Tag: spacciare

22 agosto 2018 0

Da Roma a Veroli per spacciare soldi falsi, tre arresti e una denuncia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VEROLI – I carabinieri di Veroli e quelli del NORM della Compagnia di Alatri hanno arrestato tre persone, un 58enne, un 57enne ed un 55enne, tutte residenti nella capitale e già censite per reati specifici, per spendita e introduzione nello stato, senza concerto, di monete falsificate.

I tre , a seguito di un controllo alla circolazione stradale e sottoposti a perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di 15 banconote, per un totale di 470 euro di diverso taglio e sospetta falsità, nonchè ulteriori 22 banconote di vario taglio per un totale di 505 euro, ritenute di provenienza illecita. Inoltre, è stato denunciato per il concorso nel medesimo reato un 58enne anch’egli residente a Roma (già censito per reati contro il patrimonio) il quale viaggiava con gli arrestati, ma non risultava in possesso delle medesime banconote.

Al termine delle formalità di rito i tre arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Alatri, in attesa di rito direttissimo.

Nei confronti dei suddetti veniva altresì inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Veroli per anni tre.

12 luglio 2018 0

Sorpreso a spacciare hashish e cocaina in piazza Spada a Fiuggi, arrestato 26enne

Di admin

FIUGGI – Gli agenti del Commissariato di Fiuggi, con l’ausilio del cane antidroga Condor, ha proceduto all’arrasto di un 26enne, residente in un paese confinante con la cittadina termale, in quanto trovato in possesso di 9 dosi di cocaina e 3 di hashish.

Il giovane, accortosi  del controllo in atto sull’intera piazza Spada, ha cercato di disfarsi dello stupefacente, che portava addosso, ma il suo gesto repentino non è sfuggito all’attenzione degli operatori di polizia.

A seguito della perquisizione effettuata presso l’abitazione del giovane, sono stati rinvenuti 72,8 grammi di hashish, un’altra dose di cocaina, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento delle singole dosi, nonché un quaderno con la contabilità dei suoi “clienti”.

L’arresto avvenuto nella giornata di ieri si inserisce in una serie di mirati servizi, finalizzati al contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti, che il Commissariato di Fiuggi ha intrapreso dall’ inizio della stagione estiva nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani del circondario.

13 giugno 2018 0

Sorpreso a spacciare droga, un arresto e una segnalazione ad Anagni

Di admin

ANAGNI – Un 24enne è stato arrestato ad Anagni, sorpreso a spacciare droga. Stamattina i carabinieri della compagnia di Anagni hanno arrestato B.K., 24enne di origini albanesi ma domiciliato nella Città dei Papi, nella flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Il giovane è stato sorpreso mentre cedeva sostanze stupefacenti ad un giovane del luogo, è stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, nel corso delle quali sono stati trovati 10 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, materiali vari utilizzati per il confezionamento delle dosi nonché, la somma contante di 150 euro quale provento dell’attività illecita.

Contestualmente è stato segnalato alla Prefettura di Frosinone un 33enne del luogo, per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti poiché trovato in possesso di un grammo della stessa sostanza. Sia lo stupefacente che il materiale rinvenuto, sono stati sequestrati. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia in attesa del rito direttissimo.

20 aprile 2017 0

Da Frosinone a Veroli per spacciare crak, 24enne in manette

Di admin

Veroli – Aveva alcune decine di grammi di crak gia suddivisa in dosi ed è stato arrestato dai carabinieri.  Nel pomeriggio di martedi, a Veroli, località Castelmassimo, i militari del Nucleo Investigativo, durante lo svolgimento di specifici servizi di contrasto alla vendita ed al consumo di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 29enne di Frosinone per detenzione illecita ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, gli operanti avevano modo di notare e sospettare che nei pressi di un esercizio commerciale vi fosse attività di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arrestato, infatti, avrebbe ceduto qualcosa a l’autista di un’autovettura sopraggiunta. L’immediato intervento dei militari ha consentito l’identificazione del soggetto, che a seguito di perquisizione personale estesa anche alla propria autovettura, è stata trovato in possesso di un involucro contenente 20 grammi di sostanza stupefacente tipo Crack, suddivisa in 70 dosi di vario peso pronta per essere ceduta ad altri acquirenti e la somma di circa 300 euro in contanti di piccolo taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. L’arrestato, già con precedenti specifici, è stato arrestato e tradotto in carcere a Frosinone.

15 febbraio 2010 1

Sorpreso a spacciare cocaina, 41enne in manette

Di admin

I militari del dipendente N.O.R. agli ordini del Luogotenente Antonio Longo, nella tarda serata di sabato 13 febbraio u.s., in Pineto, hanno arrestato MATALONI Massimo, 41enne di Tortoreto (TE), già noto per fatti di giustizia. L’uomo, in cura presso un centro di riabilitazione del piccolo centro costiero, ha pensato bene di allontanarsi dalla struttura sanitaria per mettere in atto i suoi propositi delittuosi. Nel corso di uno specifico servizio, gli operanti lo sorprendevano in prossimità del centro commerciale “Mercatone Uno” proprio all’atto di cedere un grammo di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” ad un giovane consumatore del luogo. Il MATALONI nell’immediatezza, sottoposto ad ispezione personale, veniva trovato in possesso di un altro grammo e mezzo di “marijuana”, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, espletate le formalità di rito. È stato associato alla Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente A.G., in attesa dell’udienza di convalida ove si dovrà difendere dall’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

26 gennaio 2010 0

Beccato a spacciare cocaina, 45enne in manette

Di redazione

Sorpreso dai carabinieri nell’atto di cedere la dose di stupefacenti. Ancora un arresto per droga a Silvi Marina (Te) dove, ieri sera, gli uomini del maresciallo Antonio Tricarico, hanno sorpreso Alberto M., 45enne del luogo, già noto per fatti di giustizia, mentre cedeva una dose di sostanza stupefacente “cocaina”, quantificata in due grammi, ad un 35enne del luogo.. Successivamente veniva effettuata una perquisizione domiciliare d’iniziativa che consentiva di rinvenire ulteriori quarantacinque grammi della stessa sostanza, un bilancino di precisione e materiale utile al confezionamento dello stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. Alberto M. è stato quindi arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti mentre l’acquirente sarà segnalato alla Prefettura di Teramo per uso personale di stupefacenti.

24 ottobre 2009 0

Utilizzavano la figlia minore per spacciare droga. Arrestati due conviventi

Di redazione

Usavano una babina per spacciare dorga, ma l’ignobile stratagemma non è servito loro per evitare l’arresto. Continuano senza sosta le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Giulianova finalizzate a stroncare lo spaccio di sostanze stupefacenti che avviene nella città di Roseto degli Abruzzi. In 24 ore sono stati 4 gli arresti operati, due denunce a piede libero e numerosissime le segnalazioni amministrative per uso personale. Dopo l’arresto di due giovani operato nella serata del 22.10.2009, ieri sera sono stati arresti in flagranza Franco C. e Maria S., conviventi rispettivamente di 48 e 45 anni. I due sono proprietari di un ristorante a Roseto degli Abruzzi nelle immediate vicinanze del palazzetto dello sport. Le indagini relative allo spaccio degli stupefacenti avevano indirizzato i Carabinieri verso quel locale, ma i militari non pensavano si trattasse dei due coniugi incensurati. E’ stata effettuata un’azione ininterrotta di osservazione, nel corso della quale i Carabinieri hanno notato che la figlia minore dei due coniugi, entrava ed usciva dal locale per poi incontrarsi con altri giovani del luogo. Nel corso di uno di questi “strani” movimenti della minore, è scattato il bliz durante il quale la ragazza, che si trovava in compagnia del fidanzato di Giulianova, è stata trovata in possesso di alcune dosi di sostanza stupefacente del tipo haschish e marijuana. Immediatamente si è proceduto ad un controllo del locale. Quando i militari sono entrati nella cucina del ristorante hanno trovato i due coniugi i quali colti di sorpresa non hanno potuto far nulla. All’occhio degli inquirenti è subito balzata la presenza di un bilancino di precisione, posizionato su una credenza, troppo piccolo per essere utilizzato per il peso di alimenti. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti celati in diversi posti tipo pacchetti di sigarette, contenitori di sale e zucchero ecc., numerosi dosi di sostanze stupefacenti del tipo haschish, marijuana e cocaina, nonché la somma contante di € 7.000 circa. La perquisizione è continuata anche presso l’abitazione dei due conviventi ed anche qui sono stati rinvenuti altre dosi delle medesime sostanze. Al termine i militari conteranno circa 100 grammi di marijuana, 20 grammi di cocaina, 30 di haschish, nr.2 bilancini di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente, tutto sottoposto a sequestro. I due conviventi sono stati arrestati e tradotti presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente autorità Giudiziaria, mentre la figlia ed il fidanzato sono stati denunciati a piede libero. La ricostruzione operata dai Carabinieri ha permesso di accertare che i due arrestati utilizzassero la figlia minore per spacciare al dettaglio lo stupefacente del tipo haschish e marijuana, nel giro dei giovanissimi di Roseto degli Abruzzi, mentre loro si occupavano dello spaccio della cocaina. Quest’ultimo stupefacente è stato rinvenuto in dosi differenti per grandezza e ciò per gli inquirenti sta ad indicare i diversi destinatari, che nel caso delle dosi più grandi potrebbero identificarsi in personaggi facoltosi del luogo ovvero destinate a “festini” di gruppo. I militari sono convinti di aver individuato un filone di indagini che nei prossimi giorni potrebbe portare a nuovi sviluppi.