Tag: sociali

31 agosto 2018 0

Finti operatori dei servizi sociali tentano furto in casa di un anziano a Ceprano

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Bussa alla porta di un anziano presentandosi come operatrice dei servizi sociali, pronta in realtà a derubare l’uomo insieme ad altri due complici. È la truffa messa in atto da una 46enne, residente in provincia dell’Aquila, ai danni di un 89enne nel comune di Ceprano, avvenuta la mattina dello scorso 27 agosto . L’intervento inatteso del figlio della vittima avrebbe tuttavia mandato in fumo il piano, costringendo i tre alla fuga. 

L’attività investigativa delle Forze dell’Ordine ha permesso il riconoscimento dell’autovettura utilizzata dai malviventi per dileguarsi e, successivamente, l’identificazione della donna quale autrice materiale del tentato furto.

Già censita per associazione a delinquere e reati contro il patrimonio, la donna è stata fermata nella mattinata di oggi per il reato di “tentato furto aggravato in concorso”. Continuano gli accertamenti per l’individuazione dei due complici.

Giulia I. Guerra

30 maggio 2018 0

Presentato il progetto “Cantieri sociali” per la riqualificazione degli spazi urbani

Di redazionecassino1

CASSINO –  E’ stato presentato questa mattina, presso la sala Giunta del comune di Cassino, il progetto numero 12 dell’Assessorato alle Politiche sociali e della Famiglia denominato “Cantieri Sociali”. Ad incontrare la stampa il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, l’assessore Benedetto Leone e il consigliere comunale con Delega al Decoro Urbano, Angelo Panaccione.

“Si tratta di una serie di interventi per la riqualificazione degli spazi urbani della nostra città – ha detto il primo cittadino – Partiremo dalla messa in sicurezza del largo tra via Zamosch e via Herold, in sostanza la zona antistante la scuola materna, e dal rifacimento della rotatoria di Piazza Aldo Moro, che si trova nei pressi del negozio Toylandia per intenderci.

L’intervento nei pressi del plesso scolastico per metterà allo stesso edifico di avere un nuovo giardino ed un’area giochi recintata dove i bambini potranno giocare in tutta sicurezza. Saranno garantiti inoltre dei posti auto lungo tutto il perimetro dell’area verde attrezzata, che garantirà anche una sosta meno caotica ed invasiva da parte delle automobili.

Per noi questo intervento risulta essere necessario per garantire la sicurezza sia dei bambini che per tutti coloro che frequento il plesso scolastico di via Zamosch quotidianamente. Un’iniziativa che è stata prevista nel bilancio di previsione 2018 e che quindi può essere realizzata, data l’importanza per la collettività, anche in caso di dichiarazione del dissesto finanziario da parte dell’ente”.

“Cantieri Sociali è progetto che prende vita grazie al fondo di 110 mila euro che il governo ci ha destinato per l’accoglienza migranti tramite il progetto Sprar. – ha detto Leone – Per l’opera che sarà realizzata saranno impegnati circa 35 mila euro ed i lavori partiranno a strettissimo giro. Pensiamo di consegnare la nuova area verde alla scuola materna entro il mese di settembre. Poi ci saranno gli interventi di riqualificazione della rotatoria in Piazza Aldo Moro ed altri due che riguarderanno un’altra zona della città. Nella fattispecie la zona del quinto ponte. Con il consigliere con delega allo sport, infatti, Carmine Di Mambro stiamo ultimando il progetto che riguarda questa area e che sarà presentato nelle prossime settimane. Continuiamo a lavorare pancia a terra, nonostante la situazione economica che tutti conoscono”.

“Con queste iniziative continuiamo il percorso intrapreso per la riqualificazione delle aree abbandonate della nostra città, che abbiamo iniziato dal nostro insediamento. – ha detto, invece, Panaccione – In questo caso addirittura, andremo a creare un’altra zona di verde attrezzata nei pressi della scuola materna di via Zamosch. Proprio dove oggi esiste soltanto un parcheggio per le automobili e un’uscita dalla scuola non troppo sicura per tutti. Contiamo entro breve tempo, quindi, di consegnare alla città un’altra porzione di verde e di divertimento per tutti i bambini che frequentano il plesso scolastico in questione”.

 

13 gennaio 2018 0

Cassino, Wepa a sostegno dei ragazzi del Consorzio dei Servizi Sociali. Donazione per Happy Day Fish

Di redazione

Vince la solidarietà, e quando ad esprimere vicinanza e sostegno per i ragazzi speciali dei centri per la disabilità è una azienda multinazionale, il gesto assume un significato ancor più importante: la Wepa, azienda cartaria con stabilimenti in Germania, Francia, Polonia, Gran Bretagna e Italia, nonché terzo più grande produttore in Europa, ha capito quanti e quali sforzi compie il Consorzio dei Servizi Sociali per colorare le giornate dei suoi ragazzi diversamente abili, ha toccato con mano la loro sofferenza, ha gioito dei loro sorrisi nati da una semplice carezza, da una amichevole pacca sulla spalla. E ha deciso di fare una donazione, regalando i fondi (ma non solo questo), per la realizzazione di due giornate dell’Happy Day Fish, progettualità che si svolgeranno nei prossimi mesi di febbraio/marzo, presso l’Isola della Pesca a San’Elia Fiumerapido, e durante le quali i ragazzi dei centri consortili trascorreranno una giornata di festa insieme alle loro famiglie, svolgendo attività particolari ed all’aria aperta capaci di stimolare le loro capacità. Questa volta gli eventi saranno ancor più festosi, perché vi prenderanno parte anche i dipendenti della Wepa con le loro famiglie. Un emozionato ringraziamento il presidente del Consorzio Edoardo Antonino Fabrizio lo rivolge all’intero management della Wepa, e per primo all’Amministratore delegato Wepa Italia Bernhard Cross, che dimostrando apertura e sensibilità verso chi è stato meno fortunato, ha sostenuto la donazione. Non di meno il Presidente Fabrizio rivolge le sue parole di ringraziamento al direttore dello stabilimento di Cassino Antonio Gallina, a Mario Santori responsabile del settore Risorse Umane, al rappresentante dei lavoratori Gianni Evangelista organizzatore della donazione.

www.wepaitalia.it www.consorzioservizisociali.fr.it

Progetto sociale Isola della Pesca https://www.facebook.com/LIsola-Della-Pesca-739327932866638/

Nelle foto i ragazzi speciali posano con l’ad Wepa Bernhard Cross

26 settembre 2017 0

Assegni sociali ma risiedono all’estero, tre denunciati nella provincia di Frosinone

Di admin

FROSINONE – Una coppia di coniugi italiani residente nel frusinate, rispettivamente di anni 73 e 72, sono tra le persone coinvolte nell’indagine solta dalla guardia di Finanza che ha indagato e scoperto un sistema di percezione indebita dell’assegno sociale dell’Inps. In tutto sono state 370 le persone denunciate perché percepivano il sostegno economico risiedendo, però, all’estero.

La coppia di anziani ciociari, dopo il trasferimento definitivo all’estero, ha continuato a percepire l’assegno sociale per complessivi 55mila euro. Una donna di 75 anni, di origine polacca, fittiziamente residente nella provincia di Frosinone, in accordo con un italiano, suo ex datore di lavoro, ha potuto beneficiare illegittimamente di 50mila euro, elargiti a suo favore dall’Ente su un conto corrente cointestato con il complice e movimentati verso l’estero tramite il sistema dei “money transfer”.

Ermanno Amedei 

28 aprile 2017 0

Piedimonte al voto. Ferdinandi: “No a Servizi Sociali solo come erogatore di contributi”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano –  Seconda tappa del “Tour della Proposta” per l’aspirante primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il trentacinquenne avvocato pedemontano ha parlato nel pomeriggio di ieri (27 aprile) a cittadini, residenti e simpatizzanti in Via Brunelleschi. Ad accompagnarlo nell’appuntamento l’ex assessore ai Servizi Sociali, Donatella Massaro. E’ stata proprio quest’ultima ad introdurre il candidato Sindaco e a lanciare il progetto “Piedimonte #ORAsociale”, proposta del movimento civico Piedimonte #ORA, squadra che si presenterà compatta alle elezioni amministrative dell’11 giugno prossimo. Decine sono stati i cittadini intervenuti alla tappa di questo secondo tour di Ferdinandi, che terminerà nel pomeriggio di martedì 9 maggio prossimo, nella parte alta del Paese.

“Sono convinta – ha affermato Donatella Massaro – che solo con la partecipazione e il coinvolgimento di tutta la cittadinanza riusciremo a costruire nuovi percorsi inerenti i veri bisogni sociali del nostro Paese. Questo lo si potrà fare soprattutto coinvolgendo il mondo dell’Associazionismo e del Volontariato locale. Ma tante sono le cose che abbiamo in animo per il benessere delle nostre famiglie come, ad esempio, la realizzazione di nuovi parchi e aree attrezzate per bambini, oltre alla riqualificazione di quelli già esistenti, non solo nelle zone centrali di Piedimonte ma anche nelle frazioni. E a proposito di bambini – ha aggiunto Donatella Massaro – abbiamo pensato anche al potenziamento delle attività di doposcuola, impiegando figure professionali competenti e qualificate, oltre alla realizzazione di un Centro Territoriale Permanente. In sostanza, un Centro di aggregazione culturale giovanile dove i nostri ragazzi possono svolgere diverse attività e crescere in maniera sana”.

Piedimonte #ORA ha una visione ampia delle problematiche e delle esigenze sociali che ha la cittadinanza. L’obiettivo dichiarato sarà soprattutto potenziare la capacità di risposta dei singoli servizi. Il candidato sindaco Gioacchino Ferdinandi, nel corso dell’incontro, ha lanciato alcune proposte ed idee.

“Il servizio sociale municipale non sarà un mero erogatore di contributi economici – ha chiosato Ferdinandi – ma bensì un promotore di interventi al servizio della popolazione. Penso, ad esempio, alla costituzione di un coordinamento delle Associazioni e degli Enti operanti sul territorio comunale, una “sala sistema”, affinché possano produrre il massimo beneficio per i cittadini. Poi immagino l’organizzazione di incontri con le stesse che permettano di monitorare, in modo accurato, le diverse realtà sociali esistenti sul territorio al fine di progettare e realizzare insieme interventi mirati. E non da ultimo, lavoreremo ad un progetto per concretizzare operazioni di prevenzione, sostegno e miglioramento delle condizioni sociali nelle situazioni di disabilità, di bisogno e di disagio di tipo individuale, familiare e collettivo. Ma la cosa che maggiormente mi sta a cuore – ha concluso il candidato Sindaco Ferdinandi – sarà il lavoro che vogliamo portare avanti sugli incentivi fiscali per tutti quei cittadini che creano “ricchezza sociale” o che favoriscono l’accoglienza animale al fine di contrastare il fenomeno del randagismo. Ed ancora, penso che dei buoni servizi sociali debbano attuare politiche di inclusione verso le fasce della popolazione più deboli e più esposte e, infine, favorire l’integrazione e la multiculturalità dei cittadini che compongono la popolazione di Piedimonte San Germano”.

Il “Tour della Proposta” proseguirà nel pomeriggio di oggi, alle 18.30, in località Ruscito; domani alla stessa ora in via Casilina e martedì 2 maggio, sempre alle 18.30, si sposterà su via Decorato.

12 dicembre 2016 0

Tensione ai servizi sociali di Cassino, cittadino si scaglia contro dipendenti ed assessore

Di admin

Cassino – Attimi di tensione, questa mattina negli uffici dell’assessorato ai servizi sociali del comune di Cassino dove un cittadino indigente, non ottenendo ciò che chiedeva, si sarebbe scagliato contro l’assessore e i dipendenti e lo stesso assessore.

L’uomo, a quanto pare, chiedeva sussidi che l’assessorato non poteva erogare e per questo si sarebbe lasciato andare ad intemperanze che sono andate ben oltre il consentito.

Un parapiglia subito sedato dall’intervento di altri impiegati ormai avvezzi a scene di quel tipo che vedono cittadini indigenti scaricare le loro frustrazioni in quegli uffici.

Ermanno Amedei

28 gennaio 2010 1

L’assessore Rivieccio (Servizi Sociali): “L’amministrazione comunale mi ha abbandonato”

Di redazione

“Mi sento abbandonato dall’amministrazione comunale”. Lo dice a chiare note l’assessore ai servizi sociali di Cassino (Fr) Ciro Rivieccio. Questa notte il suo assessorato è stato preso d’assalto dai ladri, e non è la prima volta; ieri, un volto noto della delinquenza locale ha minacciato sua moglie all’interno del negozio promettendo violenze di ogni genere se il marito assessore non gli avesse trovato lavoro o se non gli avesse dato soldi. Una situazione esplosiva che Rivieccio descrive con parole di rammarico per l’atteggiamento di distacco da parte del resto dell’amministrazione comunale. “Mi avevano promesso che avrebbero rafforzato le porte degli uffici e che ci sarebbero state più risorse per l’assessorato. Promesse rimaste al palo. E’ per questo che mi sento abbandonato dai miei colleghi amministratori”. Er. Am.

6 novembre 2009 0

Arrestato l’incubo dei servizi sociali

Di redazione

Era diventato l’incubo di un intero assessorato, insultava, minacciava e aggrediva gli assitenti sociali del comune di Cassino (Fr) e, finanche, l’assessore ai servizi sociali Ciro Rivieccio. Oggi pomeriggio, dopo decine di casi, sono scattate finalmente le manette per Simone T., 34 anni di Cassino, con gravi problemi di stabilità mentale derivanti, probabilmente alla tossicodipendenza. L’uomo veniva spesso visto parlare da solo, ad alta voce in piazza Labriola, ma questo, oltre a preoccupare per il suo stato mentale , altro non faceva. Ben diversa invece era la sua continua aggressione al personale dei servizi sociali di Cassino. Da oltre un anno, chiedeva con insistenza di incontrare la figlia che il tribunale dei minori aveva affidato al comune di Cassino. Le sue richieste, però, quasi sempre, venivano avanzate in orari non consentiti e quindi, rimanevano inascoltate. Le reazioni erano violentissime e l’ultima, questa mattina, ha riguardato nuovamente gli assistenti sociali, l’assessore Ciro Rivieccio e, addirittura, la famiglia del politico. Già ieri la polizia si era attivata prendendo le deposizioni degli aggrediti ed anche quella dei vigili urbani aggrediti a loro volta (non si capisce poi perché gli agenti di polizia municipale, pubblici ufficiali a tutti gli effetti, non lo abbiano arrestato già nell’occasione di ieri). Oggi pomeriggio dunque, gli uomini della squadra informativa del commissariato di Cassino agli ordini del sostituto commissario Enzo Pittiglio, lo hanno arrestato per minacce a pubblico ufficiale, quelle minacce rivolte all’assessore Ciro Rivieccio (l’assessore nelle sue funzioni è un pubblico ufficiale) ed anche per interruzione di pubblico servizio dato che questa mattina, all’arrivo del 36enne negli uffici dell’assessorato, i dipendenti sono stati costretti ad interrompere il lavoro per mettersi in salvo. In tanti avevano scommesso che la vicenda si sarebbe conclusa solamente dopo un fatto drammatico. Per fortuna non è stato necessario arrivare a tanto. Ermanno Amedei

5 novembre 2009 0

Servizi sociali in balia di un folle. Costretti a difendersi con le scope

Di redazione

Aggrediti e malmenati gli assitenti sociali e l’assessore del settore servizi sociali di Cassino (Fr). Una vicenda che ha dell’assurdo e, a cui, né le forze dell’ordine, tantomeno i vigili urbani della città martire, riescono a porre rimedio. Un solo uomo, spesso fuori di se per via probabilmente della droga, mantiene in scacco un intero assessorato, dai dipendenti allo stesso assessore. Continuamente il 36 enne di Cassino si reca negli uffici comunali chiedendo di incontrare la figlia della quale gli assitenti sociali sono tutori. A qualsiasi ora, anche e soprattutto fuori dagli orari consentiti. Quando non ottiene ciò che chiede, va in escandescenza, minaccia, manda tutto all’aria e aggredisce il personale. Tra ieri e oggi l’escalation della sua reazione: ieri ha aggredito l’assessore Ciro Rivieccio, oggi l’assistente sociale Aldo Matera. Poi si è recato all’esterno danneggiando anche le auto dei dipendnti parcheggiate nel piazzale antistante il comune. Non contento sarebbe tornato dentro gli uffici ma, nel frattempo, sono arrivati i vigili urbani che hanno tentato di non farlo entrare difendendosi addirittura utilizzando i manici delle ramazze. Una situazione paradossale, di assoluta impotenza delle istituzioni, per la quale l’assessore Ciro Rivieccio avrebbe minacciato di recarsi presso il tribunale dei minori e rinunciare all’incarico di tutore della minorenne in questione. Ermanno Amedei

20 luglio 2009 0

Nuovo presidente al Consorzio servizi sociali del cassinate

Di redazionecassino

Il sindaco di Viticuso, Edoardo Fabrizio, è il nuovo presidente del Consorzio dei servizi sociali dei comuni del cassinate. E’ stato eletto dall’assemblea dei 26 sindaci che fanno parte del consorzio che fornisce servizi ad anziani, minori, disabili e  alle persone in condizione di disagio sociale. Gli utenti sono circa 600. Il comune di Cassino rappresentato dal sindaco Bruno Scittarelli ha fatto un passo indietro favorendo l’elezione del primo cittadino di un piccolo comune come Viticuso. Vice presidente è stato riconfermato Massimiliano Leva, consigliere comunale di Cassino. Rinnovato anche il consiglio d’amministrazione composto da 10 consiglieri di cui otto nuovi. Il presidente uscente Mario Riccardi è stato nominato come esterno, non essendo più consigliere comunale di Piedimonte,  membro del cda. “Per non far interrompere i servizi agli utenti – ha detto Scittarelli – abbiamo proceduto al rinnovo del cda facendo tutti un passo indietro. Abbiamo voluto privilegiare i piccoli comuni nell’interesse dell’utenza”.