Tag: Scauri

13 settembre 2018 0

Sequestrati a Scauri 40 kg di datteri di mare, denunciato 50enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

MINTURNO – Ha scassinato pareti di scogli per estrarre 40 chili di datteri di mare. Ad inchiodare un 50enne alle sue responsabilità sono stati i militari della Guardia Costiera di Scauri in collaborazione con quella di Formia entrati in azione dopo preziose segnalazioni fatte da alcuni cittadini.

La presenza di un subacqueo che stava asportando datteri di mare nei pressi della scogliera a ridosso del Monte d’Oro a Scauri non era infatti passata inosservata.

Dopo un’attività di monitoraggio dell’area in questione durata diverse ore, i militari sono riusciti ad individuare una persona intenta nella dannosa pesca del dattero di mare, nonostante avessero messo in atto una strategia di sorveglianza con delle sentinelle al fine di eludere l’eventuale arrivo delle Forze di Polizia.

Prima dell’alba mentre il trasgressore, al termine dell’attività di raccolta del prezioso mollusco, si preparava a caricare sulla propria autovettura i circa 40 chilogrammi di datteri di mare raccolti e l’attrezzatura utilizzata (bombole, maschere, pinne e martello), la Guardia Costiera, anche grazie all’ausilio di una pattuglia dei Carabinieri presente in zona, lo ha fermato, e durante la perquisizione, ha rinvenuto appunto il prezioso bottino.

Il trasgressore, tale A. L. di circa 50 anni originario della provincia di Napoli, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino per il reato previsto dalla normativa comunitaria e nazionale che prevede il divieto di cattura, detenzione a bordo, trasbordo, sbarco, magazzinaggio, vendita, esposizione e la messa in vendita del dattero di mare (Lithophaga lithophaga) con la pena dell’arresto da due mesi a due anni o con l’ammenda da 2.000 euro a 12.000 euro.

Il prezioso mollusco e la relativa attrezzatura sono state poste sotto sequestro.

I datteri, dal valore commerciale di circa cinquemila euro, saranno distrutti mediante dispersione in mare. La pesca di tale prodotto, da trent’anni è vietata poiché provoca alterazioni ai fondali rocciosi con distruzione dell’ambiente marino che  solo il trascorrere di svariate decine di anni consente il ripristino del danno ambientale.

12 giugno 2018 0

Pesca di frodo a Scauri, sub sorpreso con 108 datteri di mare

Di admin

MINTURNO – Questa mattina la Capitaneria di porto di Gaeta con il personale della Guardia Costiera di Scauri ha svolto un’operazione mirata alla difesa del dattero di mare. I militari, infatti, al termine di un’attività d’informazione e monitoraggio, sono riusciti ad intercettare un sub lungo la scogliera del Monte d’Oro di Scauri intento ad effettuare pesca in zona vietata. Dopo aver osservato l’attività del pescatore, che procedeva con continue immersioni, gli agenti sono riusciti  ad avere contezza che era in corso un’attività di pesca vietata.

Il personale della Guardia Costiera ha deciso, così, di intervenire per fermare il pescatore di frode. I militare, nel corso dell’ispezione del prodotto appena pescato hanno constatato che si trattava di datteri di mare.

Il soggetto D. S. originario di Minturno è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria di Cassino con contestuale sequestro penale di 108 esemplari di datteri di mare (Lithophaga Lithophaga) nonché dell’attrezzatura servita per l’estrazione, tra cui un martello utilizzato per frantumare la scogliera e consentire l’asportazione del dattero. Il prezioso mollusco, la cui pesca, detenzione, trasporto e commercializzazione è vietata in qualunque stato di crescita è tutelato da una severa disciplina sanzionatoria, con l’arresto fino a due anni ed una ammenda fino a dodicimila euro.

La pesca dei datteri di mare, da trent’anni, è vietata poiché l’estrazione di tale mollusco bivalvo provoca alterazioni ai fondali rocciosi con distruzione e deturpamento dell’ambiente marino: solo il trascorrere di decine di anni consente il ripristino del danno ambientale perpetrato.

I datteri di mare sequestrati, che sul mercato avrebbero avuto un alto valore commerciale, venivano così rigettati in mare non essendo prevista alcuna forma di commercializzazione.

27 novembre 2017 0

Cassino cala il poker, sconfitto Scauri al PalaVirtus

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino continua la sua corsa, sconfigge la combattiva formazione del litorale sud pontino, il Basket Scauri e inanella la quarta vittoria consecutiva in questo Campionato nazionale di Serie B, girone D, edizione 2017-18 in occasione della decima giornata della regular season, girone di andata.

Alla vigilia però molti addetti ai lavori avevano fotografato il match come un derby di alta quota. In effetti alla palla a due arrivava due formazioni che possono contare su un bottino non indifferente di 10 punti in classifica. Due formazioni dunque appaiate a quota 10 punti.

La pratica per i cassinati però non è stata affatto semplice da archiviare. Gli uomini viaggianti in maglia bianco blù sostenuti da un appassionato pubblico al seguito hanno reso più che difficile la vita a Carrizo e compagni.

Questi ultimi però prima del match avevano potuto festeggiare una prima buona notizia. Infatti in panchina per i benedettini si accomodava dopo oltre due mesi di assenza e per la prima volta in questo campionato il pivot titolare di Vettese, Simone Bagnoli. Il forte giocatore rossoblù riassaporava in tal modo, come scritto, dopo quell’incubo iniziato il 15 settembre, l’odore del parquet ed il sapore di un evento agonistico, lui che è veterano di mille battaglie. C’è da dire che il coach della BPC, Luca Vettese, non lo chiamerà mai in causa nel corso della tenzone ma il rivederlo in campo al momento della presentazione è stato accolto dal pubblico della Città martire con un grande e lungo applauso quasi liberatorio.

Detto di questa buona notizia non si può sottolineare invece come la BPC Virtus Cassino sia caduta nel corso del match in amnesie e passaggi a vuoto che hanno costellato il cammino sin qui in campionato della truppa Vettese.

E iniziamo subito col raccontare gli ultimi minuti di gioco di una gara virtualmente chiusa dal “rabbioso” tap-in di un redivivo Nicolò Petrucci su una conclusione dalla lunga distanza di Enzo Cena.

Il tabellone a 4 minuti e rotti dal termine segna a questo punto il 76 a 60 per i padroni di casa.

Match virtualmente in ghiaccio? Assolutamente no, perchè con la BPC di quest’anno non si può mai dormire sonni tranquilli.

“Ho visto materializzarsi nuovamente il fantasma del finale della gara con Barcellona” commenterà poi in sala stampa il Direttore Sportivo della Virtus Cassino, il dott. Leonardo Manzari .

Ed è proprio così perché in soli tre minuti e mezzo Richotti, Serino, Longobardi ma tutti gli atleti scauresi mettono a segno un pazzesco parziale di 15 a 2.

Tutto è riaperto a 1 minuto e 35 secondi dal termine allorquando il punteggio sul tabellone recita 78 a 75. In buona sostanza la distanza tra le due contendenti si assottiglia ad un solo possesso.

Si rende necessaria, serve per i padroni di casa una buona dose di forza mentale e soprattutto di sangue freddo per arginare l’emorragia emotiva di un inerzia completamente spostata in favore di Scauri. Esaltata e sospinta, quest’ultima, dal pubblico viaggiante. Annichilito sull’altro fronte il tifo rossoblù che assiste impietrito al materializzarsi di un altro possibile incubo.

Serviva un esorcista. Serviva un uomo dal sangue gelido.

Ed ecco che si materializza sul parquet del Pala Virtus di Via De Feo il profilo giusto, quello del numero 99 con la V sul petto, Manuel Carrizo, il quale con un paio di capolavori tecnici manda in visibilio il versante rossoblù ed impedisce ai ragazzi di Sabatino il materializzarsi di un sogno coltivato con abnegazione e impegno straordinari.

Ad un minuto e mezzo dal termine una delle azioni più belle a memoria di tifoso Virtus.

Il pressing degli uomini del sud pontino impedisce a Lorenzo Panzini di prendere palla per impostare l’azione. 78-75 recita il tabellone.

Impedisce di portare avanti il pallone ma se ne occupa Biagio Sergio , il fantastico lungo cassinate ( altra doppia doppia per lui stassera con 18 punti realizzati e ben 10 rimbalzi , ndr) non ha paura e supera la metà campo innescando lo stesso Panzini sull’arco dei 6.75.

Il play cassinate gioca un pick and roll laterale con Manuel Carrizo che disorienta il controllore del fuoriclasse argentino, Longobardi.

Carrizo non ha paura, e come potrebbe averne…

Sospensione dai 7 metri abbondanti e solo cotone per l’ala piccola cassinate. E’ un boato che rende questa partita bellissima per l’intensità ed il pathos che solo la palla a spicchi riesce a regalare.

Un lungo boato accompagna lo splendido gesto tecnico del rossobù che fissa il punteggio sull’ 81 a 75 a poco più di un minuto dal termine .

Scauri sbaglia sull’altro fronte e Manuel Carrizo sente l’odore della vittoria.

E’ in assoluta trance agonistica, raccoglie nuovamente il pallone e dal lato sinistro del canestro avversario , ben marcato da Serino , mette a segno un tiro pazzesco che fissa il punteggio sull’ 83 a 75 .

Il resto sono solo titoli di coda.

La gioia pervade il Pala Virtus nel versante dei tifosi padroni di casa.

Manuel Carrizo è senza dubbio l’MVP di giornata con i suoi 19 punti e gli otto, dicasi otto assist distribuiti ai compagni di squadra.

I cassinati inanellano la quarta vittoria consecutiva e raggiungono quota 12 in classifica. Sabato prossimo, 2 dicembre si torna al Pala Virtus, con ospite Capo d’Orlando e sarà un’altra battaglia sportiva statene certi.

BPC Virtus Cassino – Basket Scauri 85-77

Parziali 19-20, 23-15, 21-17, 22-25

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 19 (5/7, 3/3), Biagio Sergio 18 (5/7, 1/3), Nicolò Petrucci 16 (2/6, 4/6), Enzo Cena 15 (4/7, 1/7), Lorenzo Panzini 9 (2/5, 1/5), Maurizio Del Testa 8 (4/4, 0/5), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De Ninno 0 (0/1, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Simone Bagnoli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 12 – Rimbalzi: 36 12 + 24 (Biagio Sergio 10) – Assist: 26 (Manuel Carrizo 8)

All. Vettese Ass. Incelli

Basket Scauri: Serino 19 (8/13, 0/1), Provenzani 14 (4/9, 2/5), Longobardi 13 (1/5, 3/6), Richotti 10 (4/8, 0/1), Marzullo 9 (2/3, 1/4), Manzo 8 (2/2, 1/3), Casoni 4 (2/2, 0/1), Zolezzi 0 (0/0, 0/0), Okon 0 (0/0, 0/0), Chakir 0 (0/0, 0/0),  Varga 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Serino 9) – Assist: 17 (Richotti 9)

All. Sabatino Ass. Pontecorvo

MVP : Manuel Carrizo

25 novembre 2017 0

Derby d’alta quota al PalaVirtus arriva il Basket Scauri

Di redazionecassino1

Un altro esame importante, dunque, quello che dovranno affrontare, nell’incontro valevole per la 10° giornata del Campionato di Serie B Girone D, gli uomini di coach Luca Vettese, i quali dopo aver battuto in trasferta la Treofan Battipaglia, affronteranno in un importante match al PalaVirtus, il Basket Scauri.

Le due squadre, infatti, hanno per ora gli stessi punti, ed una vittoria, sarebbe di sicura importanza per entrambe le formazioni, per distanziarsi l’una dall’altra in classifica.

Come per la Virtus, anche Scauri viene da un mini-ciclo di 2 vittorie consecutive contro Patti e Catanzaro, che insieme alle vittorie contro Palestrina, Battipaglia e Cagliari, hanno costituito l’attuale bottino di 10 punti in regular season.

Per la società del patron Di Cola, allenata da coach Sabatino, un mix, quest’anno, di atleti esperti e giovani ma di indiscusso valore, che di conseguenza la rendono impegnativa cliente per tutte le sue dirette concorrenti.

A guidare la squadra biancoblu, è rimasto anche quest’anno lo storico playmaker italo-argentino Dante Richotti, giocatore classe ’85, da ormai 8 anni presenza stabile nel roster di Scauri. Per lui, anche un campionato e una Coppa Italia di categoria, conquistata ai tempi della Serie C, insieme all’attuale componente della formazione cassinate, Simone Bagnoli.

A dargli manforte, in cabina di regia, troviamo l’ex Stella Azzurra Roma, Vincenzo Provenzani, giocatore classe ’99 in grado di ricoprire allo stesso tempo, sia lo spot di playmaker che di guardia. Per lui, in queste prime nove giornate, 10.8 punti realizzati a partita in quasi 24 minuti di utilizzo, con il 41% da 2 e il 36% da 3, che lo rendono uno dei giovani più promettenti di tutta la Serie B.

Veniamo, dunque, all’altra guardia-ala piccola, del quintetto base, Marzullo, proveniente dal settore giovanile della XL Extralight Montegranaro, con il quale ha conquistato lo scorso anno da under aggregato, la promozione in A2, secondo campionato nazionale cadetto; per il classe ’98, al momento 6.6 ppg in 23 minuti giocati, con il 64% da 2, il 32% da 3 e quasi tre rimbalzi catturati per gara.

Nel settore lunghi, allora, tanta qualità per la formazione di coach Sabatino, che può contare certamente su due giocatori importanti e “di serie”, come Longobardi e Serino. Il primo, proveniente dalla All Foods Firenze di coach Niccolai, viaggia ad una media di 11.7 punti a partita in 30 minuti di utilizzo; l’ex Palestrina, al contrario, è decisamente uno dei giocatori più influenti di tutta la serie cadetta con più di 17 punti segnati a gara, che dopo tre finali con Agropoli, Montegranaro e Palestrina, lo rendono una “chioccia” e un esempio da seguire per i suoi compagni, grazie soprattutto alle sue innumerevoli esperienze vincenti in giro per l’Italia.

A completare il roster, Mannarelli, Zolezzi, Okon, Scampone, Manzo, Varga, Chakir, Casoni.

“Abbiamo l’obbligo di continuare a cavalcare la nostra striscia di vittorie” commenta l’assistant coach della Virtus Cassino, Serena Incelli.

“Dopo un inizio zoppicante solo in termini di risultati, dobbiamo continuare a giocare come abbiamo fatto in queste ultime partite. Vincere, aiuta a vincere, ed anche questa volta non dovremo aver paura ad entrare in campo per ‘ammazzare’, metaforicamente parlando, la partita. A Battipaglia, purtroppo, non è stato così, e noi come staff abbiamo lavorato in settimana con i nostri ragazzi per metterli nelle migliori condizioni di rendere al massimo, per non tenere più ‘a galla’ l’avversario per tutti e quaranta minuti di gioco. Con Scauri sarà una partita di nervi, dove servirà avere il sangue freddo e ben chiaro in mente il piano partita da seguire. Ho visto in questi allenamenti pre-gara, tanti altri miglioramenti da parte nostra sia come gruppo, che come singoli; sono sicura che non deluderemo i nostri tifosi vendendo cara la pelle, e impegnandoci al 110% su tutte le palle, per portare a casa il risultato pieno”.

Sugli altri campi, Valmontone sarà di turno nell’anticipo del sabato, sul campo della Tiber Roma, mentre Barcellona attende tra le mura amiche la Stella Azzurra Roma. Costa D’Orlando attende Venafro, quando Patti e Cagliari scenderanno in campo alla ricerca di quei due punti, che mancano da troppo tempo per entrambe le formazioni. A concludere il programma, Palestrina-Battipaglia, Isernia-Salerno e Catanzaro-Luiss Roma.

Al PalaVirtus, invece, l’appunto è sabato 25 novembre, palla a due ore 18:00.

 

ROSTER BASKET SCAURI: Davide Serino, Vincenzo Provenzani, Simone Manzo, Andrea Longobardi, Vincent Okon, Raffaele Marzullo, Dante Richotti, Andrea Zolezzi, Federico Casoni, Giordano Chakir, Giorgio Mannarelli, Alexandru-cristian Varga.

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Lorenzo Panzini, Biagio Sergio, Enzo Cena, Maurizio Del Testa, Manuel Carrizo, Niccolò Petrucci, Fabrizio De Ninno, Giuseppe Di Poce, Fabio Guglielmo, Robert Banach, Simone Bagnoli.

 

19 aprile 2017 0

Capolavoro della Virtus Cassino, Scauri ko: 82 – 70

Di redazionecassino1

Cerotti a go-go, ma il cuore e la forza oltre l’onore della BPC Virtus Cassino sono senza limiti. Esultano e fanno festa alla sirena dei 40 minuti di gioco gli oltre cento, 100, tifosi che affollano il settore ospiti del Palasport del litorale di Scauri, frazione di Minturno, provincia di Latina.

La penultima di ritorno della regular season del Campionato Nazionale di Serie B, girone C, edizione 2016-17, poneva di fronte in un match caldissimo i delfini del Basket Scauri ed i lupi della BPC Virtus Cassino. La gara si disputava al Palazzetto dello Sport di Scauri, il PalaBorrelli, ed era una sorta di dentro o fuori per i padroni di casa che si giocavano al cospetto del proprio pubblico, gran parte delle chance di agguantare la post – season dei playoff, che invece sulla sponda cassinate era stata conquistata con largo anticipo per il terzo anno consecutivo.

Ma la BPC Virtus Cassino aveva ancora l’obbligo di continuare a salire in classifica nella speranza, l’ultima a morire, di poter agguantare il quarto posto in classifica occupato da Valmontone.

Ed i risultati provenienti dagli altri campi confermavano, a mano a mano che si andava avanti nel corso della gara che bisognava raggiungere la vittoria per alimentare l’esile fiammella della improbabile più che possibile scalata al gradino più basso del podio del girone C.

E Birindelli e compagni non hanno mollato di un solo centimetro andando a conquistare i due punti in un catino infuocato e pieno di passione che sommati agli altri , fanno 40 punti in classifica con una giornata di anticipo sul previsto termine della stagione regolare.

La Virtus Cassino era giunta all’appuntamento di Scauri piena di incertezze che provenivano dallo stato di salute dei propri effettivi.

Una lunga serie di contrattempi con giocatori recuperati all’ultimo minuto mentre altri assolutamente non in grado di scendere in campo. Ma andiamo con ordine. Non sono della partita Gianluca Valesin (10.27 punti di media a partita in stagione, 52% dalla media e 42% da oltre l’arco dei 6.75 in 24 gare disputate con oltre 24 minuti di impiego da parte dell’allenatore dei lupi rossoblù) e Valerio Marsili ( 4.41 punti di media in stagione, 48 % dalla media in 27 gare disputate con quasi cinque rimbalzi di media a partita 14 minuti di impiego da parte di coach Vettese) per problemi fisici e anche Bagnoli parte dalla panca per gli stessi problemi che condizioneranno la sua incolore prestazione.

Pertanto coach Vettese deve effettivamente far “girare” il roster a sette con il prezioso contributo dalla panca anche se per soli 8 minuti di Serra.

La cronaca della gara si potrebbe racchiudere in un avvio pazzesco di Cassino che allorquando il cronometro segnava 6’ 08” al termine della prima frazione di gioco conduce per 18-0, frutto di una difesa di ferro ”… a proposito e c’era chi diceva che Luca Vettese non curasse e non sapesse allenare questo aspetto… mi viene solo da sorridere “dichiarerà al termine della gara il DS dei cassinati, Leonardo Manzari, con una malcelata e sottile ironia.

E’ proprio qui che gli ospiti costruiscono il proprio bottino di sopravvivenza per resistere alla foga agonistica della Scauri dei canestri.

Coach Sabatino Renatino schiera a questo punto dalla panca, J.Giammò che scuote i suoi compagni e rende meno doloroso il tabellone per i padroni di casa al termine del primo quarto, Scauri 7 – Cassino 19.

Nel secondo quarto gli ospiti cassinati riprendono a macinare gioco allungando e raggiungendo in un amen quello che può essere considerato il massimo vantaggio della partita, +22 (11-33 dopo 3’15”). Il sigillo, con un canestro dalla lunga distanza, è quello di uno degli artefici della stagione rossoblù , Biagio Sergio. Il quintetto scaurese però a questo punto del match deve essere in grado di reagire anche perché è spinto da un tifo incessante, grazie all’orgoglio riesce a trovare finalmente il filo di Arianna nel labirinto di un attacco asfittico, che permette di piazzare un parziale di 18-11 con cui si chiude il primo tempo, + 15 per i cassinati, 29-44.

Sin qui Cassino si è aggiudicato i primi due quarti. Ma è al rientro dallo spogliatoio del lungo intervallo che il “capolavoro” tattico di Sabatino, zona 2-3, riesce a imbrigliare, complice uno svogliato Bagnoli che perde 3 palloni di fila, l’attacco cassinate. I tre palloni persi dallo svogliato centro cassinate rappresenteranno il gap con cui si chiude la frazione a favore di Scauri, 20 a 13. 57 a 59, + 8 per i viaggianti.

Ultima frazione mai realmente in bilico, timido tentativo di portarsi a – sei con Luca Antonietti da tre, 67 – 73, quando siamo a meno di tre minuti dal termine ma Birindelli ricaccia subito indietro i padroni di casa, 76 – 67, con due incursioni delle sue, una finalizzata, l’altra con un uno su due dalla linea dei liberi. La gara è ai titoli di coda, vincono gli ospiti. 82-70 il risultato finale.

A nulla sono valsi i 16 liberi a favore dei padroni casa contro i soli 7 per i virtussini, a nulla sono valsi i 19 falli fischiati a favore dei padroni di casa contro i soli 11 per Del Testa e compagni. Nonostante le situazioni tecnico/ambientali oggettivamente a vantaggio dei padroni di casa, lo strapotere tattico messo in campo da coach Vettese ha avuto la giusta ricompensa.

La BPC Virtus Cassino tornerà in campo sabato prossimo 22 aprile alle ore 20.30 al PalaVirtus di Cassino per affrontare Teramo.

Nel frattempo la Virtus Cassino ha indetto una conferenza stampa per il giorno 24 aprile alle ore 17.00 presso la Sala San Benedetto della Banca popolare del Cassinate in Cassino.

 

Basket Scauri – BPC Virtus Cassino 70-82

Parziali: 7-19, 22-25, 20-13, 21-25

Basket Scauri: Antonietti 20 (7/11, 2/4), Giammo 18 (4/4, 2/9), Boffelli 13 (1/6, 1/4), Richotti 10 (4/6, 0/3), Merella 9 (3/4, 1/6), Osmatescu 0 (0/4, 0/0), Varga 0 (0/1, 0/0), Pimpinella 0 (0/0, 0/0), Pensiero 0 (0/0, 0/0), Scampone 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 30 5 + 25 (Boffelli 10) – Assist: 6 (Richotti 6)

All. R.Sabatino

BPC Virtus Cassino: Biagio Sergio 18 (3/4, 4/6), Simone Bagnoli 18 (9/15, 0/0), Nicolò Petrucci 15 (1/4, 4/9), Duilio ernesto Birindelli 10 (4/6, 0/0), Lorenzo Panzini 8 (1/3, 2/6), Maurizio Del testa 5 (1/2, 1/4), Renato Quartuccio 4 (2/4, 0/2), Filippo Serra 4 (1/3, 0/0), Valerio Marsili 0 (0/0, 0/0), Gugliemo Fabio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 38 7 + 31 (Simone Bagnoli, Lorenzo Panzini 9) – Assist: 10 (Simone Bagnoli, Lorenzo Panzini 3)

All. L.Vettese

MVP : LUCA VETTESE

6 gennaio 2017 0

L’anno nuovo inizia bene per la Virtus Cassino. Battuto Scauri al PalaVirtus

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino dopo quasi un mese dall’ultima sfida consumata al PalaVirtus della città martire torna a calcare il parquet amico per affrontare la mina vagante Basket Scauri . Una pericolosissima insidia che gli artificieri in maglia rossoblù hanno ben disinnescato al termine di una gara condotta sempre in controllo assoluto al cospetto di un pubblico delle grandi occasioni . Infatti il Palasport cassinate era al limite della capienza consentita di 400 anime sugli spalti. Un pubblico appassionato, con folta rappresentanza pontina e gara caratterizzata da fair play assoluto sia in campo che sugli spalti . Era un match crocevia , come lo aveva dipinto alla vigilia della tenzone il coach rossoblù , Luca Vettese , un match importantissimo per le sorti dell’intera regular season di Bagnoli e compagni e Cassino , la Cassino dei canestri che contano, non lo ha fallito. Gli uomini con la “V” sul petto hanno subito aggredito l’incontro e lo hanno posto sotto il proprio controllo per ben 36 minuti in totale . Prova ne sia anche la valutazione finale che le squadre avranno al termine dell’incontro ; fa fede infatti per i padroni un 118 totale mentre gli ospiti scauresi possono vantare un 59 in totale . Insomma la BPC ha dominato l’incontro e solo un 12 a 5 di parziale per gli ospiti nel garbage time di fine quarta frazione ha consentito ai ragazzi di coach Sabbatino di limitare i danni fino al meno 12 finale. La prestazione di squadra per la BPC è arricchita anche dal dato numerico offensivo . Vettese ha fatto in modo di iscrivere a referto ben 9 giocatori su 10 , il solo Potì non ha realizzato punti ; di questi 9 atleti ben cinque giocatori sono andati in doppia cifra , Bagnoli – Giampaoli – Valesin – Del Testa e Sergio . L’ex di turno , Simone Bagnoli , ha messo insieme un’altra prestazione monstre , 19 punti e 16 rimbalzi , ennesima doppia-doppia della sua stagione in maglia rossoblù. Le due squadre su schierano con uno starting five abbastanza atteso . Spicca sin da subito il duello tra Boffelli l’arma offensiva pontina e il capitano del Cassino , Maurizio Del Testa. Prove di assestamento per i padroni di casa mentre con una tripla dall’angolo di Mastrangelo gli ospiti progettano di sorprendere Quartuccio e compagni, 8 a 4 per i pontini quando al quarto minuto di gioco della prima frazione mancano 20 secondi . La reazione della Virtus però è veemente e sale in cattedra un positivissimo Biagio Sergio che con una serie di canestri , il primo dei quali la tripla che riavvicina i cassinati allo Scauri 7-8 , fa in modo che Vettese possa dormire su sette guanciali perché la BPC s’impossessa del timone di comando delle operazioni ed in un crescendo rossiniano arriva fino a marcare + 10 di margine con la tripla del bravissimo Giampoli di stasera 23-13 a 40 secondi dalla prima frazione . Ma i cassinati si addormentano di colpo e subiscono in soli trenta secondi un 5-0 che fa infuriare coach Vettese . La prima frazione di gioco va in archivio sul 23 a 18 per la BPC Virtus Cassino. Da sottolineare come dal quinto minuto dei primi dieci di gioco la Virtus abbia messo il muso avanti e non permetterà mai più a Boffelli e compagni di operare il contro sorpasso . Nella seconda fazione di gioco il massimo vantaggio Cassino lo raggiunge quando il cronometro ha superato da 20 secondi la metà del tempo di gioco con una tripla mortifera di capitan Del Testa , + 14 , 42 a 28 . Ma gli uomini di Vettese non hanno in dote il killer instinct stasera per “ammazzare” la gara e perdono palloni su palloni in specie in transizione , se ne conteranno 21 al termine dei quaranta minuti. Questo , come detto, fa infuriare e non poco l’allenatore benedettino che rimarcherà il dato a fine gara in sala stampa “Dobbiamo essere più concreti e meno frettolosi , dobbiamo gestire meglio i vantaggi che riusciamo a collezionare . Il dato delle palle perse è quello che mi fa arrabbiare molto perché devo dire che siamo stati davvero molto bravi al contrario a gestire i ritmi gara e soprattutto a non consentire mai a Scauri di rientrare nel match. Devo comunque fare i complimenti al mio collega Sabbatino perché ha messo su un team davvero ostico e soprattutto con molte soluzioni offensive” conclude coach Vettese . Il terzo quarto inizia con la Virtus Cassino avanti di 9 lunghezze , 46 – 37. E’ ,la frazione in questione, sostanzialmente un monologo cassinate che viene suggellata ancora una volta dalla mortifera conclusione di Maurizio Del Testa che sulla sirena suggella un più che eloquente 69- 51 per le “V” rossoblù. La quarta frazione non ha una grande storia , monologo cassinate per 3/4 e poi piccolo ritorno , come scritto sopra, per i pontini, che fissa il punteggio finale su un più che dignitoso 88 a 76 per i viaggianti. La BPC Virtus Cassino adesso sarà attesa domenica prossima 8 gennaio alle ore 18.00 sul parquet della matricola terribile Teramo . Sarà l’ultima gara del girone di andata . Una gara da prendere con le cosiddette molle e che Bagnoli e compagni dovranno affrontare con la massima attenzione per non cadere nelle sabbie mobili che Tessitore e soci vorranno porre sul loro cammino .

BPC Virtus Cassino – Basket Scauri 88-76 Parziali : 23-18, 23-19, 23-14, 19-25 BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 19 (6/10, 0/0), Gianluca Valesin 15 (3/9, 2/2), Andrea Giampaoli 15 (1/2, 3/5), Biagio Sergio 12 (2/4, 2/6), Maurizio Del Testa 11 (0/1, 3/11), Valerio Marsili 6 (3/4, 0/0), Duilio Birindelli 5 (1/1, 1/1), Renato Quartuccio 4 (1/1, 0/1), Filippo Serra 1 (0/0, 0/0), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1) . All. Vettese Tiri liberi: 21 / 27 – Rimbalzi: 47 11 + 36 (Simone Bagnoli 16) – Assist: 26 (Biagio Sergio 5) Basket Scauri: Markus 18 (7/12, 0/1), Boffelli 14 (3/7, 1/5), Richotti 13 (3/8, 2/2), Antonietti 12 (2/4, 2/5), Merella 10 (3/5, 1/4), Mastrangelo 5 (1/4, 1/4), Osmatescu 4 (2/7, 0/1), Lombardo 0 (0/1, 0/0), Varga 0 (0/0, 0/0), Scampone 0 (0/0, 0/0) All. Sabbatino Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Antonietti 9) – Assist: 15 (Richotti 8)

8 ottobre 2016 0

Truffa un’anziana a Scauri, campano arrestato dai carabinieri

Di admin

Minturno – Riesce a truffare una anziana a Scauri ma finisce in galera grazie all’intervento dei carabinieri. A finire in manette è stato V.P., 42enne di Napoli in trasferta nel sud pontino.

I fatti risalgono ad ieri pomeriggio, quando un’anziana signora è stata contattata telefonicamente da una complice dell’arrestato, la quale spacciandosi per la nipote della donna, le preannunciava che a breve sarebbe arrivato presso la propria abitazione un corriere, al quale avrebbe dovuto consegnare la somma di 1.400 euro, per l’acquisto di un computer.

Dopo la telefonata, l’uomo,effettivamente, ha bussato alla porta dell’anziana e si è fatto consegnare, in contanti, l’importo pattuito, lasciando un “pacco” al cui interno è stato poi rinvenuta la “carcassa” di un computer.

A quel punto, la vittima consapevole di essere stata truffata, ha chiamato i Carabinieri, fornendo una dettagliata descrizione del “corriere”.

Le immediate ricerche nella zona hanno permesso ai Carabinieri del NORM di Formia, di intercettare lungo la via Appia, direzione Latina,l’uomo a bordo di una Fiat 500 con ancora in tasca i soldi provento della truffa, verosimilmente intento a compiere una seconda truffa.

L’uomo, riconosciuto dalla vittima, è stato tratto in arresto, poiché ritenuto responsabile del reato di truffa e temporaneamente ristretto nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.

28 giugno 2016 0

Dimentica acceso lo zampirone e scoppia l’incendio. Anziana salvata dai vicini a Scauri

Di redazione

Squadra vigilfuoco 9A del distaccamento vvf di Castelforte è intervenuta, alle prime luci dell’alba di oggi, per una segnalazione di incendio all interno di una civile abitazione, in via muraldo, Scauri, nel comune di Minturno. L’incendio, probabilmente causato da uno zampirone lasciato acceso, ha interessato alcuni arredi del salone del suddetto appartamento ( un tavolo e alcune sedie) senza causare danni importanti alle mura. Fortunatamente al nostro arrivo la signora anziana che vi era all’interno era già stata fatta uscire dai vicini di casa. Foto d’archivio

21 giugno 2016 0

Prima edizione di Jazz on the rocks a Scauri. Grande attesa per l’evento sulla spiaggia dei sassolini

Di redazione

Parte il 23 giugno la prima edizione di Jazz on the rocks a Scauri. Rassegna organizzata da Mary Rock Scauri & Jazzflirt Musica e altri Amori, con il supporto di BIRRJAZZ. L’appuntamento è presso la suggestiva spiaggia dei Sassolini di Scauri e il cartellone degli eventi è molto interessante e con ingresso gratuito.Il 23 giugno apriranno alle ore 22:30 giovani e bravissimi musicisti ovvero Paolo Zamuner al piano, Domenico Vellucci al sax, Umberto Lepore al contrabbasso Giovanni Iacovella alla batteria. Il 29 giugno alle ore 22.00 presso il lido MARY ROCK spazio alla FOLK ROAD band celtica con Caterina Bono al violino/fiddle Marcello De Dominicis voce, Piermario De Dominicis alla chitarra e voce e Vincenzo Zenobio fiati e fisarmonica. Per venerdì 8 luglio alle ore 22.00, stesso posto, stessa ora con Parliamo di jazz: Il Jazz incontra “Jimi Hendrix Experience”. Con Aurelio Gargiulo chitarra, Luigi Tasca basso elettrico, Alex Baggi batteria, Franco Pisani narratore. E ancora Domenica 17 luglio alle ore 22.00 appuntamento con Ron Grieco, Marcello Giannini e Giovanni Iacovella. Il 30 luglio alle ore 22.00 ci sarà Jazz Tales con Gloria Trapani voce, Alessandro Del Signore al contrabbasso, Luigi Di Chiappari alle tastiere. Lunedì 8 agosto invece Marcella Carboni con arpa e live loop. Il 16 agosto, sempre alle ore 22.00, spettacolo con Pasquale Mirra e Sara Persico. Un evento da non lasciarsi sfuggire. N.Costa