Tag: Vallepietra

18 febbraio 2018 0

Vallepietra: Santissima Trinità, ieri 26 compagnie e tantissimi pellegrini per la festa dell’Apparizione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ieri a Vallepietra con la Processione lungo le vie del paese si è conclusa la Festa dell’Apparizione della Santissima Trinità, festa molto cara ai vallepietrani, in cui si ricorda l’apparizione della Santissima Trinità sul Monte Autore dove si trova l’unico Santuario al mondo dedicato alla Santissima Trinità. Le celebrazioni per questa festa sono iniziate venerdì 16 febbraio 2018 con il pellegrinaggio a piedi alle ore 7.00 da Vallepietra, dopo la Benedizione di Mons. Alberto Ponzi, fino al Santuario, dove alle ore 10.00 il rettore ha celebrato la Santa Messa alla presenza di circa 1000 pellegrini provenienti da tutta la Regione Lazio e Abruzzo. Ieri sera sono arrivati a Vallepietra circa 800 pellegrini e 26 compagnie della Santissima Trinità e nonostante il freddo si è svolto tutto come da programma. Alle ore 17.00 c’è stata la recita del Santo Rosario seguito dalla Celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo della diocesi di Anagni-Alatri mons. Lorenzo Loppa e concelebrata da mons. Alberto Ponzi, parroco di Vallepietra e Rettore del Santuario. Per mons. Loppa è la prima volta che celebra a Vallepietra l’eucarestia per la festa dell’Apparizione mentre è ormai tradizione celebrare la santa messa il giorno della festa della Santissima Trinità su al santuario. Il vescovo durante l’omelia è rimasto molto entusiasta di vedere che la festa dell’Apparizione, che si svolge in un mese invernale come febbraio, è molto sentita e che la grande famiglia della Trinità cresce sempre più; durante l’omelia il vescovo ha detto “Voi pellegrini che arrivate dalle regioni e dalle diocesi vicine dimostrate, anno dopo anno, la fede e l’attaccamento alla Santissima Trinità. La festa dell’Apparizione capita quest’anno nella prima domenica di Quaresima che per noi cristiani è fondamentale perché iniziamo l’itinerario che vuole portare la primavera nel nostro spirito e soprattutto vuole rinnovarci profondamente e vuole portarci alla dimensione di fede giusta, coerente come figli e amici della Santissima Trinità. Auguro a tutti voi un buon cammino quaresimale e di ritrovare la propria identità battesimale e di arrivare alla veglia pasquale in pieno recupero di fede ed amore.” Al termine della Santa Messa si è svolta la processione per le strade di Vallepietra con il Quadro della Santissima Trinità e con le 26 Compagnie Presenti. La serata si è conclusa con la benedizione solenne davanti al quadro della Trinità nella piazza di Vallepietra, dove il rettore del Santuario mons. Alberto Ponzi ha ringraziato tutte le compagnie, i cittadini di Vallepietra, l’amministrazione comunale e le forze dell’ordine per aver vigilato ma anche tutte le persone che hanno permesso che tutto si svolgesse nei migliori dei modi. Don Alberto ha poi rivolto un pensiero e una preghiera alle famiglie di due compagnie in particolare, la compagnia di Ferentino e quella di Vico nel Lazio, che in questi giorni hanno avuto due lutti e per concludere ha dato appuntamento per l’apertura del Santuario il 1 Maggio 2018.

6 giugno 2017 0

Vallepietra- Attesa per la festività della Santissima Trinità. Previsti in due giorni 30.000 fedeli

Di redazione

Santuario Santissima Trinità – Dopo l’apertura ufficiale del Santuario il 1 Maggio 2017 già numerosi pellegrini hanno visitato il santuario grande affluenza soprattutto nei fine settimana. L’ evento più atteso è tra qualche giorno in occasione della Festa della Santissima Trinità quando per l’occasione le strade del nord della Ciociaria si trasformeranno in autostrade di pellegrini. Tantissime le compagnie che si stanno preparando all’annuale festa della Santissima, come si può vedere scorrendo le varie pagine Facebook delle compagnie che da giorni pubblicano le locandine con il programma dei rispettivi pellegrinaggi sia a piedi che con i pullman proprio in occasione della Festa. Si prevede che quest’anno saranno oltre trentamila i fedeli che raggiungeranno tra sabato 10 e domenica 11 Giugno il Santuario della Trinità di Vallepietra (1.350 metri di altitudine), per rendere omaggio all’immagine della Trinità, impressa dall’undicesimo secolo sulla parete di roccia di una piccola grotta alle falde del Colle della Tagliata. Le “compagnie” con i pellegrini entreranno, preceduti dai rispettivi confaloni, nella grotta cantando l’inno alla Trinità. La legenda ci ricorda di un uomo intento a coltivare il proprio terreno sul Colle della Tagliata, che avrebbe visto i due buoi che trainavano l’aratro cadere nel vicino burrone. Accorso sul limite del baratro sicuro della morte dei buoi, l’uomo li avrebbe invece trovati in posizione quasi di adorazione davanti all’immagine della Trinità, comparsa improvvisamente sulla parete della vicina grotta. “E’ sempre grande – ha affermato don Alberto Ponzi, rettore del Santuario – il richiamo esercitato da questo luogo, dove la Fede e la bellezza della natura provocano le stesse grandi emozioni in chi lo ha già visitato e in coloro che vi giungono la prima volta”. Il rettore augura a tutti i capi-compagnia e a tutti i Pellegrini un pellegrinaggio pieno di fede e devozione per la Santissima Trinità. Il programma in occasione della Festa della Santissima è il Seguente Sabato 10 è il giorno più importante con l’ingresso delle compagnie a Piedi nel Santuario infatti dalle ore 6.00 di sabato 10 inizieranno le celebrazioni liturgiche sempre Sabato alle ore 19.00 verrà celebrata la Santa Messa presieduta da Mons. Lorenzo Loppa Vescovo della Diocesi di Anagni-Alatri al termine ci sara la processione con gli stendardi delle Compagnie presenti su al Santuario; mentre giù nel paese di Vallepietra meta di tutte le compagnie a Piedi alle ore 20.30 ci sarà la processione con tutte le Compagnie che si Trovano nel Paese; Domenica 11 Giugno alle ore 6.30 si svolgerà il Pianto delle Zitelle a seguire varie celebrazioni Eucaristiche.

26 aprile 2017 0

Il primo maggio riapre il Santuario della Santissima Trinità

Di redazione

Il Primo Maggio riapre uno dei luoghi religiosi più importanti del Lazio e di una buona parte del centro Italia. Riaprirà dopo il lungo periodo di pausa invernale il santuario della Trinità. Come da tradizione sarà la Confraternita della Santissima Trinità di Vallepietra che alle ore 8.30 in processione con il rettore del santuario Mons. Alberto Ponzi aprirà la porta del Santuario dando il via alla Stagione di pellegrinaggi. Dopo l’apertura della porta tutte le compagnie entreranno una ad una nel Santuario attraversando la porta della Misericordia che è stata aperta in occasione dell’anno della misericordia.

Alle ore 10.00 ci sarà la solenne celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Lorenzo Loppa vescovo della Diocesi di Anagni- Alatri.

Si narra che un uomo mentre intento a dissodare il suo terreno posto sul Colle della Tagliata, vide i due buoi che trainavano l’aratro cadere nel vicino precipizio. L’uomo, accorso sul limite del baratro sicuro della morte dei buoi, li vide invece in posizione quasi di venerazione davanti all’immagine della Trinità, comparsa improvvisamente su una parete della vicina Grotta. La riapertura del santuario, è stata anche l’occasione per ricordare quanto avvenne a Vallepietra il 1 maggio 1944. Soldati tedeschi in ritirata da Cassino, minacciarono la fucilazione di numerosi abitanti del paese, se non fosse stato loro rivelato il luogo dove erano tenuti nascosti alcuni militari americani. Intervenne l’allora parroco, don Salvatore Mercuri, il quale convinse i tedeschi a ritirare la minaccia avendo assicurato che nessun soltanto americano era nascosto a Vallepietra.