Tag: proprietari

18 giugno 2018 0

I proprietari non ci sono e i ladri rubano la cassaforte, furto in casa a Cervaro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CERVARO – Hanno aspettato che i proprietari si allontanassero di casa per alcuni giorni e i ladri, sicuramente più di uno, hanno fatto irruzione in una casa in via Tre Ponti a Cervaro, per rubare la cassaforte.

I malviventi non hanno peso tempo nel tentare di aprire la cassa metallica pesante circa due quintali conservata al primo piano dell’abitazione e, facendola scivolare lungo le scale, l’hanno portata al pian terreno e poi caricata su un qualche mezzo. All’interno pare vi fossero titoli, soldi e monili in oro per un valore compreso tra i 25mila e i 30 mila euro di beni non assicurati. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della stazione di Cervaro.

17 gennaio 2018 0

Piedimonte S.Germano, Stretta sui proprietari dei cani che non raccolgono le feci dei loro amici a 4 zampe. Parte campagna di sensibilizzazione

Di redazione

Stretta sui proprietari di cani che non raccolgono in strada gli escrementi dei loro amici a 4 zampe. Purtroppo sempre più spesso si assiste ad atteggiamenti poco educati e i marciapiedi vengono sporcati e la disattenzione dei proprietari diventa un atto di inciviltà e di mancanza di rispetto verso gli altri. A tal fine anche dal comune di Piedimonte è partita una campagna di sensibilizzazione per cercare di inibire tali atteggiamenti che possono anche essere sanzionati. L’ assessore Vincenza De Bernardis ha affermato in merito “Si intende sensibilizzare ulteriormente coloro che posseggono amici a 4 zampe, cani in particolare. Purtroppo si nota spesso sui marciapiedi o in strada che vengono lasciati gli escrementi dei cani e questo denota una forte mancanza di rispetto verso gli altri. È necessario dotarsi di semplici strumenti, come paletta e sacchetto, e di buona volontà e raccogliere le deiezioni canine per evitare di sporcare e creare disagi alle altre persone. Va detto che chi non si attiene a queste semplici regole di civiltà può incorrere in una multa. Basta davvero poco per dare un segno di civiltà e manifestare rispetto. Ci auguriamo come amministrazione che ci siano presto segnali importanti a questa campagna di sensibilizzazione che è stata caratterizzata da una simpatica locandina con un slogan molto significativo che dice Impegniamoci Il​ tutti affinché si ponga fine a spiacevoli comportamenti”.

28 ottobre 2017 Non attivi

Incendio al Termocombustore, chi risarcirà i proprietari di orti domestici?

Di admin

SAN VITTORE DEL LAZIO – Chi risarcirà i danni di tanti piccoli agricoltori che non potranno cogliere i frutti dei propri orti a causa dell’incendio avvenuto all’interno del termocombustore di San Vittore del Lazio? Probabilmente, o quasi certamente, nessuno.

L’ordinanza dei vari comuni che vieta di consumare prodotti agricoli per timore che fossero inquinati da agenti tossici prodotti dalla combustione avvenuta nell’impianto di San Cesareo danneggia tutto il settore agricolo ma in particolare coloro che coltivano piccoli orti dietro casa, per uso familiare e, per questo, non dichiarati. Perse o inutilmente spese ore di lavoro e fatica, ritagliate nel tempo lasciato libero dai turni del lavoro ufficiale, che sarebbero servite per produrre prodotti agricoli sicuri o per risparmiare qualche euro. Mentre le aziende agricole potrebbero chiedere risarcimenti, gli agricoltori domestici, potranno solamente decidere di assumersi il rischio di consumare quei prodotti, rischiando sanzioni per via dell’ordinanza di divieto, o gettarli. A questo si affiunge il timore dei proprietari di uliveti che, seppur non toccati dalle ordinanze di divieto di raccolta, sono comunque preoccupati per la qualità dell’olio che andranno a produrre.

Chi si è recato presso gli uffici di Acea a Cassino per chiedere informazioni in merito, avrebbe ricevuto, secondo quanto riferito da uno di essi, sgarbate informazioni in tal senso.

Ecco a cosa porta la voglia dell’Europa di marginalizzare sempre di più con apposite leggi, l’attività agricola domestica, quella degli orti.

Ermanno Amedei

9 febbraio 2017 0

Trasforma in discarica un’area di 4mila metri all’insaputa dei proprietari, denunciato 69enne

Di admin

Cassino – Ha trasformato un terreno di proprietà di una azienda di Roma e di una 33enne di Cassino in una discarica a cielo aperto. Per questo i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Cassino comandati dal tenente Emanuele Grio, coadiuvati dal personale di Arpa Lazio e dell’Asl, hanno denunciato un 69enne per realizzazione di discarica abusiva di rifiuti speciali.

L’uomo aveva realizzato, all’insaputa dei proprietari del terreno, una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e non, consistenti in congelatori, frigoriferi, carcasse di TV e PC, batterie, pneumatici, tubi in gomma, barattoli di vernici ed altro.

L’area di circa 4mila metri quadrati è stata circoscritta e sottoposta a sequestro in attesa della  relativa bonifica.

Er. Amedei 

23 giugno 2010 1

Un’appartamento prende fuoco, salvi i proprietari ma adesso sono senza un tetto

Di redazione2

Incendio in un’abitazione ad Arpino questa mattina intorno alle 10,30 in Via Macchie.

Un appartamento al primo piano di un fabbricato su due livelli, recentemente ristrutturato, ha preso fuoco.

Le cause sono al vaglio dei vigili del fuoco, i locali tuttavia sono stati seriamente danneggiati. Gli arredi ed i suppellettili sono andati distrutti.

I locali non sono più agibili. Per domare le fiamme ci sono volute più di tre ore.

Al momento dell’incendio, all’interno dell’appartamento non vi erano persone. A dare l’allarme i vicini di casa.

Tamara Graziani