Tag: provvedimento

4 ottobre 2017 0

Frosinone: 32enne colpito da provvedimento di espulsione, arrestato dalla Polizia

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nelle ultime ore della scorsa serata, gli agenti della Volante in servizio sul capoluogo ciociaro, hanno riconosciuto un cittadino albanese di 32 anni che si aggirava nei pressi del noto bar denominato “Moro”. L’attenzione degli operatori è stata attirata in quanto il giovane uomo, non molto tempo fa, è stato colpito da provvedimento di espulsione; considerata dunque la possibilità che lo stesso si sia sottratto al provvedimento, gli agenti hanno deciso di intervenire. Non appena giunti in prossimità del cittadino albanese, questo, ha immediatamente tentato la fuga, divenuta vana grazie alla prontezza dei due poliziotti. Una volta sedato il tentativo di dileguarsi, l’ uomo è stato accompagnato presso gli uffici dell’U.P.G.S.P. della Questura di Frosinone per effettuare gli accertamenti di rito. Al termine delle verifiche opportune, è emerso che, effettivamente, il giovane uomo è colpito da suddetto provvedimento di espulsione della durata di 10 anni: pertanto gli agenti lo hanno arrestato e messo a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

10 luglio 2017 0

Daspati anche se lontani dallo stadio, provvedimento per tifosi Frosinone coinvolti in spaccio droga

Di admin

Frosinone – Il Questore di Frosinone, su proposta della Divisione Anticrimine, ha firmato 4 Daspo,  che terranno lontano dallo stadio altrettanti tifosi  per la durata di 3 anni, in applicazione delle norme sui Divieti di Accesso alle Manifestazioni Sportive entrate in vigore nel   2014, che hanno introdotto il cosiddetto «Daspo fuori contesto».

Tale normativa, che ha ulteriormente inasprito le regole riguardanti i Daspo, prevede che il divieto di accedere ai luoghi dove si svolgono le manifestazioni sportive possa essere emesso anche nei confronti di coloro che non commettono reati tipicamente legati alla violenza fuori o dentro gli stadi.

I 4 “supporters”, infatti,  sono convolti,  con altre 52 persone, nell’ operazione antidroga della Squadra Mobile della Questura, denominata  “Fireworks” dello scorso dicembre ed   attualmente sottoposti all’obbligo di presentazione alla P.G., in seguito all’esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, per violazione della legge sugli stupefacenti.

Pertanto, come prevede la normativa,  il Daspo può scattare anche a carico di persone indagate per detenzione e spaccio di stupefacenti o per altri gravi reati, sebbene non commessi in occasione di manifestazioni sportive.

I destinatari del provvedimento hanno un’età compresa tra i 23 ed i 51 anni.

2 marzo 2017 0

Alatri- Estorsione ed usura, provvedimento di confisca di tre immobili nei confronti di tre persone

Di redazione

Ieri, il personale del N.O.R.M – Aliquota Operativa – della Compagnia di Alatri, ha eseguito un provvedimento di confisca di tre immobili siti nel comune di Fiuggi  nei confronti  di  un 37 enne, una 32 enne ed un 39 enne tutti del luogo.

La vicenda è l’epilogo finale di una complessa attività  info-investigativa che gli uomini dell’Arma intrapresero nel 2015 a carico dei predetti poiché ritenuti responsabili in concorso tra loro,  dei reati di “estorsione ed usura”. La vicenda pone ancora una volta alla ribalta l’infido reato dell’usura che i Carabinieri di Alatri stanno contrastando con ottimi risultati e che recentemente hanno anche consentito l’arresto di un uomo.

 

21 giugno 2010 0

Niente invalidità ai “down”, Palomba (Idv): “Provvedimento scellerato e crudele”

Di redazione

“Un provvedimento scellerato e crudele”, con queste parole in un comunicato stampa, il vicepresidende della Commissione sanità della Regione Abruzzo, Paolo Palomba (IdV), bolla il decreto legge n. 78 del 2010, la manovra finanziaria, che nel comma 1 dell’articolo 10, cancella l’assegno di invalidità per le persone affette dalla sindrome di Down, oltre che per altre numerose categorie di malati ed invalidi. “Questo comma, infatti, – spiega il consigliere regionale dell’Italia dei Valori – innalza la percentuale d’invalidità necessaria all’ottenimento del sussidio, pari ad appena 256 euro al mese, un’elemosina, dal 74% all’85%, escludendo di fatto tutti i down che, secondo le tabelle del Ministero della Sanità, hanno un’invalidità pari al 75%. E’ davvero Incredibile come questo Governo indenda colpire una fascia di popolazione che invece avrebbe bisogno di maggiori attenzioni e magari di ulteriori sussidi. Le persone affette dalla sindrome di Down e le loro famiglie, che sino ad oggi hanno contato su questo, pur irrisorio, contributo statale, dovranno rinunciarvi. E’ condivisibile la necessità di tagliare dei costi per lo Stato, ma partire discriminando le categorie più deboli sembra veramente un controsenso, un qualcosa di inaccettabile contro il quale l’IdV alzerà la voce in tutte le sedi. Ci saremmo aspettati – continua il leader dell’IdV del Vastese – un provvedimento finanziario che combattesse l’evasione fiscale, gli alti costi della politica, i molti falsi invalidi che si moltiplicano anche nel Vastese, e invece ci ritroviamo con un testo di legge che penalizza chi già è in difficoltà”.