Tag: richiedente

24 maggio 2018 0

Prende a pugni un carabiniere, straniero condannato ma non espulso: “E’ richiedente asilo”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Ha picchiato un carabiniere e si è scagliato con un palo della segnaletica contro il collega.

L’aggressione subita ieri dalla pattuglia della stazione di Frosinone Scalo è stata punita questa mattina nel corso del processo per direttissima al 20enne nigeriano con una condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione oltre al provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.

Il giovane, che è domiciliato a Veroli presso una parrocchia, è stato rimesso in libertà e l’espulsione non è stata possibile perfezionarla perché il 20enne è un richiedente asilo politico. La pattuglia è arrivata ieri presso l’ufficio postale per una lite in corso tra lo straniero e il direttore di filiale.

Poco ha impiegato il richiedente asilo per scaricare la sua violenza sull’occhio del militare che è rimasto a terra fino all’arrivo dell’ambulanza e dei colleghi che lo hanno soccorso arrestando il giovane.

Ermanno Amedei

21 febbraio 2018 0

Richiedente asilo ma spacciatore di marijuana, 22enne denunciato a Roccasecca

Di admin

ROCCASECCA – Ha visto gli agenti di polizia e ha gettato un sacchetto di cellophane.

Un gesto che non è sfuggito agli uomini del vice questore Alessandro Tocco che, con l’ausilio di Enduro, il cane poliziotto impiegato nel sevizio antidroga, hanno ritrovato il sacchetto.

A gettarlo era stato un 22enne nigeriano ospite di una cooperativa di accoglienza di cittadini richiedenti asilo di Roccasecca. Nella busta c’erano 26 bustine di marijuana pronte per la vendita al dettaglio.

Il “pusher” è stato denunciato e dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

11 gennaio 2018 0

Controlli antidroga a Cassino, carabinieri sorprendono richiedente asilo a cedere dose

Di admin

CASSINO – Ieri sera a Cassino gli uomini del capitano Ivan Mastromanno, comandante della compagnia carabinieri hanno arrestato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, Lamin T., 28enne di nazionalità gambiana, richiedente asilo, già censito per rissa, rapina e segnalato quale assuntore di stupefacenti. Il giovane è stato sorpreso dai militari operanti dopo aver ceduto una dose di sostanza stupefacente, di grammi 1,625 circa, a un 38enne residente nel casertano.

I Carabinieri, al fine di reprimere il dilagante fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, hanno effettuato un servizio di pattugliamento in abiti civili lungo il viottolo che costeggia il fiume Gari ed hanno notato una persona che si avvicinava al 28enne e, dopo aver brevemente dialogato, si scambiavano qualcosa.

I Carabinieri intervenuti hanno bloccato i due soggetti, il 38enne casertano ha consegnato loro un involucro contenente sostanza stupefacente che aveva appena acquistato dal giovane di colore per un corrispettivo di dieci euro. L’immediata perquisizione effettuata sul posto ha consentito di rinvenire sul fermato due banconote da cinque euro, sottoposte a sequestro poiché ritenute provento di spaccio. In considerazione della flagranza il 28enne gambiano è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, come disposto dall’A.G. competente. L’acquirente, inoltre, è stato segnalato alla Prefettura di Caserta quale assuntore di sostanze stupefacenti.

21 dicembre 2017 0

Controlli antidroga della Polizia, arrestato nigeriano richiedente asilo

Di redazionecassino1

Frosinone – Un’intensa attività antidroga ha interessato il territorio del capoluogo: la Squadra Volante e le unità cinofile di Nettuno hanno perlustrato le zone considerate a rischio spaccio.

L’attenzione del reparto volanti della Questura di Frosinone è sempre costante nella lotta allo spaccio di stupefacenti cercando con un’azione incisiva di contrastare “tout court” sia la domanda che l’offerta.

Nelle ultime settimane gli operatori delle volanti si stanno concentrando in maniera stringente soprattutto nel contrasto all’attività di spaccio tra gli extracomunitari richiedenti asilo, dopo aver constatato, in considerazione di pregresse attività svolte nelle precedenti giornate, come sia dilagante questo genere di attività illecita proprio tra i cittadini extraUE.

Nella mattinata odierna dopo aver proceduto ad una perquisizione domiciliare in un’abitazione della zona bassa del capoluogo ospitante un cospicuo numero di cittadini richiedenti asilo, nella rete degli operatori è caduto un cittadino nigeriano ventottenne J.F, trovato in possesso di oltre 66 grammi di marijuana già confezionata in molteplici dosi pronta per la cessione.

L’uomo è stato arrestato per spaccio di sostanza stupefacente.

L’attività della Polizia di Stato non da tregua: l’attenzione resta alta e l’obiettivo è il contrasto assiduo della domanda e dell’offerta.