Tag: resistenza

8 maggio 2018 0

Resistenza e oltraggio a P.U. la Polizia denuncia 21enne originario della Guinea

Di redazionecassino1

FROSINONE – Il giovane è originario della Guinea e, con un suo connazionale, aveva cercato di eludere il controllo degli agenti della Squadra Volante.

La Squadra Volante della Questura interviene, nella serata di ieri, nei pressi di Piazza Sandro Pertini, nella parte bassa del capoluogo, in seguito a segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113.

Diramata immediatamente la nota: due giovani, dopo aver minacciato  ed aggredito  verbalmente una guardia giurata, si sono  dati  alla fuga.

Rintracciati nel giro di pochissimi istanti dagli agenti; i ragazzi – entrambi originari della Guinea -, muniti di bottiglie, mostrano un atteggiamento ostile, tentando  di sottrarsi al controllo.

In particolare il 21enne oppone resistenza, minacciando e proferendo parole offensive nei confronti della Polizia.

Per l’uomo scatta la denuncia per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale.

 

 

 

 

 

13 gennaio 2018 0

Rivolta in Iran, il sindaco di Coreno incontra segretario della Resistenza: preoccupati per quanto sta accadendo

Di admin

CORENO AUSONIO – “Il sindaco di Coreno Ausonio, Domenico Corte, ha incontrato a Roma il Segretario del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, Mahmoud Hakamian“.

Lo si legge in una nota del Comune di Coreno Ausonio.

“Le proteste anti-regime iniziate a fine dicembre in Iran, sono stati gli argomenti illustrati e documentati, con foto e filmati, al sindaco Corte che ormai da anni partecipa alle iniziative, promosse dalla Resistenza Iraniana, non solo in Italia ma anche a Parigi dove, in più occasioni, è intervenuto a sostegno e a difesa dei diritti umani per il popolo iraniano.

“Le proteste in Iran – di cui in questi giorni si sono interessati anche i media italiani – si sono propagate molto velocemente in almeno 130 città dell’Iran – ha dichiarato nella nota il Segretario Nazionale della Resistenza – ed esistono notizie attendibili di almeno tremila persone arrestate, ma il vero numero potrebbe essere più alto. Molti sono stati arrestati al di fuori delle proteste, a casa o nei luoghi di lavoro. Gli stessi funzionari e i media iraniani controllati dallo Stato – ha aggiunto Mahmoud – hanno ammesso che almeno 1.800 persone sono state arrestate. Il regime ha anche ammesso che finora sono state uccise oltre venti persone ma altre fonti dicono che il vero numero potrebbe superare le cinquanta vittime”.

“Durante l’incontro – ha detto nella nota Il sindaco di Coreno Ausonio si è parlato anche degli arresti arbitrari che hanno visto coinvolto almeno un centinaio di studenti universitari arrestati nel corso delle proteste anti-regime e che tra gli iraniani sussistono gravi preoccupazioni per il benessere dei detenuti che potrebbero subire trattamenti molto duri, compreso la tortura, come già avvenuto in altri casi. Queste sono solo alcune delle terribili notizie di ciò che sta accadendo in questi giorni in Iran – ha dichiarato Corte – notizie che i  media italiani e di tutto il mondo preferiscono non diffondere o diffonderle solo in parte. A ciò va aggiunto che è stato anche bloccato l’accesso ad internet e vengono filtrati gli accessi ai social proprio per impedire la diffusione delle notizie relative a questa rivolta. Per onore della cronaca è giusto precisare che oltre al presidente Trump, anche alcuni leader europei hanno condannato quando sta accadendo in Iran. Infatti la libertà di espressione e di protestare, devono essere rispettate e non soppresse con la forza e con le armi”.

“Al termine dell’incontro i- si legge nella nota – l sindaco di Coreno Ausonio ha dato la sua disponibilità a partecipare alle iniziative che si terranno prossimamente a Roma e a Parigi, per proseguire il suo impegno per la difesa dei Diritti Umani in Iran e contro le repressioni che sta subendo ingiustamente il popolo iraniano. Il rappresentante della Resistenza iraniana, che in questi giorni volerà a Parigi, porterà il saluto e la vicinanza del sindaco Corte anche alla presidente eletta della Resistenza iraniana Maryam Rajavi, che, come ogni inizio anno, ha inviato, al sindaco di Coreno Ausonio, un messaggio e un dono simbolico proprio a testimonianza di questa vicinanza e solidarietà espressa da Corte in più occasioni”.

28 novembre 2017 0

Viaggiatore tunisino molesto sul bus in A1 arrestato dalla Polstrada per resistenza a P.U.

Di redazionecassino1

Frosinone – Il conducente di un pullman di linea Napoli – Torino, in transito sull’  A/1, segnala, sulla linea di emergenza 113,  la presenza di un viaggiatore molesto.

L’operatore dirama prontamente la nota alle unità operative della Stradale in servizio di vigilanza sul quel tratto  e, nel contempo, allerta  le Volanti.

La pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone intercetta il mezzo per identificare l’uomo “segnalato”: è sprovvisto di  documenti  e pertanto viene accompagnato presso gli uffici di Polizia.

Nel frangente l’uomo manifesta insofferenza ed aggredisce  gli operatori.

Il tempestivo intervento della Squadra Volante, costretta dalle circostanze ad utilizzare lo spray al peperoncino, riesce a bloccare l’uomo.

Scatta l’arresto per  resistenza a Pubblico Ufficiale nei confronti del  viaggiatore molesto, un 32enne di origini tunisine.

 

25 novembre 2017 0

Arrestato dalla polizia 44enne per violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale

Di redazionecassino1

Cassino – la Polizia do Stato arresta quarantaquattrenne per violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale. L’uomo, trovato con indosso dosi di cocaina appena acquistate, è stato anche segnalato all’Autorità Amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti. Nella serata di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Cassino, nel corso dei servizi volti a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato un 44enne cassinate per resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

L’uomo dopo aver acquistato dello stupefacente, alla vista degli agenti che gli avevano intimato di fermarsi, si dava alla fuga, attraversando ripetutamente la strada, per eludere il controllo, ponendo in pericolo la propria incolumità e quella degli operanti, nonché degli automobilisti in transito in quel momento.

Raggiunto poco dopo dagli agenti, ogni tentativo di ricondurlo alla calma risultava vano.

Infatti il cassinate opponeva resistenza agli operatori di polizia che tentavano di perquisirlo, inveendo contro di loro frasi minacciose, tanto da costringerli a chiedere ulteriori rinforzi per poterlo riportare alla calma.

Il quarantaquattrenne, poiché trovato in possesso di alcune dosi di cocaine, è stato anche segnalato al Prefetto di Frosinone, per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti.

23 novembre 2017 0

Resistenza a P.U., ordinanza di custodia cautelare in carcere a pregiudicato 29enne del Capoluogo

Di redazionecassino1

Frosinone – I militari della Stazione Carabinieri di Frosinone Scalo hanno arrestato FAVORITI Christian, 29enne del capoluogo, in esecuzione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa il 20 novembre scorso dal Tribunale di Frosinone. Il provvedimento scaturisce a seguito di controllo alla circolazione stradale effettuato nel maggio 2011 allorquando l’uomo dopo una contestata violazione al CdS, commise il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Per tale violazione l’arrestato, pregiudicato per reati contro il patrimonio e reiterati reati di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, dovrà scontare una pena residua di sei mesi di reclusione. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato ristretto presso la locale Casa Circondariale di Frosinone.

13 ottobre 2017 0

Tentato furto, danneggiamento e resistenza a P.U. la polizia arresta un uomo del cassinate

Di redazionecassino1

Cassino – Gli uomini del commissariato di Pubblica Sicurezza di Cassino, nell’ ambito dell’ intensificazione del controllo di particolari zone del territorio, ove da un qualche  tempo avvengono furti o tentati furti di automobili, hanno posto in arresto un uomo  cassinate, di circa sessanta anni, resosi responsabile di tentato furto di un veicolo.

L’ operazione si è svolta nella decorsa serata quando, gli agenti di pattuglia, hanno notato un uomo che si aggirava, con fare sospetto, nei pressi di un gruppo di autovetture parcheggiare. Come ben intuìto dai poliziotti, l’ uomo ha estratto un arnese dalla giacca e, chinandosi accanto la porta sinistra di una Fiat Panda, ha cominciato a “smanettare” nel tentativo di forzarla.

A questo punto, gli agenti sono immediatamente intervenuti per evitare che l’ azione delittuosa venisse compiuta ma, anziché “gettare la spugna” l’ uomo si è dileguato dagli stessi dandosi ad una fuga folle con la sua auto, mettendo seriamente in pericolo le persone che in quel momento occupavano la strada.

Una volta bloccato e, dato seguito a perquisizione, avvenuta anche presso il domicilio, sono stati sequestrati alcuni oggetti di sua proprietà funzionali al compimento delle azioni delittuose, come grimaldelli e spadini.

Grazie alla consolidata esperienza degli operatori di Polizia, l’ attività illecita dell’ uomo è stata evitata e lo stesso, posto in arresto per i reati di tentato furto, danneggiamento e resistenza a P.U.

26 febbraio 2017 0

La Virtus Cassino piega, 90-82, la feroce resistenza di Cefalù

Di redazionecassino1

Non si passa al PalaVirtus di Cassino. La Zannella Basket Cefalù sulle ali dell’entusiasmo per la strepitosa affermazione di domenica scorsa contro la prima della classe, quella Cuore Azzurro Napoli Basket che sino ad allora aveva conosciuto l’onta della sconfitta solo due volte, accompagnata da un folto seguito di sostenitori, non è riuscita a bissare l’impresa in casa della BPC Virtus Cassino che mantiene inviolato il proprio fortino, il PalaVirtus di Via De Feo, in questo 2017. Partita tecnicamente molto divertente con conclusioni balistiche pregevoli e raffinate in alcuni dei suoi interpreti, di energia e carattere in altri. Partita coinvolgente e mai in frigo dal punto di vista del punteggio sebbene l’incertezza nello score si sia avuta solo ed unicamente nel primo quarto di gioco. Ma allorquando Biagio Sergio realizzava il canestro, con una azione delle sue, del 19-18 con il quale si andava alla prima pausa delle tre previste, Cassino metteva definitivamente il muso avanti e restava sempre in controllo del match sia numericamente che emotivamente. In sede di commento della gara non possiamo non rimarcare la prova offensiva collettiva delle due formazioni e censurare, direbbero i bravi allenatori…, quella difensiva; ma, si sa, lo sport della palla a spicchi è anche questo e certe gare iniziano e soprattutto seguono canovacci di interpretazione imperscrutabili alla vigilia. Basti pensare alla mostruosa prestazione di Emiliano Paparella il quale, sebbene sempre, sottolineiamo sempre “francobollato” dalla difesa delle “V” rossoblù ha sciorinato una performance da vero protagonista della categoria, realizzando 21 punti frutto di percentuali altissime ovvero 70 % da oltre l’arco dei 3 punti e 60% da due. Sull’altro fronte, il solito MVP di serata, il mostruoso apporto per la causa rossoblù di Simone Bagnoli. Questi con 32 punti nel paniere (15 su 19 da due) conditi da 11 rimbalzi ha portato a casa la solita “doppia – doppia” che ha permesso ai padroni di casa di maramaldeggiare in fase offensiva anche a fronte di percentuali di realizzazione di squadra inferiori a quelle siciliane. Cosa accade dunque nel secondo quarto dopo che nel primo praticamente solo due uomini, Bagnoli 11 e Sergio 8, per i padroni di casa, erano andati a segno? Presto detto. In loro aiuto arriva il capitano delle “V” rossoblù, Maurizio del Testa, il quale oltre alla solita, rimarchevole prestazione difensiva, comincia a produrre in fase offensiva con il suo mortifero jumper da oltre la linea fatale dei 3 punti. La sua mano killer compensa le polveri bagnate fino a questo momento dell’altra guardia cassinate, il pistolero Petrucci, il quale complice una frenesia ed una apprensione per l’esordio casalingo, come lui stesso ammetterà in sala stampa a fine gara, non riesce a dare il giusto apporto alla causa benedettina. Il quarto si conclude con una tripla sulla sirena di Del Testa che fissa il punteggio sul 41 a 32 per la BPC Virtus Cassino. Si va dunque negli spogliatoi per la pausa lunga. Cassino deve fare a meno del suo marine, Gianluca Valesin, rimasto in tribuna per noie ad un ginocchio e dunque Vettese deve trovare risorse tra gli esterni nella premiata ditta Del Testa – Petrucci ed i sostenitori cassinati si augurano che presto, il nuovo arrivato, in casa rossoblù possa sbloccarsi. Ed al rientro dagli spogliatoi il romano non si fa attendere né tantomeno pregare per mostrare alla platea dei tifosi cassinati di che pasta è fatto. Petrucci piazza due/tre mortiferi tiri dei suoi e spinge Cassino verso il massimo vantaggio della gara al termine della frazione di gioco 67-57, dopo che Cefalù complice anche una serata fantastica di Guglielmo Sodero, 21 punti per lui in 27 minuti giocati con un mostruoso 70% da oltre l’arco su 9 tentativi e l’80% da due punti, si era riportata anche a sole tre lunghezze dalla battistrada, rievocando antiche paure tra i caldissimi tifosi cassinati. Insomma una terza frazione per niente semplice per il gringo Birindelli ed i suoi. Nella quarta Cassino entra in controllo della gara grazie alla sapiente regia di Lorenzo Panzini che arma a dovere le armi nella sua faretra e non permette mai agli ospiti di avvicinarsi troppo. Cassino veleggia sempre sulla doppia cifra di vantaggio raggiungendo anche i + 14 con un jumper dentro l’area di Duilio Birindelli. Ciaboco ed i suoi però non mollano mai e non ci stanno a perdere la maniglia della gara portandosi a – 6 dai padroni di casa. Ci pensa Panzini però a scardinare il ricorso alla zona 2-3 di coach Ciaboco. Il playmaker cassinate con due triple consecutive ricaccia a debita distanza Paparella e compagni. La gara non ha più sussulti e si chiude con un canestro sulla sirena di sua altezza Bagnoli il quale fissa il punteggio sul 90 a 82. La ventiduesima giornata della regular season del campionato Nazionale di serie B edizione 2016-17 per il girone C va in archivio con la quindicesima affermazione per i cassinati. Vettese ha portato la sua truppa a tagliare il traguardo dei trenta punti in classifica a questo punto della stagione e adesso si può affrontare la pausa del campionato per rinsaldare ancora di più il feeling tra i 10 cassinati che si devono giustamente amalgamare dopo le variazioni del mercato invernale. Sull’altro fronte a parlare in sala stampa per i siciliani è stato coach Ciaboco il quale ha così commentato il match “… già il punteggio dice tutto, pensare di fare 91 punti in trasferta è durissima, non siamo una squadra che può permettersi di subire 90 punti, questo in senso assoluto, al di là di tutto c’è mancato l’aspetto difensivo in maniera eclatante, ripeto non possiamo pensare di giocare in trasferta e segnare novanta punti…”

BPC Virtus Cassino – Zannella Basket Cefalù 90-82 Parziali :19-18, 22-14, 26-25, 23-25 BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 32 (15/19, 0/1), Nicolò Petrucci 13 (2/4, 3/8), Maurizio Del Testa 11 (1/2, 3/8), Lorenzo Panzini 10 (2/4, 2/3), Duilio Ernesto Birindelli 10 (4/5, 0/1), Biagio Sergio 8 (2/3, 1/2), Valerio Marsili 4 (2/3, 0/0), Renato Quartuccio 2 (0/0, 0/0), Gugliemo Fabio 0 (0/0, 0/1), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 27 4 + 23 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 21 (Nicolò Petrucci, Maurizio Del testa 5) All. Luca Vettese Zannella Basket Cefalù: Paparella 21 (3/5, 5/7), Sodero 21 (3/6, 5/9), Malagoli 17 (5/6, 2/3), Paparella 8 (1/2, 0/2), Tinto 6 (3/4, 0/0), Mollura 4 (1/5, 0/3), Florio 2 (1/2, 0/1), Terrasi 2 (1/1, 0/0), Biordi 1 (0/1, 0/0) Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 23 5 + 18 (Malagoli 7) – Assist: 2 (Malagoli, Biordi 1) All. Ciaboco