Tag: Vincitorio chiede chiarezza

23 gennaio 2017 0

Situazione immigrati a Piedimonte, Vincitorio chiede chiarezza

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Alessandro Vincitorio cerca chiarezza sulla situazione immigrati a Piedimonte ed annuncia la futura nascita di un comitato spontaneo. Nei giorni scorsi la notizia riguardante l’arrivo degli immigrati a Piedimonte ha acceso tante domande in città, l’attivista locale Alessandro Vincitorio continua a monitorare la situazione. “Sta nascendo un comitato spontaneo sulla questione “nuovi immigrati a Piedimonte” -afferma Vincitorio-. Nessuna forma di razzismo! Si chiede soltanto di sapere il numero dei migranti ospiti di qualche cooperativa, le condizioni in cui vivono, le situazioni antecedenti al loro arrivo a Piedimonte.” Vincitorio già da una settimana aveva annunciato tramite stampa e web che molti cittadini si stavano già riunendo per creare un comitato popolare. “Il comitato spontaneo -spiega Vincitorio- sarà vigile ed attento, tante sono le persone che già si sono avvicinate, e che chiedono spiegazioni. Mentre i vari “politici locali” trovano e cercano accordi per le prossime amministrative, alcuni pedemontani vogliono sapere le verità su questo “business del terzo millennio”. Le domande sono per fare chiarezza: Chi sono? Quanti sono? In quali condizioni vivono? Chi gestisce questo business? La tranquillità, fiore all’occhiello di questo paese, -conclude Vincitorio- non può essere messa a repentaglio per gli affari di qualche cooperativa che ci costringe ad ospitare più immigrati del previsto. Continueremo a monitorare la situazione perchè alcuni pedemontani non mollano.” Chiara la posizione di Vincitorio che con le forze dei cittadini contrari a questi nuovi arrivi si sta già organizzando per la creazione di un comitato spontaneo e cittadino, la tensione è alta nelle zone di Via Venezia, Cimabue e Valicella ma l’annuncio di Alessandro Vincitorio è di vicinanza ai residenti e messaggio di unione a tutti i pedemontani.