Tag: rapinato

30 aprile 2018 0

Rapinato 68 enne mentre sale in auto a Frosinone, caccia a due malviventi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Aggredito e rapinato mentre sale in macchina a Frosinone. E’ accaduto oggi pomeriggio alle 18 circa, in via Selva Casarino.

Due persone di cui la vittima non ha saputo dare la descrizione o elementi utili per le ricerche, armati di coltellino hanno rapinato l’uomo di 68 anni dopo averlo avvicinato nel mentre il malcapitato tornava alla propria autovettura.

A seguito di piccola colluttazione la vittima è stata ferita ad un dito. I rapinatori gli hanno portato via il portafogli con all’interno vari documenti e la somma di euro 25. Sul posto i carabinieri del Norm e Nucleo Operativo.

 

1 marzo 2018 0

Agguato nel garage di casa, imprenditore di Latina pestato e rapinato

Di admin

LATINA – Lo hanno aspettato che rientrasse nel garage della sua villa a Latina per aggredirlo, immobilizzarlo e rapinarlo.

La vittima è un imprenditore che ieri sera alle 22.30 ha fatto ritorno a casa e ad attenderlo, non appena uscito dall’auto c’erano tre persone a volto travisato, di cui una armata di pistola, che dopo avergli legato le mani con fascette di plastica e bendato il volto con una sciarpa, lo colpivano con calci e pugni trascinandolo all’interno dell’abitazione.

L’imprenditore è stato costretto a consegnare il portafogli contenente la somma contante di 600 euro, carte di credito e documenti vari, nonché ulteriore somma contante di euro 4.500 custodita interno della propria abitazione. I malfattori si sono dati così alla fuga a bordo dell’autovettura trafugata.

Il malcapitato, solo all’1circa, dopo essersi liberato e chiesto soccorso, è stato trasportato all’ospedale civile Santa Maria Goretti e riscontrato affetto da “trauma cranico – trauma facciale con trauma piramide nasale – trauma emicostato di sx” giudicato guaribile gg. 10.

La sua auto è stata rinvenuta completamente bruciata alle 5 di questa mattina a Pomezia (Rm).

I carabinieri indagano per risalire agli autori del fatto.

9 gennaio 2018 0

Sessantenne di Cassino aggredito e rapinato in stazione a Frosinone

Di admin

FROSINONE – Un 60enne di Cassino, questa notte alle 2,45 circa, ha fermato una pattuglia della Squadra Volante della Questura nei pressi della stazione ferroviaria di Frosinone. L’uomo, in evidente stato di agitazione e visibilmente tumefatto ha riferito di essere stato rapinato del portafogli, proprio qualche attimo precedente al passaggio degli agenti.

La vittima denunciava di essere stato aggredito alle spalle, nelle adiacenze della biglietteria intento ad acquistare il tagliando per fare rientro a Cassino, da tre giovani, una donna e due uomini allontanatisi successivamente.

Immediata la reazione della pattuglia che, raccolta la descrizione dei tre malviventi, si è messa sulle loro tracce  individuandoli non molto distanti dal luogo dell’occorso.

Riconosciuti dalla vittima i tre sono stati assicurati alla giustizia; arrestata la giovane donna, 23 enne residente a Colleferro;  denunciati a piede libero per concorso in rapina aggravata i due giovani, un frusinate 33enne e un marocchino 23enne residente a Castro dei Volsci.

Tutti i fermati annoverano precedenti di polizia; per la donna e il marocchino scattava altresì l’emissione del FVO dal comune di Frosinone.

Ermanno Amedei

20 novembre 2017 0

Rapinato mentre preleva al bancomat, i carabinieri arrestano un 41enne

Di redazionecassino1

Giulianova – I Carabinieri della Compagnia di Giulianova , nella notte tra sabato e domenica hanno arrestato per rapina e porto abusivo di armi Maurizio Calabrese, 41enne, residente a Bellante, già noto alle forze dell’ordine. Era da poco passata la mezzanotte quando un ragazzo in compagnia della fidanzata si è fermato ad uno sportello bancomat in località Petriccione del Comune di Castellalto, per effettuare un prelievo. Terminata l’operazione (di fatto non effettuata per mancato funzionamento dello sportello), nel voltarsi  veniva avvicinato da un individuo con  viso travisato da scaldacollo, che brandendo minacciosamente un coltello si faceva consegnare il denaro in suo possesso, per poi fuggire a bordo di una lancia Y. I Carabinieri, avvisati subito dalla vittima,  attivavano immediatamente le ricerche impegnando le tre pattuglie  in servizio notturno. Dopo circa 10 minuti un’autovettura corrispondente alla descrizione fornita dalla vittima, veniva intercettata in Via Annunziata di Giulianova. Il conducente, all’alt dei Carabinieri, provava a dileguarsi venendo però bloccato quasi subito tra le vie del centro. Nel corso di immediata perquisizione, i carabinieri rinvenivano la somma appena asportata (pari a 30 euro) celata sotto il parasole lato guida ed il coltello sotto il tappetino del conducente. Il Calabrese Maurizio, al momento del fermo,  indossava ancora lo scaldacollo utilizzato per occultare il volto. Condotto in caserma a Giulianova per le formalità di rito, veniva successivamente dichiarato in arresto e  tradotto presso la Casa Circondariale di Teramo.

7 agosto 2013 0

Rapinatore 38enne sotto scacco, aveva rapinato il Bricofer di Latina

Di redazione

La Squadra Mobile di Latina ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del pluri pregiudicato L. M., di anni 38, per i reati di rapina, resistenza a P.U. e porto di arma comune da sparo. L’episodio criminoso risale al 5 giugno quando due malviventi armati di revolver e con il volto coperto da caschi, sono giunti al Bricofer di via Epitaffio a bordo di uno scooter immediatamente dopo la chiusura. Brandendo l’arma, intimavano ai dipendenti che si stavano allontanando, di riaprire il negozio costringendoli ad alzare la serranda del magazzino. Raggiungevano quindi le casse ed asportavano la somma complessiva di 2.300 euro; poi chiudevano a chiave nel bagno tutti i dipendenti presenti e si dileguavano, uno a bordo dello scooter e l’altro mediante l’autovettura di proprietà del direttore dell’esercizio commerciale. All’altezza di via Saraceno, l’auto in fuga veniva intercettata da un equipaggio delle Volanti che si poneva all’inseguimento: il rapinatore, con una serie di manovre spericolate ed altamente pericolose per l’incolumità degli utenti della strada, riusciva a dileguarsi, non prima di essere andato a collisione con l’auto di servizio che, per i danni meccanici subiti, era costretta ad interrompere la marcia. Il 14.06.2013, personale della Squadra Mobile rinveniva l’auto utilizzata per la fuga in un parcheggio pubblico di Borgo Montello. I successivi rilievi eseguiti dalla Polizia Scientifica, corroborati dalla testimonianza dei dipendenti che descrivevano uno dei rapinatori come calvo e con gli occhi azzurri, conducevano gli investigatori a L. M., pluripregiudicato noto alle Forze dell’Ordine per i suoi precedenti specifici. Secondo i primi accertamenti, però, l’uomo risultava da tempo detenuto presso il carcere di Rebibbia per un cumulo di pene inflitte a seguito di rapine commesse in banca, sequestro di persona e porto abusivo di armi. Tuttavia, attraverso un successivo approfondimento, si scopriva che L. M., dal 31.05.2013 al 06.06.2013, aveva goduto di un permesso premio: la rapina era stata consumata il 05 giugno. Sulla base degli inconfutabili elementi raccolti, la Procura della Repubblica di Latina (Dr. De Luca) richiedeva ed otteneva una ordinanza di custodia cautelare in carcere che veniva notificata nel pomeriggio di ieri. L. M. dovrà rispondere ancora una volta di diversi capi di imputazione: rapina presso l’esercizio commerciale, rapina dell’autovettura, resistenza a P.U. e porto abusivo di arma da sparo. Proseguono le indagini per individuare il complice.