Tag: razziare

1 novembre 2017 Non attivi

Sorpresi dai carabinieri a razziare in una azienda di Paliano, scappano in cinque

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PALIANO – I Carabinieri della Compagnia di Anagni, hanno sorpreso cinque persone a rubare in uno stabilimento di Paliano. Ricevuto l’allarme da parte della Centrale Operativa della Compagnia, sono arrivati nel sito sorprendendo cinque individui intenti a caricare su un furgone alcuni utensili da lavoro di proprietà della ditta. Il gruppo, alla vista dei Carabinieri hanno lasciato tutto e si sono dati alla fuga nelle campagne adiacenti facendo perdere le proprie tracce. L’intera refurtiva, già caricata sul furgone anch’esso di proprietà della ditta, del valore di circa 30.000 euro, è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario, mentre sono in corso gli accertamenti al fine di risalire agli autori del tentato furto.

16 ottobre 2017 0

Forzavano serrature auto per razziare negli abitacoli a Frosinone, arrestati due stranieri

Di admin

FROSINONE – Erano diventati l’incubo degli automobilisti che lasciavano le auto parcheggiate nelle aree pubbliche di Frosinone. La Squadra Volante della Questura stava da tempo sulle tracce di due ladri. Il modus operandi del “duo” del furto era sempre lo stesso: a bordo di un’utilitaria perlustrava la città attenzionando il veicolo parcheggiato da “ripulire”, con il conducente pronto alla fuga appena il suo complice aveva messo a segno il colpo. Questa mattina la dinamica si ripete, ma le urla di un bambino attirano l’attenzione di un poliziotto che, libero dal servizio, si mette all’inseguimento dei due allertando immediatamente il 113 della Questura. L’operatore dirama prontamente la nota di ricerca alle Volanti presenti sul territorio, coordinando abilmente un intervento congiunto che, nel giro di pochi minuti, ha permesso di bloccare i malviventi, precludendo loro ogni via di fuga. Accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito, i due, un rumeno ed un albanese rispettivamente di 21 e 25 anni, sono tratti in arresto, con l’accusa di furto aggravato in concorso. I due, “vecchie conoscenze” della Polizia, dovranno rispondere anche di ricettazione, in quanto trovati in possesso di 4 telefonini di illecita provenienza, di cui 2 sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

20 settembre 2016 0

Ladre volanti, dalla Spagna all’Italia per razziare negli aeroporti

Di admin

Roma – Arrivano all’aeroporto con valigie vuote, le riempiono di profumi, tabacchi, alcolici e altri prodotti rubati nei negozi duty-free e poi ripartono per il loro Paese di origine. I ladri pendolari, specializzati in questo tipo di furto, per abbattere le spese viaggiano con voli low cost. Una volta atterrati, molte volte non escono neanche dalla zona franca. Si distribuiscono nei duty free dell’aeroporto, ossia nei negozi al dettaglio che non applicano le imposte locali sulle merci in vendita. Fanno razzia di profumi, cosmetici, vini, superalcolici, tabacchi, cravatte e altri accessori di lusso e ripartono. Non devono ripassare nemmeno sotto il controllo dei metal detector, perché non sono mai usciti dalla zona d’imbarco.

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia Aeroporti di Roma hanno bloccato una di queste bande, arrestando tre donne che all’interno dell’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino, hanno fatto razzia di prodotti al duty free, asportando in particolare prodotti cosmetici, di profumeria, alimentari e stecche di sigarette, del valore di circa 10.000 euro.

Le tre complici, una 53enne lettone e una 43enne e una 23enne armene, tutte residenti a Valencia (Spagna), dove stavano rientrando, sono state notate dal personale della società che gestisce la sicurezza interna dell’esercizio commerciale, aggirarsi tra gli scaffali dello shop e prelevare i prodotti per poi appartarsi, dopo aver superato le casse, riempendo i loro bagagli a mano.

Attivati dalla richiesta del personale della sicurezza, i Carabinieri sono prontamente intervenuti.

Fermate e controllate, i Carabinieri hanno rinvenuto parte dell’ingente refurtiva, scoprendo che le ladre mettevano in atto una collaudata tecnica di reato che le portava in giro per l’Europa, per rubare ingenti quantità di materiale dai duty free degli aeroporti internazionali per poi rientrare immediatamente nel loro Paese.

Altri prodotti che avevano rubato prima del check in, sono stati rinvenuti all’interno di un bagaglio che le donne avevano già imbarcato e che i Carabinieri hanno fatto recuperare.

Il loro rientro in Spagna è rimandato in quanto le tre ladre sono state trattenute in attesa del rito direttissimo, dove sono state giudicate per il reato di furto aggravato in concorso e condannate alla pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione e 1.000 euro di multa.