Tag: rimini

28 ottobre 2017 Non attivi

Da Rimini a Civitella Alfedena una mobilitazione in difesa dell’Orso Marsicano

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

È partita dalla riviera romagnola, domenica 22 ottobre, la più grande mobilitazione in difesa dell’Orso Marsicano, simbolo del Parco Nazionale dell’Abruzzo. Un’iniziativa fortemente voluta dalle Guide Ambientali Escursionistiche dell’Abruzzo.

Tutte le Guide si ritroveranno a Civitella Alfedena per la XXV Convention Nazionale che è iniziata il 25 ottobre e che si concluderà domenica 29 ottobre.

Due i percorsi seguiti particolarmente suggestivi. Una parte delle Guide Ambientali Escursionistiche sono partite da Rimini in bicicletta, seguendo la pista ciclabile adriatica, passando per Senigallia, ed arrivare, sempre in bicicletta, il 27 ottobre a Civitella Alfedena. Le altre sono partite domenica da Caramanico Terme per arrivare il 25 a Civitella Alfedena dopo 5 giorni di cammino. Spettacolari percorsi tra boschi di faggi che uniranno i Parchi Nazionali per l’Orso Marsicano. Sono stati ospiti della terra dell’Orso Bruno Marsicano, simbolo del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio, Molise con l’intento di dare un segnale forte all’opinione pubblica, agli enti, ai politici, affinché si creino dei corridoi ecologici tra le aree protette per la sopravvivenza di questa specie di plantigrado unica al mondo e a rischio di estinzione. Molte altre guide sono partite a piedi per raggiungere Civitella Alfedena, dai Monti Simbruini, dal Parco del Gran Sasso e Monti della Laga. Hanno attraversato boschi di faggio e vette dove spesso è capitato di incontrare segni della presenza dell’Orso bruno Marsicano, percorrendo 78 km. Hanno raggiunto Roccaraso passando l’Aremogna salendo sulle Gravare, raggiungendo il Monte Greco per scendere giù alla volta di Barrea dopo aver percorso 25km. Ben 365 chilometri per lanciare un messaggio chiaro in difesa dell’Orso Marsicano. Speriamo che il messaggio sia giunto a destinazione di chi deve adottare le misure necessarie per evitare l’estinzione di questo splendido mammifero plantigrado re incontrastato di luoghi suggestivi.

F. Pensabene

 

21 agosto 2017 0

Successo targato GallinaRock, Alternative Station di Rimini vince il contest 2017

Di redazionecassino1

Gallinaro – Un successo annunciato la tre giorni di musica e creatività andata in scena a Gallinaro dal 17 al 19 agosto. Ad iniziare dal contest che dal 2009 vede calcare il palcoscenico del GallinaRock da band emergenti provenienti da tutta Italia e che quest’anno ha visto trionfare gli Alternative Station. I giovanissimi ragazzi di Rimini già qualche mese fa erano risultati vincitori del contest “Standing Ovation” che gli aveva permesso di suonare al concertone dei record di Vasco Rossi a Modena. Un successo anche social quello del festival: dirette video con riprese televisive in hd a trasmettere l’intero contest. Sull’area, ma soprattutto sul palco, cinque telecamere, fisse e mobili a filmare l’evento. Backstage in collegamento, subito dopo le esibizioni, senza alcuna interruzione nei passaggi dal palco. Una diretta che nessun altro contest indipendente aveva mai prodotto prima d’ora in Italia. Mozzafiato la scenografia che la direttrice artistica del GallinArtRock, Fausta Dumano, ha previsto nel suggestivo Parco San Leonardo, con esposizioni ed estemporanee d’arte di Aurora Agrestini, Livio Antonucci, Peter Barone, Collettivo autonomo Cerva Anomala, Paolo D’Amata, Desirè D’Angelo, Fattedancool, Fiorenzo Lucarelli, Noa, Giusy Milone, Marika Moretti e Melanie Tullio. Dopo la sfida degli emergenti, sul palco a scaldare la platea in vista del gran finale ci hanno pensato le sonorità partenopee di Jovine. Con un mix di canzoni del nuovo album e dei grandi successi targati 99 Posse. Sabato invece è calato il sipario sull’evento con le vibrazioni e le emozioni che solo i Marlene Kuntz (nella foto) potevano regalare. Oltre due ore di show per omaggiare il pienone di pubblico registrato. La band di Cristiano Godano che dal 1990 calca i palcoscenici più importanti della penisola non si è risparmiata regalando un finale dalle emozioni. Entusiasti gli organizzatori dell’Associazione Cultuale “Talenti” con a capo il patron Luigi Vacana. Con lui la produzione esecutiva di Nicola D’Annibale, la Direzione Artistica della Industrie Sonore di Marco Di Folco e la Direzione Geneale di Cristiano Bella, Filomena Broccoli, Carla Cellucci, Michele Franciosa, Andrea Pacitti, Pietro Pallisco, Matteo Oi, Cristina, Elisa, Ennio Schiavi e Nicola Schiavi, Barbara Tamburrini, Lallo Tullio.

 

4 agosto 2010 0

Vasto scalza Rimini e diventa la “capitale” dell’Italia dei Valori

Di redazione

Vasto scalza Rimini e la città adriatica anche quest’anno ospiterà la festa nazionale dell’Italia dei Valori. L’artefice di questo piccolo ‘miracolo’, considerato impossibile fino a qualche settimana fa, è Paolo Palomba, consigliere regionale dell’IdV e leader del partito nel Vastese. E così i riflettori della politica e della stampa nazionale e internazionale saranno puntati su Vasto, in settembre, grazie alla ‘battaglia’ personale condotta e vinta dal consigliere regionale Palomba. La notizia è stata ufficializzata pochi minuti fa proprio dal consigliere regionale, in contatto continuo con la segreteria nazionale del partito e con lo stesso presidente Di Pietro. “E’ stata una vera e propria battaglia, alla quale mi sono dedicato con tutte le forze, ma alla fine ne siamo usciti vincitori. – comunica, con comprensibile soddisfazione, Paolo Palomba – La festa nazionale dell’Italia dei Valori sarà ospitata, ancora una volta, a Vasto. Un risultato straordinario, un’opportunità per la città, per l’intero comprensorio, con tutto ciò che l’evento significherà non solo in termini politici, ma anche di occasione turistica per le attività ricettive e gli imprenditori di zona”. L’appuntamento di livello nazionale è previsto per i prossimi 17, 18 e 19 settembre quando Vasto sarà la vera ‘capitale’ politica d’Italia. Il giorno 16, invece, i quadri nazionali del partito si incontreranno, sempre a Vasto, per una riunione tecnico-politica. “Siamo riusciti a far anticipare la festa di più di un mese per fare in modo che la location di Vasto fosse idonea. – continua Palomba – Ringrazio il presidente Antonio Di Pietro che ha creduto nella nostra città ancora una volta, concedendole il lusso di ospitare un evento di tale portata”.