Tag: posto

23 giugno 2018 0

In tre tentano di fuggire dopo aver forzato un posto di blocco della polizia, bloccati dopo un inseguimento

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Era da poco passata l’una di questa notte, quando a Frosinone un’auto, Mercedes classe A, con due uomini ed una donna a bordo, non si fermava ad un posto di blocco della polizia, in via Aldo Moro.

Ne è nato un inseguimento terminato in via Maniano, dove l’auto dei malviventi, per guadagnare la fuga,  andava a scontrarsi con un’altra vettura, senza alcun ferito, per fortuna.

Delle persone a bordo dei fuggitivi due venivano fermate, mentre un’altra si dava alla fuga nelle campagne circostanti.

Sul posto oltre ad altre pattuglie sopraggiunte in appoggio anche la Polstrada per i rilievi.

Sono scattate le ricerce del terzo occupante.

21 maggio 2018 0

Csi/Promozione: Stagione positiva per Amatori Pignataro chiude al 3° posto, migliore difesa del torneo

Di redazionecassino1

Si è chiusa la stagione 2017-18 del torneo Csi-Cassino di Promozione. Finisce un campionato esaltante per una formazione del cassinate, gli Amatori Pignataro.

Amatori Pignataro chiude una grande stagione con la vittoria esterna su Belmonte Castello, nell’ultima giornata di campionato, per 0 a 3, che ha permesso alla formazione di Mister Tommaso D’Aguanno di terminare la stagione al terzo posto in classifica. Una grossa soddisfazione per il mister Tommaso D’Aguanno al primo anno sulla panchina bianco blu.

I numeri parlano chiaro: miglior difesa del campionato con solo 19 reti subite in tutto il campionato. Merito indiscusso di un gran portiere, Simone Aniello, e di una forte coppia centrale Cicillino e Cesareo. Un buon centrocampo con giocatori di buona qualità tecnica ed un ottimo attacco con il tridente Stefano Cardillo Stefano, Denis Lo Guasto ed il “Dybala” di colore Osei che hanno dato prova di valore e doti tecniche.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente Massimo Caldaroni che ha definito un campionato bello ed esaltante per la formazione di Pignataro, accresciuta  dallo spirito giusto, lo spirito amatoriale.

F. P.

 

12 marzo 2018 0

Salta il big match Collecedro e Labbirra, Moscuso si gode il secondo posto

Di redazionecassino1

Sesta giornata di ritorno in Eccellenza caratterizzata dalla pesante sconfitta subita dal Canceglie sul terreno della Longobarda per 5 a 2. La sconfitta della formazione volsca permette al Ducato di portarsi al comando della classifica dopo aver superato in casa e con lo stesso punteggio, 5 a 2, il Viticuso. Vittoria anche per i Tordoni, 1 a 3, sui padroni di casa di Cerreto e di Caira sulla Sangermanese per 3 a 2. In fondo alla classifica successo di DS Dodici contro Amatori Aquino. Tibia e Peroni supera in casa, 1 a 0, Isotopi Pontecorvo. In promozione salta il big match fra Labbirra e Collecedro, ma la classifica non subisce cambiamenti tranne per il sorpasso di Moscuso, ora secondo, con la vittoria, 4 a 0, ottenuta contro Amatori Piedimonte. Torna alla vittoria, 1 a 0, Drink Team Duff contro Sant’Ambrogio City. Brutta confitta casalinga per Terelle, 1 a 2, ad opera di Amatori Castelnuovo. L’altra formazione aurunca, Real Castelnuovo deve cedere i tre punti agli Amatori Belmonte, con la sconfitta casalinga per 2 a 3. Janula espugna il campo di Caffè Reale per 2 a 4, vincendo il confronto.

9 febbraio 2018 0

Lotta dei poveri a Cassino, denuncia mendicante per sottrargli posto davanti supermercato

Di admin

CASSINO – Denuncia il suo “collega” per sottrargli il “posto di lavoro” abusivo davanti al supermercato. E’ accaduto a Cassino che un 44enne nigeriano è stato denunciato a sua volta dagli agenti del commissariato cittadino per simulazione di reato.

Lo straniero, ospite di un centro di accoglienza della zona aveva accusato un connazionale di averlo minacciato in seguito a vicende risalenti la sua permanenza in Nigeria. Vicende che, a suo dire false, avrebbero potuto compromettere la sua permanenza in Italia.

Da accertamenti effettuati dagli inquirenti è emerso, invece, che il 44enne ha inventato quel racconto per vendicarsi di una discussione avuta per le gestione della “postazione lavorativa” davanti ad un supermercato. Per questo è scattata la denuncia.

Ermanno Amedei

19 luglio 2017 0

Sviluppo di incendio a Cassino, in via Garigliano. Intervenuti sul posto sindaco, Vigili del fuoco e Polizia

Di redazionecassino1

Apprendiamo dal profilo facebook del sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, la notizia di un principio d’incendio sviluppatosi nel pomeriggio su un terreno in via Garigliano a Cassino. I Vigili del Fuoco, prontamente intervenuti, hanno spento le fiamme che a parere del primo cittadino sarebbero di natura dolosa, originate sfruttando un mucchio di rifiuti già presenti in loco. D’Alessandro ha poi specificato l’intento di emettere un’ordinanza nei confronti dei proprietari del terreno, al fine di tenerlo pulito e impedirne l’accesso per arginare il pericolo di un nuovo incendio, con l’ulteriore obiettivo di evitare il riaccumulo di immondizia.

Giulia Guerra

31 maggio 2017 0

Cassino – Lite in pieno centro, sul posto forze dell’ordine e ambulanze

Di admin

Cassino – Un’altra lite tra giovani stranieri in pieno centro a Cassino. In via Garigliano sono dovuti intervenire polizia, carabinieri e ambulanze perché, stando alle prime notizie, ci sarebbe stata un’accesa discussione tra tre ragazzi.

Dopo l’episodio dell’altra sera terminato con la denuncia di quattro persone da parte della Polizia, un altro episodio in città. Sale anche il malumore tra i cittadini che si vedono costretti a vivere in una città sempre meno sicura.

La foto è relativa all’episiodio avvenuto nei giorni scorsi.

25 febbraio 2017 0

Gentiloni nelle zone terremotate: “Tutto a posto”… per loro

Di admin

di Max Latempa

In visita nelle zone terremotate, a sei mesi dal primo sisma, il premier Gentiloni ha stretto mani e dato pacche sulle spalle a destra e manca. Poi ha dichiarato: “Le istituzioni si dimostrino all’altezza della sfida che viene da questa situazione difficile, ciascuno si prenda le proprie responsabilità, perché se tutti, a cominciare dal presidente del Consiglio, alla Protezione civile, al commissario, alla presidente di Regione, ai sindaci e a tutti coloro che fanno parte di questa catena di comando, ci prendiamo le nostre responsabilità, abbiamo visto che i problemi possono essere risolti”.

E’ evidente che Gentiloni vive nel mondo delle favole, visto che fin’ora sono state realizzate solo 18 casette in legno sulle tremila necessarie e meno della metà delle stalle richieste  (gli allevatori hanno perso oltre novantamila capi di bestiame). Ma, in generale, come possono le istituzioni improvvisamente dare risposte ad un paese che da alcuni anni vive abbandonato a sé stesso? Quali problemi sono stati risolti?

E’ stato arginato il fenomeno dell’ immigrazione ed il degrado sociale derivante dalla guerra tra poveri in atto nelle città italiane?

E’ stato  trovato il modo di assicurare degna assistenza ai malati di Sla che da mesi rivendicano diritti civilmente e moralmente innegabili?

E’ stata fatta una legge elettorale che permetta agli italiani di avere un premier finalmente eletto dal popolo?

E’ stato risolto il problema della mancanza di insegnanti di sostegno per cui nelle scuole vi sono bambini disabili senza assistenza?

E’ stato ridotto il debito pubblico?

E’ stata ridotta la pressione fiscale?

E’ stata aumentata l’ occupazione?

Sono stati risolti i problemi di viabilità, aggiustando strade e ponti ridotti in stato pietoso in tutta Italia?

E ci sono altre mille problemi irrisolti.

I politici risolvono solo i propri problemi: vitalizi, poltrone, rimborsi spese, incarichi, beghe di partito.

La gente ha imparato a sopravvivere nonostante i danni creati da chi ci governa. Chi non ha imparato, soccombe.

A breve avremo anche un disoccupato in meno. Matteo Renzi, dopo tre anni passati da Premier a fare pubblicità e favori alle multinazionali Apple, Yahoo ed Amazon, ha avuto l’ incarico di insegnare all’ Università Stanford. Nel frattempo ha fatto anche un viaggetto nella Silicon Valley, perché una visita agli amici è d’obbligo.

Scommettiamo che a breve ci sarà un bell’incarico lautamente remunerato? Gli amici di solito sono di parola.

26 gennaio 2017 0

Custode del cimitero di Alife denunciato. Non era sul posto di lavoro, ma a spasso in auto

Di redazione

I Carabinieri del Comando Stazione di Alife (Ce), a seguito di specifico servizio volto al controllo del fenomeno dell’assenteismo hanno denunciato in Stato di Libertà un 55enne del posto, dipendente presso il locale comune, con mansione di custode del cimitero, ritenuto responsabile del reato di truffa ai danni dello Stato. L’uomo, a seguito di controllo effettuato alle ore 11.00 odierne, non è stato trovato sul luogo di lavoro. Lo stesso è stato rintracciato a bordo del proprio autoveicolo fuori del centro urbano, in assenza di qualsivoglia autorizzazione per assentarsi dal posto di lavoro e non trovandosi in stato di necessità.

25 gennaio 2017 0

Vasto incendio al Cis di Nola. Sul posto molte squadre dei vigili del fuoco

Di redazione

Intorno all’orario di chiusura, pochi minuti fa, un rogo imponente ha interessato alcuni capannoni del Cis di Nola. Al momento sul posto stanno lavorando molti vigili del fuoco. Il complesso commerciale di vendita all’ingrosso è molto conosciuto e rappresenta un punto di rifornimento per tanti commercianti. Non si conoscono al momento le cause del vasto incendio.

17 giugno 2010 0

Uova lanciate contro il posto di controllo, scatta il blitz nel parcheggio delle case popolari

Di redazione

Un posto di controllo istituito dalle forze dell’ordine in via Garigliano a Cassino è stato bersaglio, oggi pomeriggio, di lanci di uova. A lanciarle qualcuno dal vicino palazzo popolare che, però, dopo aver effettuato i lanci, ha ben pensato di nascondersi. Un oltraggio alle divise e all’istituzione che gli uomini in uniforme rappresentano che non poteva restare impunito. Per questo sono arrivati i rinforzi nel tentativo di risalire ai responsabili che certamente abitano nel palazzo. Nella zona, inoltre, abitano molti personaggi noti alle forze dell’ordine. Nel controllo, non è stato individuato l’autore, ma durante la verifica, nel parcheggio sono state trovate una dozzina di automobili che seppur parcheggiate e ferme, non avevano il contrassegno dell’assicurazione e, per questo, sono state sequestrate. Ermanno Amedei ermadei@libero.it