Tag: titolo

8 maggio 2018 0

Collecedro e Ducato ad un passo dal titolo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Giochi fatti anche in Eccellenza per l’assegnazione del titolo, sette le lunghezze che separano la capolista da Canceglie. A due giornate dalla fine del torneo appare sempre più vicina la conquista del titolo per la formazione volsca, in particolare dopo la vittoria ottenuta nello scorso weekend contro la Longobarda per 3 a 0, raggiunta al terzo posto, a quota 48 punti, da Tordoni e Caira.  Non basta al Canceglie Sora il 2 a 5, rifilato alla Sangermanese per impensierire la capolista. Entrambe le formazioni volsche hanno, comunque, meritato le posizioni occupate in classifica, disputando un campionato regolare e continuo sotto l’aspetto delle prestazioni agonistiche, dimostrando continuità di rendimento e gioco. Stesso discorso può essere fatto nell’altro torneo, quello di Promozione, dominato dall’inizio alla fine da un Collecedro forte e agguerrito, che non ha lasciato spazio a nessuna delle altre formazioni. Nello scorso turno, 28esima giornata, la capolista si è accontentata di un pareggio per 1 a 1, nel match che lo vedeva opposto agli Amatori Pignataro. Nove lunghezze lo separano dalla damigella d’onore, Amatori Colfelice che nella 28esima giornata vince sul terreno dei padroni di casa Real Castelnuovo per 2 a 3. Un secondo posto che ha difficilmente può essere a rischio, nonostante le due partite ancora in programma se la formazione di Colfelice continua con il rendimento fin qui dimostrato che lo ha portato a scalare la classifica, in modo costante e di buon rendimento di gioco. Certo ancora due le partite lo attendono e qualche recupero potrebbero impensierire la formazione. Moscuso che è a sole cinque lunghezze potrebbe tentare un’impresa, ma il prossimo turno è tutto a favore di Colfelice che dovrà affrontare Drink Team Duff, mentre Moscuso sarà impegnato sull’ostico terreno di Amatori Castelnuovo (nella foto) intenzionato a ben figurare davanti ai propri tifosi.

F. Pensabene

2 maggio 2018 0

Ducato di Sora ad un passo dal titolo, per Collecedro è fatta

Di redazionecassino1

A tre giornate dalla fine del torneo di Eccellenza resta al comando della classifica Ducato di Sora (nella foto). L’inseguitrice Canceglie non sfrutta il turno di riposo per ridurre il vantaggio, ora di sette lunghezze, che la separano dalla capolista. L’altra formazione volsca, infatti, rosicchia solo un punto in classifica, fermata dal pareggio casalingo, 2 a 2, imposto dal Cerreto. A meno di sorprese finali e con una giornata da recuperare, quella saltata per il maltempo di quest’inverno, per la capolista non dovrebbero esserci timori. Nel weekend scorso da segnalare il match fra Amatori Aquino e Cervaro caratterizzato da un’alternanza di reti e continui capovolgimenti di fronte tra le due formazioni. Un pareggio a ‘suon di reti, ben dieci, e terminato con un 5 a 5 che ha dato spettacolo fino al triplice fischio del direttore di gara. La Longobarda, con la vittoria casalinga contro San Giorgio, 2 a 0, raggiunge a quota 48 punti Caira, fermata dall’altra formazione di Pontecorvo, Tordoni per 2 a 1. Scivola la Sangermanese sul campo di DS Dodici che fa suo l’incontro per 2 a 1. Il prossimo turno potrebbe laureare campione Ducato che non farà sconti alla Longobarda, mentre Canceglie sarà impegnata sul campo della Sangermanese. In Promozione giochi fatti per Collecedro che con gli undici punti che lo separano da Colfelice, formazione questa che toglie ogni velleità al Moscuso, battendolo in casa per 2 a 1, e superandolo in classifica generale di due lunghezze. La formazione campana, potrebbe tuttavia dire ancora la sua per la seconda posizione. Nel prossimo turno Moscuso, infatti, sarà impegnato fra le mura domestiche contro Caffè Reale. Più agevole invece, il match che vedrà opposto la damigella Colfelice sul terreno del Real Castelnuovo, penultimo in classifica.

F. Pensabene

 

23 aprile 2018 0

Manca solo la certezza matematica per Ducato e Collecedro alla conquista del titolo

Di redazionecassino1

 A quattro giornate dalla conclusione del torneo di Eccellenza sembra sempre più vicina la conquista del titolo per Ducato di Sora che mantiene un margine notevole di vantaggio, otto punti, con la diretta inseguitrice Canceglie sconfitta in casa 1 a 3 da Sordella.

Nella 26esima giornata c’è da registrare il ritorno alla vittoria della Longobarda che infligge, in trasferta, un pesante 0 a 5 al Cervaro.

Pareggia, 1 a 1, Caira sul terreno degli Isotopi Pontecorvo. Il prossimo turno potrà vedere qualche lieve modifica alla classifica, potrebbe essere l’occasione per Canceglie, impegnata contro Cerreto, di riscattare la sconfitta rimediata in questo weekend sfruttando il turno di riposo della capolista Ducato di Sora.

In Promozione nessun dubbio sulla conquista del titolo da parte di Collecedro (nella foto) nonostante il pareggio casalingo, 3 a 3, contro Janula. Sconfitta casalinga per Belmonte, 2 a 3, ad opera di Caffè Reale. Pareggiano anche Real Castelnuovo, 2 a 2, Labbirra. Mentre torna alla vittoria Drink Team Duff che sgambetta, 2 a 4, i padroni di casa del Terelle. Brillante la vittoria ottenuta sul terreno di Amatori Piedimonte per 1 a 3. Prossimo turno insidioso per Moscuso che sarà impegnato contro Colfelice, reduce dalla vittoria nella 26esima giornata. Più agevole, invece, quello della capolista Collecedro che sarà ospite di Niemoslive.:

F. Pensabene

27 marzo 2018 0

Collecedro e Ducato sempre più vicine al titolo nei rispettivi gironi

Di redazionecassino1

Prosegue la marcia solitaria in vetta alla classifica di Eccellenza, per Ducato di Sora a quota 53 punti. La formazione volsca vince di misura, 1 a 0, fra le mura domestiche contro San Giorgio consolidando il primato. A cinque lunghezze l’altra formazione di Sora, il Canceglie, che non va oltre il pareggio a reti inviolate nel confronto con i padroni di casa di Tibia e Peroni. si riavvicina alle posizioni di testa della classifica Caira, ora a quota 44 punti, la vittoria casalinga contro Cervaro per 2 a 0 consente alla formazione cassinate di portarsi in terza posizione allontanandosi ancora dalla Longobarda, fermata dal pareggio casalingo contro Cerreto. Torna alla vittoria Tordoni, 3 a 1, sul terreno di Viticuso. Vittoria esterna anche per Isotopi (nella foto)che si aggiudica i tre punti con un 1 a 3 rifilato ai padroni di casa di DS Dodici. Proprio la formazione di Pontecorvo nel prossimo turno sarà impegnata con la capolista Ducato di Sora. Più agevole il confronto di Canceglie che dovrà vedersela con DS Dodici. In Promozione sembra, ormai, non avere rivali il Collecedro forte dei dieci punti che lo separano da Moscuso a quota 42 punti. La capolista, infatti, vince il confronto con i padroni di casa di Colfelice per 3 a 1, mentre la formazione campana, Moscuso, conquista i tre punti battendo, 2 a 0, Real Castelnuovo. La vittoria di Moscuso consente alla formazione campana di superare in classifica Labbirra battuta in casa dal Belmonte per 1 a 3. Vittorie anche per Janula, 3 a 1, contro Terelle e Amatori Piedimonte contro Drink Team Duff. Alcuni cambiamenti in classifica potranno ancora verificarsi con il recuoero degli incontri non disputati per il maltemo, ma la corsa delle capolista, Collecedro e Ducato, sembra non lasciare dubbi sull’ipoteca di conquista dei rispettivi tornei.

F. Pensabene

 

2 marzo 2018 0

Armi di persone decedute detenute da parenti senza titolo: continuano i sequestri

Di admin

FROSINONE – Sequestrati dalla Polizia di Stato altri due fucili: le armi appartenevano a due cacciatori deceduti e gli eredi non avevano  idoneo titolo per la detenzione.

Se l’erede non è titolare di porto d’armi, ricorda il Primo Dirigente dr.ssa Antonella Chiapparelli, a capo della Divisione Amministrativa, lo stesso dovrà obbligatoriamente provvedere alla segnalazione  all’Autorità di P.S. o ai Carabinieri, che prenderanno  le armi e daranno all’erede un termine per acquisire il nulla osta all’acquisto (o una licenza di porto d’armi) per poter detenere legalmente  egli stesso le armi; ovvero potrà trasferire le armi ad un soggetto legittimato (titolare di licenza di porto d’armi) entro un termine stabilito.

L’erede potrà anche scegliere di destinare le armi per la distruzione.

A riguardo,  le  armi da distruggere,  ritenute di interesse storico – culturale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), continueranno ad essere custodite presso le armerie degli Uffici di P.S. per il successivo riscontro in loco da parte della competente Soprintendenza.

14 novembre 2017 0

Frosinone: Polizia di Stato, Conferito il titolo ufficiale onorifico a Mino De Santis

Di redazione

Questa mattina, il Questore dr. Filippo Santarelli ha conferito il titolo ufficiale onorifico di Dirigente Superiore al Primo Dirigente della Polizia di Stato, in quiescenza, dr. Mino De Santis. Entrato in Polizia nel 1973 a 18 anni, dopo l’accademia militare per quattro anni a Roma ed il trasferimento a Torino, in un’epoca in cui “non era facile fare il poliziotto in quella grande città”, il dr. De Santis torna a Frosinone nell’ottobre dell’ 86. Negli anni novanta è il capo della Squadra Mobile per poi dirigere il Commissariato di Cassino, con la promozione a Primo Dirigente e conseguendo eccellenti risultati. Dopo l’esperienza al Servizio Controllo del Territorio, nel 2013 “chiude” la sua carriera come Dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Frosinone: ma il poliziotto De Santis non va in pensione, dalla grande famiglia della Polizia di Stato non si va in pensione mai.

30 gennaio 2017 0

Boxe: Il titolo italiano torna a Ceccano, Alessandro Micheli conquista la corona dei Superpiuma

Di redazionecassino1

Il titolo italiano torna a Ceccano. Dopo Tiberia e Adinolfi,, Alessandro Micheli si aggiudica la corona dei pesi Superpiuma battendo al Palasport di Frosinone il piemontese Limone al termine di dieci combattuti round. Micheli ha vinto ai punti con verdetto unanime dei tre giudici (97-94, 96-94, 96-94), facendo esultare i tanti tifosi presenti e l’intera Ciociaria per un momento atteso da anni. Complimenti all’Asd Domenico Tiberia boxing club di Ceccano, al suo presidente Massimo Tiberia, ai maestri Ciotoli, Egidi e Micheli per averci sempre creduto e lavorato giorno e notte per raggiungere l’obiettivo. Micheli ha costruito la vittoria nelle prime sei riprese aggredendo il suo avversario che non è riuscito ad esprimere la propria boxe. Il piemontese ha provato nelle ultime quattro frazioni a rifarsi sotto ma “The King” ha risposto colpo su colpo meritando la vittoria: “Ringrazio Massimo Tiberia, i miei maestri Egidi e Ciotoli, mio padre e tutti i tifosi ciociari che mi hanno sostenuto – ha detto il neo campione italiano al termine dell’incontro – è una vittoria bellissima ma guardo già avanti, alle prossime sfide che mi attendono. È stato un match duro contro un avversario difficile che merita tanto rispetto”. Dal canto suo Limone ha reso omaggio al pugile di Ceccano: “Micheli – ha dichiarato – è stato bravo ad impedirmi di combattere come volevo. Dispiace perdere ma è anche vero che non combattevo dal Maggio scorso e ho dovuto rompere il ghiaccio prima di entrare nel match. Onore comunque al mio avversario”. Grande festa a Ceccano che ha trovato il suo nuovo “King”. La serata ha avuto anche altri esiti positivi per la boxe ciociara. Sven Paris, infatti, tornato sul ring dopo cinque anni, ha vinto il match contro Rauseo, costretto ad abbandonare alla quarta ripresa. “Tsunami” ha dominato ogni singola ripresa l’avversario vincendo senza problemi. Sfortunato invece Giodi Scala che, al termine di una vera e propria battaglia, è stato sconfitto ai punti dal rumeno Trandafir. La grande risposta del pubblico ciociaro ha decretato il successo della manifestazione organizzata dalla BBT di Buccioni e dall’Asd Domenica Tiberia Boxing Club.

27 maggio 2010 0

Eccellenza: Volkswagen Cassino conquista il titolo di campione provinciale, battendo 1 a 0 Rocca D’ Evandro nello spareggio

Di redazionecassino1

Si è chiuso anche il campionato di ‘Eccellenza’ con l’atteso incontro di spareggio fra Volkswagen Cassino (nella foto) e Rocca D’Evandro, nella suggestiva cornice dello stadio ‘G. Salveti’ e una delle prime vere, calde giornate primaverili. Incontro vinto dalla formazione cassinate per 1 a 0 sui rivali del Rocca D’Evandro. Arbitro dell’incontro il sig. Roberto Spiridigliozzi.  Le schermaglie fra le due formazioni non si son fatte attendere, è proprio Rocca D’Evandro a cercare di fare subito suo il risultato, attaccando con slancio e mettendo in difficoltà la formazione di Cassino. Nonostante tutto Volkswagen riesce a contenere gli assalti e di ripartire in contropiede. Una gara giocata con passione agonistica nella prima mezz’ora, ma caratterizzata anche da qualche fallo di troppo, che il signor Spiridigliozzi non lascia correre, a farne le spese è proprio Salvatore Arciero che dopo il secondo cartellino giallo deve lasciare il terreno di gioco per somma di ammonizioni. Volkswagen Cassino, tuttavia, non si perde d’animo e al ventesimo del primo tempo passa con una bella rete del numero nove Pasquale Grimaldi. Subita la rete poco riesce a concretizzare la formazione campana non riuscendo ad approfittare del vantaggio numerico. Nel secondo tempo entrambe la squadre si rilassano e cala il livello di gioco, complice anche il caldo, quasi ad attendere il fischio finale che puntualmente arriva alle 17.30 per la gioia dei tanti supporters della compagine cassinate. Delusione per gli sconfitti, ma che portano a casa comunque due importanti risultati di prestigio: aver contrastato fino alla fine le rivali e, soprattutto aver il capocannoniere del torneo, Diego Matrunola, autore di ben ventinove centri, un risultato di tutto rispetto. Termina così, dopo tre anni, il dominio di Shascia Boys, Volkswagen Cassino conquista il titolo di campione provinciale e sarà la prima squadra a rappresentare il comitato di Cassino nelle ormai prossime fasi regionali del campionato CSI. Grande soddisfazione per la squadra cassinate che nonostante qualche inciampo ha giocato sempre ad alti livelli. Ventinove partite giocate, 68 punti finali, ventuno vittorie e tre sconfitte, ben 47 reti segnate e solo 22 gol incassati rivelandosi miglior difesa del campionato. Dopo i festeggiamenti e le premiazioni del patron Mario Scuro, responsabile territoriale CSI, Volkswagen Cassino e Rocca d’Evandro, si preparano ad affrontare le fasi regionali. L’augurio è riescano contro le avversarie del Lazio a dimostrare il loro valore e a giocare il buon calcio con cui ci hanno deliziati per tutto il torneo. In bocca al lupo!

20 maggio 2010 0

Calcio 5: Volkswagen Cassino conquista il titolo

Di redazionecassino1

Fine della storia. Dopo trenta lunghe giornate di campionato, il Volkswagen Cassino si laurea campione e porta a casa il titolo. Una bella soddisfazione per il team di mister Pittari che in ogni partita ha dato il meglio di sè macinando vittorie su vittorie. Nell’ultima giornata, ormai certi di aver raggiunto l’obiettivo, il Volkswagen si è concesso anche il lusso di non disputare la partita in programma e di lasciare la vittoria per 6 a 0 a tavolino al Bar La Cortiglia. Secondo classificato il Virtus Spigno grazie alla schiacciante vittoria per 10 a 3 contro il Rocca d’Evandro nella gara di recupero disputata in settimana. Comunque contenta la squadra del presidente Vento che nel corso dell’anno si è distinta non solo per le doti tecniche ma anche per il perenne corretto comportamento in campo  con gli avversari. Lotta fino all’ultimo colpo, seppur a distanza, per la conquista del terzo posto. Il Ristorante Al Boschetto ci ha creduto fino alla fine vincendo le ultime due gare contro lo Yammo.It e la Longobarda Pontecorvo. Purtroppo però tutto è stato inutile e la terza piazza se l’è aggiudicata l’ormai ex detentore del titolo Montecifalco che chiude il campionato con una vittoria per 6 a 0 a tavolino contro il Bar Centrale Olivella che rinuncia a giocare la gara. Al Ristorante Al Boschetto va il merito di aver chiuso il campionato con la miglior difesa, solo 88 infatti i gol incassati dal suo portiere Danilo Di Raimo. Nelle altre partite, finisce in parità, 8 a 8, tra il Duedì Multiservizi e il Bar Centrale Olivella. Un risultato tutto sommato giusto considerato l’andamento delle due squadre nell’ultimo periodo. Vittoria a tavolino per la Longobarda Pontecorvo contro il Pro Loco Terelle che scende all’ultimo posto in classifica.  Il titolo di capocannoniere se lo aggiudica indiscutibilmente Francesco Piras del Volkswagen Cassino che chiude il campionato con 92 centri realizzati e con  quasi una media di quattro gol a partita. Lo segue, a dispetto della sfortuna della sua squadra, Vittorio Zonfrilli del la Longobarda Pontecorvo che si ferma a 69 reti totali.   Archiviato il campionato di casa nostra, sono iniziate le fasi regionali. Con la rinuncia del Volkswagen Cassino, per il Comitato di Cassino affrontano l’impegno il Virtus Spigno e il Montecifalco.  Domenica scorsa si è disputata la prima giornata in programma e le due squadre di Cassino non hanno purtroppo fatto una bella figura. Il Virtus Spigno, nonostante la buona partita disputata, perde per 1 a 2 con il Wellness Veroli, mentre il Montecifalco si fa strapazzare dal Centro Revisione Desideri di Frosinone per 14 a 3. Nella seconda giornata, programmata per domenica al campo Oasi di Cassino, il Virtus Spigno incontrerà Autostrade del Mare e il Montecifalco cercherà di riscattare il pessimo inizio contro il Civitarestauri.

Patrizia Gallaccio

13 maggio 2010 0

Calcio a 5: Volkswagen Cassino una sola giornata la separa dal titolo

Di redazionecassino1

Rimane una sola giornata da giocare ma ormai nulla più sembra poter togliere il titolo di campione al Volkswagen Cassino. Nella gara col Ristorante Al Boschetto (in foto) la formazione capolista acciuffa all’ultimo secondo la vittoria finale e conquista i tre punti che la portano a 56 punti in classifica. Il Virtus Spigno, col pareggio per 4 a 4 con il Bar Centrale Olivella, vede sfumare ogni speranza di vittoria finale e ora rimane in corsa solo per “proteggere” la seconda piazza e andare a disputare le fasi regionali del campionato di calcio a 5. Lotta all’ultimo respiro per l’assegnazione del terzo posto. Concorrono il Montecifalco e il Ristorante Al Boschetto. Il Montecifalco questa settimana resta tranquillamente a casa, mentre la formazione di capitan Lorenzo Massaro, dopo il 6 a 0 a tavolino con il Pro Loco Terelle, non riesce a tirare un tiro mancino al Volkswagen ed è costretto a lasciare il terreno di gioco con una sconfitta . Stravince lo Yammo.It che rispedisce a casa il Duedì Multiservizi col risultato finale di 12 a 5. Ottima prestazione della squadra casertana che manda a segna un po’ tutti i giocatori. Il Bar La Cortiglia opposto all’ultima in classifica Longobarda Pontecorvo, registra una mesta sconfitta per 3 a 6 e manca il riavvicinamento al Bar Centrale Olivella. Nella gara di recupero tra il Bar La Taverna e l’Agrisport, la prima vince per 8 a 3 e nel giro di pochi giorni sale in classifica di 6 punti, grazie anche alla vittoria a tavolino col Pro Loco Terelle. Nell’ultima giornata in programma, la capolista va a trovare il Bar la Cortiglia per una gara assolutamente tranquilla, mentre il Virtus Spigno gioca una delicata partita in casa con il Rocca d’Evandro. La squadra casertana, seppure da un po’ di tempo ha mollato il colpo  sul campionato, continua ad essere un’avversaria sempre ostica da incontrare. Faranno invece fuoco e fiamme il Montecifalco e il Ristorante Al Boschetto. Il team di Vincenzo Patrizi gioca la sua ultima giornata di campionato con l’Agrisport e non può assolutamente permettersi di perdere. Stesso imperativo per la squadra cassinate che, però, in settimana avrà un doppio impegno. Prima quello facile con la Longobarda Pontecorvo e poi, per una gara di recupero, quello più ostico con lo Yammo.It. Partite all’insegna esclusiva del divertimento, quelle in progamma tra Duedì Multiservizi – Bar Centrale Olivella, Pro Loco Terelle – Longobarda Pontecorvo e Rocca d’Evandro – Duedì Multiservizi.Si chiudono, invece, i conti per quanto riguarda il titolo di capocannoniere. Vince, con un bottino complessivo di quasi 100 gol, l’irraggiungibile Francesco Piras del Volkswagen Cassino, cecchino infallibile in praticamente tutte le partite del campionato. Secondo posto, un po’ a sorpresa, per Vittorio Zonfrilli della Longobarda Pontecorvo che brilla nonostante l’ultima piazza in campionato della sua squadra.

Patrizia Gallaccio