Tag: spareggio

20 marzo 2018 0

Basket: NB Sora vince lo spareggio salvezza con la Lazio

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ il Sora che si porta a casa lo “spareggio” del PalaPanico, dopo una partita dai due volti: un primo tempo dove la Lazio ha sempre tenuto il pallino del gioco, chiudendo a +2, e una ripresa che ha visto i padroni di casa reagire sul finire dell’ultimo quarto e chiudere i varchi in difesa nella frazione decisiva. Il finale, 72-60, permette al Sora di portarsi a +6 in classifica sull’ultimo posto, mettendo così il mirino su quel 12º posto che significherebbe salvezza diretta, per i biancocelesti il rammarico di non aver replicato nella ripresa quanto di buono fatto nei primi 34’.

La partita inizia a ritmi alti, con le due squadre che vanno a segno con i primi tentativi (10-6 al 4’); Ambrosino è già attivo per i volsci, Vozza si vede in cabina di regia con una due giocate iniziali poi Bulatovic si fa spazio nel pitturato, per gli ospiti Reali e Carletti scavano il primo vantaggio Lazio (12-14 al 9’’), obbligando i padroni di casa rincorrere. Sora risponde e gli ospiti, chiudono il primo parziale in vantaggio con il punteggio di 14 a 16.

Secondo quarto con la Lazio che allunga con Grilli e Carletti fino al +5 di vantaggio, prima della reazione del Sora che impatta il risultato al 2’ con successivo sorpasso al 3’ con un 8-0 di parziale nel giro di un paio di minuti. Ancora Sora con Stirpe colpisce dalla lunga distanza (33-28 al 19’), Bocci rimescola le carte e con nuovi innesti sul parquet risucchia qualche punto ai padroni di casa, Reali è il protagonista del periodo per la Lazio, Sora contiene e riesce a chiudere il primo tempo sul punteggio di 35 a 30.

Il rientro in campo è di nuovo battaglia: azioni maschie, errori banali da entrambe le parti, tiri liberi sbagliati e tanta fisicità. La Lazio prova a mettere la freccia con il solito Reali e Frisari, Sora rimane a contatto procurandosi tiri liberi attaccando il canestro coi suoi esterni: alla vigilia degli ultimi 10 minuti una magia di Vona, da 8 metri, regala alla NB Sora il sorpasso (42-41) ma gli ultimi dieci minuti sono quelli decisivi. Entrambe le squadre cominciano forte, ma alla distanza il maggior cinismo dei ragazzi di Ortenzi emerge prepotentemente. Ambrosino attacca il ferro, Di Prospero viene cercato e trovato in area con continuità. Gli ospiti rispondono colpo su colpo, i biancocelesti trovano risorse importanti da Sabatini e Reali e la tripla che vale il 65-58. Lazio frastornata, poco lucida e senza energia. Sora galvanizzata da un Ambrosino strepitoso, torna a brillare conquistando i due punti in palio azzerando anche il -12 del match d’andata (alla luce del miglior quoziente canestri). Ortenzi, lo staff e i giocatori festeggiano sull’ultimo canestro dalla distanza di Berardi. La sirena suona e il punteggio è impietoso: finisce 72-60.

N.B. Sora 2000 72 – Lazio Pall. Riano 60

Parziali: 14-16 / 21-14 / 10-21 / 27-9

N.B. Sora 2000: Vozza 6, Stirpe 7, Santucci n.e., Favari n.e., Castellucci 0, Radonjic 0, Di Prospero 15, Vona 5, Berardi 8, Bulatovic 7, Ambrosino 24; Coach: Ortenzi. Ass. Berardi

Lazio Pall. Riano: Torresani 4, Grilli 4, Cattaruzzi 4, Marimpietri 0, Carletti 5, Albero 0, Sabattini 3, Frisari 14, Baldoni 2, Cuzzucoli 2, Reali 22; Coach: Bocci

14 maggio 2017 0

Serie D. girone A – Fase spareggio: Pallacanestro Veroli 2016 vs Rent Max Roma Eur 59-75

Di redazionecassino1

Nella prima gara dei playoff che si è disputata al Chiappitto di Alatri, Sabato 13 Maggio alle ore 18.00, la Pallacanestro Veroli 2016 cede inaspettatamente al Roma Eur con il punteggio di 59-75. Gli ospiti sono bravi a tenere i ritmi alti, vista la maggiore freschezza in termini di età, ma soprattutto “sfornano” una partita perfetta anche dal punto di vista balistico, con percentuali da oltre l’arco che non lasciano scampo alla difesa ciociara. Veroli dal canto suo, apparsa nervosa e con poca energia mentale e fisica, soffre oltremodo anche a rimbalzo, concedendo sistematicamente secondi e terzi tiri agli avversari che si sono rivelati fatali nell’economia della gara. Veroli incassa la sconfitta e si prepara per la seconda gara in programma, Giovedì 18 maggio alle ore 20:30 in trasferta a Roma sul campo della Nomen Angels, consapevole che non potrà più fare passi falsi nelle prossime tre gare.

 

PALLACANESTRO VEROLI 2016 VS RENT MAX ROMA EUR 59-75

 

Tabellini: Mauti Giovanni 8, Fiorini Giorgio 12, Fiorini Marco 18, Frusone Claudio 8, Iannarilli Nicola, Magnone Lorenzo, Vinci Luca 9, Velocci Gabriele 4, Igliozzi Marco, Lella Lorenzo, All. Fiorini Giuseppe.

 

 

12 maggio 2010 0

Eccellenza: solo lo spareggio fra Rocca D’Evandro e Volkswagen assegnerà il titolo di campione

Di redazionecassino1

Lo avevamo ipotizzato e, anche previsto, che ci sarebbero state novità nel torneo di ‘Eccellenza’. Puntualmente queste sono arrivate. Rocca D’Evandro e Volkswagen Cassino disputeranno lo spareggio per l’assegnazione del titolo. Proprio nell’ultima giornata, infatti, la formazione di Cassino, approfittando del turno di riposo del Rocca D’Evandro e vincendo, 3 a 2, contro Castelnuovo è riuscita nell’impresa di agguantare la formazione campana in vetta alla classifica del torneo. Entrambe le formazioni chiudono il girone di ritorno con sessantacinque punti.  Solo la gara di spareggio permetterà di assegnare il titolo nel torneo. Un segno dell’equilibrio e della preparazione agonistica, atletica e tecnica delle formazioni che hanno partecipato. Proprio le prime della classe, infatti, hanno dato vita ad un avvincente campionato con frequenti ‘cambi di fronte’ in vetta alla classifica. Era quindi prevedibile l’epilogo che si è verificato. Ma le sorprese non si limitano allo spareggio per il primo e secondo posto. Già perché anche la terza posizione è stata assegnata all’ultima giornata. Shascia Boys, infatti, con la vittoria in trasferta sul terreno, non facile, del Portella Calcio, per 1 a 2, è riuscita nell’impresa di strappare la terza posizione alla Longobarda Pontecorvo, sconfitta nel confronto con con l’Atletic Mignano. Ma si sa, la formazione campana è stata, per tutto il campionato, una squadra ostica e ben preparata atleticamente e tatticamente e non ha fatto sconti a nessuno, neppure alle prime della classe. La formazione di Pontecorvo, tuttavia, ha disputato un ottimo campionato che l’ha tenuta sempre nei piani alti della classifica, certo avrebbe voluto e, forse meritato, qualche risultato in più. Chiude tuttavia con cinquantadue punti in classifica, un risultato di tutto rispetto, proprio per l’agguerrita concorrenza delle altre formazioni e l’equilibrio manifestato da tutto il torneo. Adesso non resta che attendere l’incontro di spareggio fra Volkswagen e Rocca D’Evandro, ma quest’ultima un primato l’ha già ottenuto, la vittoria nella classifica dei cannonieri del campionato. Diego Matrunola lo ha conquistato già con alcune giornate di anticipo e chiudendo la stagione con un punteggio, ben ventinove reti segnate, da fare invidia ai bomber di campionati più importanti e molto più retribuiti.