Tag: riaprire

14 luglio 2010 0

Vertenza latte, Abbruzzese: sostegno a Coldiretti. Riaprire il tavolo di contrattazione

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Conosco a fondo il mondo dell’agricoltura perché so quali sono le dinamiche economiche che governano il settore. Sebbene il tavolo di trattativa, aperto con la Regione Lazio per trovare una soluzione alle richieste dei produttori del settore lattiero-caseario, non sia ancora riuscito a risolvere il problema dell’adeguamento del prezzo al litro del latte, mi auguro che vengano trovate al più presto convergenze per individuare soluzioni definitive, che mettano d’accordo tutti, produttori e industria. In questo senso condivido quanto ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno che, in attesa della sentenza del Consiglio di Stato, punta a riformulare la privatizzazione della Centrale del latte, per rendere protagonisti i produttori di tutto il comparto e non le multinazionali che dettano le proprie leggi di mercato. La Coldiretti può contare sul sostegno del presidente del Consiglio regionale. Già l’Assessorato regionale all’Agricoltura ha dimostrato di avere a cuore il comparto, stanziando incentivi per oltre due milioni di euro. D’altra parte la contrattazione richiede tempi tecnici. Spero dunque che, rassicurata da questi intenti, la Coldiretti si renda disponibile a riprendere le trattative al più presto, per rilanciare e rendere più competitiva la filiera del latte in tutte le province del Lazio. Dobbiamo tornare ad investire sulla valorizzazione e la tipicità dei nostri prodotti. Penso ad esempio a leggi regionali rivolte al potenziamento di tutta la filiera lattiero-casearia, intesa come il percorso che viene fatto fare a latte e derivati per arrivare sulla tavola dei consumatori laziali. O ancora, ad una regolamentazione che accerti la tracciabilità del prodotto e dia garanzia di sicurezza e qualità”. Lo ha dichiarato in una nota il presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese.