Tag: pretende

5 giugno 2018 0

Pretende dai genitori i soldi per la droga e li minaccia con un coltello, arrestata 44enne di Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – I carabinieri della Compagnia di Cassino hanno arrestato una 44enne, già censita per danneggiamento, rapina ed in materia di sostanze stupefacenti per il reato di tentata estorsione continuata ed aggravata.

La donna, già in regime degli arresti domiciliari, trovandosi in forte stato di agitazione pretendeva dai propri familiari conviventi la somma di circa 100 euro necessaria all’acquisto di sostanze stupefacenti. Al rifiuto delle reiterate richieste, la 44enne ha minacciato di morte, mediante un grosso coltello, i propri genitori e la sorella, i quali pertanto hanno richiesto l’intervento dei militari che l’hanno bloccata, assicurandola alla giustizia.

Al termine delle formalità di rito, la donna è stata tradotta presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia, a disposizione dall’Autorità Giudiziaria.

18 maggio 2018 0

Ferma un autobus a Picinisco e pretende di essere portato a Frosinone, denunciato 30enne

Di admin

PICINISCO – I Carabinieri di Picinisco hanno denunciato un 30enne di nazionalità nigeriana, domiciliato nell’hinterland partenopeo è già gravato da vicende penali per reati commessi contro la persona, poiché resosi responsabile dei reati di “interruzione di un pubblico servizio e violenza privata”.

I militari intervenuti su richiesta dell’autista di un autobus della “COTRAL” poiché era in atto un’animata discussione proprio tra l’autista ed il cittadino Nigeriano. Giunti sul posto, ai militari è stato riferito che lo straniero, con fare altezzoso e minaccioso, pretendeva di essere accompagnato a Frosinone e per discutere con il giovane l’autista era stato costretto a fermare la corsa, facendola ritardare di circa 30 minuti.

Dopo aver generalizzato il cittadino straniero e ricorrendone i presupposti di legge nei suoi confronti, i militari, inoltravano la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di far ritorno nel Comune di Picinisco per tre anni.

14 aprile 2018 0

Frosinone, pretende soldi per la droga e picchia madre e sorella: arrestato 37enne

Di admin

FROSINONE – Picchiava la madre e la sorella per avere soldi con cui comprare la droga. Per questo, a seguito di indagini svolte dai carabinieri di Frosinone, un 37enne di Frosinone è stato arrestato in ottemperanza di ordine di custodia cautelare emessa dal tribunale di Frosinone.

Il provvedimento è scaturito dal comportamento dell’uomo che, nel periodo compreso tra il mese di settembre 2017 ed aprile 2018, si è reso responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni commessi nei confronti della madre e della sorella conviventi.

Le stesse, infatti, sono state picchiate dall’uomo ogni qual volta non acconsentivano alle sue incessanti richieste di denaro, necessario per l’acquisto di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri, quindi, stante le continuative violazioni poste in essere, hanno richiesto ed ottenevano dall’A.G. l’Ordinanza Applicativa di Misura Cautelare in carcere. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale.

15 gennaio 2018 0

Pretende sesso da 43enne minacciandola con un coltello, arresto 23enne

Di admin

MARINO – Le si è avvicinato con la scusa di accendere una sigaretta. Dopo qualche attimo ha tirato fuori un coltello, minacciando la donna per ottenere una prestazione sessuale.

26 anni, il giovane è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Marino, con l’ausilio dei colleghi di “Albano Laziale”.

L’episodio è accaduto sabato sera nel parcheggio di fronte ad un locale di via dei Mille, in località Cava dei Selci; nella circostanza la vittima, una donna di 43 anni, era in compagnia della figlia minorenne e del suo fidanzato. Quest’ultimo, intervenuto in suo difesa, è stato aggredito; ne è nata una violenta colluttazione, interrotta dall’intervento della pattuglia del commissariato di Marino. Gli agenti hanno identificato l’aggressore per L.B.; all’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sequestrato il coltello.

Accompagnato negli uffici di Polizia, al termine delle atti di rito, il 26enne è stato arrestato per i reati di tentata violenza sessuale e minaccia aggravata.

4 febbraio 2017 0

Pretende di viaggiare gratis e aggredisce il controllore, straniero arrestato dalla Polfer di Cassino

Di admin

Cassino – Alla stazione di Cassino, il treno diretto a Napoli centrale è pronto per la partenza, quando il controllore chiede il biglietto ad un passeggero.

L’uomo, un trentenne nigeriano,  invece di esibire il titolo di viaggio, reagisce con arroganza pretendendo di viaggiare senza pagare il biglietto e aggredisce il controllore.

Intervengono  gli uomini della Polizia Ferroviaria che stavano pattugliando lo scalo, e riescono ad immobilizzare, con non poche difficoltà, il nigeriano.

L’uomo è stato tratto in arresto e dovrà rispondere per i reati di violenza lesioni e minaccia a Pubblico Ufficiale.

21 novembre 2016 0

Pretende soldi per droga e passaggio per andarla a comprare, 20enne arrestato ad Alatri

Di admin

Alatri – Pretende 40 euro per comprare la dose e anche un passaggio per raggiungere lo spacciatore a Frosinone e quando il suo amico gli ha detto di no, è salito sul cofano della macchina tempestando di pugni il parabrezza fino a romperlo.

E’ accaduto ieri ad Alatri dove un 20enne è stato arrestato per tentata rapina dai carabinieri comandati dal maggiore Antonio Contenete. La vittima, un coetaneo del posto, con la macchina danneggiata e l’aggressore sul cofano, ha raggiunto la caserma dei carabinieri e i militari lo hanno convinto a desistere dal suo intendo arrestandolo.

17 giugno 2010 0

Pretende birra e picchia il barista, 32enne in manette

Di redazione

Forte dell’appartenenza ad una nota famiglia Rom lancianese, i cui curriculum criminali sono pieni di vicende varie, si è recato in un bar vicino casa sua e, complice la calura di queste sere, pretendeva birra a gogò senza voler corrispodnere neanche un centesimo. Il barista sulle prime ha cercato con le buone maniere di farlo desistere, ma così facendo ha irritato ancor di più il criminale che, spalleggiato dal padre, lo ha picchiato e colpito con un posacenere alla testa, procurandogli lesioni giudicatre guaribili in 15 giorni. In seguito alla denuncia che l’uomo ha presentato ai carabinieri della compagnia di Lanciano, si è riusciti ad identificare il responsabile dell’aggressione. Tra l’atro, gli uomini del capitano Geremia Lugibello hanno accertato che l’uomo non sarebbe potuto uscire di casa dopo le 21. Cosi, per Sergio Di Rocco, 32enne, abitante nella zona vecchia di Lanciano, sono scattate le manette per tentata rapina e lesioni aggravate e la traduzione al carcere di Villa Stanazzo, sicuramente dimora più fresca per riflettere sulle sue bravate. Per il padre modello, D.R.F. 54enne, è scattata una denuncia per minaccia aggravata in quanto ha tentato di minacciare il barista per non fargli presentare denuncia. L’invito ai cittadini è di non lasciarsi intimorire da questi soggetti che trovano terreno fertile alle loro prepotenze nella paura della gente che è intimorita dagli zingari: nulla di più sbagliato. Tali atteggiamenti li rafforzano e li rendono più audaci nel commettere i loro abusi e le prevaricazioni di cui sono famosi. Alle denunce seguono sempre condanne ed arresti quindi bisogna rivolgersi tranquillamente ai Carabinieri per vedere soddisfatta la propria sete di giustizia.