Tag: sulla

18 ottobre 2018 0

Incendio sulla Cassino-Formia, pullman Cotral si ferma e prende fuoco

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

AUSONIA – Il fumo nell’abitacolo ha fatto scattare l’allarme e poco dopo si è scatenato l’inferno sul pullman in transito ieri sera sulla superstrada Cassino Formia all’altezza di Ausonia.

In pochi minuti il mezzo del servizio pubblico è stato interamente avvolto dalle fiamme trasformandosi in un enorme falò che produceva un denso fumo nero e maleodorante. Le quattro persone a bordo sono uscite in tutta fretta mettendosi in salvo mentre l’autista tentava un primo intervento di spegnimento che è risultato vano.

Immediatamente sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino che hanno dovuto lavorare non poco per avere la meglio sulle fiamme le quali, una volta domate, hanno restituito solamente la carcassa fumante del mezzo.

Ermanno Amedei

9 ottobre 2018 0

Lo sfogo di Guglielmo Mollicone sulla copertina di Cronaca Vera

Di admin

ARCE – Gli omicidi di Emanuele Morganti di Alatri e Serena Mollicone di Arce sono tra i fatti di cronaca più eclatanti e dolorosi avvenuti nella provincia di Frosinone.

Il settimanale nazionale Cronaca Vera ne sta dando ampio spazio sulle proprie pagine. La settimana scorsa il giornale diretto da Giuseppe Biselli ha dedicato la copertina allo sfogo della madre del 20enne ucciso ad Alatri. Questa settimana l’ha dedicata invece a Guglielmo Mollicone che, nei giorni in cui sono emerse sostanziali novità nell’indagine sulla morte della figlia Serena, ha fatto appello a due degli indagati perché raccontino ciò che sanno.

Papà Guglielmo ha sempre sostenuto il coinvolgimento di alcuni carabinieri in servizio ad all’epoca dei fatti ad Arce nell’omicidio della figlia; il tempo, la sua caparbietà, e finalmente anche la giustizia, sembra che stiano per dargli ragione. 

26 settembre 2018 1

Incidente stradale sulla Cassino Formia, un ferito

Di admin

AUSONIA – Un uomo di circa 75 anni è rimasto ferito questa mattina, in un incidente stradale avvenuto poco dopo le 9 sulla superstrada Cassino Formia nel territorio di Ausonia.

Pare che l’unica vettura coinvolta nel sinistro sia quella su cui viaggiava il ferito. L’auto sarebbe uscita di strada superando il cordolo di cemento.

L’anziano è stato soccorso dai vigili del fuoco di Cassino che lo hanno consegnato agli operatori del 118. Da stabilire ancora le cause dell’accaduto e se a favorire il sinistro possa essere stato un malore del ferito.

24 settembre 2018 0

Incidente stradale sulla Nomentana, 22enne di Marino muore dopo alcuni giorni e dona il volto

Di admin

MARINO – E’ morta dopo alcuni giorni di agonia G. P. la 22enne nata a Roma ma residente a Marino rimasta coinvolta in un incidente stradale nella notte tra il 16 e il 17 settembre scorso.

La ragazza era in sella ad uno scooter guidato da un 21enne quando, sulla via Nomentana all’incrocio con via del Casale di San Basilio, il ciclomotore si è schiantato contro una Opel Corsa guidata da un 19enne.

Entrambi i ragazzi sullo scooter sono rimasti feriti e trasportati in ospedale, il giovane al Pertini, mentre la ragazza al Sant’Andrea dove qualche giorno dopo è morta.

Sarebbe lei la donatrice del volto oggetto di trapianto effettuato da una equipe medica nello stesso ospedale Sant’Andrea a favore di una 49enne.

Ermanno Amedei

23 settembre 2018 0

Inseguimento sulla Casilina, 33enne ucraino semina il panico e ferisce due carabinieri

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO –  Semina il panico sulla Casilina e, inseguito dai carabinieri, sperona l’auto dei militari per tentare di buttarli fuori strada. Pder questo, una volta fermato e immobilizzato, un 33enne Ucraino ma residente a Piedimonte è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a P.U., danneggiamento e rifiuto di sottoporsi ad esami alcolemici.

IL FATTO

I carabinieri della compagnia di Cassino, mentre stavano perlustrando la località Volla a Piedimonte San Germano, hanno notato sopraggiungere nel senso opposto di marcia un’autovettura di colore scuro, per cui si sono posizionati in modo da intimargli l’alt in sicurezza. Il conducente, notato l’autovettura con i colori d’istituto, incurante dell’alt impostogli, ha accelerato, dirigendosi verso il centro abitato di Piedimonte San Germano, inseguito dai Carabinieri. Una volta giunto, sulla SR Casilina, ha imboccato a folle velocità la direzione per Cassino percorrendo contromano una rotonda ove alcuni automobilisti, per evitarlo, sono stati costretti ad accostare nella cunetta.

Nel corso dell’inseguimento, nonostante l’uso dei lampeggianti e sirene dei militari, il conducente, una volta affiancato, con una brusca sterzata ha colpito nella fiancata destra l’autovettura militare al fine di farla uscire fuori strada e sfuggire al controllo, continuando la fuga verso il casello autostradale di Cassino, venendo successivamente bloccato solo quando lo stringevano verso una cunetta. Una volta fermata la corsa dell’auto, l’uomo, nel tentativo di darsi alla fuga, si è scagliato contro gli operanti venendo però immobilizzato. L’arrestato, dopo essere stato accompagnato presso l’ospedale di Cassino per essere sottoposto ad esame alcolemico al quale si rifiutava categoricamente, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima. Nell’occorso, i militari operanti, refertati dall’Ospedale di Cassino, hanno riportato lesioni traumatiche giudicate guaribili in 10 giorni.

18 settembre 2018 0

Pedone investito sulla superstrada Cassino Formia, l’uomo è in gravi condizioni

Di admin

CASSINO – Investimento sulla Superstrada Cassino Formia. A farne le spese, nel tardo pomeriggio di oggi, è stato un uomo di circa 60 anni residente nella zona del ristorante La Campagnola.

Il pedone, a quando si apprende, è stato investito da una Renault Captur che viaggiava in direzione Formia il cui conducent, un 43enne di Portici, si è fermato per prestare soccorso.

La dinamica dell’accaduto è oggetto di indagine da parte dei carabinieri della compagnia di Cassino ma pare che il conducente della vettura sia rimasto abbagliato dal sole che a quell’ora era al tramonto.

Per l’uomo investito è stato necessario l’intervento di un elicottero per il suo immediato trasporto a Roma. Le sue condizioni sono gravi a causa di un preoccupante trauma cranico.

17 settembre 2018 0

Viaggiatore molesto sulla tratta Cassino Roma, denunciato 30enne

Di admin

CASSINO – Un 30enne straniero è stato denunciato dagli agenti della polizia a Cassino per interruzione di pubblico servizio. L’uomo era su un treno diretto a Roma in transito nella Città Martire quando, a causa del suo comportamento molesto con il personale viaggiante ha costretto il convoglio ad un ritardo di 15 minuti sul tempo di percorrenza.

Nel corso del fine settimana invece i controlli della Polizia di Stato nel frusinate ha portato all’identificazione di 150 persone e controlli dentro e fuoli i locali della movida.

15 settembre 2018 0

Incidente stradale sulla Casilina, nella carambola di due auto restano ferite tre persone

Di admin

CASTROCIELO – Una carambola tra due auto, questa notte sulla via Casilina nel territorio di Castrocielo ha causato il ferimento di tre persone di cui due giovanissimi.

Il sinistro è avvenuto poco prima della mezzanotte quando due Fiat Punto si sono scontrate frontalmente fiendo ribaltate entrambe fuoristrada. Nelle vetture ridotte a cumuli di lamiere sono rimasti incastrati e feriti tre uomini: un 51enne di Roccasecca e un 20enne ed un 21enne della zona.

Sul posto, immediatamente, è arrivata la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Cassino i cui uomini hanno provveduto a mettere in sicurezza i feriti e i mezzi. Alle forze dell’ordine il compito di stabilire la dinamica del sinistro.

Ermanno Amedei

13 settembre 2018 0

Ex ospedale di Anagni sulla via della vendita? Snami: Se fosse, reinvestire sul territorio

Di admin

ANAGNI – “Lo SNAMI, sindacato di medici, in merito le problematiche sanitarie del nord della provincia di Frosinone,  ritiene che la vicenda dell’ex ospedale di Anagni, alla luce della proposta di legge regionale n. 55 del 19.07.18 ha assunto i suoi contorni completi”.

Lo si legge in una nota di Giovambattista Martino responsabile della comunicazione dello Snami Sindacato Medici.

“Essendo il fabbricato dell’ex ospedale di Anagni in proprietà a SANIM, società immobiliare della regione Lazio, società che non lo può vendere, ma solo concedere in locazione alla ASL, era preclusa a monte la possibilità di alienazione dell’immobile. Con la proposta legge regionale n. 55, che liquida la SANIM e fa traspondere l’immobile in capo alla ASL, rispetto all’uso in locazione che aveva prima, la ASL ha così in più la possibilità di alienarlo a titolo oneroso, cioè di venderlo sul mercato. Ovviamente la cosa può essere fattibile se, oltre a togliere l’immobile dalla gestione SANIM, venga inoltre superato il vincolo di pubblica utilità di un presidio sanitario: solo quando le attività sono cessate o quasi è effettivamente possibile procedere all’alienazione. Lo scenario non ci sembra affatto fantasioso, basta leggere la stessa relazione alla proposta legge n. 55 , dove espressamente viene chiarito che tale legge viene ideata “…anche al fine di consentire la realizzazione di politiche di patrimonializzazioni e valorizzazioni ad oggi precluse…”. Ci sembra che il discorso della regione sia fin troppo esplicito: l’edificio può essere messo in vendita per fare cassa, cosa che oggi con la SANIM non è permessa. Ciò spiegato, riteniamo che opporsi a tutto questo, dato il chiaro, evidente stato di avanzamento della questione, ci sembra ormai una mera battaglia di retroguardia, che semmai aveva un senso affrontare tempo fa, alle prime avvisaglie evidenti che qualcosa di particolare si stava muovendo, come dallo SNAMI messo in evidenza nell’ottobre 2017. Riteniamo con pragmatica amarezza allora che, così stando oggettivamente le cose, sia infruttuoso cimentarsi in avventure inebrianti ma sterili: l’unica via seria e concreta che i referenti politici del territorio interessato dovrebbero percorrere è quella di ottenere il vincolo di destinazione delle somme ricavate dalla vendita: l’importo ricavato deve essere reinvestito sul medesimo territorio da cui viene alienato l’immobile, e finalizzato a costruire in loco una nuova struttura ospedaliera effettiva, anche come stabilimento complementare di altro polo ospedaliero, in modo che, come impegno minimo, l’area dell’emergenza sia garantita nella sostanza e non nella pura apparenza.

4 settembre 2018 0

La puntura di Ultimo… alla Francia sulla crisi in Libia

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “La Libia è di nuovo una polveriera. Cirenaica contro Tripolitania. Ma in realtà è Francia contro Italia, Total contro Eni. La Francia vincerà perché l’ Italia è già da molti anni una sua colonia. Ed a noi toccherà comprare dai francesi la benzina libica ed accogliere i migranti francofoni”.

Ultimo