Tag: questo

25 maggio 2018 0

La puntura di Ultimo … a chi ha permesso tutto questo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Un nigeriano richiedente asilo semina il panico all’ufficio postale di Frosinone, aggredisce un impiegato e manda all’ ospedale un carabiniere. Leggi

Ci sono voluti altri carabinieri per fermarlo, alcuni poi rimasti ugualmente contusi.

Quanto vale un carabiniere ferito? Poche ore di carcere. Il giorno dopo il nigeriano è stato scarcerato. Magari la prossima volta ci scapperà il morto. Magari un giorno la smetteranno di esporre la popolazione alla mercé di chi non ha niente da perdere”.

Ultimo 

3 febbraio 2018 0

“Questo non è amore”: la Polizia impegnata nella campagna contro la violenza di genere

Di redazionecassino1

Atina – Si è svolto ieri pomeriggio, nella sala del Palazzo ducale, il convegno dal titolo “Questo non è amore”, che è il nome del progetto ideato dalla Polizia di Stato con lo scopo di prevenire e contrastare il fenomeno della violenza di genere.

Alla presenza del Questore dr.ssa Rosaria Amato e del Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e  del Lazio Meridionale Prof. Giovanni Betta, nonchè del Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale dr. Pierino Malandrucco,  sono intervenuti per la Polizia di Stato il Direttore tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi, il Responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni Sost. Comm. Tiziana Belli e l’Isp. Capo Anna Centofanti del Commissariato di Sora;  per l’Università della Città Martire  la Prof.ssa Fiorenza Taricone.

A fare gli onori di casa il Sindaco della città Ing. Silvio Mancini.

Il convegno, moderato dalla giornalista Giulia Abbruzzese, ha voluto favorire un momento di riflessione e confronto sulla violenza di genere, per consentire l’emersione del “fenomeno” e fornire gli strumenti  necessari alle  potenziali vittime per riuscire  a denunciare i soprusi, sia  fisici che psicologici.

Oltre alla tutela offerta dalla legge, la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma a fare da sentinella per intercettare prima possibile comportamenti violenti e intimidatori.

In questa prospettiva si muove l’adozione del protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) da parte di tutte le Questure d’Italia, che consente agli equipaggi di Polizia, chiamati dalle sale operative ad intervenire su casi di violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare.

La compilazione di una checklist, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, consente di tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenza reiterata.

Con le istituzioni, in sinergia, svolgono un fondamentale ruolo le associazioni presenti sul territorio: oggi per l’occasione hanno partecipato i rappresentanti di Telefono Rosa, Risorsa Donna e S.O.S. Donna, Tutto un Altro Genere.

Nel corso del convegno  è stato, inoltre,  proiettato il cortometraggio “Non io”, realizzato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo 3 di Sora.

Importante la campagna di sensibilizzazione svolta dalla Polizia di Stato nelle scuole a sostegno dell’attività didattica, per educare al rispetto della diversità, fornendo strumenti culturali necessari ad attivare momenti di riflessione, approfondimento e cambiamento.

“#essercisempre”

 

21 novembre 2017 0

Isola Liri, “Questo non è amore”: la Polizia di Stato con gli studenti a sostegno delle vittime di violenza di genere

Di redazione

La Polizia di Stato vince la “partita” della prevenzione con il sostegno di tutti gli enti: per l’occasione, infatti, con il Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi sono intervenuti anche rappresentanti dell’ Amministrazione Comunale -Assessore Laura Palleschi – e dell’associazione di Volontariato SOS donna. La Questura di Frosinone continua la sua intensa e costante attività a sostegno delle vittime di violenza di genere. I giovani studenti, frequentanti la Scuola Media di Isola Liri, sono stati invitati dal Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi ad immedesimarsi con chi vive situazioni di maltrattamento. Soltanto questa capacità di porsi in maniera empatica nello stato d’animo altrui permette di comprendere il dolore che caratterizza “contesti” di violenza sia fisica che psicologica. La dr.ssa Pagliarosi ha sollecitato la scolaresca ad essere consapevole e in controllo di sé, non accettando mai acriticamente situazioni di prevaricazione maltrattante come “padre padrone”. La “partita” giocata sul campo della prevenzione è vinta dalla Polizia di Stato con il sostegno di tutti gli enti: per l’occasione, infatti, erano presenti rappresentanti dell’Amministrazione Comunale -Assessore Laura Palleschi- e dell’associazione di Volontariato SOS donna.

1 giugno 2017 0

Asl Frosinone, per Alatri questo si è fatto e si sta facendo

Di redazionecassino1

Frosinone – Si comunica che la ASL di Frosinone ha completato le procedure per l’assunzione di un Cardiologo (Dott.ssa Padovani) che nei prossimi giorni prenderà servizio presso il Polo ospedaliero Frosinone – Alatri, Presidio di Alatri.

Il personale infermieristico del Presidio è stato già implementato di n. 7 unità acquisite, per il mantenimento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), con le consulenze professionali in attesa del completamento della procedura di mobilità che fornirà personale a tempo indeterminato. Possiamo assicurare anche che, come tutti gli anni, per le ferie estive vi saranno le sostituzioni e nessun reparto sarà chiuso.

Inoltre i Chirurghi che vanno in pensione saranno sostituiti, attingendo dalla graduatoria del S. Camillo, in numero sufficiente per tutta la ASL e si tratta di assunzioni a tempo indeterminato.

Per quanto riguarda la Medicina, sono già in corso di espletamento gli Avvisi per reperire sostituzioni a tempo determinato in attesa delle autorizzazioni regionali per i Concorsi di assunzione a tempo indeterminato.

Acquistato con finanziamento regionale ad Alatri sta per essere installato un nuovo Mammografo con ulteriori potenzialità e qualità di prestazioni.

Ed è con la giusta soddisfazione che sottolineamo che ad Alatri è stato attivato il Centro Calcolosi Urinaria–Servizio di Litotrissia Extracorporea ad onde d’urto che è riferimento per tutta la nostra provincia e potrà servire anche i cittadini della provincia di Latina.