Tag: stanzia

9 agosto 2017 0

Reti di imprese del commercio: La Regione stanzia 3,5mln di euro per finanziare 34 progetti in tutto il Lazio

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Roma – Complessivamente sono quindi 161 i progetti di Reti di imprese del commercio che verranno finanziati. Ogni rete d’impresa finanziata beneficerà di un contributo regionale fino a 100mila euro (eccetto quelle dell’area del cratere sismico per le quali si arriverà fino a 200.000 €)

Via libera della Giunta Regionale allo stanziamento di ulteriori 3,5 milioni di euro per finanziare i 34 progetti di Reti di imprese del commercio che avevano partecipato al bando regionale e che erano risultati ammissibili ma non finanziati per l’esaurimento delle risorse disponibili. Questi progetti vanno ad aggiungersi ai 127 già finanziati, portando quindi il totale delle “Strade del commercio del Lazio” a 161; la somma complessiva destinata dalla Regione a questi progetti è quindi di 16,5 milioni di euro, gli iniziali 13 milioni più questi altri 3,5. A seguito dell’approvazione della delibera di reperimento dei fondi verranno redatti gli atti amministrativi con i quali i fondi verranno assegnati ai singoli progetti. Dei 34 progetti che, grazie a questi ulteriori 3,5 milioni, saranno finanziati, 7 sono di Roma città (1 che ha come soggetto capofila Roma Capitale e 6 un Municipio cittadino), 10 del resto della Provincia di Roma, 7 di quella di Frosinone, 7 di Latina e 3 di Rieti. Questi progetti raccolgono in tutto 1.459 attività economiche: 244 per Roma Città (33 per Roma Capitale e 211 per i Municipi), 404 per la Provincia di Roma, 304 per Frosinone, 378 per Latina e 129 per Rieti. Sommate a quelle che si erano già aggiudicate i fondi, le attività economiche che compongono le Reti di impresa aggiudicatesi i 161 progetti che riceveranno i fondi sono complessivamente 8.069: 1.748 le imprese coinvolte su Roma città, 2.347 per la Provincia di Roma, 1.208 per quella di Viterbo, 1.210 per quella di Frosinone, 974 per Latina e 582 per Rieti. Le Reti finanziate potevano essere sia territoriali, sia di filiera. Le prime contemplano la presenza, in un territorio delimitato (ad esempio, una strada), di una serie di attività di varia natura, mentre le seconde vedono l’associazione di attività economiche su strada appartenenti alla medesima specializzazione merceologica e non per forza vicine le une alle altre. Il meccanismo del bando ha previsto l’esistenza di soggetti promotori e dei soggetti beneficiari. I primi sono dei raggruppamenti di almeno 30 attività economiche su strada (esercizi di vicinato, attività artigianali, mercati rionali, bar e ristoranti, musei, cinema, teatri, attività professionali e attività economiche svolte su aree pubbliche) che hanno elaborato: programma di rete, denominazione e logo della rete. I soggetti beneficiari, invece, sono i Comuni del Lazio e i Municipi di Roma Capitale che hanno approvato i Programmi di Rete e che materialmente riceveranno il finanziamento regionale e che saranno responsabili della gestione delle somme e della certificazione e rendicontazione della spesa. Tutti i progetti di Rete devono prevedere almeno tre di queste sette tipologie di intervento: Governance della rete: manager della rete qualificato ovvero accordi con i centri di assistenza tecnica; Interventi di manutenzione e arredo dell’ambiente urbano; Azioni finalizzate alla mobilità intelligente e al miglioramento dell’accessibilità e della fruizione degli spazi pubblici interessati; Sicurezza, legalità e azioni complementari di contrasto all’abusivismo commerciale; Comunicazione, marketing, animazione territoriale, iniziative promozionali e valorizzazione delle eccellenze; Innovazione di filiera e gestione di servizi in comune rivolti alle imprese e/o ai cittadini; Azioni complementari alle politiche di sostenibilità energetica e ambientale. La dotazione del bando è composta da risorse regionali. Il finanziamento massimo per ogni programma di Rete è di 100.000 euro – salvo per i comuni del cratere sismico della Provincia di Rieti, per i quali il massimale è raddoppiato a 200.000 euro – erogati in tre tranche rispettivamente del 30% (acconto), 50% (seconda tranche) e 20% (saldo). Gli interventi e le azioni previste all’interno del programma di Rete dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla data di ammissione a finanziamento.

Questo il dettaglio dei progetti, divisi per Provincia, che verranno finanziati grazie a questo stanziamento aggiuntivo di 3,5 milioni di euro: PROV. SOGGETTO BENEFICIARIO DENOMINAZIONE RETE

FR CASTROCIELO RETE DI IMPRESE COMUNE DI CASTROCIELO

FR PASTENA RETE IL MAGGIO E LE GROTTE DI PASTENA

FR SANT’ELIA FIUMERAPIDO RETE DI IMPRESE DI SANT’ELIA FIUMERAPIDO

FR SANTOPADRE RETE DI IMPRESA CASTROFOROLO

FR FERENTINO RETE DI IMPRESE DI FERENTINO

FR AQUINO RETE DI IMPRESE DI AQUINO

FR SAN GIOVANNI IN CARICO VALLE DELLA GUARDIA

LT SABAUDIA ONDA BLU

LT FONDI RETE AMICO MOF

LT ITRI ITRI C’E’

LT APRILIA TRA LE VIE DI APRILIA IN LATIUM

LT NORMA NOI, IDEE E SVILUPPO

LT FORMIA LE DUE TORRI

LT TERRACINA LE VIE DI GIOVE

RI CITTADUCALE TORRE ANGIOINA

RI MAGLIANO SABINA MAGLIANO IN RETE

RI GRECCIO VALLE DEI PRESEPI

RM ARDEA ARDEA IN RETE

RM GENAZZANO RETE IMPRESE GENAZZANO

RM SUBIACO ENTE PER LA PROMOZIONE TURISTICA DELL’ALTA VALLE DELL’ANIENE

RM CANALE MONTERANO CANALE MONTERANO PARCO DEL CINEMA

RM ROCCA PRIORA VIVI ROCCA PRIORA

RM FONTE NUOVA SANTA LUCIA IN MOVIMENTO “TRA MESTIERE E INNOVAZIONE”

RM MORLUPO RIM RETE IMPRESA MORLUPO

RM ALBANO LAZIALE ENO.L.A.  N. WEB 2.0

RM CIVITELLA SAN PAOLO VIVE CIVITELLA

RM GENZANO DI ROMA RETE IMPRESE I SAPORI DI GENZANO

RM ROMA CAPITALE RICETTIVITA’

RM MUNICIPIO 1 MERCATO VITTORIA.NET

RM MUNICIPIO 5 EX 6 PIGNETO

RM MUNICIPIO 7 EX 9 MANDRIONE DISTRICT

RM MUNICIPIO 7 EX 9 MERCATO LATINO.NET

RM MUNICIPIO 14 EX 19 RETE VIA UGO DE CAROLIS

RM MUNICIPIO 15 ex 20 RETE COLLINA FLEMING

10 novembre 2016 0

“Presepe Vivente” di Maranola, la Regione stanzia contributo di 10 mila euro

Di admin

Formia – La Regione Lazio ha stanziato un contributo di 10 mila euro per il “Presepe vivente” di Maranola. A darne notizia è il Vicesindaco con delega al Turismo Eleonora Zangrillo.

“E’ la prima volta – spiega – che l’Amministrazione regionale finanzia il Comune di Formia per questa manifestazione nell’ambito delle sue attività di programmazione a sostegno delle tradizioni laziali. E’ un segnale importante di cui ringraziamo il Presidente Zingaretti, testimonianza del rilievo che ha assunto l’iniziativa e della credibilità del progetto che il Comune di Formia ha presentato per consolidare ed ulteriormente arricchire la manifestazione. La quarantaduesima edizione del ‘Presepe Vivente’ sarà realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale ‘Maranola Nostra’ e con le agenzie turistiche e i tour operator del territorio formiano. L’obiettivo è la valorizzazione di Maranola e delle sue antiche tradizioni culturali: l’artigianato, l’enogastronomia, la coreutica, le tante attrazioni storiche, paesaggistiche ed ambientali che rendono il borgo straordinariamente appetibile sotto il profilo turistico. Come l’esperienza degli ultimi anni conferma, il ‘Presepe Vivente’ di Maranola è uno degli eventi di maggior richiamo dell’intero basso Lazio, capace di raggiungere una media di ventimila visitatori in tre giorni, attrattore di flussi turistici e straordinaria opportunità di promozione per le bellezze dell’intera città”.

“Potendo contare su maggiori risorse – prosegue l’Assessore Zangrillo – e su un’attività di programmazione integrata che coinvolga in modo attivo tutti i soggetti coinvolti nella definizione e vendita del prodotto turistico, è possibile crescere ulteriormente nei numeri e raggiungere l’obiettivo dei 30 mila visitatori, con riflessi benefici per tutto l’indotto, partendo dalle strutture ricettive e da quelle della ristorazione. Il contributo della Regione ci aiuterà a sostenere la campagna di comunicazione con la produzione di materiale informativo e di divulgazione che contribuirà, attraverso i canali della rete turistica, a portare il nome di Formia in tutta Italia. Arricchiranno l’edizione di quest’anno due iniziative di grande rilievo culturale. Il 18 dicembre, nell’ambito del consueto incontro di presentazione del ‘Presepe Vivente’, saranno inaugurate le due statue raffiguranti la Madonna e San Giuseppe che andranno a posizionarsi sul presepe in terracotta posto all’interno della Chiesa di Santa Maria dei Martiri. Lo stesso giorno – conclude il Vicesindaco – sarà inaugurata una mostra dal titolo ‘Il verbo si è fatto carne’, realizzata in collaborazione con il Museo Diocesano di Gaeta, che esporrà opere importanti raffiguranti il tema della Natività”.

19 febbraio 2010 0

La Regione Lazio stanzia 3 milioni di euro per gli alimenti aproteici per i pazienti con insufficienza renale cronica

Di redazionecassino1

Su proposta dell’Assessore Di Liegro e del Vicepresidente Montino, la Giunta della Regione Lazio ha approvato oggi una delibera che prevede lo stanziamento di 3 milioni di euro a favore dei pazienti con insufficienza renale cronica di stadio 4 e 5, non ancora in dialisi, per l’acquisto dei prodotti aproteici. Il provvedimento prevede di dare ai pazienti un contributo mensile di 120 euro per gli adulti e di 160 euro per quelli di età inferiore ai 12 anni che assumono latte ipoproteico. “Questa delibera – dichiara l’Assessore alle Politiche sociali e delle sicurezze della Regione Lazio Luigina Di Liegro – è una risposta dovuta di aiuto ai pazienti affetti da questa grave patologia ed è stata possibile anche grazie al lavoro di condivisione che la Regione Lazio ha promosso con il Collegio dei Nefrologi responsabili delle strutture pubbliche e dei Policlinici Universitari, di Federfarma Lazio e delle altre associazioni di farmacisti, e alla collaborazione di Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato e dell’Associazione malati di reni”. “Si tratta di un atto doveroso nei confronti di una categoria di malati cronici a cui le istituzioni non devono mai dare la sensazione di essere lasciati soli – spiega il vicepresidente Esterino Montino – Con questo provvedimento quindi la giunta regionale mantiene l’impegno preso con i cittadini all’indomani del decreto n. U0076 del 23 novembre 2009 del Commissario per la sanità, che aveva determinato la sospensione dell’erogazione gratuita a carico del servizio sanitario regionale dei prodotti alimentari aproteici per pazienti con insufficienza renale cronica”.