Tag: Stato

16 agosto 2018 0

Muore dopo essere stato punto dalle api. Tragedia a Paliano

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non c’è stato nulla da fare per un apicoltore questa mattina a Paliano. L’uomo di circa 60 anni è morto a causa delle punture di api. Stando alle prime informazioni, erano le ore 07,30, quando M.D. si trovava nei pressi dell’allevamento di api. Mentre stava svolgendo normali operazioni sul sito, indossava la tuta protettiva da apicoltore. Probabilmente a causa di un foro sullo speciale indumento, le api si sarebbero introdotte e lo avrebbero punto. Per l’uomo è sopraggiunta la morte e nulla è stato possibile per evitare il peggio. L’apicoltore è infatti morto sul posto. Foto d’archivio

13 agosto 2018 0

Polizia di Stato: Prenotazioni al via per il calendario 2019

Di redazione

L’attività della Polizia di Stato illustrata attraverso i disegni di dodici famosi fumettisti. Molto interessanti le tavole che rappresenteranno i mesi del 2019 nel nuovo calendario della Polizia di Stato. Dal 2001 il ricavato della vendita del calendario della Polizia di Stato è destinato a finanziare alcuni appelli umanitari dell’ UNICEF; solo lo scorso anno la vendita dei calendari della Polizia di Stato ha permesso di devolvere 117.000 euro al progetto UNICEF “Italia – Emergenza bambini migranti”. Quest’anno il ricavato della vendita sarà destinato al sostegno del progetto “Yemen”, teatro di una delle più gravi crisi umanitarie del mondo, oltre 22.2 milioni di persone necessitano di assistenza immediata. L’UNICEF si prefigge di raggiungere, con i propri interventi, 17.3 milioni di persone, tra cui 9.9 milioni di bambini attraverso azioni che garantiscono l’accesso sicuro all’acqua, la prevenzione e la cura delle malattie killer più frequenti e il supporto psicosociale ai bambini e adolescenti attraverso percorsi di educazione. Anche quest’anno una quota del ricavato delle vendite del calendario sarà devoluto dal Comitato italiano per l’Unicef al Fondo Assistenza per il personale della Polizia di Stato. E’ possibile prenotare il calendario da parete (costo 8 euro) e il calendario da tavolo (costo 6 euro) entro il 24 settembre p.v., previo versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Comitato Italiano per l’Unicef”. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale “Calendario della Polizia di Stato 2019 per il progetto Unicef “Yemen”. La ricevuta del versamento sarà poi presentata agli Uffici Relazioni con il Pubblico di tutte le Questure d’Italia che forniranno dettagli sulla consegna. URP Questura Frosinone telefono 0775 218714

13 agosto 2018 0

Frosinone, Controlli della Polizia di Stato, un 35enne viene denunciato

Di redazione

Un equipaggio della Squadra Volante della Questura di Frosinone mentre perlustrava la parte bassa della città ha fermato ed identificato un 35enne residente nel sorano. Nello specifico la squadra si trovava nella zona di Corso Lazio, nella parte bassa della città per servizi di monitoraggio e prevenzione dei crimini. A carico del 35enne controllato, risultava in atto il Foglio di Via Obbligatorio dal comune del capoluogo. Per tale ragione per l’uomo è scattata la denuncia di inottemperanza al provvedimento, emesso dal Questore di Frosinone nel novembre del 2016.

27 luglio 2018 0

Rescisso il contratto di leasing per l’Airbus A340-500 di Stato. Costava circa 200 milioni di euro

Di admin

DALL’ITALIA – “Meno spreco di denaro pubblico, meno spese inutili. Il governo che presiedo da subito ha voluto dare segnali di forte cambiamento rispetto al passato”.

Lo scrive in un post sul suo profilo facebook il primo ministro Giuseppe Conte.

“E in quest’ottica si inserisce la volontà di rescindere il contratto di leasing dell’aereo Airbus A340-500, acquistato in passato per i voli di Stato. Un impegno che avevo e avevamo assunto sin dal nostro insediamento, una decisione sacrosanta, tutt’altro che simbolica.

A conti fatti si è trattato di un’operazione del tutto svantaggiosa, sia dal punto di vista dell’impatto economico che dell’utilità pratica. Parliamo di circa 150 milioni di euro spesi per soli 8 anni di noleggio, inclusi i 20 milioni per riconfigurarlo, per un velivolo quasi mai usato. Soldi degli italiani, che vincolavano il governo.

Per questo dai primi giorni del mio mandato ho dato indicazioni di trovare una via di uscita per rescindere il contratto. A questa Presidenza, per le missioni internazionali che siamo chiamati a svolgere, un aereo così grande e costoso non serve. È uno spreco e un capriccio a cui noi rinunciamo molto volentieri”.

I ministri Di Maio e Toninelli, invece, in un video pubblicato sul profilo del ministro delle infrastrutture mostrano l’aereo ed ne illustrano i costi per l’acquisto e il mantenimento.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = 'https://connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v3.1'; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Oggi è un grande giorno per il nostro Paese, collegatevi in diretta! Meno Airbus, più Scuolabus! #ByeByeAirForceRenzi

Pubblicato da Danilo Toninelli su Giovedì 26 luglio 2018

4 luglio 2018 0

E-commerce: la Polizia di Stato denuncia “venditore” per ricettazione

Di redazionecassino1

FROSINONE – Un acquirente dell’e-commerce sta “navigando” in cerca di un pc quando tra gli articoli in vendita riconosce il computer che gli era stato rubato e per il quale aveva sporto denuncia di furto presso un ufficio di Polizia.

Contatta la Questura di Frosinone e agli agenti della Squadra Volante riferisce la vicenda.

Dopo i necessari accertamenti degli uomini diretti dal dr. Flavio Genovesi, un giovane del frusinate è stato denunciato per ricettazione.

I codici del computer, rinvenuto presso la sua abitazione, corrispondono infatti a quelli forniti dal denunciante.

Il materiale è stato sequestrato e, come disposto dal P.M. di turno dr. Samuel Amari, è stato restituito al legittimo proprietario

9 giugno 2018 0

Lotta alla guda in stato di ebbrezza alcolica, ritirate 11 patenti

Di admin

FROSINONE – La Questura di Frosinone, unitamente alla Polizia Stradale, nella scorsa notte ha predisposto, in ambito provinciale, mirati servizi volti ad arginare il fenomeno della guida sotto l’effetto di alcool e/o di sostanze stupefacenti o psicotrope.

L’attività di polizia ha visto impegnate 6 pattuglie della Polizia Stradale, dirette dal V.Q. Dott. Macarra Stefano, nonché personale medico della Questura di Frosinone per gli accertamenti di competenza.

Nel corso dei controlli è stata verificata la regolarità di oltre 200 veicoli, sono state ritirate 11 patenti, di cui 10 per guida in stato di alterazione alcolica (art.186 C.d.S.) ed una  per guida contromano ai sensi dell’art.143 del C.d.S..

31 maggio 2018 0

Anagni; “YouPol”: l’app della Polizia di Stato presentata agli studenti dell’I.I.S. “Guglielmo Marconi”

Di redazionecassino1

ANAGNI – Oggi il tour informativo della Questura di Frosinone  ha fatto tappa ad Anagni: presentata l’innovativa app agli studenti  dell’I.I.S. “Guglielmo Marconi”.

Facile da scaricare, YouPol  consente di  segnalare, anche in forma anonima, episodi di  spaccio di droga e di  bullismo.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi, con YouPol desidera infatti coinvolgere e responsabilizzare gli adolescenti  sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza.

Con l’occasione il Dr. Flavio Genovesi, Portavoce della Questura, nonché Dirigente dell’UPGSP e responsabile in ambito locale del progetto, ha invitato la giovane platea a riflettere sull’importanza del rispetto delle regole e di una “sicurezza” partecipata e condivisa.

21 maggio 2018 0

La puntura di Ultimo… alla Zecca dello Stato

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Trecentocinquantamila carte di identità elettroniche sono risultate difettose ed andranno sostituite. Il microchip usato è difettoso perché installato con un software obsoleto. Ciò non permette di leggere i dati contenuti e quindi le rende inutili. Il danno erariale è stimato in cinquanta milioni di euro. La domanda è: Chi paga? Com’è possibile un errore di questa portata? Quante teste salteranno al Poligrafico della Zecca dello Stato? Quest’estate in quanti piangeranno negli aeroporti ed alle frontiere”.

Ultimo

12 maggio 2018 0

Controlli serrati della Polstrada contro guida in stato di ebbrezza alcolica e l’uso di droghe

Di redazionecassino1

FROSINONE – Nella nottata appena trascorsa, è stato predisposto, dalla Polizia Stradale, un controllo straordinario per contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e l’uso di droghe da parte dei conducenti.

A dare supporto alle pattuglie della Polizia Stradale impiegate, munite di apparecchiature per la misurazione del tasso alcolemico nel sangue (etilometro), c’era anche un camper della Polizia di Stato con a bordo personale sanitario della Questura di Frosinone, il quale si è occupato  dei controlli sulle persone di specifica competenza, mediante il dispositivo di accertamento DRUGS TEST SALIVARE ed una Volante della locale Questura.

Tale apparecchiatura, mediante il prelievo salivare operato con il consenso della persona, fornisce un risultato immediato ed attendibile evidenziando se il conducente si trovi in stato di alterazione dovuta all’assunzione di stupefacenti.

Nel corso del servizio, sono stati controllati 85 veicoli ed identificate 90 persone, di cui   6 sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza alcolica e un soggetto è stato sanzionato per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti.

In totale sono state ritirate 7 patenti di guida e un veicolo è stato sottoposto a sequestro.

Personale della Polizia Stradale ha recuperato un furgone rubato, nella stessa nottata, nella zona industriale di Frosinone.

foto repertorio

9 maggio 2018 0

“Sangue Infetto”, centomila contenziosi risarcitori aperti con lo Stato

Di admin

ATTUALITA’ – Tutti quanti hanno avuto bisogno di una trasfusione di sangue prima degli anni ’90 potrebbe essere stato contagiato da epatite di tipo B o tipo C, se non addirittura da Hiv. Oggi il rischio è ridotto al minimo grazie ad accurati controlli dei donatori che, però, all’epoca non venivano fatti. Ecco perché oggi sono in piedi circa 100mila contenziosi con lo Stato per i risarcimenti.

Il fenomeno è quello conosciuto come del “Sangue Infetto”, una problematica a cui il settimanale Cronaca Vera ha dato ampio spazio intervistando l’avvocato Renato Mattarelli di Formia che segue decine di casi e che ben conosce ciò che le vittime devono affrontare, sia dal punto di vista legale che umano, per ottenere giustizia.

“Sono malattie che si scopre di avere anche a decenni dal contagio; restano latenti e i sintomi, spesso, vengono scambiati per altre patologie e che condizionano una intera esistenza se, non addirittura, la stroncano portando alla morte”.

L’avvocato segue e ha seguito molti casi e, dal punto di vista umano hanno tutti hanno lo stesso percorso reazionale e le stesse paure che portano all’isolamento.  Spesso ci si accorge di essere malati anche dopo anni dal contagio e, magari, in quel periodo, considerando che l’epatite, ad esempio, ha tra i suoi sintomi la stanchezza, si è stati additati anche come fannulloni o pigroni. A tutto questo si aggiunge poi la rabbia e la frustrazione nel sapere di aver contratto la malattia da chi, invece, doveva curarti.

“Si calcola che – dichiara Mattarelli – nel nostro Paese ci siano circa un milioni di malati di epatite B e si stima che ve ne siano tra i 2 e i 3 milioni di malati di epatiti C molti dei quali non sanno di esserlo. Sono malattia che possono restare silenti per 30-40 anni”.