Tag: prigioniera

27 luglio 2018 0

Luna prigioniera a Ponza, Pitbull salvata dai pompieri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONZA – Era scomparsa da una giornata intera ed è stata ritrovata prigioniera su un costone in località Sperone Capobianco a Ponza. Luna, una femmina di Pitbull non sarebbe potuta mai risalire da sola e la calura e la sete l’avrebbe uccisa. La segnalazione arrivata ai vigili del fuoco di Latina ha permesso di mettere in moto i soccorritori partiti dalla sede stagionale di Ponza

Sul posto, i pompieri, in collaborazione con le autorità locali, hanno individuato l’animale e progettato un piano per il suo recupero. Con tecniche saf, quindi, i pompieri si sono calati imbragando l’animale e portandola in salvo assicurandola ai proprietari.

Ermanno Amedei

9 maggio 2010 0

Si addormenta sul treno e si risveglia in piena notte “prigioniera” della carrozza

Di redazione

Si sveglia in piena notte all’interno di un vagone del treno chiuso e fermo su un binario morto. Brutta esperienza per una professionista originaria di Lanciano (Ch) ma da anni residente a Milano. La donna, alcuni giorni fa, si è recata in treno a Vimercate (Mi) per sottoporsi ad una cura dal suo dentista di fiducia. Un intervento per eseguire il quale sono state necessarie massicce dosi di anestesia. Ultimata la seduta, ormai nel tardissimo pomeriggio, è salita sul primo treno diretto a Milano centro dove abita. L’antesia però, deve avergli giocato un brutto scherzo dato che, non appena sulla poltroncina è caduta in un sonno profondissimo. Solo nella tarada serata ha riaperto gli occhi in un ambiente completamente buio e silenzioso. Presa dal panico ha iniziato a correre nella carrozza del treno che, mentre lei dormiva, si era completamente svuotata dagli altri passeggeri ed era stata parcheggita e chiusa su un binario morto e al buio. Superato il momento di panico, e dopo aver tentato inutilmente di uscire dalla carrozza, la donna ha realizzato che la cosa migliore da fare era chiedere aiuto con il telefono cellulare. Così, poco dopo, personale delle ferrovie è andato in suo soccorso. Ci si chiede: ma è possibile che un treno viene parcheggiato e chiuso senza che nessuno si accerti che persone, eventualmente colte da malore, possano esservi rimasto all’interno? ermadei@libero.it