Tag: smascherato

26 aprile 2017 0

Vende la stessa auto a più acquirenti, truffatore smascherato a Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – La tempestività nel denunciare è lo strumento fondamentale per arginare le truffe. Bene ha fatto un 53enne dell’hinterland cassinate ad informare la polizia del commissariato di Cassino trovando la stessa auto che aveva comprato ma riconducibile ad un venditore con un’altra utenza telefonica. L’uomo,  dopo aver visionato un’inserzione online, per l’acquisto di un’auto, aveva contattato il venditore, versando per quell’auto un acconto di 1.360 euro.

Effettuato il bonifico, dopo un primo scambio di documenti, la compravendita però si blocca, con immotivate giustificazioni da parte dell’inserzionista.

Nel frattempo l’acquirente cassinate, navigando su internet, scopre che lo stesso veicolo è ancora in vendita e contatta l’autore dell’annuncio, ad un numero di cellulare diverso da quello fornito precedentemente.

Il 53enne scopre che è stato truffato e formalizzare la denuncia agli uomini del dirigente Alessandro Tocco.

Gli inquirenti accertano che l’IBAN, fornito per il bonifico, è riconducibile ad una carta prepagata intestata ad un 20enne del foggiano, che è anche intestatario dell’utenza di telefonia mobile contattata dal cassinate.

Il ragazzo astutamente aveva acquisito la documentazione del mezzo dal legittimo proprietario,  fingendosi interessato all’acquisto.

Il giovane truffatore viene pertanto deferito alla competente Autorità Giudiziaria.

15 maggio 2010 0

Si finge cieco per anni, ma viene smascherato e denunciato dal figlio

Di redazione

La malattia del padre che lo rendeva praticamente ceco, non lo convinceva. Doveva occuparsi di lui e lo faceva da tempo ma, di giorno in giorno, cresceva anche il sospetto che l’anziano uomo fosse un bugiardo. Ecco perché un padovano ha ingaggiato un investigatore privato che seguisse il padre e scoprisse se effettivamente l’uomo era non vedente. La relazione del professionista non ha lasciato dubbi sul fatto che il padre ci vedesse benissimo dato che era anche capace di coltivare l’orto o uscire da solo senza badante. Sentendosi preso in giro per anni, un desiderio di vendetta è nato nel figlio xhe non ci ha pensato su due volte e lo ha denunciato all’Inps facendo scattare una indagine per truffa.