Tag: sperlonga

19 settembre 2018 0

Scuole e palestre realizzate con materiale inidoneo a Gaeta e Sperlonga, arrestati imprenditori a Formia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SPERLONGA – I Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, nelle prime ore di questa mattina, hanno sequestrato la nuova ala del polo scolastico denominato “Sottotenente Alfredo Aspri” di Sperlonga (LT), nonché della palestra del liceo scientifico “Enrico Fermi” di Gaeta (LT).

Nel corso degli approfondimenti susseguenti all’indagine “Tiberio” (che il 16 gennaio 2017 aveva portato all’esecuzione di 10 misure cautelari per reati contro la pubblica amministrazione) il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale e la Compagnia di Terracina hanno accertato che due imprenditori di Formia (LT), Pietro R. 70enne, ed il figlio Francesco, 38enne, avevano ottenuto l’appalto di ampliamento, messa a norma e adeguamento dell’ “Aspri” (circa 900.000 euro, tratti da fondi europei) non solo promettendo denaro all’allora  responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Sperlonga (che era anche architetto presso il Settore politiche della scuola, fabbricati ed energia dell’amministrazione provinciale, tratto in arresto nell’ambito dell’operazione “Tiberio”), ma anche presentando un’offerta al ribasso fuori mercato. A questo punto, per ottenere un congruo risparmio, avevano eseguito numerose lavorazioni in difformità dal progetto e con l’impiego di materiali non previsti. Gli stessi imprenditori avevano anche ottenuto dalla Provincia, con gli analoghi metodi delittuosi, l’appalto per l’ampliamento e completamento della palestra del “Fermi” (circa 290.000 euro).

I correi sono stati colpiti da ordinanza di custodia cautelare in carcere per corruzione, turbata libertà degli incanti, frode in pubbliche forniture e truffa, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Latina su richiesta della locale Procura. Arrestati, sono stati associati alla casa circondariale di Latina.

Per l’esecuzione dei provvedimenti sono stati impiegati 20 carabinieri del comando provinciale.

12 luglio 2018 0

13enne muore in piscina. Tragedia a Sperlonga

Di redazione

La tragedia si è consumata nel tardo pomeriggio di ieri, quando la giovane 13enne, ordinaria di Frosinone, S.F.B. stava nuotando nella piscina di un hotel di Sperlonga. La ragazzina sarebbe stata risucchiata da una pompa della piscina che le avrebbe impedito di risalire. La ragazzina è deceduta nella notte all’ospedale Gemella di Roma dove era stata immediatamente trasferita. Secondo una prima ricostruzione la giovane stava nuotando e improvvisamente sarebbe accaduto il peggio. Ad accorgersi che qualcosa non andava, un turista americano che immediatamente si è tuffato per riportarla in superficie. La ragazzina sarebbe poi stata soccorsa da un medico che si trovava a bordo piscina. A seguito delle manovre di rianimazione, la ragazza sembrava si stesse riprendendo. Sul posto sono giunti immediatamente i sanitari del 118 e un’eliambulanza che l’ha trasportata a Roma. Purtroppo però le sue condizioni, già gravi, sono peggiorate ulteriormente e la piccola non è riuscita a sopravvivere. Foto d’archivio

1 luglio 2017 0

Incendi a Formia e Sperlonga, Vigili del Fuoco e Protezione civile a difesa di case e villaggi turistici

Di admin

Latina – Nottata di superlavoro tra Sperlonga e Formia per i vigili del fuoco che hanno dovuto fronteggiare due vasti incendi. A Sperlonga la zona colpita dalle fiamme è quella di Punta Cesarola,  dove l’incendio ha lambito il villaggio sovrastante. Il forte vento ha reso difficile le operazioni di spegnimento. A Formia, invece, la località Castellone è stato lo scenario di un altro vasto incendio. In entrambi i casi, a dare manforte ai vigili del fuoco del comando di Latina, sono state squadre di volontari di Protezione civile

“A Formia nella zona di Castellonorato c’è stato l’intervento di sei squadre con venticinque volontari della Protezione civile, che hanno supportato il lavoro dei Vigile del Fuoco”. Lo comunica in una nota la Protezione civile della Regione Lazio.

“Per spegnere le fiamme si è ricorso a due interventi aerei dell’elicottero regionale della Protezione civile e sono stati usati 4 pick-up e due autobotti. L’altro importante incendio, a Sperlonga, a visto l’intervento di tre squadre con circa 15 volontari. Anche qui è stato richiesto l’intervento dell’elicottero regionale, e da terra sono intervenuti 2 pick-up e una autobotte”

1 luglio 2017 0

Valle Corsari a Sperlonga, divertimento e solidarietà nella “capitale” della Movida sulla Riviera d’Ulisse

Di admin

Sperlonga – Spettacolo, divertimento e solidarietà a Valle Corsari di Sperlonga. oltre a mettere su un programma che renderà indimenticabile l’estate 2017 , gli organizzatori hanno racconto anche una discreta somma di danaro che hanno affidato al sindaco di amatrice Sergio Pirozzi. Intanto sabato scorso è stata inaugurata la stagione 2017 . Un tripudio di pubblico ha di nuovo riconosciuto la straordinarietà di questa location che da alcuni anni è divenuta centro nevralgico della movida della riviera di Ulisse.

Jef (Gianfranco Annunziata), Sergio Gionta e Antonio De Rosa, ne sono gli organizzatori e con i loro staff rappresentano il motore di questo evento del sabato che risponde al nome di #tuttanatastoria. Musica old style, poi i successi di oggi, mischiati con cura e misura dai dj, e raccontati dai vocalist, ma anche arrangiati dalle percussioni. Sabato 1 luglio la frase che contraddistingue i flyer della serata, estrapolata da un brano di Jovanotti recita così: “La notte fa il suo gioco e serve anche a quello: a far sembrare tutto, tutto un po’ più bello”. In consolle uno dei regular guest, ovvero il dj Dario Fiorini con Fabio Guglietta e la voce di Flavio Ferdinandi. Il live percussion di Mario Ciacciarella conclude la parte artistica. Nel solarium il #sabadorebelde è dedicato al mondo del suoni latino americani. Valle Corsari è a Sperlonga in Via Flacca.  Gli organizzatori , attivi anche nel sociale, sono finalmente riusciti, dopo una lunga trafila, a consegnare nelle mani del sindaco di Amatrice, i proventi arrivati dalle iniziative di solidarietà messe in campo subito dopo il fatidico terremoto dello scorso anno. Una azione concreta dei clienti, degli organizzatori e di tutti i dipendenti, a vario titolo, della disco. Così facendo, e aggiungendo anche i proventi dell’iniziativa svolta in piazza a Sperlonga con la collaborazione del comune, e di tanti professionisti, è stata donata al sindaco Pirozzi la somma di circa 15 mila euro.

31 maggio 2017 0

Sequestrato dai Carabinieri l’albergo Ganimede a Sperlonga

Di redazionecassino1

Sperlonga – L’albergo Ganimede di Sperlonga è stato sequestrato dai carabinieri di Latina nel corso di una indagine per abusivismo iniziata nel 2015. I militari della stazione e del nucleo investigativo hanno eseguito un decreto, emesso il 29 maggio scorso dal gip del tribunale di Latina, sequestrando la struttura alberghiera gestita dalla società Resorts & hotels sperlonga s.r.l, in ragione della pluralità di interventi che, nell’arco temporale compreso tra il 2008 ed il 2014, ne hanno complessivamente ampliato la volumetria in contrasto con le previsioni del piano regolatore generale comunale. La struttura, del valore di circa tre milioni di euro di euro, è stata affidata in custodia giudiziaria senza facoltà d’uso all’amministratore unico  della  citata società.

foto repertorio

16 gennaio 2017 0

Appalti truccati tra Sperlonga, Priverno e Prossedi. dieci arresti tra cui Armando Cusani

Di admin

Sperlonga – Dieci misure cautelari, di cui quattro in carcere e sei ai domiciliari, sono stati eseguiti questa mattina dai carabinieri di Terracina nel corso di una operazione denominata Tiberio e che ha visto finire in manette anche il sindaco di Sperlonga Armando Cusani, ex presidente dell’amministrazione provinciale di Latina. Corruzione ed associazione a delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti sono i reati contestati agli indagati dai carabinieri comandati dal capitano Margherita Anzini.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip presso il tribunale di Latina Giuseppe Cario, e sono scaturiti da un’articolata attività d’indagine, avviata dal nucleo investigativo e coordinata dal sost. Proc. Presso la procura della repubblica di latina dott. Valerio De Luca, a seguito di approfondimenti relativi al procedimento relativo al mancato intervento da parte del comune di Sperlonga in relazione agli abusi edilizi connessi alla realizzazione del locale albergo “Grotta di Tiberio” di cui è proprietario lo stesso Cusani

Le indagini, condotte inizialmente dalla stazione carabinieri di Sperlonga avevano consentito di accertare l’inerzia dei responsabili dell’ufficio tecnico del locale comune che si erano succeduti nel tempo, nell’avvio della procedura di ripristino dello stato dei luoghi, in applicazione della legge 380/2001, nonostante fosse evidente l’esistenza di un abuso edilizio emerso durante e dopo la realizzazione dell’albergo, peraltro sancito da una sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Roma nel 2014.

Per questo era stata ipotizzata anche l’ipotesi di corruzione in capo ai responsabili dell’ufficio tecnico del Comune di Sperlonga che si erano succeduti nel tempo. Le ulteriori indagini, svolte dal nucleo investigativo di Latina e dai colleghi del norm della compagnia di Terracina, oltre a confermare la sussistenza dei reati di corruzione, hanno consentito di accertare l’esistenza di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei delitti di turbata libertà degli incanti ed alla corruzione, al fine di pilotare le aggiudicazioni delle seguenti gare di appalto: la valorizzazione del complesso archeologico Villa Prato di Sperlonga per un importo di 700mila euro; ristrutturazione del comune di Prossedi per un importo di 230mila euro; affidamento del servizio di spazzamento delle strade extraurbane del comune di Priverno per un importo di circa 40mila euro; restauro dell’istituto scolastico “Don Andrea Santoro” di Priverno di circa 35mila euro.