Tag: sparano

1 novembre 2017 Non attivi

Cacciatori sparano vicino a case e in uliveti durante raccolta, Aidaa denuncia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SGURGOLA – “Ancora cacciatori in azione in zone vietate,questa volta la segnalazione al telefono ‘anticaccia’ di AIDAA arriva da Sgorgola piccolo paese del frusinate, qui secondo quanto segnalato all’AIDAA ogni fine settimana i cacciatori si avvicinano sparando alle case e questo avviene deliberatamente specialmente delle case delle persone che hanno segnalato la cosa alle forze dell’ordine sforando il limite previsto dalla legge che impone ai cacciatori di stare a oltre 200 metri dalle case, o in caso di avvicinamento di viaggiare con i fucili scarichi. Ma la famosa goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata stamattina quando i cacciatori hanno sparato in un uliveto dove persone sono impegnate proprio nella raccolta delle olive con i pallini che sono caduti a pochi metri dai lavoranti”. Lo si legge in una nota di Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente). “Continua l’atteggiamento irresponsabile ed arrogante dei cacciatori che non solo sparano ammazzando qualsiasi cosa che si muove o vola- dichiara nella nota Lorenzo Croce presidente di AIDAA- ma entrano impunemente nei fondi privati dove addirittura ci sono persone impegnate nella raccolta delle olive mettendo a rischio la loro sicurezza questi atteggiamenti devono terminare, per questo domani manderemo un esposto circostanziato alla procura di Frosinone per denunciare questi abusi dei cacciatori”.

29 gennaio 2017 0

San Vittore del Lazio – Sparano e uccidono un capriolo, denunciati due cacciatori

Di Antonio Nardelli

Ieri, in San Vittore del Lazio, i militari della competente Stazione di Cervaro, deferivano in stato di libertà un 67enne di Rocca d’Evandro ed un 65enne di Cassino, per aver ucciso un capriolo, animale protetto su tutto il territorio nazionale e, per aver minacciato un ciclista di passaggio che, avendo assistito ai fatti, aveva manifestato tutto il suo disappunto ai due bracconieri. I due cacciatori di frodo, dopo la segnalazione fatta dal ciclista, venivano intercettati e controllati dai militari intervenuti in località di montagna “Rotarelle”, mentre caricavano su un fuoristrada la carcassa del capriolo adulto, di circa 50 kg., colpito più volte al petto da fucilate nel corso di una battuta di caccia. Ai suddetti, che erano in possesso di regolare licenza di caccia, immediatamente veniva sequestrata la carabina a tre colpi con la quale era stato ucciso l’animale e ritirate le licenze per il porto di fucile per uso caccia. Inoltre venivano avviate le proposte per la revoca della licenza di porto di fucile nei loro confronti e diniego alla detenzione delle armi, lo sventurato capriolo veniva poi smaltito, in serata, secondo quanto previsto dalle norme vigenti.

9 aprile 2010 1

Ladri sui treni, agenti della Polfer sparano in aria e li arrestano

Di admin

Colpi di arma da fuoco questa mattina nella stazione ferroviaria di Cassino. Ad esploderli sono stati gli agenti della Polfer a scopo intimidatorio per fermare quattro ladri. Si tratta di un gruppo di napoletani dall’età media di 35 anni che rubavano portafogli ed oggetti preziosi ai viaggiatori sui treni a lunga percorrenza in transito nella stazione di Cassino. I quattro alle cinque di questa mattina hanno approfittato del sonno pesante di un viaggiatore palermitano e gli hanno rubato ben tremila euro. Poco dopo ancor prima che la vittima si accorgesse del furto gli agenti hanno fermato per controllo i malviventi, i quali non hanno perso tempo e, ancora prima che il treno si fermasse a Cassino hanno azionato il freno di emergenza e hanno tentato la fuga nel vicino piazzale. Gli uomini in divisa però hanno estratto le pistole ed hanno fatto fuoco in aria “convincendo” i fuggiaschi alla resa. I quattro quindi sono stati arrestati e tradotti in carcere a Cassino. Er. Amedei