Tag: travestiti

28 febbraio 2017 0

Smascherati dalla Finanza due campeggi “travestiti” da associazioni culturali

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ladispoli – Non era certamente per carnevale, che i titolari di due campeggi di Ladispoli, avessero travestito le loro attività in associazioni culturali. Lo hanno fatto, invece secondo la finanza, per evadere le tasse. A scoprirlo sono stati i finanzieri di Roma. Le due imprese di Ladispoli, concessionarie di aree demaniali, avevano la veste di “associazione culturale”, pur in presenza di una vera e propria attività a scopo di lucro.

Infatti, nelle strutture, attrezzate per il campeggio e complete di bar e ristorante, l’accesso avveniva senza l’osservanza di particolari formalità e senza che gli utenti conoscessero lo statuto e il regolamento associativo.

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Ladispoli hanno anche esaminato le movimentazioni dei conti correnti bancari e postali, ricostruendo l’effettivo giro d’affari delle due imprese, ammontante complessivamente a circa 5 milioni di euro, completamente sfuggiti dalle rispettive dichiarazioni presentate al Fisco.

Travestendosi da “associazioni culturali”, i titolari hanno omesso il versamento di imposte dirette per 1.375.000 euro ed evaso l’IVA per 185.000 euro, risparmi indebiti che hanno permesso di praticare ai propri clienti prezzi più vantaggiosi danneggiando così gli operatori rispettosi delle regole.

Nel corso dei controlli, è anche emerso l’utilizzo di fatture false per abbattere ulteriormente il già esiguo reddito imponibile e l’impiego di 17 lavoratori completamente “in nero”.

Foto repertorio (non rappresenta i campeggi in questione)

29 maggio 2010 0

Fruttivendolo spacciatore arrestato da carabinieri travestiti da falegnami

Di redazione

Ieri pomeriggio i carabinieri della Stazione di Fresagrandinaria (Ch), a Dogliola, hanno tratto in arresto per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti, Marco Simone M., 27enne, residente a Vasto, commerciante ambulante di frutta. I carabinieri avevano già notato nei giorni scorsi che il fruttivendolo, ogni venerdì, puntualmente, alla stessa ora, si posizionava nella piazza del paese mettendo in bella mostra la sua merce. Ai militari, tuttavia, non era sfuggito un piccolo particolare, cioè un insolito andirivieni di ragazzi del luogo e dei paesi limitrofi, poco interessati a banale, mele, pere e verdure di ogni genere. Ieri pomeriggio, quindi, i carabinieri, fingendosi falegnami intenti a restaurare gli infissi di un edificio con ottima vista sulla piazza di Dogliola, hanno assistito in diretta all’arrivo del fruttivendolo con il suo camion pieno di frutta e primizie di ogni genere. Dopo qualche minuto vedono arrivare un giovane che, palesemente disinteressato alla merce esposta sul camion, dopo un breve contatto con il commerciante, si allontana senza acquistare nulla. Successivamente vedono arrivare in piazza un’ autovettura, dalla quale scende un giovane il quale, dopo essersi avvicinato al camion e consegnato qualcosa al commerciante, riceve in cambio un involucro. Immediatamente è scattato il blitz degli uomini del capitano Loschiavo e del tenente Cervellera. Fermato, il giovane, è stato costretto a consegnare l’involucro appena ritirato. All’interno, ben sigillati in sette distinte bustine di cellophane, i carabinieri hanno trovato oltre 30 grammi di marijuana. Il fruttivendolo, pertanto, è stato tratto in arresto, mentre il giovane, del posto, è stato segnalato alla competente Autorità per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.