Tag: villa

9 ottobre 2018 0

Rapina in villa a Ferentino, anziani aggrediti per circa 8mila euro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FERENTINO – Hanno agito poco dopo l’una di notte nella casa in via Tofe Pistone a Ferentino dove abitano solamente il 68anne ex dipendente Videocon e la moglie 65anne.

I cinque malviventi erano armati, tre con pistole due con cacciaviti. Dopo essersi impossessati di circa 1800 euro in contati e 5 o forse seimila euro in oggetti preziosi, sono fuggiti lasciando imbavagliata la coppia. Solamente alle 4, i due sono riusciti a sciogliere i nodi e a lanciare l’allarme.

I carabinieri giunti sul posto hanno raccolto la testimonianza dei due, entrambi sotto shock ma illesi. Le ricerche dei cinque sono estese a tutto il territorio. Si indaga a 360 gradi.

Ermanno Amedei

9 ottobre 2018 0

Assalto in villa a Ferentino, anziani legati e imbavagliati. Indagini a tutto campo

Di admin

FERENTINO –  Sono stati sorpresi nel cuore della notte dai rapinatori che li hanno legati, imbavagliati e derubati di soldi ed oggetti preziosi.

Quella di svegliarsi nel cuore della notte e trovarsi malviventi in casa è la paura di tutti. A viverla, loro malgrado, sono stati due anziani di Ferentino che nella notte appena trascorsa, sono stati svegliati da rumori e si sono ritrovate le pistole puntate.

In cinque, pare con accento straniero, si sarebbero avventati contro di loro minacciandoli con armi da fuoco e cacciaviti per ottenere ciò che cercavano: soldi e oggetti preziosi.  Aperta la cassaforte, i malviventi si sono impossessati di svariate migliaia di euro oltre a gioielli con cui sono fuggiti lasciando gli anziani imbavagliati.

Non appena liberi hanno lanciato l’allarme e sul posto sono arrivati i carabinieri coordinati dal colonnello Fabio Cagnazzo che hanno iniziato ad indagare a cominciare dalla descrizione dei malviventi e dall’accento straniero, un traccia che spesso è forviante dato che i malviventi spesso adoperano falsamente dialetti o lingue straniere proprio per depistare gli investigatori. Inoltre, certamente, sarà di interesse investigativo scoprire anche chi era informato della presenza in casa della cassaforte e dei soldi.

15 settembre 2018 0

Villa Santa Lucia: La Coppa Rioni 2018 va a via Querceto

Di redazione

Anche quest’anno consueto appuntamento con la manifestazione sportiva di paese Coppa Rioni Villa Santa Lucia. L’edizione 2018 è stata vinta ieri sera dalla squadra dei ragazzi di Via Querceto. Le varie competizioni di calcio a 5 sono state giocate sul campetto del Central Bar di contrada Piumarola. La manifestazione, sempre molto seguita, ha visto affrontarsi tutte le squadre dei vari rioni del paese, sia parte bassa che alta. Alla fine a spuntarla è stata la squadra di via Querceto con una bellissima ed emozionante finale disputata con l’agguerrita squadra dei Pittoni. Soddisfazione a fine torneo, con la consegna del trofeo, della premiazione e delle foto di rito, è stata espressa da parte delle squadre partecipanti e degli organizzatori. Si tratta di un torneo teso a favorire l’incontro tra i giovani e non solo, ma principalmente a sentire la vivacità di un paese, diviso in contrade, ma sempre pronte a divertirsi insieme. Si guarda intanto già al prossimo anno con una nuova avvincente Coppa Rioni. N.Costa Nella foto la squadra vincitrice

19 luglio 2018 0

Da stasera con i ragazzi della Combriccola è Beer Festival a Piumarola (Villa Santa Lucia)

Di redazione

Inizia questa sera il Beer Festival nella Contrada Piumarola a Villa Santa Lucia. Nella suggestiva cornice del laghetto, anche quest’anno, i ragazzi del gruppo associativo La Combriccola hanno deciso di allestire un ricco programma di eventi per l’attesissima edizione 2018. Si parte questa sera giovedì 19 luglio con l’esibizione del gruppo Revido (Rock italiano). Domani sera, venerdì, invece appuntamento con i B 52 cover di Vasco Rossi. Sabato si inizia alle ore 12.00 con il raduno delle Vespe, a seguire giochi popolari, poi il divertente beer pong. Per la serata poi appuntamento con la musica e i balli di Emidio e la sua Band. Domenica invece, nel primo pomeriggio si parte con il torneo di briscola. A conclusione della giornata e dell’edizione Beer Festival 2018, poi ci saranno i Mixage orchestra con l’animazione della scuola di ballo Vincent Style. Ogni sera saranno operativi stand gastronomici. Un appuntamento, dunque, da non perdere al Laghetto per trascorrere in allegria 4 belle serate. N.C.

5 giugno 2018 0

Festa dell’Arma dei Carabinieri, alla villa comunale di Frosinone le celebrazioni del 204° anniversario

Di admin

FROSINONE – La celebrazione del 204° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri si è tenuta, questa mattina, alla presenza di una rappresentanza dei militari, del personale dipendente, dei Carabinieri Forestali e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presso la Villa Comunale di Frosinone, segno tangibile del legame straordinario tra i Carabinieri e la cittadinanza.

L’Arma dei Carabinieri festeggia, infatti, i suoi 204 anni di storia sempre caratterizzata dall’incessante, silenzioso ed umile sacrificio di donne e uomini che donano la propria vita per salvaguardare la convivenza civile, soccorrere le popolazioni e ridare loro serenità e fiducia.

Sei Compagnie, cinquantacinque Stazioni con oltre settecento uomini: il Comando Provinciale di Frosinone contribuisce in maniera significativa, giorno dopo giorno, a garantire la sicurezza e l’ordinata convivenza civile in questa meravigliosa parte del nostro Paese anche grazie all’ausilio dei Carabinieri Forestali che operano specificatamente a tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, con un Comando di Gruppo e ben quattordici Stazioni.

Dopo gli onori iniziali è stata data lettura del messaggio del Signor Presidente della Repubblica Sergio MATTARELLA.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Fabio Cagnazzo, ha salutato con gratitudine tutte le numerose autorità civili, religiose e militari presenti, gli Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri ed i loro familiari, i delegati degli Organi della Rappresentanza militare, nonché i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Inoltre ha rivolto un caloroso saluto agli orfani, alle vedove ed ai parenti tutti dei militari caduti, consapevoli di poter sempre contare sulla vicinanza di tutta la grande famiglia dell’Arma.

Il Colonnello Cagnazzo ha, poi, sottolineato il bilancio fortemente positivo dell’attività operativa, che conferma il vigoroso impegno del Comando Provinciale a contrastare i fenomeni e le manifestazioni criminose che incidono a vario titolo sulla sicurezza e sull’ordinata e civile convivenza, con una attività investigativa sempre più incisiva, e con una più capillare attività di vigilanza del territorio ed ha espresso a tutti i Carabinieri del Comando Provinciale il suo più vivo plauso ed il ringraziamento per il contribuito fornito con coraggio e spirito di sacrificio abnegazione in questo anno di intenso lavoro, esortandoli a continuare al fine di rendere sempre più sicuro il nostro territorio.

Il Comandante Provinciale ha, infine, evidenziato la costante sinergia con le altre Forze di Polizia, e in particolare i rapporti di fattiva collaborazione con il Questore, Dott.ssa Rosaria Amato e con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Luigi Carbone. Dal punto di vista investigativo di fondamentale importanza è stata la piena sintonia con le Procure della Repubblica di Frosinone e di Cassino.

9 maggio 2018 0

Conferenza “1946: i reduci bambini di Cassino e del Frusinate alla Villa Troillet di Oleggio”

Di admin

CASSINO – “Giovedì 10 maggio alle 21 presso i sotterranei del museo Civico di Oleggio verrà raccontata un’altra pagina della storia di Cassino e dei suoi più piccoli reduci di guerra”.

Lo si legge in una nota di CassinoWarTheatre1944 .

“Una storia  che dimostra la generosità degli oleggesi durante il difficile momento del dopo guerra. Fu Elio Vittorini dalle pagine della rivista Il Politecnico che ricordò come ” l’americana Margaret Bourke White, grande giornalista soprattutto nelle fotografie che ha dato dell’Europa in lotta contro il fascismo, fu la prima a gettare un grido d’allarme per quello che vide nella zona di Cassino e del fronte della Linea Gustav”. Vittorini continuò in modo crudo e diretto a descrivere ciò che l’occhio della fotografa aveva fissato sulla pellicola chiosando con questa descrizione: ” Essi (i Bambini di Cassino) non hanno più risorse; non si sa di che si nutrano; sono vestiti di stracci o ignudi; e non hanno più nemmeno la forza di aiutarsi l’un l’altro come le vittime del nazismo dei campi di concentramento tedeschi. Per le vittime dei “Lager” si puó precisare di chi sia la colpa. Per costoro la colpa è invece di tutto il mondo. (testo da CWT#1944). La serata, organizzata dalla locale Sezione ANPI Ovest Ticino e con il patrocinio del Comune di Oleggio, sarà in collaborazione con il locale Museo Civico dalla Biblioteca Civica. Uno dei mille filoni della vicenda, che vide nell’ immediato dopoguerra la campagna di solidarietà verso i “bambini di Cassino”, è ricordare ciò che fu organizzato dall’UDI e dal PCI e comne si arrivò alla scelta  di Villa Troillet a Oleggio, una tenuta donata nel 1896 dal sig. Troillet al Comune di Milano, che era utilizzata prima della guerra come colonia estiva per i minorenni assistiti dall’IDAM (Istituto di assistenza ai minorenni). “Nella colonia di Oleggio […] – che per la sua situazione in località molto salubre è particolarmente adatta a bambini gracili e bisognosi di cure – saranno ospitati 200 bambini dell’Italia centro-meridionale, dei quali l’Eca assumerà a totale proprio carico il mantenimento per sei mesi, salve le provvidenze ulteriori.” Oggi sappiamo che il 6 aprile, dopo un breve soggiorno a Milano (139 bambini furono ospitati presso la comunità di accoglienza della Scuole di Via Palmieri), il gruppo raggiunse Villa Trolliet a Oleggio. Dall’elenco compilato nel maggio successivo abbiamo appreso che si trattava di 123 maschi e 76 bambine, provenienti in maggioranza da Ceccano, da Castelliri e da Castrocielo, ma vi erano poi bambini di Atina, di Paliano, di Aquino, Pontecorvo, Strangolagalli e di altri comuni della provincia di Frosinone, due soli da Cassino. Contrariamente alle disposizioni date dal Comitato Nazionale di Soccorso, vi era un gruppetto di adolescenti (10) e uno di bimbi piccoli, dai 3 ai 5 anni (13). Il rimanente gruppo era composto da bambini e ragazzi tra i 6 e i 13 anni.

Fonte: sito istituzionale Comune di Oleggio, a cura di M. Grazia Alemanni.

Per saperne di più: http://www.studicassinati.it/db1/jupgrade/index.php/archivio/42-anno-vii-n-3-luglio-settembre-2007/441-e-pistilli-1946-salviamo-i-bambini-di-cassino “.

12 aprile 2018 0

Villa Latina, problemi con la corrispondenza che non arriva: lamentele dei residenti

Di admin

VILLA LATINA – La posta non arriva o se arriva è in ritardo. Segnalazioni di disservizio nello smistamento della corrispondenza arrivano da Villa Latina dove la posta viene recapitata in ritardo.

I problemi sono principalmente per le bollette che, venendo pagate in ritardo, sono soggette a more. In alcuni casi, sempre secondo le lamentele dei residenti, la corrispondenza viene recapitata ad indirizzi sbagliati.

La problematica si ripete ormai da alcuni mesi e, nonostante le continue segnalazione all’ufficio postale, tarda ad essere risolto.

Ermanno Amedei

7 aprile 2018 0

Villa in fiamme a Velletri, salvata 50enne

Di admin

VELLATRI – Oggi alle ore 19.30 circa, squadre del Comando dei vigili del fuoco di Roma sono intervenute nel Comune di Velletri, in Via della Torre n°5, per l’incendio cucina di una villetta ad un piano fuori terra. Il personale VVF, giunto sul posto ha proceduto a tagliare la grata della finestra della cucina, entrare nell’appartamento, spegnere l’incendio evitando il coinvolgimento di altre stanze.

La proprietaria (Nazionalità Italiana, di sesso femminile, anni 50 circa) é stata portata all’esterno della villetta con l’autoprotettore.

Una volta all’esterno é stata affidata al personale medico del 118. La villetta al momento è inagibile.

23 marzo 2018 0

Sgomberata a Latina villa confiscata a una famiglia Rom

Di admin

LATINA – Questa mattina si sono svolte a Latina le operazione di sgombero e reimpossesso di una villetta in via Dei Sabini confiscata e acquisita ai beni dello Stato ma di fatto ancora nella disponibilità di Di Silvio Rosaria.

L’operazione interforze concordata in sede di riunione del Nucleo di Supporto per i Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata tenutasi in Prefettura ha visto coinvolte tutte le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Reparti di rinforzo; presente anche la Polizia Locale e i Servizi Sociali del Comune.

Tutto si è svolto con ordine e senza alcun problema sotto il profilo della sicurezza pubblica.

Le operazioni di messa in sicurezza ed inventario effettuate da funzionari dell’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata si sono concluse nelle prime ore del pomeriggio.

Foto repertorio