Tag: sovraffollamento

31 maggio 2018 0

Sovraffollamento, aggressioni e poche ferie: la Fns Cisl protesta davanti al carcere di Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); FROSINONE – “Oggi si è svolto un sit-in di protesta davanti al carcere di Frosinone per tornare a far sentire forte la voce del dissenso contro il sovraffollamento e le aggressioni ai danni degli agenti, ma anche per protestare contro i pochi giorni di ferie concessi al personale di Polizia Penitenziaria”.  Lo si legge in una nota di Massimo Costantino, Segretario Generale Aggiunto CISL FNS.  “Al personale con 25 anni di servizio spettano 20 congedi ordinari ma si intende dare loro solo 15 giorni.  Iniziative del genere si erano già svolte a Velletri e Roma ed avevano anche sortito i loro effetti: il dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha infatti inviato dieci unità di polizia negli istituti di Frosinone e Velletri. La Fns Cisl Lazio sottolinea come la notizia sia positiva, ma non possiamo ritenerci soddisfatti in quanto dieci unità sono relativamente poche. Ed è qui che salgono in auge i due problemi principali: aggressioni e sovraffollamento. Nelle carceri laziali ci sono 1046 detenuti in esubero, a Frosinone 89 in più e a Cassino 72. Molti di questi detenuti hanno problemi psichiatrici nelle carceri e sono loro a creare maggiori problemi. Criticità che comunque esistono anche nelle REMS. Altro problema è quello legato alla vigilanza dinamica: in quei momenti di libertà avvengono gran parte delle aggressioni. In totale le violenze nei confronti degli agenti di polizia penitenziaria nel Lazio si aggirano intorno ai 40 eventi: a Frosinone le aggressioni sono state due con sei agenti coinvolti, a Cassino due con due agenti vittime. A Frosinone e Viterbo sono state quattro le aggressioni avvenute in meno di un mese. Una situazione che per i sindacati non è più sostenibile. Alla manifestazione erano presenti il Segretario generale Fns Cisl Frosinone Angelo Massaro unitamente al segretario territoriale Leandro Patriarca e la responsabile sas Cristina Celani. Per la Fns Cisl occorre far il possibile affinché giungono più personale negli istituti e ciò è possibile solo scorporando il personale delle sedi extra moenia dagli istituti affinché sia assegnato personale effettivo”.
3 maggio 2017 0

Detenuti nel Lazio, sovraffollamento in crescita. La denuncia di Fns Cisl

Di redazione

Sono 990 i detenuti in sovraffollamento su un totale di 6.228 detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio. Il dato è relativo al 31 marzo 2017 e lo fornisce in una nota stampa Massimo Costantino Segretario generale della Fns Cisl Lazio. Il sovraffollamento è rapportato ad una capienza regolamentare di detenuti prevista di 5.238. “Preoccupa – sostiene Costantino – il sovraffollamento negli istituti di: Viterbo (+181); Cassino (+130); Frosinone (+48); Civitavecchia ( +119); CCF Rebibbia ( +65); NC Rebibbia ( + 233); CC Regina Coeli (+279); Velletri (+174) , CC Latina (+ 52) NC Rieti( +48). La sentenza Torregiani aveva lo scopo di ridurre il sovraffollamento nelle carceri, ma dobbiamo evidenziare come l’annoso problema della macchina della giustizia, oberata dai numerosi e processi penali non ha risolto il problema. Pur apprezzando le nuove normative in tema di esecuzione penale, istituendo il nuovo Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità(DGMC), i risultati tardano ad arrivare. Preoccupa il fatto che le carceri della regione siano diventate dei contenitori esplosivi di “detenuti per ordine e sicurezza” con casi complicati e soggetti con gravi problemi di salute anche mentali. Criticità amplificate anche da un assorbimento di personale, per garantire in alcuni casi il servizio di piantonamento, che seppur espletato, egregiamente, dalla Polizia Penitenziaria, previsto, qualora disposto dall’Autorità Giudiziaria, riguarda anche soggetti ricoverati presso le REMS, in modo particolare dopo la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, nella provincia di Frosinone. E’ noto il deficit qualitativo dell’attività lavorativa nell’ambito degli Istituti Penitenziari, dove il lavoratore si trova ad essere, in molti casi, attore di disagi operativi. Questi sono causati dal sovraffollamento, dall’inadeguatezza edilizia delle strutture penitenziarie e dalla crescente carenza di risorse umane, determinata sia dalla fuoriuscita di personale per raggiunto diritto alla quiescenza che dal mancato turn-over. Per la Fns Cisl Lazio occorre la necessità di adeguare alle esigenze reali le dotazioni organiche del personale di polizia penitenziaria”.

5 ottobre 2016 0

FNS CISL Lazio: “804 detenuti in sovraffollamento nelle carceri del Lazio”. A Cassino 93 in più

Di Antonio Nardelli

Un sovraffollamento di 804 detenuti considerato che n. 6.042 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 30 Settembre 2016, rispetto ad una capienza regolamentare di detenuti prevista di n. 5.238 .

Sovraffollamento che assume un problema maggiore negli Istituti Penitenziari di:

Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari Situazione al 30 settembre 2016

Regione di detenzione Sigla Provincia Istituto Tipo istituto Capienza Regolamentare (*) Detenuti presenti di cui stranieri totale donne LAZIO FR CASSINO CC 203 296 131 LAZIO FR FROSINONE “GIUSEPPE PAGLIEI” CC 506 558 164 LAZIO FR PALIANO CR 143 80 4 11 LAZIO LT LATINA CC 76 103 30 23 LAZIO RI RIETI “N.C.” CC 295 341 221 LAZIO RM CIVITAVECCHIA “GIUSEPPE PASSERINI” CR 144 105 36 LAZIO RM CIVITAVECCHIA “N.C.” CC 345 440 29 278 LAZIO RM ROMA “GERMANA STEFANINI” REBIBBIA FEMMINILE CCF 266 356 356 193 LAZIO RM ROMA “RAFFAELE CINOTTI” REBIBBIA N.C.1 CC 1.175 1.359 2 507 LAZIO RM ROMA “REBIBBIA TERZA CASA” CC 172 80 13 LAZIO RM ROMA “REBIBBIA” CR 446 307 69 LAZIO RM ROMA “REGINA COELI” CC 624 891 467 LAZIO RM VELLETRI CC 411 563 242 LAZIO VT VITERBO “N.C.” CC 432 563 327

A Cassino quindi ci sarebbero 93 detenuti in sovraffollamento rispetto al numero previsto per la struttura: sono presenti 296 detenuti anzichè 203.

Per la Fns Cisl Lazio pur apprezzando le nuove normative in tema di esecuzione penale, istituendo il nuovo Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità, i risultati concreti tardano ad arrivare.

Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari per regione di detenzione Situazione al 30 settembre 2016

Regione di detenzione Numero Istituti Capienza Regolamentare (*) Detenuti Presenti di cui Stranieri Detenuti presenti in semilibertà (**) Totale Donne Totale Stranieri LAZIO 14 5.238 6.042 421 2.682 53 4