Tag: valmontone

3 luglio 2018 0

Camion in fiamme sull’A1, traffico interrotto per 30 minuti sulla sud fino a Valmontone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VALMONTONE – Traffico interrotto sull’autostrada Roma Napoli in direzione sud, fino a Valmontone a causa dell’incendio di un mezzo.

Alle 15, circa, all’altezza del km 585, un autoarticolato trasportate materiale plastico e autoricambi plastico per auto è stato avvolto dalle fiamme.

Il rogo si è propagato velocemente all’intero del tir e sul posto sono accorse immediatamente due squadre vigili del fuoco di Roma per lo spegnimento. A scopo precauzionale che il caso richiede il tratto di autostrada sino a Valmontone stato chiuso nella direzione sud.

16 aprile 2018 0

Spaccio di droga a Valmontone, arrestato 38enne

Di admin

VALMONTONE – Nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Colleferro, finalizzati alla prevenzione e, laddove necessario, alla repressione dei reati, è stato arrestato un 38enne del posto, incensurato, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A scoprirlo sono stati i Carabinieri della Stazione di Labico: l’uomo era stato fermato da una pattuglia di militari mentre si trovava a bordo della propria autovettura e, fin da subito, ha palesato segni di eccessivo nervosismo.

La situazione ha spinto i militari ad approfondire le verifiche sul suo conto, durante le quali il 38enne ha tentato di allontanarsi arbitrariamente.

Una volta raggiunto, i Carabinieri hanno fatto scattare una perquisizione nel suo appartamento di Valmontone.

Nella casa, i militari hanno rinvenuto numerose dosi di cocaina e hashish, pronte per essere vendute, circa 30 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, circa 1000 euro in contanti, vari manoscritti e appunti contabili riconducibili alla sua florida attività di pusher.

Il 38enne è stato posto agli arresti domiciliari e, all’esito del giudizio, il Tribunale di Velletri, dopo averne convalidato l’arresto, ha disposto nei suoi confronti, nell’attesa del giudizio definitivo, l’obbligo di firma in caserma.

8 gennaio 2018 0

In volata la Virtus Valmontone si impone sul parquet di Cassino, 91-89

Di redazionecassino1

Il big match di giornata se lo aggiudica Valmontone per una corta incollatura 91 – 89. E’ questo il verdetto della gara disputata al Pala Virtus di Cassino e valevole per la prima giornata del girone di ritorno del Campionato Nazionale di Serie B, girone D.

Gli uomini di Donato Avenia espugnano dunque il parquet delle V rossoblù al termine di una gara equilibratissima e combattutissima che ha decretato il vincitore nelle ultime battute di gioco.

Siamo dunque al classico giro di boa della regular season e il primo big match si è concluso con un verdetto che non lascia scampo ai padroni di casa. Nel doppio confronto la Virtus Valmontone ha la meglio sulla Virtus cassinate per 2-0.

La cronaca dell’incontro possiamo racchiuderla in un pazzesco terzo quarto di gioco al quale arrivano le due formazioni con il vantaggio degli ospiti per 71 a 59. Ben 12 lunghezze di vantaggio che in un amen arrivano a 14 con il canestro di Ferraro, 73 a 59.

Il fantastico pubblico rossoblù però non smette di incitare i propri beniamini e i ragazzi di coach Vettese reagiscono alla grande.

Piazzano infatti un mortifero parziale di 11-0 costruito con una grande intensità difensiva e con una serie impressionante di palle recuperate.

La rimonta parte dalla bomba di Lorenzo Panzini, 62-73, e da Nicolò Petrucci che fissa il punteggio sul 64-73. Bagnoli vola sul parquet a recuperare una palla e Sergio realizza il -7, 66-73. S’infiamma la partita e l’inerzia è tutta dei padroni di casa.

Bagnoli recupera ancora un pallone e innesca Carrizo che subisce fallo e converte i due liberi del -5. Segna ancora Sergio ed il parziale è servito. 73-70. Avenia interrompe e chiama time out.

Un libero segnato da Bisconti porta il punteggio sul 74 a 70.

Sull’altro fronte uno scatenato Petrucci accorcia ulteriormente le distanze 74-72. Il pick’n’roll Carrizo – Bagnoli fa esplodere il PalaVirtus per il 74 pari. Mancano meno di 6 minuti alla fine del match.

Sugli scudi ancora il duo Carrizo – Bagnoli che con un altro pick’n’roll firmano il sorpasso, 76-74.

E’ una delle 4 bombe di serata di uno scatenato Bisconti a realizzare il contro sorpasso, 77-76, per i biancorossi – bianconeri di Valmontone. Panzini fallisce la bomba e Pierangeli segna da dentro l’area dei 2 punti, Valmontone è avanti 79-76 e siamo a 4 minuti dal termine.

Bagnoli su assist di Sergio firma il meno 1, 78-79. Valmontone è ancora avanti.

Una palla persa di Biagio Sergio e un libero di Bisconti oltre all’ennesima bomba di Pierangeli per Valmontone danno la spallata definitiva al match.

Valmontone è sul +5, 83-78, a meno di tre minuti dal termine.ad 1 minuto e 15 secondi dal termine un fantastico Nicolò Petrucci a fissare il punteggio sull’80 a 83 per i viaggianti.

Inizia il lungo viaggio in lunetta, da una parte e dall’altra, che arriverà a fissare il punteggio sul 91-89 finale.

In sala stampa Donato Avenia elogia, ovviamente e giustamente, la prova dei suoi dopo aver sottolineato come abbiano avuto, gli ospiti, seri problemi per allenarsi (Scodavolpe assente per motivi di salute stasera, ndr) negli ultimi 15 giorni.

“Questa è una squadra che non molla mai” esordisce “e lo ha fatto pure questa sera. Questa sera tra l’altro durante il match, sarà sicuramente passato inosservato dalla tribuna, abbiamo avuto dei momenti duri. Abbiamo superato questi istanti terribili che il match proponeva e siamo riusciti a portare a casa la partita. Siamo stati avvantaggiati anche da alcune situazioni tattiche da parte loro. Si perché Cassino ed il suo staff tecnico ha il dovere (testuale, dice proprio così ….. , ndr) di mettere in forma Simone Bagnoli per cercare di arrivare quanto meglio possibile ai play off. Noi ci siamo infilati in questo buco tecnico; quindi faccio un’altra considerazione, una squadra che vince nove partite di fila prima o poi una doveva perderla “.

Cassino così interrompe la serie vincente a 9 partite di fila vinte. La decima, come per Beethoven, resta un incompiuta.

Adesso gli uomini di Vettese saranno attesi da una durissima trasferta sul parquet di Catanzaro in occasione della seconda giornata del girone di ritorno della regular season di questo campionato nazionale di Serie B.

“Voltiamo subito pagina fin da martedì prossimo allorquando ci ritroveremo qui al Pala Virtus per la ripresa degli allenamenti “commenta a fine gara il Ds dei lupi rossoblù, il dott. Leonardo Manzari “stasera abbiamo trovato una squadra ben allenata e molto forte sul nostro cammino. Abbiamo faticato molto in fase difensiva stasera considerando che di media subiamo 68 punti a partita e stasera ne abbiamo concessi agli avversari ben 91.”

BPC Virtus Cassino – Virtus Valmontone 89-91

Parziali 21-22, 21-17, 17-32, 30-20

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 20 (9/14, 0/0), Niccolò Petrucci 17 (5/8, 2/6), Manuel Carrizo 15 (3/6, 1/4), Lorenzo Panzini 13 (3/7, 2/5), Enzo Cena 10 (0/2, 2/5), Biagio Sergio 8 (4/4, 0/3), Maurizio Del Testa 6 (1/3, 1/4), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 34 11 + 23 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 20 (Manuel Carrizo 6)

All. Vettese Ass. Incelli

Virtus Valmontone: Bisconti 30 (6/13, 4/6), Pierangeli 21 (3/5, 4/6), Rischia 17 (1/3, 3/5), Ferraro 17 (4/6, 2/5), Gentili 6 (0/1, 2/4), Mastrangeli 0 (0/0, 0/0), Mathlouthi 0 (0/2, 0/0), Di Francesco 0 (0/0, 0/0), Misolic 0 (0/0, 0/0), Aatata 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Ferraro 12) – Assist: 15 (Rischia 5)

13 ottobre 2017 0

Basket U20 Eccellenza: l’impegno non basta, vince Valmontone

Di redazionecassino1

Partita subito dai ritmi molto alti, i valmontonesi sono inizialmente contratti e faticano a trovare ritmo in attacco, grazie anche all’abilità dei padroni di casa nel contenere le incursioni estensi. La partita inizia a girare in favore della Virtus Valmontone quando Odigie e Pucello riescono, grazie al tiro da fuori, ad aprire la difesa. All’intervallo il punteggio è di 31-41. Dopo la pausa cambia anche il modo di difendere per NB Sora2000 che, grazie alla sua intensità, riesce a correre in contropiede trovando canestri facili e togliendo sicurezze alla truppa ospite.

L’ultimo quarto è tutto di marca biancoceleste, che riesce a costruire in attacco e a trovare canestri facili, arrivando addirittura a impattare al 3’ con una bomba di Radonjic (62-62). Reagiscono gli ospiti con il solito Pucello che riporta i suoi in vantaggio grazie ai tre punti realizzati, frutto di un canestro e  di un tiro libero. I volscii scarichi mentalmente e fisicamente, lasciano agli ospiti il minuto finale, dove allungano con i canestri di Ugolini,  fissando il risultato finale sul 68-76.

NB Sora 2000 68 – Virtus Valmontone 76

Parziali: 15 -17, 16 24, 21 16, 16-19

 

Sora 2000: Stirpe 2, Dell’uomo 8, Favari 4, Radonjic 19, Berardi 11, Vona 5, Suriano 12, Bulatovic 7, Santucci, Di Vito, Rea. Castellucci. All. Ortenzi. Ass. Berardi

Valmontone: Petrassi, Aatata 17. Avolio, Forgione, Mastrangeli 17, Misolic 20. Pucello, Ugolini 16, Vendetta, Mosconi, Odigie 4, Tosti 2. All. Avenia. Ass. Macchi

2 ottobre 2017 0

La BPC Virtus Cassino cede di misura in casa della fortissima Valmontone

Di redazionecassino1

Inizio con sconfitta per la BPC Virtus Cassino nel campionato nazionale di Serie B, 2017-18 , che cede di misura sul parquet della Virtus Valmontone. Era la terza volta nella storia della giovane società cassinate che il team di punta rossoblù scendeva sul campo dei romani. Nelle altre due apparizioni, 2013-14 e 2016-17, i cassinati si erano imposti. Stavolta invece hanno dovuto cedere l’onore delle armi alla truppa guidata da Donato Avenia.

“Devo dire che mi aspettavo di peggio” esordisce il DS della Virtus Cassino, il dott. Leonardo Manzari“di fronte avevamo una formazione molto esperta. Si perché, al di là delle parole, bisogna poi vedere chi scende realmente sul parquet e giocatori forti ed esperti come Bisconti, Ferraro, Rischia e Pierangeli farebbero le fortune di qualunque team in questa categoria. Per cui dire che siamo scesi sul parquet di una formazione piena di giovani non corrisponde al vero. Anche noi abbiamo giovani in formazione e se vogliamo verificare il minutaggio di utilizzo di questi ultimi allora dovremmo tutti riconsiderare molte cose. Al di là di tutto la nostra formazione ha giocato bene. Panzini per me è stato il migliore in campo, peccato che noi si sia stato in serata no al tiro. Infatti se tiri 37 volte da oltre l’arco dei tre punti, spesso con i piedi a terra e con vantaggi innegabili e fai canestro in sole 8 occasioni per il 22% di media realizzativa e perdi solo di tre punti hai fatto un capolavoro, ripeto, di fronte a questo tipo di avversari esperti, solidi e ben allenati. Ma ad ogni modo andiamo avanti e pensiamo già alla prossima partita che ci vedrà impegnati contro una tostissima Catanzaro (al PalaVirtus di Cassino, sabato 7 ottobre alle ore 18.00, ndr)” continua il DS dei cassinati.

Alla domanda poi sulle assenze “Non voglio rispondere, non abbiamo bisogno di questo tipo di alibi per giustificare una sconfitta come questa” afferma Manzari.

Il dato innegabile come ha sottolineato il dirigente cassinate è tutto lì nelle percentuali realizzative.

La BPC Virtus Cassino ha fatto ricorso al tiro da tre per ben 37 volte a fronte delle 12 volte della Virtus bianconera padrona di casa. Le percentuali realizzative sono state mostruosamente a favore del team padrone di casa, 33 a 22.

5 rimbalzi in più in totale per i padroni di casa 32 a 27 “Quindi non un abisso direi, avrebbero dovuto schiacciarci lì si pronosticava” afferma nuovamente il DS delle “V” rossoblù “ed oggettivamente non mi sembra che ciò sia avvenuto. Chapeau alla prestazione di un grandissimo giocatore quale è Bisconti. Un pivot di questa esperienza e di queste dimensioni si fa sentire. Un giocatore di questa qualità si fa apprezzare. Da amante di questo sport ne ho apprezzato i movimenti e la sagacia tattica sotto rimbalzo anche se ha utilizzato poco il pick’n’roll mi sembra. Devo poi fare i complimenti a Simone Rischia che ha dettato come suo solito i tempi ed i ritmi della formazione avversaria. Un giocatore maturo, il quale utilizzato per 30 minuti è stato in grado di alternare giocate dal perimetro a penetrazioni decisive. Comunque adesso ripeto dovremo concentrarci sul prossimo match. Voltiamo pagina” le parole di un fiume in piena, il direttore sportivo dei benedettini.

La partenza di Valmontone è di quelle vere. La formazione di casa è assolutamente concentrata. Svagata e poco attenta quella degli ospiti. Dapprima Rischia e poi Bisconti mettono subito il marchio al match. Il pivot padrone di casa sfrutta fin da subito i suoi centimetri ma anche i pochi aiuti dei piccoli cassinati, prima che l’ex Palestrina metta a segno ben 7 punti di seguito, 13 a 5 al quarto minuto per indurre Vettese a chiedere timeout.

Dopo la sospensione Cassino esce benissimo dalla panchina con due azioni ben congegnate con Cena e Sergio. I cassinati sembrano aver registrato la difesa e tornano e tornano a -2 grazie alla bomba di Sergio che però commette il secondo fallo e deve limitare l’aggressività su Bisconti, il quale scrive il 22-15 con cui si va alla prima pausa.

I padroni di casa toccano il +9 in apertura di secondo quarto ma Cassino a questo punto cambia l’inerzia della gara grazie alle giocate di Petrucci e all’assetto con quattro piccoli mentre in cabina di regia c’è il giovanissimo Di Poce. Importante anche il contributo di Di Poce in uscita dalla panchina per una Virtus che prova la fuga, stoppata da una tripla di Rischia e dal solito Bisconti prima dell’intervallo lungo. Cassinati però sempre in vantaggio 41 a 38.

Nel secondo tempo la partita si fa più maschia. Si devono registrare diverse infrazioni e fra tecnici e antisportivi pensare a fare canestro diventa davvero difficile anche perché la coppia arbitrale non appare troppo sicura nella gestione dell’incontro. Pietrangeli e Mathlouthi riportano avanti Valmontone mentre Bisconti viene graziato dopo essere venuto a contatto con Panzini. Sergio deve uscire dopo aver commesso il quarto fallo ma Cassino non sbanda grazie alla classe di Carrizo: 55-56 al 30’.

Tanta intensità e pochi canestri anche nel quarto periodo ma i cm di Bisconti continuano a fare la differenza e portano Valmontone sul +5 a metà frazione. Cassino prova a scuotersi con due palle rubate consecutive ma non segna mai contro la difesa schierata, così Valmontone allunga sul +7 a 3′ dalla fine. Cena spaventa i padroni di casa con la tripla del -4 ma nel finale i padroni di casa sono implacabili dalla lunetta e portano a casa la prima vittoria stagionale.

 

Virtus Valmontone – BPC Virtus Cassino 73-70

Parziali : 22-15, 16-26, 17-15, 18-14

Virtus Valmontone: Bisconti 26 (10/16, 0/1), Rischia 17 (4/8, 2/4), Pierangeli 13 (1/3, 2/3), Ferraro 7 (2/5, 0/2), Mathlouthi 4 (2/4, 0/0), Di Francesco 4 (2/3, 0/1), Gentili 2 (0/1, 0/1), Ugolini 0 (0/0, 0/0), Scodavolpe 0 (0/0, 0/0), Misolic 0 (0/0, 0/0), Aatata 0 (0/0, 0/0) All. Avenia

Tiri liberi: 19 / 25 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Pierangeli 7) – Assist: 12 (Mathlouthi 3)

BPC Virtus Cassino: Nicolò Petrucci 25 (6/8, 3/13), Enzo Cena 13 (2/4, 2/8), Maurizio Del testa 7 (0/2, 2/5), Biagio Sergio 7 (2/4, 1/2), Manuel Carrizo 6 (3/4, 0/3), Giuseppe Di Poce 6 (1/1, 0/1), Lorenzo Panzini 4 (1/3, 0/4), Fabrizio De Ninno 2 (1/1, 0/1), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 27 7 + 20 (Enzo Cena 10) – Assist: 7 (Manuel Carrizo 3) All. Vettese

6 aprile 2017 0

Basket: Amichevole tra Ferentino e Valmontone, gli amaranto vincono di misura 82-80

Di redazionecassino1
Sgambata positiva per la FMC Ferentino, impegnata al Ponte Grande contro l’Airfire Valmontone, una delle squadre più competitive della Serie B. Gli amaranto vincono di misura al termine di una gara molto impegnativa e giocata su ritmi elevati da entrambe le compagini, nonostante le assenze di Guarino e Gigli in casa gigliata.  Si segna poco in avvio di gara ma Radic a manda subito avanti la FMC, Valmontone però alza il ritmo e trova buone conclusioni al ferro, tenendo il match in costante equilibrio. Si mettono in partita anche Raymond e Imbrò con un paio di giocate rispettivamente dal post basso e in penetrazione; poi nel finale del quarto le difese tornano ad essere protagoniste, anche se Musso entra in ritmo con due jumper dei suoi. L’Airfire infine firma la parità con qualche gita in lunetta che fissa il parziale sul 20-20. Nella seconda frazione la squadra ospite scalda la mano dalla lunga distanza ma la presenza di Benvenuti nel pitturato tiene le due formazioni pressoché in parità. Gli ospiti però continuano a tirare benissimo dalla lunga distanza, soprattutto con Carrizo e De Fabritiis, mettendo a segno un break prima che Raymond renda il passivo meno amaro (16-22). Riparte forte la FMC con una gran difesa che mette in difficoltà gli ospiti e una circolazione di palla estremamente fluida, grazie alla quale i ragazzi di Paolini arrivano a sfiorare anche il vantaggio in doppia cifra. Dopo la metà del quarto Valmontone risponde con le giocate di Caceres che aiutano i suoi a limare il gap, Musso segna un paio di volte dal palleggio, prima che la bomba allo scadere di Salari chiuda il periodo sul 21-19. In evidenza Ivica Radic nelle prime battute dell’ultima frazione: il croato, infatti, trascina i ciociari fino al 12-5 con buone giocate vicino al ferro e alcune gite in lunetta. La formazione di Origlio si rimette in carreggiata con le conclusioni dalla lunga distanza dei soliti Caceres e Carrizo ma gli amaranto rimangono in controllo, anche perché Raymond e Carnovali si fanno trovare pronti contro la difesa a zona degli avversari. I gigliati mantengono così il margine acquisito, chiudono il quarto sul 25-19 e vincono il match per 82-79. TABELLINI Risultato finale: FMC Ferentino 82 – Airfire Valmontone 80 Parziali: 20-20, 16-22, 21-19, 25-19 Ferentino: Radic  23, Raymond 16, Imbrò 8, Benvenuti 12, Musso 10, Ianuale 1, Bertocchi 4, Carnovali 10. Coach: Paolini
23 gennaio 2017 0

La Virtus Cassino sbanca il campo della corazzata Valmontone, 70 a 67

Di redazionecassino1

E’ una Virtus Cassino formato extra lusso quella che compie l’impresa di giornata. Sbanca il palasport di Valmontone dove nessuno era mai passato e infligge la prima sconfitta interna alla corazzata guidata da coach Origlio. Cassino dunque passa col piglio della grande squadra sul campo della capolista Valmontone dimostrandosi mai doma di fronte ai colpi di Carrizo e soci, risorgendo sempre allorquando sembrava sul punto di cadere e cedere il passo ai padroni di casa. Una partita giocata sostanzialmente sul filo dell’equilibrio con il punteggio sempre in bilico tra le due contendenti anche se Cassino ha avuto sempre o quasi sempre una corta incollatura di vantaggio sulla rivale. L’elastico si è allungato al quarto minuto di gioco della terza frazione con il jumper di Maurizio del Testa che da posizione defilata rispetto al canestro avversario metteva a segno il + 10 per i cassinati, 41 a 31. Ma Valmontone è avversario tosto e pian piano risale la china anche grazie alla sapiente opera di Manuel Carrizo che si procura falli, assieme al compagno Bisconti, e con ripetuti viaggi in lunetta a due minuti e venticinque secondi dal termine della terza frazione ricuce completamente lo svantaggio con un parziale di dieci a zero. Sembrava tutto volgere a favore dei padroni di casa ma prima Birindelli e lo stesso Del Testa rintuzzavano il tentativo di allungo dei padroni di casa propiziando il sorpasso proprio sulla sirena con una tripla mozzafiato e coronarie del capitano rossoblù. 49 a 46 per i ragazzi di coach Vettese che continuavano a mantenere la testa della partita. All’inizio della quarta frazione, coach Origlio, si affida ancora ai servigi di Bisconti . Il lungo dei padroni di casa con un canestro dei suoi da dentro l’area e poi con una stoppata su Maurizio Del Testa e poi con due tiri liberi realizzati consente ai padroni di casa di mettere il muso avanti , 50 a 49. “E qui siamo stati bravi a non disunirci” queste le prime parole di coach Luca Vettese al termine del match “a, come si dice, tenere botta e soprattutto assorbire anche psicologicamente, il parziale a favore dei padroni di casa. Sapevamo che loro hanno caratteristiche tali da essere mai domi e dunque avrebbero potuto risalire tranquillamente la china” E così è stato. Si entra nel vivo del match ed è un bravissimo Valerio Marsili a realizzare il primo controsorpasso con un tiro dalla media distanza, 51 a 50. Trascorre un altro lungo minuto e stavolta è l’ex di giornata, Manuel Carrizo , a realizzare un tiro dei suoi da oltre l’arco dei 6.75, 53 a 51 per i padroni di casa e fa esplodere il pala tenda di Valmontone , gremito in ogni ordine di posto. La rappresentanza, nutrita in verità, di tifosi cassinati, è pronta ad esaltarsi per la tripla dall’angolo di un mostruoso Valesin, 54 a 53 per i cassinati, sono trascorsi solo 3 minuti e 27 secondi dall’inizio della quarta frazione. Appena passata la boa di metà quarto periodo è ancora Luca Bisconti a convertire la quarta infrazione personale di Bagnoli in un altro punto a favore. 60 a 59 per Valmontone. Bagnoli punto nel vivo ha un sussulto d’orgoglio e realizza una splendida occasione che si costruisce sotto il canestro avversario, siglando il 61 a 60. Le due squadre cominciano ad approcciare i minuti decisivi della sfida. De Fabritiis realizza in sospensione il sessantatreesimo punto per i locali da oltre l’arco dei 6.75. Gli risponde però un superbo Andrea Giampaoli che impatta con un long two, 63 pari, quando mancano appena tre minuti alla fine. La tensione sale a i minuto e 20 secondi dal termine un fischio discutibile toglie dal campo Simone Bagnoli e consente a Bisconti di convertire per i suoi colori due punti d’oro. Il tabellone racconta che si devono giocare solo 39 secondi. Time out per coach Luca Vettese. La Virtus Cassino esce con il piglio della grandissima squadra. Sul pick’n’roll , Giampaoli si prende con una grande dose di responsabilità e con uno dei suoi tiri fa esplodere di gioia il settore ospiti . Cassino rimette il muso avanti di una corta lunghezza . 68 a 67. Sul fronte opposto in un clima carico di pathos, sbaglia stavolta, a differenza dell’andata, De Fabritiis. Un viaggio in lunetta del solito inarrivabile Andrea Giampaoli porta la BPC sul 70 a 67 , insomma un possesso pieno di vantaggio quando il cronometro indica 14 secondi da giocare. In quattordici lughi secondi di gioco, Valmontone, riesce a trovare il tempo per scagliare tre bombe da oltre l’arco dei 6.75. Tutte fuori bersaglio, l’ultima della quali di Carrizo. La gioia e la festa della squadra e dei tifosi rossoblù può esplodere . “Il ritorno a Cassino sarà dolcissimo tanto per noi quanto per i tifosi” commenta ancora coach Luca Vettese “abbiamo realizzato quello che ci eravamo prefissi e ci portiamo a casa una grande vittoria. Il nostro obiettivo era questo che avete visto, vincere con queste modalità combattendo pallone su pallone fino alla fine. Non mi sbagliavo alla vigilia , i miei ragazzi sono fantastici e lo hanno dimostrato”conclide il tecnico cassinate Due punti che fanno bene al morale perché rappresentano la quinta vittoria consecutiva per le “V”rossoblù. Due punti che fanno bene alla classifica ma soprattutto aggiungono tanta consapevolezza nei propri mezzi a una squadra che finora non era mai riuscita a battere le prime tre della classe. Stavolta l’impresa è riuscita agli uomini di coach Luca Vettese che escono dal Palatenda di Valmontone in questa seconda di ritorno della regular season del campionato nazionale di serie B , con una vittoria meritatissima, se non altro per i tanti minuti passati al comando delle operazioni. Alla fine il ruolo di match-winner (la scorsa settimana toccato a Birindelli), l’MVP di serata è di gran lunga Andrea Giampaoli: uno che ad inizio anno era stato investito da critiche poco lusinghiere ma che è stato “aspettato” dalla dirigenza e dai tecnici rossoblù. Andrea , semai ve ne fosse bisogno, ha vinto la sua scommessa ritrovandosi ora con un vero e proprio spacca-partite in uscita dalla panchina. Sabato prossimo tra le mura amiche contro Stella Azzurra Roma per la BPC Virtus Cassino , palla a due alle ore 18.00

Virtus Valmontone – BPC Virtus Cassino 67-70 (14-15, 12-16, 20-18, 21-21) Virtus Valmontone: Bisconti 20 (5/8, 0/3), Carrizo 17 (1/3, 3/6), De Fabritiis 12 (3/6, 2/5), Caceres 7 (2/3, 1/2), Martino 7 (2/4, 1/1), Reali 3 (0/2, 1/2), Salari 1 (0/0, 0/0), Saletti 0 (0/1, 0/0), Di Francesco 0 (0/0, 0/0), Di Ianni 0 (0/0, 0/0). All.Origlio Tiri liberi: 17 / 22 – Rimbalzi: 26 1 + 25 (Luca Bisconti 10) – Assist: 10 (Marco Reali 4) BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 17 (8/17, 0/0), Andrea Giampaoli 14 (3/3, 2/4), Gianluca Valesin 13 (5/9, 1/2), Maurizio Del testa 13 (2/5, 3/10), Duilio ernesto Birindelli 6 (1/3, 0/1), Valerio Marsili 4 (2/4, 0/0), Biagio Sergio 3 (0/0, 1/2), Renato Quartuccio 0 (0/1, 0/0), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 24 4 + 20 (Simone Bagnoli 9) – Assist: 10 (Simone Bagnoli, Gianluca Valesin, Renato Quartuccio 2) All. Luca Vettese

9 ottobre 2016 0

Basket serie B: Valmontone supera Cassino sul filo di lana al termine di una gara avvincente

Di redazionecassino1

Un bel match al Pala Soriano di Atina per la seconda giornata di regular season. La fortissima corazzata Virtus Valmontone scende in Val di Comino con il chiaro intento di confermare il pronostico di essere la formazione leader , quella da battere nel girone C . Di fronte la finalista dello scorso anno per l’accesso alle Final Four di Montecatini , la Virtus Cassino padrona di casa e targata Banca Popolare del Cassinate. Ebbene la Virtus Cassino contende la posta in palio alla Virtus Valmontone fino sulla sirena dei 40 minuti finale, nella sfida tra le due Virtus della serie B Nazionale 2016 – 17 , ma non riesce a portare a casa la vittoria complice un tiro da oltre l’arco dei 6.75 a 6 secondi dalla fine di De Fabritiis che fissa il punteggio finale sul 76 a 74 a favore dei casilini . Cassino e Valmontone, con questi 40′ di grande intensità, dimostrano a chi ne avesse ancora dubbi che saranno protagoniste fino al termine della stagione. Il primo “round” di una potenziale rivalità sportiva se lo aggiudica però la squadra di coach Origlio in un finale rocambolesco. Un finale carico di pathos e di suspense sul quale gli uomini di coach Vettese potranno avere di che recriminare e soprattutto da riflettere , pur uscendo dal parquet con la consapevolezza di aver giocato alla pari con la grande favorita per la vittoria finale. La cronaca del match è ricca di episodi che hanno caratterizzato una serata di bel basket giocato nel Palasport di Atina . Nel primo quarto dominano le difese e l’equilibrio, con le due squadre che si fermano a quota 12 punti realizzati dopo 10′. Ma la tensione è palpabile , le due squadre sentono l’importanza dell’incontro e le polveri sono bagnate . Dopo 3 minuti il punteggio è fermo sul 2 pari . Cassino prova il mini allungo con il tiro libero di Giampaoli che fissa il punteggio sul 10 a 6 per i padroni di casa , sarà il massimo vantaggio nella frazione. Nella seconda frazione Carrizo prova a imprimere al match la sua legge , 12-16 per gli ospiti, ma riceve subito la risposta dapprima di Birindelli con un piazzato dalla media e quindi di Valesin che firma una bella conclusione da oltre l’arco dei 6.75 , 17-16 . La Virtus Valmontone però mette in mostra tutto il suo repertorio e guadagna un piccolo margine nei pressi dell’intervallo grazie a Guarino e Caceres che firmano il 30-36 con cui si torna negli spogliatoi per la pausa lunga . La gara sembra nelle mani del forte quintetto casilino. Ma la BPC è squadra tosta e tenace e rientra in campo con grande sagacia e volontà. Il terzo quarto inizia con Cassino sugli scudi . Bagnoli e Sergio trascinano la BPC che sorpassa con una tripla di Del Testa al 5′ , 47 – 46, dopo che Guarino e compagni avevano raggiunto anche il +8 con Caceres dalla media. Renato Quartuccio prova anche a lanciare i suoi e li porta fino al +6 , 58 a 52 con una tripla ed una incursione in rapida successione . Siamo a solo 1 minuto dalla fine della gara . Però ancora Guarino e Reali tengono lì Valmontone , 58-55 all’ultimo riposo. Nella quarta frazione accade di tutto . De Fabritiis comincia il suo show , ergendosi a protagonista già in avvio di periodo, trovando la collaborazione di Caceres per il +6 dei ragazzi di coach Origlio. E’ però un immenso Birindelli a riportare sotto la Virtus Cassino per il 66 pari alla metà dell’ultima frazione . Nel finale in volata Del Testa e Carrizo segnano con la freddezza canestri da veri leader. Giampaoli sembra riuscire a piazzare la zampata decisiva con la bomba del +3 a 40″ dalla fine. E’ De Fabritiis però ad ergersi a eroe di giornata dapprima con i liberi del -1( 74 – 73 per i padroni di casa) e poi con la tripla della vittoria, in seguito alla palla persa da Giampaoli su una serie di rimesse e dopo un paio di timeout chiamati da coach Vettese. I rossoblù cassinati in realtà avrebbero anche l’ultima chance con la conclusione pesante di Sergio che però non realizza , Valmotone si aggiudica la partita ed i 2 punti . Cassino ora è attesa dalla gara con Stella Azzurra Roma sabato prossimo , 15 ottobre , alle ore 18 all’arena Altero Felici .

TABELLINO del match

BPC Virtus Cassino – Virtus Valmontone 74-76 Parziali : 12-12, 18-24, 28-19, 16-21 BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 14 (6/15, 0/0), Maurizio Del Testa 12 (2/3, 2/4), Andrea Giampaoli 12 (1/1, 2/5), Duilio Ernesto Birindelli 12 (5/8, 0/1), Gianluca Valesin 10 (2/3, 1/3), Biagio Sergio 7 (0/1, 1/6), Renato Quartuccio 5 (1/1, 1/2), Valerio Marsili 2 (1/3, 0/0), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 17 / 20 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Simone Bagnoli 12) – Assist: 20 (Biagio Sergio 6) Virtus Valmontone: Guarino 16 (5/12, 2/3), Carrizo 14 (3/5, 2/5), Bisconti 13 (5/11, 0/1), Caceres 10 (3/5, 1/1), De Fabritiis 9 (1/6, 1/3), Martino 6 (3/4, 0/3), Reali 5 (1/1, 1/2), Di Ianni 3 (0/0, 1/1), Di Francesco 0 (0/0, 0/0), Saletti 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Bisconti, Martino 7) – Assist: 17 (Bisconti 5)