosto, altresì, personale della Squadra Amministrativa unitamente alle Unita cinofile della Questura di Roma, nel corso dei controlli straordinari denominati “Stazioni Pulite”, traeva in arresto un cittadino straniero responsabile del reato di detenzione e spaccio di 492,01 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Accanto alle attività di prevenzione e repressione dei reati, è proseguita anche l’opera di tutela a persone trovate in difficoltà. In particolare, sono stati 258 i minori rintracciati, poi riaffidati alle proprie famiglie o ai Centri di accoglienza, e n. 2 gli interventi, verso viaggiatori colti da malore, portati a termine con l’utilizzo del defibrillatore. Per garantire la salvaguardia degli utenti del trasporto ferroviario, da alcuni anni sono presenti, presso le articolazioni territoriali della Polizia Ferroviaria del Lazio, 6 defibrillatori automatici al cui utilizzo sono stati addestrati 110 dipendenti della Specialità. Nel più ampio quadro della sicurezza e della educazione alla legalità, particolarmente rivolta ai giovani, sono continuate le iniziative tese ad accrescere la cultura della sicurezza in ambito ferroviario. Tra queste l’iniziativa “Train to be cool”, attraverso la quale, già da alcuni anni e con l’impiego di operatori specificatamente formati per dialogare con gli alunni delle scuole medie inferiori e superiori, sono stati realizzati incontri formativi presso le scuole esponendo ai ragazzi, con l’ausilio di interessanti audiovisivi, i comportamenti potenzialmente pericolosi per la propria incolumità personale. In tale contesto, nel corso del 2017 il personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio ha incontrato complessivamente 4.475 alunni, che hanno interagito con elevato interesse, distribuiti in 32 istituti scolastici di tutte le province del Lazio

30 Ottobre 2017 Off

Pusher nigeriano arrestato dalla Polfer nel tratto Anagni – Fiuggi

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella giornata di ieri, personale della Polfer di Frosinone mentre sta effettuando un servizio di scorta ad un treno sulla tratta ferroviaria di competenza, effettua il controllo di un passeggero, un ventiduenne di nazionalità nigeriana, nei pressi della stazione ferroviaria di Anagni-Fiuggi.

Il giovane, domiciliato in un centro di accoglienza per profughi di Colleferro, appare agitato ed insofferente al controllo di polizia.

Dai controlli esperiti, nelle banca dati interforze emergono, inoltre, pregiudizi penali a suo carico; i poliziotti decidono di procedere ad una perquisizione personale che porta al rinvenimento, indosso al ragazzo, di un involucro contenente quella che risulterà essere “marijuana del peso di 205 grammi.

Il ventiduenne è stato arrestato; dovrà rispondere dinanzi all’Autorità Giudiziaria del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al vaglio della Polizia di Stato anche la posizione del giovane sul Territorio Nazionale.

 

12 Giugno 2016 0

Cassino – Colto da malore in stazione, lo salvano i poliziotti con il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca

Di Antonio Nardelli

Cassino – È l’ora di pranzo, quando alla stazione ferroviaria di Cassino, un viaggiatore avverte i poliziotti della Polfer che, all’interno del bar, c’è una persona colta da malore.

Gli agenti accorrono immediatamente e, dentro il locale, trovano riverso a terra un cinquantenne che respira a fatica; l’unica spiegazione che ottengono è quella del titolare del bar, il quale riferisce agli agenti che, prima di accasciarsi, l’uomo aveva detto di essere stato operato al cuore.

Subito parte la richiesta di intervento del 118, ma la situazione precipita perché, prima dell’arrivo dei sanitari, l’uomo perde completamente conoscenza e smette di respirare.

Ai poliziotti non resta che applicare le manovre “salva vita” alternandosi nel praticare il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca; dopo alcuni tentativi l’uomo torna lentamente a respirare, mentre i due poliziotti continuano ad effettuare il massaggio cardiaco fino all’arrivo di personale sanitario.

Il medico del 118 e gli infermieri, dopo aver stabilizzato le condizioni del paziente, lo trasportano all’ospedale “Santa Scolastica” di Cassino dove viene ricoverato al reparto di terapia intensiva.

I fatti risalgono a venerdì scorso, da successivi accertamenti e emerso che l’uomo, un cinquantatreenne di Napoli residente nel comune di Ferentino, era in cura presso il Policlinico “San Matteo” di Pavia a seguito di un trapianto di cuore.

16 Aprile 2011 0

Ruba una borsa sul treno, inseguito per tutto il convoglio ferroviario. Ventenne arrestato dalla Polfer

Di redazione

Inseguimento a piedi lungo tutto il vagone ferroviario. A scappare era un “lof” acronimo di “ladro operante in ferrovia” 20enne sardo di origine tunisina e ad inseguire era una donna alla quale il giovane aveva sottratto la borsa da viaggio. L’episodio si è verificato ieri pomeriggio sul treno Lamezia Terme Formia il cui servizio scorta era affidato agli agenti della polizia ferroviaria di Cassino. Sono stati proprio gli uomini dell’ispettore capo Visco, comandati dal sostituto commissario Marisa Di Fruscia, ad accorrere alle urla della donna e a bloccare il fuggitivo che, tra l’altro, aveva ormiben poche carrozze per poter fuggire. Il giovane, approfittando del profondo sonno della donna, si era introdotto nel suo scompartimento, arraffando la borsa. Quel sonno, evidentemente, non era così profondo, per cui la derubata i è svegliata e ha inseguito il malfattore. Arrestato nel territorio di Formia sarà giudicato dal tribunale di Gaeta. Er. Amedei

12 Marzo 2011 0

Arrestato in stazione il pendolare della droga

Di admin

Prosegue l’attività di controllo della Questura per contrastare ogni forma di criminalità.

La notte scorsa sono stati predisposti mirati servizi antiprostituzione ed antidroga con l’impiego di personale della Squadra Mobile e della Polfer di Frosinone.

Diverse le persone identificate presso lo scalo ferroviario di Frosinone, tra le quali quattro cittadine nigeriane nei cui confronti sono state avviate le procedure di espulsione per il rimpatrio coatto.

In stazione un giovane di 26 anni, proveniente da Roma, notata la presenza dei poliziotti, ha cercato rapidamente di sviare la loro attenzione, ma con esito negativo.

Infatti il personale della Squadra Mobile e della Polfer lo ha raggiunto e controllato avendo notato, tra l’altro, che era piuttosto impacciato nella corsa.

Il giovane frusinate aveva occultato nelle sue scarpe da ginnastica alcuni panetti di hashish per un totale di 200 grammi dei quali si era rifornito per il fine settimana.

Il ragazzo, perciò, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.

Altri controlli sono stati effettuati anche in alcuni esercizi commerciali ed in un bar della parte bassa della città un avventore piuttosto violento e che arrecava disturbo alla clientela, cittadino rumeno di 22 anni, è stato denunciato per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale dal personale delle Volanti.

Nel corso del servizio antiprostituzione, infine, svolto lungo la strada ASI, è stata denunciata, sempre dal personale delle Volanti, una cittadina rumena per inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio.

9 Aprile 2010 1

Ladri sui treni, agenti della Polfer sparano in aria e li arrestano

Di admin

Colpi di arma da fuoco questa mattina nella stazione ferroviaria di Cassino. Ad esploderli sono stati gli agenti della Polfer a scopo intimidatorio per fermare quattro ladri. Si tratta di un gruppo di napoletani dall’età media di 35 anni che rubavano portafogli ed oggetti preziosi ai viaggiatori sui treni a lunga percorrenza in transito nella stazione di Cassino. I quattro alle cinque di questa mattina hanno approfittato del sonno pesante di un viaggiatore palermitano e gli hanno rubato ben tremila euro. Poco dopo ancor prima che la vittima si accorgesse del furto gli agenti hanno fermato per controllo i malviventi, i quali non hanno perso tempo e, ancora prima che il treno si fermasse a Cassino hanno azionato il freno di emergenza e hanno tentato la fuga nel vicino piazzale. Gli uomini in divisa però hanno estratto le pistole ed hanno fatto fuoco in aria “convincendo” i fuggiaschi alla resa. I quattro quindi sono stati arrestati e tradotti in carcere a Cassino. Er. Amedei