Tag: stabilimento

17 settembre 2018 0

Piedimonte S.Germano: Incidente nei pressi dello stabilimento Fca. Soccorsi sul posto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano – Si è appena verificato un incidente stradale nei pressi dello stabilimento Fca. Ad essere coinvolti uno scooter e, in base alle prime informazioni che ci pervengono, probabilmente anche un secondo mezzo. Al momento il traffico risulta essere congestionato per favorire l’accesso dei soccorsi. Sul posto un’ambulanza del 118. Una persona sarebbe rimasta ferita. Prestare attenzione anche in considerazione del fatto che in questa fascia oraria c’è un considerevole flusso di operai. Immagine d’archivio

17 novembre 2017 0

Nulla di fatto al tavolo regionale per i 532 lavoratori dello stabilimento Alfa Romeo di Piedimonte

Di redazionecassino1

Roma – “Si è concluso con un nulla di fatto il tavolo regionale per i lavoratori della Fiat di Cassino. A ben 532 di loro non sono stati rinnovati i contratti con un sms dell’azienda che ha comunicato così la fine della loro prestazione lavorativa. Durante l’incontro, cui hanno partecipato le organizzazioni sindacali dei lavoratori del settore della somministrazione e del metalmeccanico e gli assessori al lavoro e allo sviluppo economico della Regione, è stato ribadito tutto l’iter che ha portato alla drammatica situazione, che non riguarda soltanto i 532 lavoratori in questione, ma anche altri 500 di tutto l’indotto Fca del cassinate”. Così in una nota il segretario generale della UilTemp Lazio, Lorenzo Giuliani, dopo l’incontro con gli assessori regionali. “La Regione – prosegue Giuliani – oltre ad illustrare un piano che porterà al rafforzamento ed innovazione dell’area interessata nel settore dell’automotive, si è assunta l’impegno di aprire fin da subito un’interlocuzione con l’azienda e con le Agenzie per il Lavoro, affinché possa trovarsi una soluzione ad un evidente problema sociale ed eventualmente con il Governo. Si tratta di un primo passo che però immaginiamo abbia dei tempi lunghi, mentre la questione necessita di risposte immediate. Si deve considerare, infatti, che la maggior parte di questi lavoratori potrà ottenere –in base a quelli che sono i requisiti per la ‘Naspi’ e rispetto al periodo lavorato presso Fca – un ammortizzatore sociale per un periodo massimo di quattro mesi. Per questo – conclude il sindacalista – la Uiltemp Lazio ha già messo a disposizione di tutti questi lavoratori i propri sportelli sindacali presenti sul territorio per la richiesta di un ulteriore ammortizzatore previsto dalla bilateralità del settore della somministrazione, il cosiddetto sostegno al reddito. Rimane il fatto però che anche questa misura rappresenta una “toppa” che deve essere accompagnata da ulteriori strumenti da mettere in campo da tutti i soggetti coinvolti: Regione, FCA e le agenzie interessate”.

8 novembre 2017 0

Fca, Presidio della Fiom Cgil davanti i cancelli dello stabilimento di Piedimonte San Germano

Di redazione

Piedimonte San Germano- Da questa mattina, la Fiom Cigl sta effettuando un presidio davanti i cancelli dello stabilimento Fca. A motivare la scelta di protesta il mancato rinnovo di 539 contratti di somministrazione che hanno visto impiegati sulla linea Giulia e Stelvio più di 800 giovani operai per circa 8 mesi. Una scelta, quella di Fca, che ha letteralmente spento l’entusiasmo dei ragazzi che lavoravano con agenzia interinali. Solo trecento, lo ricordiamo, sono stati contratti rinnovati. Ciò ha generato, tra l’altro, una reazione a catena anche nell’indotto che ha iniziato a tagliare sulla forza lavoro con inevitabili ripercussioni. Oggi la Fiom Cgil è scesa in piazza per manifestare piena solidarietà a coloro che hanno perso il posto di lavoro. L organizzazione sindacale, si legge in una nota, aveva proposto durante l’incontro dello scorso 2 novembre la rotazione di tutti i somministrati in modo da impedire che i giovani fossero usciti dal circuito aziendale. Il presidio è attivo da questa mattina, già dal primo turno. Anche nel pomeriggio le bandiere e i rappresentanti Fiom con alcuni lavoratori erano davanti lo stabilimento a far sentire la propria rabbia e a chiedere che tutti i ragazzi non confermati vengano riassunti e stabilizzati. N.C.

6 novembre 2017 2

Esuberi allo stabilimento Fiat di Piedimonte, Zingaretti: Trovato accordo tra azienda e sindacato

Di admin

CASSINO – Accordo raggiunto tra sindacati e azienda Fca (Fiat) di Piedimonte San Germano per salvare il posto di lavoro almeno a 300 dei  532 interinali. Ne fda notizia il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

“E’ una buona notizia l’accordo siglato tra il Comitato esecutivo del Consiglio delle RSA di FIM, UILM, FISMIC e UGLM  dello stabilimento di Piedimonte San Germano con la direzione di FCA”. Lo si legge nella nota della Regione Lazio.

“L’intesa permetterà la prosecuzione del rapporto di lavoro per 300 interinali e la costituzione di un bacino protetto per i 532 che hanno interrotto la loro attività a fine ottobre. Entro il 15 gennaio ci sarà un altro incontro tra le parti per verificare un eventuale richiamo o un eventuale stabilizzazione di questi lavoratori. Nel frattempo la Regione Lazio continua a mettersi a disposizione dei lavoratori coinvolti per porre in essere ogni atto capace di favorire la loro stabilizzazione”.

28 agosto 2017 0

Stabilimento balneare abusivo e personale a nero, scattano i sequestri

Di admin
MONDRAGONE – Nell’ambito della costante attività istituzionale di controllo economico del territorio svolta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, i Finanzieri della Compagnia di Mondragone hanno individuato un lido balneare del tutto abusivo sito nel locale litorale, di circa 1.600 metri quadrati, nella disponibilità di una struttura alberghiera della zona e utilizzato, in via esclusiva, dai suoi clienti. Le Fiamme Gialle, all’atto dell’accesso presso l’albergo, oltre a rilevare la presenza di n. 5 tra camerieri e barman completamente in “nero”, hanno constatato che sulla spiaggia vicina era stato adibito un vero e proprio lido, munito di ombrelloni e lettini – tutti disposti su un’unica prima fila – a disposizione degli ospiti, in cui operavano n. 2 assistenti bagnanti anch’essi non regolarmente assunti. Lo stabilimento balneare – a seguito dell’accurato controllo operato dalle Fiamme Gialle – si è rivelato, tuttavia, privo delle previste autorizzazioni e concessioni. Pertanto, i militari hanno provveduto a sottoporre a sequestro 20 ombrelloni e 40 lettini e a deferire il rappresentante legale della società titolare dell’albergo alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per il reato di abusiva occupazione di spazio demaniale.
25 maggio 2017 0

Elezioni rsu nello stabilimento Fiat, direttivo Ugl Metalmeccanici si riunisce e prepara strategie

Di admin

Cassino – “Si è riunito il direttivo Fca dell’Ugl Metalmeccanici per fare il punto della situazione sullo stato dello stabilimento di Piedimonte San Germano alla luce dell’ingresso dei tanti giovani interinali avvenuto negli ultimi mesi e discutere delle strategie da adottare per le prossime elezioni che, il 30 e 31 Maggio, decideranno il rinnovo della rappresentanza sindacale in seno all’azienda automobilistica”. Lo si legge in una nota della Ugl che riportiamo integralmente.

“Al direttivo, tenutosi all’Hotel da Mario di Cassino, hanno preso parte il segretario nazionale dell’Ugl Metalmeccanici Antonio Spera, il segretario provinciale Maurizio Ceccaroni e Costanzo Caramadre, dipendente Alfa Romeo e Rsa dello stabilimento. A fare gli onori di casa il segretario generale dell’Ugl Frosinone Enzo Valente: “Le prossime – ha sottolineato nel corso della sua relazione – saranno le elezioni più importanti degli ultimi tempi perché arrivano in un momento storico di rilancio dell’azienda, dovuto anche e soprattutto ai sacrifici fatti dai dipendenti e dal lavoro delle organizzazioni sindacali che hanno sottoscritto accordi anche impopolari ma che, oggi, hanno dato i loro frutti. Il mondo della Fiat è stato sempre seguito da vicino dal nostro sindacato e oggi, più di ieri, il sistema produttivo del cassinate è un riferimento per l’intera provincia perché va in controtendenza rispetto a quanto accade ad esempio al nord del territorio. Una scommessa riuscita la nostra, grazie alla quale oggi abbiamo un’azienda di livello mondiale che produce auto di qualità apprezzate ovunque”. Sulle consultazioni: “Confidiamo in un risultato positivo per l’Ugl – ha spiegato Valente – per continuare il lavoro fin qui svolto e chiedere alle istituzioni il massimo impegno per mantenere l’attuale livello infrastrutturale del territorio al sud, fiore all’occhiello dell’intera provincia. L’auspicio è che venga eletto un Rsa all’insegna del pluralismo sindacale” -“.

21 maggio 2017 0

Vola da una scala nel reparto montaggio, operaio ferito nello stabilimento Fiat

Di admin

Cassino – Incidente sul lavoro, oggi pomeriggio, all’interno dello stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano. A farne le spese è stato l’operaio 55enne di una ditta esterna impegnato in un lavoro di manutenzione all’interno del fabbricato due, nel reparto Montaggio.

L’uomo era su una scala, quando per cause ancora da accertare, è volato di sotto facendo un volo di circa due metri ma sbattendo la testa e la gamba sulle apparecchiature meccaniche. Sul posto sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Cassino per recuperarlo dal luogo difficile da raggiungere.

Una volta imbragato e immobilizzato su una barella, è stato affidato agli operatori del 118 che, a bordo di una eliambulanza, lo hanno trasportato in un ospedale di Roma. Aveva, infatti un preoccupante trauma cranico e la frattura scomposta al piede sinistro.

17 novembre 2016 0

Lo stabilimento SKF di Cassino ospita “Lettere in fabbrica”

Di redazionecassino1

Cassino – Il sito del Gruppo si trasforma in un luogo in cui discutere di letteratura, poesia, storia e musica nel corso di quattro incontri dal 3 al 24 novembre. Lettere in fabbrica è l’iniziativa promossa dallo stabilimento SKF di Cassino e dall’Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale per portare la cultura umanistica fuori dalle aule, sul luogo di lavoro. Quattro lezioni-conferenza della durata di un’ora con un approccio stimolante, rivolte esclusivamente ai dipendenti , dedicate alla letteratura, alla poesia, alla musica e alla storia in programma all’interno dello stabilimento SKF di Cassino dal 3 al 24 novembre. Il progetto è stato sviluppato dalla Delega alla Diffusione della cultura e della conoscenza dell’Ateneo cassinate in collaborazione con i responsabili del sito produttivo del Gruppo svedese; si inserisce nelle iniziative in sinergia con il territorio portate avanti da SKF di Cassino in occasione del 60° anniversario della fondazione dello stabilimento e nelle attività di ‘terza missione’ – ossia di trasferimento della conoscenza alla società e al territorio – dell’Università. Un esempio in questa direzione è il progetto di riqualificazione de’area urbana del Quinto Ponte, realizzato dal Comune di Cassino e dall’Università di Cassino e del Lazio meridionale, progetto al quale SKF ha partecipato finanziando il murale dell’artista croato Lonac all’interno del nuovo skate park cittadino. Le conferenze di Lettere in fabbrica si svolgono fuori dall’orario di lavoro e sono tenute da docenti del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’ateneo. Giuseppe Antonelli è docente di Storia della lingua italiana, autore di libri e saggi sull’evoluzione dell’italiano; conduce su RAIRadioTre la trasmissione La lingua batte e racconta storie di parole nel programma TV Il Kilimangiaro di RaiTre. Marco De Niccolò è docente di Storia contemporanea, autore di libri e saggi di storia delle istituzioni e di storia sociale, in particolare dei movimenti giovanili; cultore di musica rock, di cui scrive sul “Magazine” della Treccani. Susanna Pasticci è docente di Storia della musica, autrice di libri e saggi di musica contemporanea e di teatro musicale del Novecento; collabora come conduttrice alla trasmissione di RAIRadioTre WikiMusic.

27 aprile 2010 0

Allarme nello stabilimento Saf, due camion sono risultati radioattivi

Di redazione

Da ieri sera è allarme radiazioni all’interno dello stabilimento di riciclaggio rifiuti di Colfelice. Sotto inchiesta dei tecnici dei vigili del fuoco e dell’Arpa sono due auto compattatori provenienti da Alatri. Il sistema di rilevazione governo allo stabilimento ha segnalato sui due mezzi che trasportano rifiuti prelevati dai cassonetti, la presenza di materiale radioattivo. I compattatori sono stati messi subito in sicurezza in attesa che si costituisca un pool di esperti che possa risalire alla natura del materiale radioattivo e tentare di stabilire come possa essersi mischiato ai rifiuti comuni. er amedei