Tag: salvano

7 giugno 2017 0

Jack scappa e rimane incastrato su un albero, vigili del fuoco salvano grosso pappagallo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Aprilia – E’ scappato dal suo padrone ed è rimasto intrappolato sulla cima di un grosso albero.

Per salvare Jack, un pappagallo di razza Ara Ararauna, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Aprilia.

Il grosso volatile si è allontanato dall’alloggio di via del Tufetto ma, nella sua passeggiata in libertà, il laccetto che portava alla zampetta è rimasto incastrato ad un ramo sulla cime dell’albero su cui si era appollaiato.

L’intervento dei vigili del fuoco, muniti di autoscala, è stato provvidenziale. Il pappagallo è stato liberato e affidato al suo padrone.

 

18 aprile 2017 0

Fiamme in azienda agricola a Nepi, i pompieri salvano decine di vitelli

Di admin

Nepi – Oltre 300 balloni di fieno stanno alimentando dalle 18 di oggi un grosso incendio a Nepi. Le fiamme si sono levate dalla rimessa di una azienda agricola in località “Impiccato”.

A rischio c’erano decine di vitelli nella vicina stalla e l’intervento dei vigili del fuoco di Civitacastellana, unitamente ad altri mezzi di supporto, è servito ad evitare che anche gli animali bruciassero vivi. Le balle di fieno, però, stanno alimentando un enorme falò. Il rogo è ancora in atto.

5 dicembre 2016 0

Referendum, l’affluenza ha fatto la differenza e gli italiani salvano la Costituzione

Di admin

Dall’Italia – “Volevo tagliare le poltrone, non ci sono riuscito, così chi perde la poltrona sono io”. Sa di malcelato vittimismo il commento del Primo Ministro Matteo Renzi, ammettendo la sconfitta al referendum con il quale chiedeva di stravolgere la Carta Costituzionale. Doveva essere un testa a testa, un botta e risposta tra si e no, ma di no se ne sono visti ben 19.417.671, il 59,12% e di si circa sei milioni in meno, 13.428.345, il 40,88% dei votanti. L’affluenza ha fatto la differenza, una rima non cercata ma che ci sta tutta dato che alle urne, in un solo giorno, si sono recati il 65,48% (compreso il dato degli Italiani all’estero) degli aventi diritto. Un risultato che il Governo in carica voleva portare a casa spingendo il si, sperando anche sul fatto che il risultato sarebbe stato valido anche se non fossero andati a votare il 50% degli aventi diritto. Ma quel 15% per cento in più ha fatto la differenza e ieri sera, a mezzanotte, Renzi ha accettato la sconfitta annunciato le dimissioni del suo Governo previste per oggi pomeriggio. Cantano vittoria sull’altro fronte, quello del No tra cui anche politici vecchi e nuovi che ne hanno fatto un cavallo di battaglia per emergere, ma l’unica che può cantare vittoria è la Carta Costituzionale che gli italiani hanno salvato dall’arrembaggio della Politica. Ermanno Amedei