Tag: snobbano

17 aprile 2010 1

Stop all’amianto, i cittadini di Cassino snobbano la manifestazione

Di redazionecassino3
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono scesi a menifestare in piazza De Gasperi questa mattina i cittadini, i comitati e le associazioni più attive sul territorio per gridare fortemente il loro no alla realizzazione dell’impianto di smaltimento dell’amianto a Villa Santa Lucia . Sul palco allestito di fronte la sede municipale cassinate i rappresentati dei comitati Villa No Amianto e Le Contrade sostenuti anche da esponenti politici e sindacali. Antoine Tortolano de Le Contrade ha dichiarato “È semplicemente scandaloso, l’attitudine dei cittadini di Cassino che sono venuti poco numerosi, qui sono venuti soltanto Villa No Amianto e Le Contrade, la partecipazione si aspettava un po’ più folta disgraziatamente il popolo di Cassino non reagisce, non capisco il perchè”. Poca soddisfazione per la scarsa partercipazione anche dal comitato Villa No Amianto “Credevamo di avere una partecipazione più massiccia del cassinate e dei cittadini di Cassino, ma questo non ci intimorisce, noi continueremo per le nostre piazze anche perchè i 90 giorni che ci hanno dato servono secondo noi per divulgare la protesta, presseremo le istituzioni e i politici finchè non avremo qualcosa nero su bianco al riguardo del nostro problema”. Presente anche Anna Maria Virgili, referente associazione italiana esposti amianto per il Lazio, che ha dichiarato “Sono state valutate in questa regione 10mila tonnellate di amianto da smaltire quando questo impianto di inertizzazione dovrebbe smaltire 60mila. Non è stata fatta un’adeguata sperimentazione e non siamo d’accordo con questo tipo di procedura con sistemi che ancora devono essere sperimentati a lungo e con una normativa ancora carente, nella nostra regione non c’è ancora un registro degli esposti e soprattutto non è previsto questo impianto da nessun piano regionale amianto. Quello che si può chiedere in questa circostanza è fermarsi e valutare nuovamente questo tipo di scelta coinvolgendo i cittadini perchè è importante che i cittadini condividano le scelte”. [nggallery id=97]