Tag: preoccupazione

27 novembre 2017 0

Contratti Fca, preoccupazione di Ciacciarelli che chiede intervento di Governo e Regione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una situazione quella della crisi occupazionale che preoccupa non poco il mondo della politica. Pasquale Ciacciarelli (Fi) chiede un intervento immediato al governo, alla Regione Lazio e al ministero del lavoro “La situazione occupazionale di FCA e dell’ intero indotto- afferma Ciacciarelli- è sempre più precaria. I frutti di una politica occupazionale basata sul lavoro interinale sono evidenti. Ebbene, i 300 interinali che hanno visto rinnovarsi lo scorso mese il contratto di lavoro sembrerebbero destinati a raggiungere i 532. Un vortice che sta assorbendo non soltanto lo stabilimento FCA ma l’intero indotto. Mi riferisco ad alcune aziende, la cui attività è strettamente legata alle produzioni FCA, costrette a mandare a casa decine di interinali. Un clima di instabilità, di diffusa disillusione dei nostri ragazzi che vede cadere ed infrangersi le aspettative di vita di centinaia di famiglie. Ritengo- prosegue- che dinanzi ad un simile scenario la Regione Lazio ed il Governo centrale, mi riferisco al Ministero del Lavoro ed al Ministero dello Sviluppo Economico, debbano intervenire prontamente. Bisogna scongiurare che il territorio sprofondi in una fase di stallo, di paralisi occupazionale con gravi conseguenze di ordine sociale. Ritengo che il problema occupazionale non possa essere risolto con misure tampone quali i contratti interinali che non offrono alcuna garanzia di continuità al lavoratore. E’ necessario uno sguardo a lungo termine, ad ampio raggio, che permetta di risolvere il problema alle fondamenta. È impensabile aggiungere stanze ad un edificio che presenta crepe fin dalle fondamenta. Le odierne criticità sono da imputare in modo particolare al blocco del turn over che impedisce il ricambio generazionale, e che vede allontanare l’età del pensionamento da lavoratori desiderosi di godere dei frutti della pensione ed è qui che bisogna intervenire. Se si vuol puntare sulla competitività del territorio, si deve necessariamente investire sulle politiche giovanili”.

2 novembre 2017 Non attivi

Tagli Fca, Gli amministratori di Piedimonte San Germano chiedono un vertice. Preoccupazione dalla consulta del Lazio Meridionale

Di redazione

Comunicato congiunto del sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, e l’assessore alle politiche del lavoro e referente sindacale, Vincenza De Bernardis: “Alla luce dei recentissini sviluppi- affermano in una nota- legati ai contratti di somministrazione nell’ambito Fca di Piedimonte San Germano, come amministratori comunali esprimiamo seria preoccupazione per le sorti del futuro occupazionale della nostra terra. Ora più che mai la sinergia tra organizzazioni sindacali e politica non può e non deve venire meno. Non possiamo infatti accettare che siano stati fatti dei tagli che si ripercuotono anche sull’intero indotto e vincolano il territorio su quella che si profila divenire come una drammatica emergenza sociale. Ad oggi chiediamo un vertice urgentissimo con referenti del governo nazionale e di Fca, al quale è indispensabile vi sia la partecipazione di sigle sindacali e di altri rappresentanti politici del cassinate, a cominciare dai primi cittadini. Questo per valutare quanto accaduto e soprattutto comprendere cosa Fca ha intenzione di fare per il futuro. Certamente- concludono nel comunicato congiunto- non intendiamo accettare passivamente decisioni che potrebbero nuocere il territorio. La chiarezza prima di tutto, nel rispetto dei lavoratori e delle loro famiglie”. Intanto il sindaco di Piedimonte, con gli altri sindaci della consulta del Lazio Meridionale rappresentati dal sindaco di Cassino, annunciano che non staranno fermi a guardare.

4 febbraio 2017 0

Strana sostanza oleosa nel “Vascone” a Piumarola. Preoccupazione tra i cittadini

Di redazione

Villa Santa Lucia- Piumarola- Ancora preoccupazioni per le sorti di quello che viene chiamato il “Vascone” di Piumarola. Nell’acqua del canale, che si trova nei pressi del laghetto, questa mattina è stata notata da alcuni residenti una strana sostanza apparentemente oleosa di colore giallo scuro. Inutile parlare dello sconcerto e della preoccupazione che stanno agitando i cittadini che nei mesi scorsi addirittura si trovarono davanti acqua completamente verde. Sul posto questa mattina si sono recati alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale ed è stato chiesto l’intervento delle forze dell’ordine e dell’Arpa affinché venga fatta luce su quanto sta accadendo al canale e se c’è qualcuno che stia immettendo sostanze nell’acqua, mettendo a rischio l’ambiente e la salubrità del luogo. N.Costa

16 ottobre 2016 0

Siringhe davanti l’asilo nido a Cassino, preoccupazione in via Zamosch

Di admin

Cassino – Siringhe davanti l’asilo nido di via Zamosch. Alcuni cittadini, ieri mattina, hanno trovato nei pressi del cancello del plesso scolastico che quotidianamente varcano centinaia di bambini, una siringa di quelle usate dai tossicodipendenti.

Una circostanza che ha, ovviamente, allarmato anche perché potevano esservene altre. Per questo sono stati chiamati i vigili urbani di Cassino che, poco dopo, sono intervenuti per rimuovere la siringa ed accertarsi che intorno al plesso, in particolare nei luoghi dove transitano i più piccoli, non ve ne fossero altre. (foto repertorio)

24 giugno 2010 0

L’acqua del fiume cambia colore, è mistero e preoccupazione in località Solfegna Cantoni

Di redazione

Misterioso fenomeno in località Solfegna Cantoni a Cassino. La località in questione è attraversata da un corso d’acqua proveniente da Villa Santa Lucia che, spesso, ha fatto registrare episodi di inquinamento ambientale. A colte schiuma, a volte un colore opaco e un forte lezzo dell’acqua, questa volta il canale è divenuto rossiccio. La fanghiglia tipica del canale ha acquistato l’inusuale colorazione che è stata ben presto segnalata alle forze dell’ordine che hanno dato il via alle indagini per stabilire le cause del fenomeno.