Tag: spray

9 maggio 2018 0

Accecò con spray e bastonò un anziano per rapinarlo in casa, arrestato 25enne rumeno

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LATINA – Accecò con uno spray orticante un ultrasettantenne di Latina e lo pestò per rapinarlo. I fatti risalgono al 30 gennaio scorso e, questa matti, gli agenti della squadra mobile hanno arrestato Dragos Daniel Marcu, 25 anni, cittadino rumeno.

Secondo gli investigatori il giovane è da considerare un soggetto di elevata pericolosità sociale, dedotta dai numerosi precedenti penali a suo carico; egli, peraltro, in ultimo è stato tratto in arresto lo scorso 9 marzo, sempre dalla Squadra Mobile di Latina, per violenze commesse nei confronti della sua ex convivente.

Alle 21 del 30 gennaio scorso, un uomo ultrasessantenne che vive presso un’abitazione di campagna, ubicata sulla via Litoranea a Latina, è uscito di casa per controllare il motivo dell’agitazione dei suoi cani, che abbaiavano furiosamente. Appena uscito di casa, l’uomo è stato aggredito da ignoti che gli hanno spruzzato sul viso una sostanza urticante in modo da tramortirlo; immediatamente dopo, la vittima è stata attinta da diversi colpi di bastone sulla schiena e su un fianco, che gli procuravano lesioni importanti, a causa delle quali è stata ricoverato presso il locale ospedale S.M. Goretti.

Dopo l’aggressione, l’anziano è stato trascinato all’interno della casa e legato mani e piedi sul pavimento, mentre l’aggressore rovistava all’interno della casa alla ricerca di valori di cui appropriarsi, sottraendo oggetti e denaro per un ammontare piuttosto modesto.

Il malvivente, probabilmente con l’aiuto di un complice, si è allontanato dal luogo del delitto, facendo perdere le proprie tracce.

Le indagini, immediatamente attivate dagli investigatori della Squadra Mobile, sono riuscite ad individuare con grande tempestività le responsabilità del rumeno grazie anche alle comunicazioni che lo stesso aveva effettuato via chat nelle ore successive alla rapina.

Da quelle comunicazioni è risultato incontrovertibile che il rumeno aveva necessità di piazzare sul mercato la refurtiva sottratta all’anziana vittima. Refurtiva che, peraltro, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Il Sost. Proc. dott. Giancristofaro, condividendo perfettamente le risultanze investigative, ha richiesto e ottenuto l’emissione del provvedimento restrittivo al G.I.P. del Tribunale di Latina.

27 febbraio 2017 0

Immobilizzato dalla polizia con lo spray al peperoncino

Di admin

Latina – Immobilizzato grazie allo spray al peperoncino in dotazione alle forze di polizia. Un 46enne di Latina che è andato in escandescenza ieri sera in un bar del centro, ha sperimentato la nuova arma di cui sono dotati gli agenti. La volante è arrivata su richiesta del barman che non riusciva più a contenere le intemperanze del cliente il quale, alla vista delgi agenti si è scagliato violentemente contro di essi. Un operatore, per scongiurare conseguenze ben più gravi, ha ritenuto opportuno utilizzare lo spray al peperoncino. Tale dispositivo è stato distribuito su tutto il territorio nazionale a far data dal 29.11.2016, quale strumento di autodifesa che nebulizza un principio attivo naturale a base di oleoresincapsicum.

L’uomo, in evidente stato di agitazione psicofisica, pur forzosamente è stato quindi immobilizzato e condotto presso questi Uffici, dove però ha perseverato nel suo comportamento aggressivo, colpendo con un pugno un operatore, che ha riportato 7 giorni di prognosi.

È stato necessario quindi l’intervento di personale sanitario che ha somministrato allo scalmanato del sedativo, per poi condurlo presso il locale nosocomio dove è stato trattenuto.

Per questo, P.A. è stato denunciato in stato di libertà in ordine ai reati di lesioni, violenza, resistenza, oltraggio e  minaccia  a Pubblico Ufficiale.

2 agosto 2010 0

Nascondeva 220 grammi di droga in bombolette spray, centauro in manette

Di redazione

Con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e possesso di documento falso, nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Mosciano Sant’Angelo (Te), agli ordini del Maresciallo Aiutante Paolo Gentile, hanno arrestato in flagranza di reato Davide Mostafa, 27enne di Napoli, già noto per fatti di giustizia. Alle 16.00 circa, in prossimità dell’uscita del casello autostradale A14 “Giulianova-Mosciano”, i carabinieri hanno effettuato il controllo al giovane campano che viaggiava a bordo di un ciclomotore Gilera Ranger. Nel corso del controllo il centauro, che sin da subito ha destato sospetto, ha esibito una carta d’identità palesemente falsa, intestata ad altra persona. Gli operanti pertanto hanno approfondito gli accertamenti sottoponendolo a perquisizione personale e veicolare. Nello zainetto i militari hanno rinvenuto due bombolette spray per olio lubrificante artatamente modificate. Infatti bastava svitare il tappo sul fondo e la bomboletta diventava un ingegnoso nascondiglio dove sono stati rinvenuti complessivamente 217 grammi di droga, divisa in 55 grammi di cocaina, 100 di haschish e 62 di marijuana, il tutto sottoposto a sequestro unitamente al documento falso. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto nella Camera di Sicurezza della Compagnia di Giulianova.