Tag: vincere

6 dicembre 2018 0

Basket Cassino, non ci resta che vincere in casa della capolista Vigna Pia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); Dopo la cocente sconfitta rimediata a Roma in casa della capolista Vigna Pia, i ragazzi del coach Luigi Pagano riceveranno la visita di un’altra romana il St Cahrles, formazione che occupa l’ultima posizione in classifica del raggruppamento A della serie C Silver. I romani, allenati da coach Abbate , che non hanno ancora ottenuto punti nelle 6 gare fin qui disputate , 6 sconfitte distribuite equamente tra  casalinghe e in trasferta, dispongono di un gruppo di ragazzi molto ben assortito su cui spiccano le giocate dei vari Ciancaglini e Zacchia capaci di andare a referto spesso anche sopra i 20 punti;  inoltre possono contare sulle prestazioni sopra le righe di Bauer e Giombini. I romani comunque nonostante il lungo digiuno sono una formazione da prendere con le molle, sono tutti giovani ancora troppo acerbi ma che invertendo la marcia potrebbero diventare la mina vagante di questo campionato. Cassino dovrà essere compatto e chirurgico quando serve, concentrazione e applicazione maniacale dei fondamentali visto quanto successo nella gara contro il Vigna Pia. Nella settimana appena trascorsa coach Pagano ha lavorato sodo proprio per eliminare le problematiche relative soprattutto alla concentrazione, che ogni tanto lascia purtroppo a desiderare. Questa gara deve essere vinta a tutti i costi per proseguire in questo campionato nella maniera giusta. Tutti i ragazzi eccetto Shaykarov fermo per un piccolo problema muscolare hanno lavorato intensamente, sono consapevoli che la brutta sconfitta nell’ultimo turno va immediatamente cancellata e una corroborante vittoria darebbe maggiore tranquillità e fiducia a tutto il gruppo. Ci si attende una reazione d’orgoglio da parte dei cosiddetti senatori, De Santis, Ausiello, Pagano e De Pippo, a loro toccherà rimboccarsi le maniche e guidare i tanti giovani presenti nel roster a giocare sempre ad alto livello per puntare alla vittoria. Durante la gara di domenica, palla a due alle ore 18,30 verrà scelta la nuova mascotte ufficiale del Basket Cassino, e salutato con affetto Benny della Pallacanestro Cassino verrà svelata la nuova figura scelta a rappresentare il gruppo del basket. Le premiazioni dei tre disegni vincitori sugli oltre trenta elaborati arrivati sarà effettuata dal Presidente della Banca Popolare del Frusinate, main sponsor del Basket Cassino,  dottor Domenico Polselli che ai tre vincitori elargirà buoni spesa da 100 euro cadauno. Insieme al presidente Polselli anche il Ragionier Enzo Pagano editore di Radio Cassino Stereo partner in questa iniziativa. Vi aspettiamo numerosi presso la casa del basket Longo e Pagano domenica 9 dicembre ore 18.30.
4 aprile 2017 0

Cassino città d’arte, una scommessa da vincere per Giampiero Patamia

Di admin

Cassino – Domani, 5 aprile 2017 alle ore 11.00. presso la biblioteca comunale P.Malatesta, si compirà l’atto conclusivo del concorso “Cassino città d’arte, una scommessa da vincere per Giampiero Patamia”. Il nome dello scenografo torna di nuovo all’interno di un ricco dibattito culturale che vedrà lo scenografo internazionale, Francesco Zito come figura di spicco a premiare i ragazzi che hanno meritato il riconoscimento messo a bando dalla famiglia Patamia. Saranno proiettate sia le immagini dei lavori di Giampiero, sia le immagini dell’ultimo lavoro palermitano dell’architetto Zito, “La Traviata”, che enorme successo sta avendo nel capoluogo siciliano. Si tratta in realtà del lavoro di tante persone che vengono da realtà lavorative artigianali qualificate. E’ lo stimolo che si vuole dare ai ragazzi per intraprendere un percorso di studi interessante e molto gratificante. La manifestazione inaugura la settimana dell’arte “Le donne e l’arte”, organizzata per il sesto anno consecutivo dall’associazione “Se non ora quando? Cassino”, dove le artiste locali avranno modo di esporre i propri talenti. Il pubblico interessato avrà la possibilità di conoscere e scoprire mondi appassionanti, grazie agli interventi che saranno ospitati all’interno dei pomeriggi culturali. Verrà ricordata, con un allestimento a lei dedicato, anche Pippa Bacca, artista milanese tragicamente uccisa durante un suo “viaggio per la pace” durante il quale indossava un abito da sposa, come simbolo di speranza.

27 novembre 2016 0

Piano di gestione “Frosinone Alta”, sfida da vincere

Di redazionecassino1

Frosinone – Si lavora, in questi giorni, alla presentazione (prevista a febbraio 2017) del piano di gestione “Frosinone Alta”, un progetto a cui stanno lavorando, da maggio scorso, gli uffici del settore della governance, del patrimonio e della cultura del Comune di Frosinone insieme a un gruppo composto da professionisti, tutti coordinati dall’assessorato al centro storico. La scelta è caduta sull’utilizzo del Piano perché la metodologia usata costituisce, finalmente, un approccio sistemico e multidisciplinare alle criticità riscontrate nel centro storico del capoluogo. Un approccio, dunque, basato sull’analisi, sull’individuazione dei punti di forza e dei punti deboli, sulla risoluzione contestuale dei problemi, per permettere al centro – che della città è il cuore pulsante, punto di partenza imprescindibile di ogni cambiamento – di programmare e sedimentare una strategia d’azione a breve e lungo termine. Come? Attraverso la piena fruizione del patrimonio storico, culturale e ambientale; l’approfondimento e la diffusione della conoscenza dei beni attraverso una diffusione telematica; la rivitalizzazione funzionale del centro storico; il mantenimento delle tradizioni locali e delle attività tipiche della città storica; la promozione della collaborazione tra pubblico e privato. Senza dimenticare il tema della sostenibilità e della riduzione delle emissioni dannose nell’aria. La sfida lanciata dall’assessorato cui ha delega Rossella Testa, attualmente in rotazione, è ambiziosa e coraggiosa. Ha tutte le caratteristiche, quindi, perché la città la vinca.

9 settembre 2016 0

Mafia Capitale a “5 cerchi” contro il Movimento a 5 Stelle per far vincere il cancro che uccide Roma

Di admin

Roma – E’ il cancro che cerca di difendersi dai farmaci che lo attaccano. Che Roma sia coperta dalla cupola mafiosa del malaffare non siamo certo noi a dirlo, ma le inchieste giudiziarie che hanno aperto uno squarcio profondo su ciò che tutti noi temevamo fosse vero.

Il Cuore del Paese, la sua Capitale, era, o forse lo è ancora, in mano ad un qualcosa di indefinibile: chiamarlo anti Stato è errato perché ha coinvolto, o coinvolge ancora, parte dello Stato stesso o di chi lo rappresenta.

La graticola su cui si sta cucinando il Movimento 5 Stelle è lo strumento con cui il cancro si difende e se per la malattia l’obiettivo è la morte del corpo che lo ospita, per la Cupola, l’obiettivo sono le Olimpiadi. A Lui, al cancro, non interessa oggi come si chiami il sindaco, se sia giallo o rosso o nero, l’importante è che non sia la Raggi semplicemente perché rischia di mettere il lucchetto alla dispensa.

Abbiamo sentito dire da chi sostiene la fattibilità delle Olimpiadi a Roma che “Se qualcuno ruba si arresta il ladro, ma non si blocca il Paese”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Ma non era il Movimento 5 Stelle ad essere populista?

Le Olimpiadi, in un Paese in cui sia possibile garantire la legalità in genere ed in particolare nell’affidamento degli  appalti e nel contrastare il fenomeno della corruzione, ospitare una grande manifestazione come quella olimpionica è manna da cielo; nel nostro dove questo non è oggettivamente possibile, significa solamente dare forza al cancro. Chi dice il contrario fa populismo o lo dice perché ha interessi.

Lo sport ovviamente non c’entra nulla. Il problema è che le olimpiadi a Roma darebbero posti di lavoro e soldi. A chi?

A chi deve ricostruire l’impero del malaffare. I posti di lavoro servono per creare bacini elettorali per piazzare proprie pedine in consigli comunali, assessorati, ruoli direzionali ed anche in Parlamento, al fine di ricostruire o rinsaldare quel tessuto criminale danneggiato negli ultimi anni.

Significherebbe spianare la strada al cancro per i prossimi decenni. L’unico ostacolo sembrano essere quei “pazzi” dei Movimento 5 Stelle. Sotto la graticola non ci sono solo carboni ardenti ma vere e proprie fiamme. Addirittura si schernisce la Raggi perché non riesce a trovare figure che accettino di ricoprire cariche assessorili. Possibile? A Roma che ha millenaria storia anche di complotti per il potere? Quando mai è accaduto questo? Adesso, quando la dispensa è lucchettata: oggi.

Diciamo questo non perché conosciamo la sindaca, (non la conosciamo infatti) ma solamente basandoci su ciò che vediamo; su come titolano i giornali, i telegiornali. Troppo livore sfacciatamente interessato nei confronti di un sistema che sta andando contro un altro sistema, quello purtroppo consolidato dalla corruzione. L’errore della sindaca, a nostro avviso, è quello di cercare di circondarsi di figure di elevato spessore. Oggi l’Italia ha bisogno di amministratori onesti ancor più che super capaci. Purtroppo, è merce rara. Sinceramente c’è da temere per la sorte del sindaco.

Ermanno Amedei      

27 febbraio 2009 0

Il Cassino recupera Bianchi. Mennella: “A Monopoli si va per vincere”

Di redazione

Tutto come da programma nella sessione del venerdì che gli azzurri hanno effettuato sul manto erboso del “Salveti”. Il team di mister Enzo Patania ha provato schemi d’attacco e di difesa in vista dell’insidiosa trasferta sul campo di Monopoli. Anche Alberto Molinaro è rientrato con il gruppo dei suoi compagni ma ovviamente non sarà convocato per la trasferta pugliese. Rispetto alla sfida con l’Igea mancherà Manuele Guzzo mentre rientrerà a disposizione del mister il bravo Mauro Bianchi. Domani (Sabato 27 febbraio) la squadra si radunerà alle ore 9.30 presso il “Salveti” per effettuare la rifinitura. Ivi si trasferirà al “Boschetto” per consumare il pranzo e partire alle 14.30 alla volta di Polignano a Mare, dove pernotterà all’interno di un hotel nel centro storico della cittadina adriatica. Domenica mattina il mister incontrerà la squadra nella consueta riunione tecnica: quindi verrà raggiunta Monopoli. Gigi Mennella esamina così la trasferta del “Veneziani”: “Sarà una partita difficile, che dovremo affrontare con grande determinazione. Abbiamo superato il Monopoli in classifica, e arrivare a questa sfida con due punti di vantaggio ci trasmette una certa sicurezza ma ci conferma anche che una battuta d’arresto ci farebbe vanificare subito questo vantaggio. Andremo a Monopoli per vincere, questo è chiaro. Se accontentarci del pareggio lo valuteremo solo negli ultimi 10 minuti, prima di questo limite faremo il possibile per tornare a Cassino con i 3 punti”.

23 febbraio 2009 0

Il Cassino torna a vincere e risale la classifica

Di admin

Il Cassino torna alla vittoria (guarda le foto) dopo oltre tre mesi. Per cui è stata salutata, al termine al termine dell’inconjtro con L’igea Virtus, con scroscianti applausi dai tifosi. Queste le compagini in campo: CASSINO – Mennella, Pepe, Martinelli, Koné, Di Nunzio, Guzzo, Vianello, Casoli, Morello (72° Leccese), Giannone, Mezgour. A disposizione: Afeltra, Bardeggia, Mucciarelli, Paschetta, Giannusa, Gemmiti. Allenatore Patania. IGEA VIRTUS: Di Masi, Russo, Panarello, Agius, Alizzi, Scopelliti, Bongiovanni (64° Di Miceli), Di Toro, Ricciardo, Criniti (64° Condello), La Porta. A disposizione: Romano, Palma, Marino, D’Anna, Cocimano. Allenatore: Castellucci. Arbitro : Corradini di Macerata. Assistenti: Delle Foglie di Bari, Grillo di Molfetta. Marcatori: 24° Mezgour, 51° Giannone. Note: ammoniti Guzzo, Martinelli, Casoli, Panarello, Scopelliti. Angoli 1/10. Spettatori: 600 circa. Questi gli altri risultati del Girone C: Andria-Vibonese 2-0 Aversa Normanna-Pescina 3-1 Barletta-Monopoli 1-1 Cassino-Igea Virtus 2-0 Catanzaro-Vigor Lamezia 1-0 Gela-Scafatese 2-0 Melfi-Manfredonia rinviata per neve Noicattaro-Isola Liri 2-0 Val Di Sangro-Cosenza 1-0. Classifica: Cosenza 50 punti; Catanzaro 44; Gela 43; Pescina 37; Andria 35; Cassino 32; Monopoli e Noicattaro 30; Scafatese e Barletta 28; Vibonese e Igea Virtus 26; Melfi e Aversa Normanna 24; Val di Sangro 22; Isola Liri 21; Manfredonia 19; Vigor Lamezia 17. Manfredonia penalizzato di 1 punto. Melfi e Manfredonia una gara in meno. Prossimo turno (24/a giornata, 7/a di ritorno, 1 marzo): Cosenza-Noicattaro Igea Virtus -Aversa Normanna Isola Liri-Val Di Sangro Manfredonia-Gela Monopoli-Cassino Pescina-Melfi Scafatese-Catanzaro Vibonese-Barletta Vigor Lamezia-Andria.