Tag: pulizie

6 agosto 2018 0

Maxi pulizie nel parcheggio multipiano di via Di Biasio e in quello di piazza Garibaldi

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO –  “La De Vizia Transfer ha effettuato degli interventi di pulizia nel parcheggio sotterraneo di Piazza Garibaldi, nei pressi la stazione ferroviaria della città è sul parcheggio Multipiano in via Di Biasio”. Lo ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova. “Gli interventi sono stati eseguiti il 22 luglio nei pressi dello scalo ferroviario e lo scorso 2 agosto al Multipiano con l’ausilio di mezzi appropriati a questo genere di operazioni.  Si evidenzia quindi che le foto riportate da alcuni quotidiani in questi ultimi giorni siano antecedenti alla data in cui la società che gestisce il servizio di raccolta differenziata e pulizia della città ha effettuato i lavori in oggetto. Stiamo lavorando per garantire il giusto decoro alla città di Cassino, con i mezzi e soprattutto le risorse di cui il Comune dispone. Nessuno ha la bacchetta magica, ma tutto si può dire tranne che la nostra città sia in degrado. Ci sono delle situazioni critiche, per carità nessuno lo nega, ma è pur vero che stiamo dando delle risposte in base ad una azione pianificata che coinvolge l’intero territorio comunale. Dal centro alle periferie senza distinzione. Ma che richiede soprattutto tempo. Noi ce la stiamo mettendo con l’ausilio degli uffici dell’area Tecnica e gli operai del settore manutensione che con sacrificio ed abnegazione svolgono un lavoro importante per il bene della citta di Cassino”. Ha concluso l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova.

  

11 giugno 2018 0

Rapina in chiesa ad Alatri, donna delle pulizie rinchiusa in bagno per svuotare cassetta delle elemosine

Di admin

ALATRI – Ha raccontato di essere stata aggredita alle spalle, bloccata e chiusa nel bagno della canonica da un ignoto che poi ha fatto man bassa nella cassetta delle elemosine.

La donna, l’addetta alle pulizie della chiesa delle Dodici Marie ad Alatri (e non a Fumone come precedentemente scritto), è stata liberata poco fa dal sacrestano e subito è stato lanciato l’allarme.

Secondo la ricostruzione, il malfattore avrebbe atteso l’apertura della chiesa per le pulizie approfittando della sola presenza della donna, per rinchiuderla e rubare i circa 40 euro contenuti nella cassetta. La sera prima, nella contrada c’era stata la festa e, probabilmente, il malvivente si aspettava un bottino più sostanzioso.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Alatri che hanno iniziato ad indagare per verificare il racconto e raccogliendo gli elementi per individuare il responsabile.

Ermanno Amedei

(Notizia aggiornata e corretta)

 

25 gennaio 2018 0

“Mano lunga” in ospedale a Cassino, addetta pulizie denunciata per furto aggravato

Di admin

CASSINO – Ha approfittato che il marito in visita alla moglie degente dell’ospedale di Cassino si distraesse per derubarlo. È accaduto nel santa Scolastica e la presunta ladra sembra essere una delle addetta alla pulizia 30enne di Cassino.

L’uomo ha fatto visita consorte ricoverata per portargli delle medicine e ha poggiato il portafogli sul comodino allontanandosi qualche minuto, il tempo necessario alla 30enne di arraffare circa 150 euro.

Allertata prontamente la Polizia di Stato del commissariato di Cassino diretto dal vice questore Alessandro Tocco i cui agenti hanno ricostruito la dinamica ed identificato la ladra denunciandola per furto aggravato.

Ermanno Amedei

13 ottobre 2017 0

Cassino, muore l’intestatario e la donna delle pulizie occupa l’alloggio Ater

Di admin

CASSINO – E’ morto sabato pomeriggio nel giorno del suo compleanno e ieri, la signora delle pulizie ha occupato quello che era il suo alloggio Ater. E’ accaduto a Cassino dove la 54enne che si occupava di mantenere pulita la casa al 64enne deceduto a causa di un infarto, è stata trovata dagli agenti della polizia del commissariato di Cassino diretto dal vice questore Alessandro Tocco all’interno dell’alloggio di via Monti Aurunci. Nessun segno di effrazione al portone d’ingresso dato che la 54enne aveva a disposizione le chiavi che le erano state date dal defunto. Nonostante i numerosi inviti, l’abusiva, incalzata dai suoi familiari, non ha voluto desistere dal suo intento e pertanto è stata denunciata. Ermanno Amedei

5 agosto 2010 0

Impresa di pulizie evade il Fisco per milioni di euro

Di redazione

Prosegue incessante l’azione di contrasto all’evasione fiscale da parte delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Caserta. Proprio in questi giorni i militari della Compagnia di Caserta hanno concluso una complessa attività di verifica fiscale d’iniziativa che ha permesso di scoprire una maxi evasione fiscale perpetrata da una impresa di pulizie operante in Caserta e provincia, accertando un’evasione quantificabile in diversi milioni di euro sottratti all’Erario, tra imposte dirette, imposta sul valore aggiunto ed I.R.A.P. Nel corso dell’attività è emerso che la ditta era sprovvista della documentazione contabile prevista dalla normativa vigente. La circostanza ha richiesto, al fine di determinare l’ammontare dei ricavi percepiti, di inviare appositi questionari di richiesta dati a quei soggetti terzi che avevano intrattenuto rapporti commerciali con l’impresa di pulizia, individuati a seguito dell’esame della documentazione extracontabile rinvenuta all’atto dell’accesso per l’avvio delle operazioni ispettive. L’attività di controllo eseguita ha permesso di accertare che, oltre alla mancata presentazione delle dichiarazioni previste ai fini fiscali per gli anni d’imposta dal 2005 al 2008, le prestazioni rese sono state effettuate in totale evasione d’imposta. L’attenta analisi dei dati comunicati dai clienti destinatari di prestazioni di servizi resi dalla ditta verificata, ha permesso ai finanzieri della Compagnia di Caserta di ricostruire il volume d’affari realizzato dall’impresa di pulizie che, nel periodo d’imposta esaminato, ha conseguito ricavi non dichiarati per un imponibile complessivo pari a € 3.873.092,96, € 774.618,59 di IVA dovuta e una base imponibile sottratta all’IRAP pari € 3.873.092,96. Al termine delle predette attività di verifica, sono stati deferiti alla locale Autorità Giudiziaria gli amministratori di fatto e di diritto della società, C.G., di anni 50 e C.S., di anni 52, in quanto resisi responsabili delle fattispecie penalmente rilevanti previste in materia di reati tributari, quali l’omessa dichiarazione, l’emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti e l’occultamento o distruzione di documenti contabili.

13 luglio 2010 1

Imprese di pulizie nelle scuole, finalmente arrivano i soldi

Di redazione

“Finalmente in arrivo i soldi per pagare le retribuzioni ed assicurare il rapporto di lavoro alle centinaia di lavoratori della nostra provincia”. Lo fa sapere in una nota stampa Severo Lutrario membro dell’Esecutivo Provinciale U.S.B. Lavoro Privato. Nel comunicato si legge anche: “Sono oltre 500 i lavoratori della provincia di Frosinone (14.000 in tutta Italia) che lavorano nelle cooperative che gestiscono gli appalti pulizia nelle scuole; di questi circa 140 non percepiscono lo stipendio da oltre sei mesi pur continuando ad assicurare con il loro lavoro la pulizia delle scuole della nostra provincia. Dopo mesi di mobilitazione, di scioperi e manifestazioni, di interventi autorevoli, come nel caso del Prefetto di Frosinone, finalmente la situazione si è sbloccata e sono in arrivo gli arretrati del 2009 ed i fondi relativi al 2010. A darne la notizia è il sindacato U.S.B. Lavoro Privato (nato dall’unificazione di vari sindacati tra cui SdL ed RdB) al termine dell’incontro che lo stesso sindacato ha avuto presso il Ministero della Pubblica Istruzione con il sottosegretario on. Giuseppe Pizza. L’incontro, conclusosi con la stesura di un apposito verbale, è stato necessario per sbloccare una situazione che si era incancrenita nel tempo, on centinaia di lavoratori che da mesi erano senza retribuzione mentre tutti gli altri rischiavano di fare la stessa fine se non si fossero sbloccati i fondi per i 2010. Il sottosegretario on. Pizza ha svolto un’opera importante per sbloccare la situazione e si è assunto impegni precisi sia per quanto riguarda il saldo del 2009, con un primo stanziamento effettivo di 16 milioni di €uro, e di 260 milioni di €uro, come prima trance per il 2010. L’effetti di questo incontro non si è fatto attendere e nella giornata del 13 luglio 2010 i soldi hanno iniziato ad affluire nelle casse delle scuole che con questi dovranno pagare le cooperative. “Di fatto in questi mesi, con il mancato pagamento degli stipendi è stato negato il diritto alla sopravvivenza dei lavoratori ed il nostro sindacato, ritenendo la situazione grave ed inaccettabile, ha chiesto ed ottenuto dal ministero la responsabilità politica dei pagamenti” dice Nadia Ciardiello, lavoratrice e rappresentante del sindacato che ha partecipato all’incontro “Dopo mesi di mobilitazione dei lavoratori, finalmente vediamo che la situazione si sta sbloccando. Definito il finanziamento del pregresso e dei correnti mesi del 2010, restano a nostro avviso aperti tre punti importanti, che pure sono stati affrontati nel corso dell’incontro e cioè la possibilità di prepensionamento delle lavoratrici che possono agganciarsi alla pensione; il finanziamento di ulteriori 110 milioni di €uro per garantire la copertura economica dell’intero anno 2010 per tutti i 14.000 lavoratori che operano nel settore e, questione per noi irrinunciabile, il superamento delle cooperative e l’internalizzazione nelle scuole di tutti gli attuali dipendenti che in queste lavorano da oltre 15 anni”. Su questi punti è stato fissato un ulteriore incontro con il sottosegretario on. Giuseppe Pizza per la prima decade di settembre”.