Tag: scontro

19 maggio 2018 0

Scontro in A1. Ferito elitrasportato

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è verificato questa mattina un incidente sul tratto autostradale A1, all’altezza del Ponte 445 subito dopo il casello di Cassino in direzione di San Vittore del Lazio. Un furgone ed un autotreno sono entrati in collisione per cause al vaglio. Nell’impatto sono rimaste ferite due persone. Uno dei feriti è stato elitrasportato in un ospedale della capitale. Per consentire l’atterraggio dell’eliambulanza è stato necessario chiudere, seppur per un breve arco di tempo, il tratto autostradale in questione. Sul posto sono intervenuti oltre alla polizia anche i vigili del fuoco di Cassino. Foto d’archivio N.C.

5 aprile 2018 0

Cassino, scontro tra due auto fra corso della Repubblica e via Verdi, abbattuto il semaforo

Di redazionecassino1

CASSINO – Avrebbe potuto avere conseguenze ben più serie e gravi per gli occupanti delle due auto che questa notte si sono scontrate in pieno centro a Cassino.

L’impatto fra un’Audi e una Golf con a bordo dei giovani si sono scontrate fra corso della Repubblica e via Verdi a Cassino intorno alle ore 1.30. di questa notte.

L’impatto violento ha provocato danni alle auto, ma fortunatamente, per i giovani a bordo nessuna conseguenza. Sono rimasti tutti illesi.

A farne le spese, però, il semaforo che si trova all’incrocio in cui è avvenuto lo schianto. Il semaforo, nell’impatto fra le due auto è stato completamente abbattuto. Non è la prima volta che quell’incroci è teatro di incidenti anche molto seri, come non è la prima volta a farne le spese sono  semafori. Qualche tempo fa è successo all’altro semaforo posto sul lato opposto a quello di ieri.

La dinamica dello scontro e le responsabilità sono al vaglio delle forze dell’ordine.

6 marzo 2018 0

Scontro frontale auto e camion, a Ceccano muoiono due giovanissimi

Di admin

CECCANO – Due giovanissimi di Ceccano hanno perso la vita, oggi pomeriggio alle 15 circa, sulla via Asi a Ceccano.

La vettura sulla quale viaggiava un giovane ed una giovane entrambi di età compresa tra i 20 e i 25 anni si è schiantata frontalmente con un mezzo pesante.

L’urto è stato violentissimo e la macchina è stata resa irriconoscibile mentre all’interno sono rimasti intrappolati i corpi dei due giovani.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco per liberare le salme e i carabinieri per effettuare i rilievi del caso.

12 novembre 2017 0

Basket Serie C Silver: Scontro diretto con la Fortitudo Roma,ancora un successo per Veroli

Di redazionecassino1

La Pallacanestro Veroli 2016 esce sconfitta dallo scontro diretto al vertice del Girone A contro Fortitudo Roma (Ex Tevere Basket) che continua a vincere mantenendo l’imbattibilità stagionale. Risultato finale 71-64. Una partita molto equilibrata nel primo tempo con le due squadre a ribattersi colpo su colpo: l’approccio alla gara dei ciociari è impeccabile, con la Fortitudo che dopo solo 4 minuti di gioco è costretta a chiamare time-out con un parziale di 5 a 12 per gli ospiti. I primi due quarti di gioco si concludono con il punteggio di 32-30 per i padroni di casa ed il pubblico sugli spalti assiste ad una partita di buon livello visto i numerosi giocatori d’esperienza che entrambe le squadre hanno messo in campo. Nel terzo periodo la Fortitudo che aveva sofferto molto gli esterni avversari, sistema la difesa alternando la zona con qualche difesa individuale e proprio in questo periodo di gioco riesce a piazzare il break che porta addirittura sul +10. Veroli nel quarto periodo riordina le idee e con la solita caparbietà torna in partita, dimostrando che questa squadra non molla mai e con grande determinazione e senso di appartenenza resta in partita fino agli ultimi possessi. Questa volta però la squadra ciociara esce sconfitta al cospetto di una Fortitudo che sembra poter essere una delle candidate al salto di categoria.

 

Fortitudo Roma (Ex Tevere Basket) vs Pallacanestro Veroli 2016 71-64

Pallacanestro Veroli 2016: Fiorini G. 15, Fiorini M. 23, Frusone 8, Iannarilli 10, Velocci 2, Celani 6, Mauti, Igliozzi, Nicoletti, Fontana, Lella. All. Rotondo.

 

Fortitudo Roma: Rossetti T. 26, Martinelli 3, Janjiusic, Pedemonte 15, Poccioni 2, Fiorentino 6, Ciancaglini 2, Barraco 13, Rossetti M. 4, Di Cataldo, Buscaglione. All. Baiardo.

 

2 settembre 2017 0

San Giorgio a Liri: Scontro tra due auto, due persone ferite

Di redazione

San Giorgio a Liri- Pochi minuti fa due auto,una lancia Y e una Renault, sono entrate in collisione. Nell’impatto sono rimaste ferite due persone, una donna che è stata soccorsa dal 118 e condotta al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino, mentre una ragazza è stata elitrasportata al Santa Maria Goretti di Latina. Sul posto i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Al vaglio le cause dell’incidente.

12 giugno 2017 0

Piedimonte San Germano: Incidente in zona Ruscito. Scontro tra due auto, ferite due persone

Di redazione

Piedimonte San Germano- Si è appena verificato un incidente sulla strada provinciale a ridosso del cavalcavia dell’A1, in zona Ruscito. Due auto, per cause al vaglio sono entrate in collisione in prossimità di un incrocio in maniera frontale. Una fiat punto ed una Volkswagen Polo. Al momento sul sul posto stanno intervenendo i soccorsi del 118 con due ambulanze e i carabinieri. Una coppia di coniugi è rimasta ferita. Il traffico sul tratto è bloccato, strada chiusa, prestare attenzione. Sul posto sta atterrando l’eliambulanza. N.C.

10 aprile 2017 0

Aprilia, scontro tra mezzi pesanti, grave conducente furgone liberato da lamiere

Di admin

Aprilia – Violento scontro all’alba di questa mattina in via dei Cinque Archi tra Aprilia e Velletri. Nell’incidente sono rimasti coinvolti due mezzi, un furgone ed un tir frigorifero che hanno impattato frontalmente.

Il sinistro è avvenuto poco prima delle sei e sul posto sono arrivate due squadre di vigili del fuoco, la prima da Velletri, la seconda da Aprilia.

Il conducente del mezzo era rimasto incastrato dalle lamiere. I pompieri lo hanno liberato e poi affidato alle cure degli operatori del 118. Le condizioni dell’uomo sono gravi.

 

9 gennaio 2017 0

Longobarda sconfitta nello scontro diretto con 03039 Sora, mantiene la vetta

Di redazionecassino1

Riprendono i tornei dopo la pausa delle festività natalizie e di fine anno con varie novità. In Eccellenza, resta al comando con ventinove punti la Longobarda Pontecorvo (nella foto), nonostante la sconfitta rimediata nello scontro diretto con 03039 Sora e perso, in favore della formazione volsca, dalla capolista per 2 a 0. La formazione pontecorvese ora dovrà fare i conti con due squadre che si preparano a contenderle il primato in classifica. Oltre a Sora, si avvicina alla vetta anche la Virtus Scauri che sul terreno di Real Valle conquista i tre punti battendo i padroni di casa per 1 a 2. Caffè Retrò Aquino che sul proprio terreno, strapazza 5 a 0 Viticuso ora è a sole tre lunghezze dalla capolista e ad una dalle dirette inseguitrici. Nel girone “A” di Promozione A.M. Aquino perde, 2 a 1, nel match che lo vedeva opposto a La Cartiera e con i tre punti perde anche la vetta della classifica del girone, in favore della Sangermanese che, fra le mura domestiche, supera il San Giorgio. Terza posizione ancora per Cerreto che deve recuperare l’incontro contro Terelle cancellato per la neve ed il terreno ghiacciato. Da segnalare la vittoria a suon di reti messe a segno da Tecnocasa Cassino contro Belmonte, agevolmente superato per 5 a 2 e la vittoria di Castrocielo, 2 a 1, su S. Apollinare. Nella 12esima giornata del girone “B” di Promozione, due gli incontri da recuperare, quello che riguarda la capolista FF Labbirra, contro S. Ambrogio City e Collecedro contro Vallemaio. Nonostante il fermo la capolista mantiene la vetta, anche se in “comproprietà”, a quota ventisette punti, con Cafè Guaranà che supera agevolmente AM. Castelnuovo per 5 a 2. Vittoria esterna a suon di reti anche nel match che vedeva opposte Pignataro, sul terreno di Niemoslive, dove gli ospiti vincono per 2 a 6. Buona la prestazione di Partizan Cassino che, nel confronto diretto con Caffè Reale, si aggiudica i tre punti battendo la formazione rivale per 2 a 1. Prima vittoria stagionale per Drink Team Lord che supera, 3 a 1, i padroni di casa del Real Castelnuovo. F. Pensabene

12 dicembre 2016 0

A.M. Aquino vince lo scontro diretto con Cerreto e diventa capolista

Di redazionecassino1

Nella decima giornata di Eccellenza, vincono tutte le prime tre della classifica. La Longobarda batte, 4 a 2, Canceglie Sora e mantiene la testa della classifica con 26 punti. L’altra formazione volsca, 03039 Sora supera, 7 a 1, Cover Shop/Yammo.it, mentre Caffè Retrò Aquino conquista i tre punti sul terreno di Tiffany’s Isotopi Pontecorvo con un risultato, 0 a 3, che non lascia spazio a dubbi. Prima vittoria del fanalino Viticuso che in casa batte, 2 a 1, i Corsari Colfelice. Virtus Scauri supera, 4 a 1, Tordoni Pontecorvo e un pareggio, 1 a 1, chiude l’incontro fra Extravaganti Formia e l’Atletico Pontecorvo. Colpo di scena nel girone “A” di Promozione dove nel confronto diretto fra la capolista Cerreto e A.M. Aquino (nella foto) la spuntano i padroni di casa per 3 a 2, imponendo ad Aquino la prima sconfitta stagionale e consentendo alla formazione allenata da Materiale di raggiungere, a quota 23 punti, la vetta della classifica. Cerreto, costretto a dividere la seconda piazza, a quota 21, con la Sangermanese che supera i padroni casa di Cervaro per 1 a 2. Terelle vince il confronto che lo vedeva opposto ai padroni di casa di Belmonte per 1 a 4, mentre La Cartiera ha la meglio sul terreno di S. Apollinare per 3 a 1. Vincono anche Castrocielo, 1 a 3, sul terreno di AM Colfelice e Tecnocasa su quello di San Giorgio per 1 a 3. Nel girone “B” allunga la capolista Labbirra che sul terreno di Niemoslive ha ragione dei padroni di casa per 5 a 1, mentre Guaranà Caffè si ferma al pareggio, 2 a 2, contro Drink Team Lord. F. Pensabene

13 aprile 2010 0

Acqua, è scontro. Codici: “Tariffe aumentate del 47 per cento”

Di redazione

L’associazione CODICI ha aderito al comitato referendario promosso dal forum italiano dei movimenti per l’acqua che ha già depositato presso la Corte di Cassazione di Roma i quesiti per i tre referendum che “chiedono l’abrogazione di tutte le norme che hanno aperto le porte della gestione dell’acqua ai privati e fatto della risorsa bene comune per eccellenza una merce”. “Codici ha aderito al comitato referendario per diversi motivi – commenta il Segretario Nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli- Il provvedimento Ronchi nasce con lo scopo di aumentare la spinta liberalizzatrice, riducendo i costi per le pubbliche amministrazioni e garantendo la migliore qualità dei servizi resi agli utenti. Sarà un lapsus ma evidenzio che il provvedimento recita: “ridurre i costi per le pubbliche amministrazioni e garantisca la migliore qualità dei servizi resi agli utenti”. Evidentemente l’ipotesi di prezzi abbordabili per i cittadini non è nei piani della norma e delle forze che hanno voluto a tutti i costi questa legge. Il quadro che si delinea è alquanto preoccupante e non è percepito soltanto dagli addetti ai lavori ma dall’intera cittadinanza perché vede prevalere la tendenza speculativa. Le nostre preoccupazioni nascono dal fatto che da alcune indagini svolte sul territorio nazionale nessuna esperienza di gestione, sia mista che completamente affidata a privati, ha aumentato la qualità del servizio e/o ridotto la tariffa. Invero si registra costantemente un aumento dei costi di gestione a fronte di una mancanza di investimenti pur previsti dal piano d’ambito e consistenti aumenti tariffari”. Secondo i calcoli fatti recentemente, in Italia in media negli ultimi 10 anni le tariffe sono aumentate del 47 % a fronte di investimenti fatti nella misura di meno della metà di quelli previsti dai piani d’ambito. Andiamo nel dettaglio e vediamo le situazioni più significative: Acquedotto pugliese con la bolletta tra le più care d’Italia ( circa 311 € a famiglia) e continue richiesti di aumenti determinati dal dissesto finanziario della società per aver investito in titoli finanziari; Agrigento dove c’è probabilmente l’acqua più cara d’Italia con circa 400 € a famiglia e ricevono l’acqua ogni 15 giorni; Lazio, Velletri: l’acqua non è sicura e i cui parametri di potabilità vengono prorogati di anno in anno , ma che si trova a pagare un minimo impegnato ( peraltro a nostro giudizio illegittimo) più alto in Italia; Toscana non cito la vicenda di Arezzo ma quella della Versilia dove viene richiesto un aumento del 34 % perché i precedenti aumenti hanno fatto ridurre il consumo e quindi sono diminuite le entrate. E’ ben evidente che questa situazione non può essere accettata e compresa dai cittadini . Pertanto, CODICI appoggia il comitato referendario per l’abrogazione delle norme che privatizzano la gestione dell’oro blu e ricordiamo che la raccolta delle 500 mila firme necessarie per l’ammissione dei referendum inizierà nel fine settimana del 24-25 aprile. Per maggiori informazioni visita il sito http://www.acquabenecomune.org