Tag: terminata

30 ottobre 2017 Non attivi

Terminata la prima fase del progetto “Capoclasse energetico” domani la conferenza stampa

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Si svolgerà domani martedì 31 ottobre 2017, alle ore 10,30 nella sala Restagno del comune di Cassino, la conferenza stampa per la conclusione della prima fase relativa al Progetto “Capoclasse energetico” promosso dagli assessorati all’Innovazione tecnologica, Ambiente e Cultura.

Un’iniziativa a cui hanno aderito tutte le Scuole dell’obbligo (elementari e medie), gli Istituti superiori: Liceo Socio-Pedagogico e Liceo Artistico, i Dipartimenti DIEI e DICEM di Unicas, UNICAS con la Delega SCIRE nell’ambito dell’iniziativa “Smart Cassino. L’Università per un nuovo modello di città”.

Interverranno il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, il Magnifico Rettore dell’Università di Cassino, Giovanni Betta, l’assessore all’Innovazione Tecnologica, Paola Verde, l’assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova, l’assessore alla Cultura, Nora Noury, la Prof.ssa Giulia Orofino, delegata SCIRE, i Prof. Stefano Chiaverini e Marco Dell’Isola rispettivamente dei dipartimenti DIEM e DICEM della Facoltà di Ingegneria UNICAS e le dirigenti scolastiche Filomena De Vincenzo del Liceo “M.T.Varrone” e Pietro Pascale dell’Istituto “A. Righi”.

“Oggi si chiude la prima fase di questo importante progetto. – ha detto l’assessore Paola Verde – Si è concluso l’iter formativo dei ragazzi degli istituti scolastici che hanno aderito al progetto che, a loro volta, a breve insegneranno ad altri studenti quello che hanno recepito sul risparmio energetico.

Nelle ore di lezione sono stati toccati temi come l’efficientamento energetico degli edifici, le problematiche riscontrate in questo settore nella nostra nazione, le biomasse e il risparmio di energia elettrica nelle azioni che facciamo tutti i giorni a scuola

Un futuro sostenibile per la nostra società passa anche attraverso la conoscenza e la razionalizzazione delle risorse energetiche di cui disponiamo”.

“Stiamo parlando di un progetto innovativo che sicuramente, nel tempo, potrà portare benefici tangibili alla nostra comunità – ha detto il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Partiamo dai giovani con lo scopo di far arrivare nelle nostre famiglie le buone usanze per il risparmio energetico. Stimolando l’adozione di nuovi stili di vita dei cittadini si riesce a garantire il risparmio economico, il risparmio, come in questo caso, dell’energia consumata, la riduzione dei rifiuti e contemporaneamente si migliora la qualità della vita delle persone”.