Tag: Stato

8 Marzo 2019 0

Con l’hashish a 14 anni, lo studente di Pontecorvo è stato segnalato alla prefettura

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – Aveva nel suo giubbotto da ragazzino, appena 14 anni, alcune dosi di hashish.

A scoprirlo sono stati i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da un’unità cinofila dei Carabinieri di Santa Maria Galeria, nell’ambito dei quotidiani servizi antidroga in prossimità degli istituti scolastici.

I militari hanno effettuato dei controlli all’interno dell’Istituto Tecnico e dell’Istituto d’Istruzione Superiore di Pontecorvo, su via XXIV Maggio, rinvenendo all’interno di un giubbotto di uno degli studenti dell’istituto tecnico, 3 grammi di hashish racchiusa in un involucro.

Fondamentale è stata la presenza del cane che in poco tempo, all’interno di una delle classi oggetto del controllo ha rinvenuto lo stupefacente.

Il minore di 14 anni, accompagnato in caserma alla presenza dei genitori, è stato segnalato al Prefetto di Frosinone per uso di stupefacente.

Sempre a Pontecorvo, gli stessi Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 17enne di Cassino, incensurato, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari impegnati in un servizio antidroga, hanno proceduto al controllo del 17enne, in compagnia di un altro soggetto, trovandolo in possesso di due pezzi di hashish del peso di circa 18 grammi, che aveva nascosto all’interno degli slip. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro.

20 Febbraio 2019 0

In conferenza stampa, D’Alessandro: “Sono stato vittima dei traditori”. Le reazioni della politica locale alla crisi e alle elezioni

Di redazionecassino1

CASSINO – Ieri la conferenza stampa del sindaco D’Alessandro, in cui il Primo cittadino ha voluto far conoscere le ragioni della crisi che ha portato alla caduta della sua Amministrazione. Lo ha fatto senza peli sulla lingua: “Sono stato vittima dei traditori” lo ha detto chiaramente, senza giri di parole, il sindaco Carlo Maria D’Alessandro durante la conferenza stampa in sala Restagno, commentando le dimissioni in massa dei consiglieri comunali di opposizione e dei quattro dissidenti che hanno spalancato le porte verso le elezioni anticipate.

D’Alessandro ha ribadito che la crisi ha motivazioni che nulla hanno a che vedere con la politica: “Ci sono io e ci sono gli amici seduti qui con me, ha continuato, riferendosi ai presenti Dell’Omo, Calvani, Papa, Evangelista, Langiano, Tauwinkelova, Di Mambro, Langiano, Panaccione, Ranaldi e chi la mattina si sveglia e chiede cosa c’è per me”.  Il primo cittadino è stato molto vago sul suo futuro politico, pur lasciando aperto uno spiraglio su una sua eventuale ricandidatura: “Mi prenderò alcuni giorni per decidere insieme alla mia famiglia ed agli amici che mi sono rimasti vicini”. Fin qui le dichiarazioni di D’Alessandro, ma come ha reagito il mondo politico cittadino? Poco più di tre mesi ed i partiti guardano già alla prossima ed imminente campagna elettorale.

Il Pd festeggia «La liberazione della città di Cassino che adesso può dare il via ad un nuovo inizio così come, la storia ci insegna, è sempre riuscita a fare» lo fa attraverso i suoi dirigenti, che puntano «A mettere in campo una valida alternativa credibile a chi fino ad oggi ha (mal)governato la nostra Città. Riteniamo opportuno – secondo Marino Fardelli, Romeo Fionda e Armando Russo – la convocazione di un direttivo cittadino quanto prima consapevoli che gli errori passati siano da insegnamento, che le divisioni siano solo un vantaggio per altri, che i distinguo interni siano solo pretesti a favore di altri per asfaltarci politicamente parlando. Sarà nostra incontrare i consiglieri comunali e insieme decidere la data di un direttivo quanto prima perché è arrivato il momento delle scelte».

Più cauta la posizione di Fratelli d’Italia che secondo Angela Abatecola, portavoce del partito a Cassino, «La fine molto prematura dell’amministrazione D’Alessandro rappresenta l’epilogo di una somma irreparabile di errori, commessi da tutti gli attori del dramma vissuto dalla città di Cassino. Difficile, in questo momento, prevedere un futuro per la nostra città: c’è un centrodestra da costruire completamente su basi nuove, come diciamo ormai da tempo. Ora è necessario lavorare per una strategia precisa con un obiettivo condivisibile, lasciando l’apparente convergenza di alcuni con la sinistra al fatto occasionale. Ora è il momento dell’attenta riflessione. Noi siamo pronti: con le nostre idee, i nostri programmi, i nostri uomini, le nostre donne”.

Per il Carroccio il vice-coordinatore provinciale Gabriele Picano: «È finita la lenta agonia dell’amministrazione D’Alessandro. Ora guardiamo al futuro per dare alla Città un Governo autorevole e credibile: i nostri cittadini se lo meritano”.

Un tono pacato, quello del segretario provinciale del movimento dello Scarpone, Niki Dragonetti, «Non c’è nulla da festeggiare. Dobbiamo solo rimboccarci le maniche e pensare a ridare dignità e vita a Cassino che merita di più, molto di più. Debbo ringraziare pubblicamente Rossella Chiusaroli, Dino Secondino, Gianluca Tartaglia ed Antonio Valente che, con la loro firma di sfiducia, hanno dato possibilità ai cittadini di poter nuovamente scegliere un sindaco e una Giunta che abbiano realmente a cuore le sorti di Cassino. Il passato deve essere immediatamente lasciato alla spalle e per poter tornare ad essere fulcro di turismo, cultura ed economia oltre che di ambiente e vivibilità, dobbiamo essere uniti e soprattutto dalla parte della collettività e non degli interessi personali».

«E’ stato un peccato aver gettato a mare il progetto di centrodestra che aveva vinto le amministrative nel 2016. Ognuno è libero di prendere le decisioni come meglio crede ed allo stesso modo si assumerà le responsabilità delle proprie scelte. Adesso si ricomincia tutto da capo» la telegrafica posizione di Mario Abbruzzese.

F. Pensabene

 

11 Febbraio 2019 0

Frosinone; a scuola con “YouPol”, l’innovativa app della Polizia di Stato

Di redazionecassino1

FROSINONE – Questa mattina, il dr. Flavio Genovesi, Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nonché Portavoce della Questura di Frosinone, ha incontrato gli studenti dell’istituto Comprensivo 1^ Frosinone, accogliendo favorevolmente l’invito del Dirigente scolastico dr. Lorenzo de Simone, per promuovere la cultura della legalità e del rispetto.

Analizzate le tematiche relative al bullismo e all’uso di stupefacenti tra i giovani.

 Con l’occasione è stata presentata l’ app della Polizia di Stato “YouPol”;  facile da scaricare,    consente di  segnalare, anche in forma anonima, proprio episodi di  spaccio di droga e di  bullismo.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi,  con YouPol desidera infatti coinvolgere e responsabilizzare gli adolescenti  sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza.

La giovane ed interessata platea è stata invitata a riflettere sull’importanza del rispetto delle regole e  di una “sicurezza” partecipata e condivisa.

11 Dicembre 2018 0

Immigrazione: Prosegue l’attività di monitoraggio della Polizia di Stato: sette espulsioni

Di redazionecassino1

FROSINONE – Proseguono i controlli dell’Ufficio Immigrazione per contrastare l’immigrazione irregolare e garantire, altresì , l’allontanamento dal territorio nazionale di coloro che non hanno i requisiti previsti dalla legge.

Altri sette provvedimenti di espulsioni hanno colpito altrettanti stranieri.

Espulso un cittadino indiano, per il quale il Giudice di Pace ha convalidato il provvedimento prefettizio.

L’uomo è stato accompagnato, con volo diretto, nel Paese d’origine.

Aveva scontato la pena detentiva in seguito a condanna per violenza sessuale.

Per altre sei persone, originarie rispettivamente della Nigeria , dell’Egitto,  del Gambia, del Marocco –due- e  del Senegal,   l’espulsione è invece scattata in quanto prive del permesso di soggiorno.

Inoltre, quattro di loro hanno a carico anche reati in materia di stupefacenti.

I controlli dell’Ufficio Immigrazione proseguiranno per contrastare l’immigrazione irregolare, e garantire, altresì , l’allontanamento dal territorio nazionale di coloro non hanno i requisiti previsti dalla legge o la cui presenza costituisca pericolo  per l’ordine e per la sicurezza pubblica.

 

28 Novembre 2018 0

Società di giochi di Minturno non versa imposte allo Stato, sequestrati beni per 218mila euro

Di admin

MINTURNO – La Guardia di Finanza del Comando Provinciale Latina ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, per un valore di circa 218mila euro, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Cassino, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di una società di Minturno operante nel settore dei giochi nonché dei suoi amministratori, responsabili di non aver versato al Concessionario la somma dovuta a titolo di “PREU” ovvero “imposta sugli intrattenimenti”. L’indagine condotta dai militari del Gruppo di Formia, sotto la direzione del Sostituto Procuratore Roberto Bulgarini Nomi, ha permesso di ricostruire il reale assetto della società, risultata amministrata di fatto da un soggetto originario di Melito di Napoli, A.D.M.. Dagli elementi acquisiti in sede d’indagine, il soggetto è risultato co-amministrare di fatto della società, unitamente all’amministratore di diritto G.P. (anch’esso originario della provincia di Napoli) ed occupava un ruolo decisionale oltre a curare in prima persona i contatti con gli interlocutori dell’azienda. Entrambi gli amministratori sono stati, ritenuti responsabili del reato di peculato poiché, nella loro qualità di incaricati di pubblico servizio all’interno della filiera del gioco, hanno omesso di versare le somme dovute a titolo d’imposta al Concessionario e, quindi, allo Stato. Al termine delle indagini, al fine di dare esecuzione al sequestro ordinato dal G.I.P. di Cassino, su disposizioni del P.M. procedente, le Fiamme Gialle del Gruppo di Formia hanno dato corso alle perquisizioni presso i locali già in uso alla società, nonché presso le abitazioni degli indagati, al fine di individuare i beni da sottoporre a sequestro. All’esito delle attività i Finanzieri hanno posto i sigilli ad un appartamento sito in Caivano (NA), nonché a nr. 29 veicoli (tra automobili, autocarri e motocicli) e disponibilità finanziarie (polizze assicurative, saldi di c/c e carte prepagate), per un valore complessivo pari a 218.113,87 euro.

16 Novembre 2018 0

Aquino; a scuola con la Polizia di Stato

Di redazionecassino1

AQUINO – Prosegue il “tour” della Polizia di Stato nelle scuole di ogni ordine e grado nella provincia di Frosinone.

Dopo Alatri, Frosinone e Ceccano, è stata la volta di Aquino: trait d’union di tutti gli incontri con le scolaresche è il rispetto, dell’altro e delle regole, per educare concretamente alla cittadinanza attiva e partecipata.

Ad Aquino, è intervenuto, per il Commissariato di Cassino, il Sovrintendente Capo Erica Gasperini, che ha analizzato a 360 gradi la tematica relativa ai comportamenti devianti.

Grande l’interesse e la partecipazione della giovane  e numerosa platea, circa 65 studenti, dell’Istituto Comprensivo, dove la Polizia di Stato sarà presente con altri tre incontri.

 

 

5 Novembre 2018 0

II Edizione di “Frosinone sale in cattedra”: la polizia di stato schiera la “squadra della legalità”

Di redazionecassino1

FROSINONE – Dopo il successo dello scorso anno, la Questura di Frosinone presenta per la seconda edizione del  progetto “Frosinone sale in cattedra”, ( nato dal protocollo “Insieme in campo”), l’ ormai consolidata  “squadra della legalità”, capitanata dal Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Antonella Chiapparelli, esperta di ordine pubblico.

Al nastro di partenza, anche il Frosinone Calcio, l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, nonché l’Ufficio Scolastico Provinciale.

L’iniziativa, finalizzata a veicolare i valori della correttezza, della lealtà e del  rispetto delle regole, è rivolta agli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di 1^ grado della provincia.

Il kick off, per la nuova stagione della legalità, è stato battuto, questa mattina, ad Alatri – Tecchiena – , nell’Aula Magna dell’ Istituto “E.Danti”: a fare gli onori di casa il Dirigente Scolastico dr.ssa Raffaela Carrubba.

Dopo i saluti di del Dirigente Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale dr. Pierino Malandrucco e dei Dirigenti del Frosinone Calcio Salvatore Gualtieri e  Giuseppe Capozzoli, ha aperto l’incontro il difensore   Edoardo Goldaniga.

A seguire l’intervento del preparatore atletico prof. Paolo Nava, sull’importanza di un’alimentazione corretta, e della dr.ssa Chiapparelli, che ha illustrato alla giovane platea, attenta e partecipe, le dinamiche dell’ordine pubblico nell’ottica della manifestazione sportiva: nello specifico la sicurezza negli stadi.  La sicurezza deve essere obiettivo comune di tutti, in cui ognuno,  nelle rispettive specificità, ne è elemento partecipante e attivo, lavorando in “squadra” come fa in campo una squadra di calcio .

A chiudere la dr.ssa Marika Gimini, “portavoce” di una nuova sezione, che riguarda il   “fair play”, inserito come new-entry, all’interno del format sperimentato lo scorso anno.

31 Ottobre 2018 0

Maltempo, la Regione Lazio dichiara lo stato di calamità Regionale

Di admin

REGIONE – “Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha firmato questo pomeriggio l’atto con cui la Regione Lazio ha dichiarato lo stato di calamità regionale per l’intero territorio laziale.

Sono stati già individuati nell’elenco il comune di Terracina e la provincia di Frosinone, dove ci sono state vittime a causa della forte ondata di maltempo dei giorni scorsi.

La Giunta Regionale nei prossimi giorni attraverso una delibera specifica chiarirà nel dettaglio la lista dei comuni colpiti dal maltempo e di tutti i provvedimenti che dovranno essere assunti”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio

29 Ottobre 2018 0

Week end di controlli della Polizia di Stato: cinque denunciati e due “segnalati”

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Fine settimana di controlli: la Squadra Volante della Questura ha denunciato due persone per spaccio, altre due per inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio dal capoluogo; l’evasione è stata contestata ad un 44enne frusinate. Due ragazzi del sorano sono stati segnalati al Prefetto in quanto assuntori.

Intensificati, nel fine settimana, i servizi di controllo del territorio in provincia per prevenire e contrastare i reati predatori, in materia di stupefacenti e microcriminalità in genere.

Nel capoluogo, in particolare, la Squadra Volante della Questura ha denunciato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, una coppia di giovani coetanei, gambiano lui, frusinate lei, mentre due ragazzi del sorano sono stati segnalati al Prefetto in quanto assuntori: trovati in possesso di cocaina.

Un 44enne residente nel capoluogo è stato invece denunciato per evasione: l’uomo, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, al momento del controllo non era in casa.

L’inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio da Frosinone è stata contestata ad una 38enne del cassinate  e ad una 36enne della provincia romana.

 

16 Agosto 2018 0

Muore dopo essere stato punto dalle api. Tragedia a Paliano

Di redazione

Non c’è stato nulla da fare per un apicoltore questa mattina a Paliano. L’uomo di circa 60 anni è morto a causa delle punture di api. Stando alle prime informazioni, erano le ore 07,30, quando M.D. si trovava nei pressi dell’allevamento di api. Mentre stava svolgendo normali operazioni sul sito, indossava la tuta protettiva da apicoltore. Probabilmente a causa di un foro sullo speciale indumento, le api si sarebbero introdotte e lo avrebbero punto. Per l’uomo è sopraggiunta la morte e nulla è stato possibile per evitare il peggio. L’apicoltore è infatti morto sul posto. Foto d’archivio