Tag: Protezione Civile

17 agosto 2016 0

A fuoco la montagna a Villa Santa Lucia.

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dalle prime ore di questa mattina un grosso incendio sta interessando la zona montana a Villa Santa Lucia. Le fiamme si stanno diffondendo in particolare sul fronte della zona Pittoni. Stanno lavorando allo spegnimento diverse squadre dei vigili del fuoco e i volontari della protezione civile. In azione anche gli elicotteri ed un canadeir. Complice anche il vento di queste ultimissime ore, i roghi si presentano particolarmente attivi.

11 luglio 2016 0

Incendi boschivi, roghi a Piedimonte San Germano e Mignano Monte Lungo

Di Antonio Nardelli

Rogo di modeste dimensioni intorno alle ore 17.30 in zona Ruscito a Piedimonte San Germano. Le fiamme hanno avvolto alcuni cumuli di rifiuti e pneumatici esausti che si trovavano ai margini della strada nota come Pantanaccio nei pressi di Colle Scorza.

Immediatamente sul posto sono intervenuti i mezzi della protezione civile di Piedimonte San Germano. L’incendio è stato domato solo grazie al provvidenziale intervento dei volontari della protezione civile (foto in basso).

Invece nel primo pomeriggio di oggi è divampato l’incendio che ha interessato monte Rotondo tra Mignano Monte Lungo e San Pietro Infine. Le fiamme sembrano essere partite dal bordo della strada e poi si sono propagate nella pineta. Un elicottero della protezione civile è stato impegnato per alcune ore nelle operazioni di spegnimento ma, fortunatamente, l’incendio è stato spento del tutto intorno alle ore 18. Sul posto anche i vigili del fuoco e i carabinieri (foto in basso).

Natalia Costa

Antonio Nardelli

24 maggio 2013 0

Incendi boschivi, ultimato il passaggio della flotta canadair ai Vigili del Fuoco

Di admin

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile ha acquisito la flotta aerea antincendio finora gestita dal Dipartimento della Protezione Civile, costituita dai 19 Canadair CL-415 destinati allo spegnimento degli incendi boschivi.

Sono state completate, infatti, alla mezzanotte del 21 maggio le operazioni di consegna dei velivoli e dei relativi materiali, precedute dalle procedure amministrative con cui, in adempimento alla legge n. 100 del luglio 2012, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco è subentrato nella titolarità di tutti i contratti, in particolare di quello riguardante la gestione operativa e logistica della flotta, affidata a seguito di una gara europea al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da INAER Aviation Italia S.p.a./Transportes Aereos del SUR s.a. già INAER Aviones Anfibios SAU.

All’avvio della prossima campagna estiva di contrasto agli incendi boschivi – che raggiunge il suo apice nella stagione calda, con punte di criticità sia per la diffusione che per la gravità degli eventi -, lo Stato potrà supportare le richieste di concorso aereo provenienti dalle Regioni con un massimo di 15 Canadair operativi (gli altri quattro ruoteranno per la necessaria manutenzione) e da un elicottero AB412 dei Vigili del Fuoco, a cui potrà aggiungersi qualche altro mezzo se saranno reperite le risorse ed espletate le necessarie procedure amministrative.

Rispetto allo scorso anno, quindi, quando la flotta aerea statale era composta da oltre 30 velivoli (ai Canadair e all’AB412 dei Vigili del Fuoco, infatti, si aggiungevano quattro S64 del Corpo Forestale dello Stato e otto Fire Boss gestiti dal Dipartimento della Protezione Civile, nonché altri elicotteri messi a disposizione da Esercito Italiano, Marina Militare e Capitaneria di Porto), si avrà una riduzione del numero dei mezzi disponibili, causata della contrazione delle risorse statali. Non cambia, invece, la procedura operativa: tutte le richieste di intervento aereo a supporto delle squadre di terra da parte delle Regioni continueranno ad arrivare al Centro Operativo Aereo Unificato (Coau) del Dipartimento della Protezione Civile.

5 febbraio 2013 0

Protezione Civile, in Gazzetta Ufficiale la nuova direttiva che disciplina il volontariato

Di admin

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 27 del 31 gennaio la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 novembre scorso contenente gli Indirizzi operativi volti ad assicurare l’unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato all’attività di protezione civile. La Direttiva è il compimento di un lungo percorso di approfondimento ed aggiornamento delle disposizioni contenute nel D.P.R. 194/2001, avviato a 10 anni dalla sua entrata in vigore. Il documento – frutto di in un proficuo confronto tra il Dipartimento della Protezione Civile, le maggiori organizzazioni di volontariato di protezione civile raccolte nella Consulta Nazionale, la Croce Rossa Italiana, il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, le Direzioni di Protezione Civile delle Regioni e Province Autonome, le rappresentanze istituzionali dei Comuni e delle Province – consentirà di disporre di una solida e funzionale cornice di lavoro per i prossimi anni. L’attuazione delle diverse disposizioni contenute nelle Indicazioni operative permetterà, in particolare, di valorizzare la partecipazione del volontariato alle attività di protezione civile, promuovere una piena assunzione di responsabilità anche organizzativa e amministrativa – per quanto di loro competenza – da parte delle Regioni e degli Enti locali, semplificare le procedure di applicazione dei benefici previsti dal DPR 194/2001 e integrare il sistema nazionale e i sistemi regionali di riconoscimento e coordinamento delle organizzazioni di volontariato. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) è disponibile un approfondimento sugli Indirizzi operativi contenente il testo integrale della Direttiva e l’indicazione delle principali novità introdotte. “Sono certo che le nuove regole – ha scritto il Capo Dipartimento Franco Gabrielli in una nota inviata alle componenti del Sistema nazionale della protezione civile – sapranno sostenere la passione e l’impegno del nostro volontariato di protezione civile che ha radici antiche ma sguardo giovane, proiettato al futuro”.

14 ottobre 2012 0

Protezione Civile, domani comitato operativo sul maltempo autunnale

Di admin

A seguito della diffusione delle Indicazioni operative per prevedere, prevenire e fronteggiare eventuali situazioni di emergenza connesse a fenomeni idrogeologici e idraulici, il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha convocato un Comitato Operativo incentrato sulle misure di pianificazione e prevenzione che potranno essere adottate e sulla preparazione del sistema di protezione civile in vista della stagione autunnale. Il Comitato si riunirà domani, lunedì 15 ottobre alle ore 11, presso la sede del Dipartimento di via Vitorchiano a Roma. Alla luce dell’annunciato peggioramento meteo proprio nella giornata di lunedì, il Comitato sarà anche occasione per un punto di situazione sull’evoluzione meteorologica in atto. Al termine del Comitato Operativo, il Capo Dipartimento incontrerà la stampa.

21 settembre 2012 0

Domenica 23 a Cassino l’inaugurazione del “Centro Operativo” di Protezione Civile

Di admin

L’Associazione di Protezione Civile e Tutela Ambientale “V.d.S. – Volontari di Sicurezza – Cassino”, informa che in data 23 settembre p.v., presso l’ex scuola elementare di via Sant’Antonino di Cassino, alla presenza di autorità civili, militari e religiose, ci sarà l’inaugurazione del “Centro Operativo” dell’organizzazione, alla quale parteciperà la prestigiosa FANFARA DELLA POLIZIA DI STATO. Tale cerimonia rientra nella “Festa del Volontariato”, alla quale parteciperanno anche altre associazioni di Protezione Civile del Lazio e l’alto casertano, con il seguente programma: – ore 08:00 – 09:30 – Arrivo delegazioni delle associazioni di volontariato; – ore 09:45 – Arrivo della prestigiosa Fanfara della Polizia di Stato; – ore 10:30 – Arrivo delle autorità; – ore 11:00 – Apertura ufficiale della manifestazione da parte del Presidente della “V.d.S. – Volontari di Sicurezza – Cassino”; – ore 11:30 – Deposizione e benedizione della statua di San Pio da Pietrelcina, protettore dei volontari di P.C.; – ore 11:45 – Taglio del nastro ed inaugurazione del “Centro Operativo”; – ore 15:00 – Apertura stand dimostrativi e animazione con giochi gonfiabili per bambini; – ore 19:00 – Apertura serata musicale con lo spettacolo “Tina Turner Tribute Band” in concerto; – ore 21:00 – Esibizione canora di “Chiara Marrone”; – ore 21:30 – Grande show con “Manuela Lettieri” in “Manù la Sciantosa”; – ore 22:30 – “Le Ninfe della Tammorra” ballata mediterranea; – ore 23:45 – Estrazione lotteria; – ore 24:00 – Chiusura festa del volontariato con fuochi pirotecnici.

17 agosto 2012 0

Ondata di calore fino al 20 agosto, il vademecum della protezione civile

Di admin

Dai Bollettini del “Centro di Competenza Nazionale” del Ministero della Salute e dai rilievi e dall’esame del microclima locale emerge una situazione climatica da preallerta per l’ondata di calore che investirà la penisola italiana, e il nostro territorio a partire da Sabato 18 Agosto. Il Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, pertanto, su indicazione dell’Ufficio Meteo della Protezione Civile Comunale, ha disposto l’attivazione di tutte le attività di prevenzione previste dalla pianificazione comunale, sino a Lunedì 20 Agosto 2012, salvo ulteriore proroga nell’eventualità dell’estensione dell’allarme. Pertanto in tale periodo, per ogni eventuale necessità ci si potrà rivolgere al Servizio di Guardia Medica della ASL contattando il 118 che potrà contare sul pronto intervento della Protezione Civile comunale nel caso si rendessero necessari ricoveri temporanei presso locali climatizzati ed attrezzati allestiti nel Comando di Polizia Locale sita in P.zza VI Dicembre. Si ricordano le principali precauzioni da adottare in particolare per le persona anziane e bambini, in simili casi e precisamente: non esporsi all’aria aperta nelle ore più calde; bere molta acqua anche in assenza di stimolo di sete ( le persone che soffrono di epilessia o malattie del cuore, rene o fegato o che hanno problemi di ritenzione idrica, devono consultare il medico prima di aumentare l’ingestione di liquidi) e mangiare frutta fresca; non assumere medicinali senza aver consultato il proprio medico; evitare bevande alcoliche o contenenti caffeina; evitare pasti pesanti; indossare abiti leggeri e comodi, di cotone, lino o fibre naturali; all’aperto indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto; proteggere la pelle dalle scottature con creme solari con alto fattore protettivo; non lasciare persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole; non sostare in aree ricche di vegetazione (parchi, giardini); prima di rientrare in macchina aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo; prima dell’utilizzo, verificare che i seggiolini di sicurezza per i bambini non siano surriscaldati; Prestare attenzione a parenti o vicini di casa anziani che possono aver bisogno di aiuto soprattutto se vivono soli e in caso di necessità rivolgersi agli operatori dell’emergenza (118, 112, 113).

14 luglio 2012 0

Protezione Civile, i tecnici studiano una variazione del livello del mare avvenuta giovedì sulle coste del Lazio e della Calabria

Di admin

Nella tarda mattinata di giovedì, 12 luglio, sulle coste del Lazio e della Calabria è stata osservata una variazione del livello del mare, durata qualche ora. Tale fenomeno è stato registrato anche dalla rete mareografica italiana gestita da Ispra-Istituto Superiore per la Protezione e la Sicurezza Ambientale che, alla stazione mareografica di Anzio, ha rilevato una variazione totale di livello del mare di circa 20-30 cm.

Secondo i rilievi dell’Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia si esclude che il fenomeno sia stato provocato da attività sismica o vulcanica nell’area: le cause sono tuttora in corso di approfondimento da parte dei tecnici, ma al momento l’ipotesi più accreditata è legata all’influsso di una perturbazione atmosferica di origine nord-africana.

Sebbene non usuale per le coste tirreniche dell’Italia centro-meridionale, la repentina variazione del livello del mare è fenomeno abbastanza frequente in alcuni tratti delle coste italiane, ad esempio nel canale di Sicilia, dove prende il nome di marrobbio ed è associato a particolari condizioni meteo-climatiche.

È utile ricordare che, seppure in presenza di eventi di limitata entità, è comunque consigliabile nel caso si osservino fenomeni analoghi darne notizia alle Capitanerie di Porto e allontanarsi dalla spiaggia, portandosi verso aree più elevate.

6 luglio 2012 0

Terremoto Abruzzo: medaglia d’oro al merito civile al dipartimento della Protezione Civile

Di admin

Sarà pubblicato nei prossimi giorni in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente della Repubblica che conferisce al Dipartimento della Protezione Civile la medaglia d’oro al merito civile per l’impegno profuso nella gestione dell’emergenza provocata dal terremoto del 6 aprile 2009 in Abruzzo.

“In occasione del terremoto che colpiva la Regione Abruzzo – così recita la motivazione riportata nel DPR firmato lo scorso 5 giugno dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano – il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri assicurava un costante ed efficace coordinamento delle componenti e delle strutture operative, nonché delle organizzazioni civili, militari e di volontariato del Servizio nazionale della protezione civile, fornendo prova di ammirevole abnegazione nella organizzazione dei soccorsi e nell’assistenza in favore della popolazione colpita e nella successiva opera di ripristino delle normali condizioni di vita, riscuotendo l’unanime riconoscenza della collettività locale e di tutto il Paese, e un generale apprezzamento da parte della comunità internazionale”.

È la terza volta che il Dipartimento della Protezione Civile riceve il più alto riconoscimento al merito civile: il 16 maggio 2003, l’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, aveva conferito una prima medaglia d’oro per l’opera meritoria prestata durante i numerosi eventi occorsi nel 2002 in Italia. Tra questi, l’attività vulcanica e sismica in provincia di Catania e i terremoti di intensità pari a 5,4 gradi della scala Richter a Campobasso-Foggia nei mesi di ottobre e novembre; i gravi dissesti idrogeologici nel Nord Italia a novembre, e il maremoto nelle isole Eolie a dicembre.

La seconda medaglia è stata invece assegnata al Dipartimento il 31 marzo 2006 per l’impegno umanitario e l’attività di soccorso e assistenza alle popolazioni colpite da eventi e calamità naturali in diverse parti del mondo tra il 2004 e il 2005: dal terremoto che ha distrutto la città di Bam, in Iran, a quello che ha colpito la regione del Kashmir; dal Sud-Est asiatico devastato dallo tsunami, alla città di New Orleans colpita dall’uragano; ma anche l’intervento nella città di Beslan a seguito dell’attentato terroristico del settembre 2004. Nella motivazione del conferimento della seconda medaglia sono state, inoltre, riconosciute la competenza e l’efficienza del Dipartimento nell’organizzazione di Grandi eventi, quali le esequie di Papa Giovanni Paolo II e lo svolgimento a Torino delle Olimpiadi Invernali del 2006.

6 luglio 2012 0

Terremoto in Emilia, Protezione Civile attiverà commissione scientifica su richiesta errani

Di admin

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, ha aderito alla richiesta del Presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, di esaminare la possibile relazione tra attività di esplorazione finalizzata alla ricerca di campi di idrocarburi e incremento dell’attività sismica, attivando la “Commissione internazionale sulla previsione dei terremoti per la protezione civile”.

Il board di esperti internazionali – sulla cui composizione sta lavorando il Dipartimento della Protezione civile – non costituirà una commissione di inchiesta; al contrario, verrà attivato con il solo scopo di fornire un autorevole contributo scientifico di conoscenza ai cittadini e alle amministrazioni locali in merito alle numerose “voci” che in queste settimane si sono rincorse su questo tema.

Non appena saranno acquisite le disponibilità da parte degli esperti e stabilite le modalità di lavoro della Commissione, il Dipartimento lo comunicherà formalmente al Presidente della Regione.