Tag: stampa

8 giugno 2018 0

La puntura di Ultimo… alla “stampa” distratta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Gran parte della stampa, spiazzata dal cambiamento epocale che ha portato al quasi azzeramento dei partiti di riferimento, in questi giorni non fa altro che mettere in risalto la totale dipendenza del Premier Conte dai dettami di Di Maio e Salvini.

Eppure, non si ricorda, nella storia repubblicana, un Presidente del Consiglio con un personale 51% dei consensi e quindi completamente indipendente.

A Conte va augurato solo di riuscire ad applicare il contratto che Lega e M5S hanno sottoscritto, per rimettere l’Italia sui binari giusti. Quella parte di stampa se ne faccia una ragione…”

Ultimo

4 gennaio 2018 0

A Frosinone una sede di Stampa Romana intitolata ad Umberto Celani

Di admin

FROSINONE – “L’Associazione Stampa Romana, il sindacato dei giornalisti del Lazio, avrà una sede anche a Frosinone. Un punto di ritrovo dove tutti i colleghi potranno incontrarsi, discutere e fare il punto della situazione su progetti e iniziative”.

Lo si legge in una nota a firma di Tiziana Cardarelli, Fiduciaria Frosinone Associazione Stampa Romana e di Lazzaro Pappagallo Segretario ASR.

“L’inaugurazione della ‘casa’ dei giornalisti ciociari avverrà il prossimo 12 gennaio, alle ore 20,  in corso della Repubblica 48/52, nei locali del Grid. La sede ciociara del sindacato sarà intitolata a Umberto Celani. Il direttore, scomparso da quasi due anni, ha dedicato tutta la sua vita professionale al giornalismo; un uomo di cultura che per oltre 45 anni è stato sempre dalla parte dei cittadini, soprattutto i più deboli. Umberto Celani, grande maestro locale di giornalismo, ha creato lavoro, ha formato decine di giovani, ha lasciato un segno profondo nel racconto del territorio. Una targa ricordo in sua memoria sarà affissa proprio il giorno del taglio del nastro nella sede frusinate di Stampa Romana”

2 gennaio 2018 0

Stampa, Lorusso (Fnsi): Secretate o meno, giornalisti hanno dovere di pubblicare notizie di interesse pubblico

Di admin

DALL’ITALIA – “Sbaglia chi crede che la tutela del diritto di cronaca, nella nuova disciplina sulle intercettazioni, possa esaurirsi nel diritto di richiedere copia delle ordinanze del Gip. Questa norma, inserita nel provvedimento approvato dal governo, rappresenta un passo in avanti rispetto al testo iniziale, ma non può limitare il diritto dei giornalisti a pubblicare ogni notizia rilevante per l’opinione pubblica, anche se irrilevante ai fini del processo penale. L’obbligo di non divulgare materiale irrilevante ai fini del processo non può gravare sui giornalisti che, semmai, hanno il dovere opposto: quello di pubblicare ogni notizia di rilevanza pubblica, anche se coperta da segreto. Non tutto ciò che è rilevante per soddisfare il diritto dei cittadini ad essere informati ha necessariamente rilevanza penale. Per questo, in linea con l’indirizzo consolidato della Corte europea dei diritti dell’uomo, i giornalisti hanno il dovere di pubblicare tutte le notizie di interesse pubblico di cui vengono in possesso, a prescindere dal fatto che siano o meno coperte da segreto”.

Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi.

2 gennaio 2018 0

Stampa, Lorusso (Fnsi): Secretate o meno, giornalisti hanno dovere di pubblicare notizie di interesse pubblico

Di admin

DALL’ITALIA – “Sbaglia chi crede che la tutela del diritto di cronaca, nella nuova disciplina sulle intercettazioni, possa esaurirsi nel diritto di richiedere copia delle ordinanze del Gip. Questa norma, inserita nel provvedimento approvato dal governo, rappresenta un passo in avanti rispetto al testo iniziale, ma non può limitare il diritto dei giornalisti a pubblicare ogni notizia rilevante per l’opinione pubblica, anche se irrilevante ai fini del processo penale. L’obbligo di non divulgare materiale irrilevante ai fini del processo non può gravare sui giornalisti che, semmai, hanno il dovere opposto: quello di pubblicare ogni notizia di rilevanza pubblica, anche se coperta da segreto. Non tutto ciò che è rilevante per soddisfare il diritto dei cittadini ad essere informati ha necessariamente rilevanza penale. Per questo, in linea con l’indirizzo consolidato della Corte europea dei diritti dell’uomo, i giornalisti hanno il dovere di pubblicare tutte le notizie di interesse pubblico di cui vengono in possesso, a prescindere dal fatto che siano o meno coperte da segreto”.

Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi.

7 luglio 2010 0

“A Viso Aperto”, il Movimento si presenta alla stampa

Di redazione

Si presenterà oggi alla stampa, presso il Bar del Corso di Cassino, il movimento “A Viso Aperto”. “Non siamo un’associazione, Noi siamo un laboratorio, un cantiere di idee, di sogni, di progetti da portare avanti, da realizzare”. Così si definiscono i promotori del movimento di cui, però, ancora non si conoscono i nomi. “Visto il preoccupante stato in cui versa la nostra città, pensiamo che non sia più il tempo di aspettare, che non sia più possibile rassegnarsi al pessimismo o alla pigrizia, tra lo scegliere di restare davanti un bar a lamentarsi perché le cose non vanno o peggio ancora immaginare che tutto vada bene, e la strada invece di tentare qualcosa di nuovo, Noi scegliamo la seconda, scegliamo di non delegare ad altri i nostri sogni, i nostri desideri, i nostri progetti; Noi scegliamo di metterci in gioco, non lasciando il domani agli altri, vogliamo cercare di cambiare, davvero. Pensiamo che una città non può essere amministrata senza amore, così come una città non potrà mai crescere se chi ha l’onore di amministrarla non è riuscito a darle un senso, una missione, uno scopo. Il nostro modo “a viso aperto”vuole essere anche un atteggiamento provocatorio, Noi vogliamo suscitare un dibattito, una discussione, ricevere critiche; Noi vogliamo uscire dal dibattito tutto politico,spesso stanco e stantio, degli addetti ai lavori; Noi vogliamo confrontarci con la gente, con quelli della nostra generazione, perché il confronto schietto ti costringe a riflettere. A spiegarti e a cercare di capire. Ti impone di vivere il rapporto tra te e gli altri…a viso aperto, senza maschere e ipocrisie! Per questo motivo presenteremo i primi 10 punti per Cassino, e le prime 5 iniziative concrete che metteremo in campo da qui a Febbraio prossimo. Questi primi 10 punti sono nati dal confronto e dalle discussioni che in queste settimane abbiamo fatto insieme a decine di ragazzi.Sono solo l’inizio, i forum tematici che abbiamo strutturato nel nostro movimento e che partiranno da settembre svilupperanno e arricchiranno le tematiche che a noi ci stanno a cuore e che come tale vorremmo che la prossima amministrazione porti a compimento. Pensiamo alla linea wi-fi nelle piazze,alla villa comunale,una Città Universitaria per ritenersi tale deve offrire tutti quei servizi utili ai ragazzi nello svolgimento dei propri anni di studio. Pensiamo alla biblioteca, la nostra città non è dotata di una vera biblioteca, quella esistente viene definita più una sala studio che altro.Per questo presenteremo un programma dettagliato di rilancio della biblioteca, che parta prima di tutto dallo svecchiamento del patrimonio librario che possiede attualmente, così come è importante la creazione di un OPAC per la biblioteca. Siamo convinti che le risorse da destinare alla cultura non siano da ritenere, così come le ha ritenute l’attuale amministrazione, dei semplici costi che gravano sulla spesa comunale, bensì sono per noi un investimento, il valore culturale che una città può offrire rende molto di più di un affitto. Altro tema che abbiamo sviluppato in queste settimane di incontri è stato quello della mobilità sostenibile: Roma l’ha affrontato e ci sta riuscendo, Cassino ha bisogno di un piano integrato della mobilità ciclistica, che sensibilizzi l’uso della bicicletta per gli spostamenti quotidiani in ambito urbano,così da congestionare non solo il traffico nel centro ma soprattutto a rendere più vivibile, dal punto di vista ambientale, la città. Presenteremo il progetto di realizzazione del sistema Bike Sharing (condivisione delle biciclette), uno degli strumenti di mobilità sostenibile a disposizione dei Comuni, il Comune di Roma ha avviato da un anno con successo il progetto. Insomma Noi abbiamo iniziato un cammino, e lo abbiamo fatto partendo da una considerazione: siamo la generazione Erasmus, la generazione Google; quelli di Google sono quelli che hanno creduto a un sogno impossibile, quelli che 15anni fa non esistevano, ma che oggi capitalizzano più di qualunque impresa americana. Fu un’idea folle ma vincente,Google oggi è un modello,una realtà dove vince chi ha un’idea e non chi aspetta di salire un gradino in base all’anzianità di servizio. Siamo la generazione Google, e dovremmo esserlo sempre di più, nel nostro impegno nella società e nella politica. Ma l’unico modo per crederci è quello di confrontarsi davvero sui progetti, sui sogni e sulle idee. Un sogno arrogante, si potrà pensare.Un sogno troppo grande forse. Ma proprio la difficoltà di provare a fare sogni grandi è uno dei limiti della nostra generazione. E allora ci siamo chiesti, perché non provare a cambiare?….magari facendolo A viso aperto!!!”

26 aprile 2010 0

“Eventi di scherma” la presentazione in una conferenza stampa

Di redazionecassino1

Si svolgerà mercoledi prossimo, 28 aprile, alle 17.30, nella Sala S. Benedetto della Filiale di Cassino della Banca Popolare del Cassinate, la conferenza stampa di presentazione di Eventi di scherma 2010, la manifestazione promossa dal CUS CASSINO in collaborazione con il Comitato Regionale Lazio della Federazione Italiana Scherma (FIS), il Comitato Regionale Lazio del Comitato Italiano Paralimpiadi (CIP) e l’Università degli Studi di Cassino (Facoltà di Scienze Motorie). Si tratta di un importante evento sportivo che, quest’anno, ha una particolare valenza anche dal punto di vista sociale, poiché prevede anche momenti di approfondimento e occasioni di integrazione per gli atleti disabili. Tanti gli appuntamenti in calendario. Si parte l’1 e il 2 maggio, presso il Polo Didattico Sportivo “O. Soriano” – Via della Cartiera, 1 – Atina (Fr,) con la COPPA ITALIA fase Regione LAZIO – 6 Armi (Spada, Fioretto e Sciabola M/F). A seguire il 9 maggio, invece, nella stessa sede, ci sarà il TORNEO di SPADA “Banca Popolare del Cassinate” Gara Interregionale under 14. Il programma prevede anche un convegno e un altro appuntamento sportivo di grande rilevanza sportiva e sociale visto che verrà affrontato il tema dell’integrazione dei disabili nello sport e attraverso lo sport. L’incontro, dal titolo “L’integrazione attraverso lo sport: una stoccata alle barriere” si terrà il 7 maggio alle ore 16.00 presso la Sala “Pier Carlo Restagno” del Comune di CASSINO e vedrà la partecipazione di operatori del settore dell’educazione, della formazione Universitaria, studenti della facoltà di Scienze Motorie, allenatori e tecnici della scherma in carrozzina e atleti, disabili e non. In questo contesto e nell’ottica di integrazione, altra tappa importante è il Torneo Nazionale di Scherma Integrata di SPADA a squadre che si terrà il 9 maggio presso il Polo Didattico Sportivo “O. Soriano” di Atina, nel quale il modello ispiratore è quello della “Scherma Integrata” dove non si fanno distinzioni sullo stato dei partecipanti. Ogni squadra è composta da tre atleti indifferentemente disabili o normodotati: la novità è che tutti gareggiano seduti in carrozzina.

19 novembre 2009 0

La Federazione nazionale della Stampa si schiera contro la regione Molise

Di redazione

Il Segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana, Franco Siddi, sarà, domani mattina alle 9,30, al tribunale di Cassino, dove incontrerà la stampa, in occasione della prima udienza della causa civile intentata dalla Regione Molise ai danni di due giornalisti della sede Rai di Campobasso. La colpa? Aver inserito nella rassegna stampa un quotidiano che lederebbe l’immagine della Regione e dei suoi rappresentanti. La Giunta ed il Presidente dell’ente hanno, infatti, citato il caporedattore del Tgr di Campobasso, Filippo Massari, per omesso controllo e la redattrice Enrica Cefaratti per aver fatto da ‘cassa di risonanza’ ad un quotidiano locale che, secondo la Regione, sarebbe responsabile di ‘disinformazione’ e di accreditare una ‘immagine negativa del Molise a livello nazionale ed europeo’. Il Tgr, in sostanza, sarebbe responsabile di aver letto i titoli non in linea con il pensiero del politico o, comunque, di non aver censurato quelli dal presunto contenuto diffamatorio. “Ciò è contro ogni principio della democrazia e della libertà di informazione – ha dichiarato Siddi -. Tutto ciò sa molto di censura preventiva o di intimidazione. Chi decide, prima di andare in onda, se un titolo piace o può creare dispiacere ad un politico? Sarebbe un precedente molto pericoloso se passasse l’dea che le rassegne stampa le decidono le Regioni, le Province o i Comuni o tutti quei soggetti che si potrebbero ritenere in qualche maniera non gratificati. Per questo, domani sarò a Cassino, assieme al Presidente dell’Assostampa Molise, Giuseppe di Pietro ed al Vice Presidente, Giovanni Mancinone per solidarietà con i colleghi del Tgr Rai di Campobasso”.

1 ottobre 2009 0

La Cgil a Roma per difendere la libertà di stampa. Dì la tua

Di redazione

La libertà di stampa è in pericolo? di la tua scrivendo a redazione@ilpuntoamezzogiorno.it Questa la posizione della Cgil per bocca di Benedetto Truppa “Per una informazione davvero libera, indipendente da qualunque potere. Ma anche contro le censure, le minacce, le intimidazioni di ogni genere che hanno colpito negli ultimi mesi importanti testate giornalistiche nazionali e trasmissioni delle reti pubbliche, e decine di giornalisti, di uomini e donne della cultura e dello spettacolo. La CGIL dice no all’informazione al guinzaglio, e con forte convinzione aderisce alla manifestazione per la libertà di informazione e di espressione indetta dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana che si terrà a Roma alle ore 16,00 in Piazza del Popolo. L’impressionante escalation di iniziative contro il ruolo di una informazione libera e plurale richiede una reazione adeguata ed immediata ed una continuità di mobilitazione. La CGIL intende partecipare a questa mobilitazione a sostegno dell’articolo 21 della Costituzione, chiama i lavoratori ed i cittadini ad un impegno straordinario affinché si respinga l’autoritarismo in atto nel nostro paese e si tutelino i diritti fondamentali della democrazia figli della resistenza e delle lotte sociali che il sindacato e le forze politiche sane hanno preservato negli anni pagando a caro prezzo anche con il sangue. Tutti coloro che vogliono adire e partecipare alla manifestazione di Roma possono contattare la CGIL di Cassino 0776.325471- 3480045041. I pullmans partiranno alle ore 13,30 da Piazza Green. Benedetto Truppa CGIL Cassino