Tag: stravince

21 marzo 2017 0

CAMPIONATI UNIVERSITARI VOLLEY MASCHILE: IL CUS Cassino stravince contro il CUS L’Aquila

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella prima partita di qualificazione alla fase finale dei Campionati Nazionali Universitari 2017, il CUS Cassino di pallavolo maschile ottiene un risultato più che positivo, annientando un CUS L’Aquila mai davvero in partita e schiacciato dalla enorme mole di gioco imbastita dai ragazzi dell’Ateneo cassinate. Nel primo parziale della sfida, agli ordini di coach Maurizio Panarello e del dirigente Carlo Di Mambro, scendono in campo Giandomenico Panarello alzatore e Claudio Migliaccio opposto, con Mattia Gemmiti e Gennaro Passaretta a centro rete e Andrea Vizzaccaro in diagonale con capitan Marco Corsetti in banda, mentre a blindare la retroguardia viene schierato Marco Mastronardi nel ruolo di libero. A disposizione per il CUS Cassino ci sono Paolo Mastrocola, Giuseppe Rubino, Nicholas Funaro e Francesco Di Nuzzo. I cassinati partono leggermente contratti e permettono al team aquilano di iniziare con un piccolo vantaggio. Poi sale in cattedra la formazione padrona di casa, che, soprattutto con Vizzaccaro e Corsetti, piega la resistenza ospite e si piazza al comando della contesa. I cassinati diventano irresistibili e impongono un ritmo martellante alla gara, ritmo che la formazione abruzzese non riesce a sostenere e cede il passo ai locali, che chiudono il set con un buon 25-23. Nel secondo parziale sono i cassinati a fare la parte della lepre, partono fortissimo e schiacciano le ambizioni aquilane con un ritmo di gioco forsennato. Gli ospiti non riescono in alcun modo a trovare il bandolo della matassa delle trame di gioco cassinati, tirano i remi in barca e si abbandonano allo tsunami CUS Cassino. Solo nel finale, quando i padroni di casa rallentano leggermente l’andatura, gli aquilani riescono a rendere meno pesante lo score, ma il parziale viene vinto agevolmente dai locali con il netto punteggio di 25-17. Nel terzo set gli ospiti provano il colpo di reni per cercare di rimanere ancora in partita, e i cassinati sono costretti a combattere per riuscire a mantenere la testa della gara, anche perché le bocche da fuoco locali commettono un paio di leggerezze in attacco e fanno rimanere in corsa il CUS L’Aquila. I padroni di casa però non vogliono fare sconti a nessuno, e così si rimboccano le maniche e a caricano a testa bassa l’avversario. Gli ospiti, colpiti dalla verve del team cassinate, accusano il colpo e non riescono più a rimettersi in carreggiata, offrendo il fianco agli attacchi dei rivali che in pochi scambi fanno loro anche il terzo punto di giornata con il punteggio di 25-21 che manda in archivio la gara con un netto 3-0 nel conto set. Vittoria limpida per il team del CUS Cassino, che ora, per poter accedere alla fase finale, dovrà battere a domicilio i temibili ragazzi del CUS Bologna, formazione in grado di annichilire gli aquilani nello scontro diretto. Martedì 28 marzo i ragazzi cussini dovranno dar fondo a tutte le loro energie per riuscire ad avere la meglio sulla tostissima formazione emiliana.

 

5 dicembre 2016 0

Referendum costituzionale: A Cassino stravince il No con 13.043 voti. Il Sì a 5965

Di redazionecassino1

Cassino – Giornata di voto per il referendum costituzionale, che doveva confermare o respingere la riforma costituzionale Renzi-Boschi, anche per Cassino. Alta la percentuale dei votanti della Città Martire, che si è attestata al 66,32%, superiore al dato nazionale, con un numero di votanti pari a 19136, su un totale di 28.962 elettori. Solo 39 le schede bianche e 91 quelle nulle. Anche a Cassino ha prevalso il No con 13.043 preferenze, mentre il Sì è rimasto attestato a 5965 voti totali. Per quanto riguarda la percentuale di votanti alle ore 12, questa, era del 18,06%, alle ore 19, invece, la percentuale è salita in misura considerevole attestandosi al 54,25%, con 15.653 cassinati che avevano votato. Alla chiusura dei seggi, alle ore 23, il dato definitivo era salito ulteriormente raggiungendo il 66,32% con 19.008 cittadini che avevano posto la scheda nell’urna. Superato, quindi, il dato nazionale che è stato del 65,47%. Una grande partecipazione dei cittadini della Città Martire alla consultazione referendaria, nonostante la giornata quasi primaverile potesse far temere un calo dei votanti. In realtà non è stato così, segno che in caso di referendum gli italiani, ed i cassinati in particolare, rispondono sempre in grande percentuale. Un segno di grande maturità democratica e di partecipazione. F. Pensabene