Tag: vivente

29 marzo 2018 0

Un annullo filatelico per il quarantesimo anniversario della “Passione Vivente” di Castrocielo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASTROCIELO – .Anche quest’anno la sera del Venerdì Santo, 30 marzo dalle 20, nel centro del paese andrà in scena la classica rappresentazione castrocielese della “Passione Vivente”.

Per festeggiare il traguardo dei 40 anni, in piazza ci sarà uno stand di Poste Italiane nel quale verranno distribuite quattro cartoline con lo speciale annullo filatelico.

Tre di esse con le immagini più significative della Passione di Castrocielo (la Crocifissione, l’orto degli ulivi e la Via Crucis) e una con il caratteristico centro storico.

Queste saranno disponibili anche nei giorni successivi nell’ufficio postale di Castrocielo e nella sede della Pro loco. L’idea nasce dalla collaborazione dell’associazione “Passione Vivente” con Poste e la Pro loco.

Poste Italiane, quindi, partecipa alle celebrazioni della quarantesima edizione della Passione Vivente di Castrocielo con un esclusivo servizio temporaneo che attesta, grazie a un annullo speciale, questo significativo traguardo. Gli annulli speciali di Poste Italiane, infatti, accompagnano le ricorrenze e gli avvenimenti più significativi che si svolgono nel nostro Paese.

L’appuntamento con la Passione Vivente di Castrocielo è alle 20 in piazza San Rocco quando il centro del paese si trasformerà nell’antica Gerusalemme dove verranno rappresentati gli ultimi momenti della vita di Gesù.

 

26 marzo 2018 0

Migliaia di persone alla Passione Vivente di Frosinone

Di admin

FROSINONE – “Una folla composta ed emozionata ha riempito, a partire dalle 20 di domenica sera, piazza Vi dicembre, la prima delle stazioni della quarta edizione della Passio Christi 2018”.

Lo si legge in una nota del Comune di Frosinone.

“L’evento, organizzato dalla Pro Loco e dal Comune di Frosinone con gli assessorati alla cultura e al centro storico (coordinati, rispettivamente, da Valentina Sementilli e Rossella Testa) in collaborazione con il consigliere delegato ai grandi eventi Gianpiero Fabrizi, ha coinvolto circa 300 persone, tra figuranti e attori protagonisti. Migliaia di spettatori sono accorsi da tutta la regione per partecipare alla via crucis frusinate che ha magistralmente evocato – con l’ausilio di una scenografia maestosa, di costumi storicamente accurati e di una recitazione intensa – il mistero del dolore e del sacrificio, su cui trionfano i valori del perdono e della salvezza. La sacra rappresentazione ha coinvolto il suggestivo centro storico della città, con le scene allestite a piazzale Vittorio Veneto (processo davanti a Caifa e impiccagione di Giuda), a piazza santa Maria (processo davanti a Pilato) e a piazza Valchera (Crocifissione). Anche quest’anno, la Passio Christi ha saputo parlare al cuore di tutti, credenti e laici, costituendo un importante momento di coesione sociale e di spiritualità”.

“Sia per i credenti che per i non credenti – ha dichiarato nella nota il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – la Passione di Cristo rappresenta il momento topico della rievocazione di un uomo effettivamente vissuto e messo in croce dal delegato dell’imperatore, giudicato colpevole di eresia solo perché aveva la pretesa di varcare i confini degli Stati e della politica del tempo attraverso l’amore e la solidarietà degli uomini. È un messaggio ancora attuale che, declinato in chiave terzo millennio, evidenzia la bellezza della riconciliazione ed il primato dell’humanitas sull’odio e sulle divisioni, artificiosamente generate dall’uomo, in ogni tempo”.

27 dicembre 2017 0

Maltempo, rinviato il Presepe Vivente di Cassino

Di admin

CASSINO – Il Comune di Cassino, assessorato alla Cultura d’intesa, con la Parrocchia di San Pietro Apostolo e le associazioni collaboratrici Largo a Don Bosco, Corvi di Giano e Filodrammatica Don Bosco fanno sapere che per avverse condizioni meteorologiche previste per giovedì 28 dicembre la Sacra Rappresentazione del Presepe Vivente in programma è stata spostata al giorno venerdì 29 con stessi orari e modalità.

Un giorno di rinvio a causa del maltempo, quindi, per una iniziativa che promette di essere particolarmente suggestiva e di sicuro interesse.

14 aprile 2017 0

La Passione Vivente torna in scena a San Giorgio a Liri

Di admin
San Giorgio a Liri – Torna in scena a San Giorgio a Liri la Passione Vivente. L’appuntamento è per questa sera alle ore 20.00 presso il parco naturale La Forma. Un evento organizzato dall’amministrazione comunale con l’attiva collaborazione della biblioteca comunale, dell’assessorato alla Cultura e della Pro –Loco. Dopo alcuni anni di assenza per motivi organizzativi su iniziativa dell’amministrazione comunale torna in scena la Passione Vivente. Un evento tutto sangiorgese la cui scenografia è stata curata nei minimi dettagli dai maestri della carta pesta.  “Un doveroso ringraziamento occorre rivolgerlo al dott Gianni Roccia direttore della biblioteca e ai collaboratori di Lazio Service, all’assessore alla Cultura Ilenia Nardone, ai dipendenti comunali, ai carristi che hanno curato la scenografia, ma soprattutto ai numerosi figuranti che hanno deciso di vivere le Pasqua partecipando a questo grande ritorno sulla scena sangiorgese”. Lo afferma il sindaco Modesto Della Rosa e il vice sindaco Massimo Terrezza.
13 aprile 2017 0

Passione vivente a Castrocielo, il paese si trasforma nell’antica Gerusalemme

Di redazionecassino1

Castrocielo – Il paese si trasforma nell’antica Gerusalemme per rivivere il mistero della PassioneVivente di Castrocielo. Tradizione, storia e scene inedite: questi gli ingredienti della rappresentazione castrocielese che anche quest’anno andrà in scena la sera del Venerdì Santo. A partire dalle 20.30 nelle vie del centro di Castrocielo verrà rappresentata l’antica Gerusalemme e gli ultimi momenti della vita di Gesù. La sacra rappresentazione, patrocinata dal Comune, è organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con i giovanissimi ragazzi della Pro Loco Giovane, con la parrocchia Santa Lucia , l’associazione Passione Vivente, la Famiglia di Nazareth e altre associazioni che ogni anno si cimentano con entusiasmo in tutte le fasi della preparazione materiale e della recitazione dal vivo. Da 39 anni l’iniziativa incontra sempre un grande un grande successo di pubblico, tanto da richiamare centinaia di visitatori, anche da fuori confine, attratti dall’ evento considerato uno dei più suggestivi della Settimana Santa castrocielese.

Pur nella sua classica impostazione e fedele allo svolgimento cronologico dei vari momenti che hanno scandito la Passione di Cristo, la rappresentazione castrocielese, anche quest’anno, propone insieme a nuove scenografie, altri episodi recitativi che vanno ad aggiungersi alle tante scene già previste durante tutto lo svolgimento della rappresentazione. Una rappresentazione, rivisitata ed ampliata nel corso delle varie edizioni, che impegna circa 200 persone tra personaggi recitanti, figuranti, soldati romani e operatori nello svolgimento delle tante scene che costituiscono la rappresentazione stessa.

La Passione Vivente di Castrocielo, che si svolge in maniera itinerante per tutto il centro storico di Castrocielo, i cui meravigliosi borghi offrono senza dubbio scenari naturali e suggestivi alla rappresentazione, unitamente a quelli allestiti da artisti locali che hanno messo a disposizione il loro estro perché risultasse un quadro d’insieme meraviglioso, prevede quattro grandi impianti scenografici, Ultima Cena, Orto degli Ulivi, Processo e Crocifissione. Attorno a questi quattro momenti,  vengono poi rappresentate tante altre scene minori, ma ugualmente significative, delle ultime ore della vita di Cristo.

La Pro Loco, che dal 1993 ne cura l’organizzazione, è riuscita a coinvolgere nell’iniziativa tanti giovani e ad avere una partecipazione sempre crescente di persone anche grazie alla collaborazione con le associazioni attive sul territorio. La Passione Vivente di Castrocielo, infatti, è ormai parte integrante della comunità essendone entrata nel suo stesso tessuto sociale. Con essa, sono cresciute intere generazioni, bambini, ragazzi, adulti, che negli anni si sono succeduti nei vari ruoli. Il presidente Gianni Fantaccione ringrazia i ragazzi della Pro Loco Giovane, le associazioni e tutti i partecipanti per il minuzioso lavoro di preparazione e di allestimento. Impegno del tutto volontario che contribuisce alla riuscita della manifestazione entrata ormai a far parte della storia culturale di Castrocielo. L’appuntamento con la XXXIX edizione della Passione Vivente di Castrocielo è venerdì 14 aprile con inizio alle 20.30.

 

 

 

 

26 dicembre 2016 0

A Piumarola in scena la magia del presepe vivente

Di redazione

Non poteva mancare in questo Natale la rappresentazione del presepe vivente in contrada Piumarola a Villa Santa Lucia. Il comitato organizzatore,quest’anno arricchito della collaborazione di un gruppo di attivissimi giovani del luogo, ha portato in scena,questa sera 26 dicembre, in maniera itinerante nella zona dell’antico lavatoio, la suggestiva rappresentazione. I bravissimi attori e protagonisti hanno regalato ai tantissimi presenti una rappresentazione densa di emozioni dove ogni dettaglio ha fatto la differenza. Molto curata la scelta delle musiche, l’ambientazione,le luci, l’ interpretazione perfetta dei personaggi e dei costumi. E poi apprezzatissime e travolgenti anche le voci narranti. La magia del Natale e la nascita di Gesù è stata vissuta con partecipazione ed emozione e, come sempre, nella contrada tutti si sono stretti in un caldo abbraccio per catturare la bellezza della speranza e la dolcezza della fede. N.Costa

10 novembre 2016 0

“Presepe Vivente” di Maranola, la Regione stanzia contributo di 10 mila euro

Di admin

Formia – La Regione Lazio ha stanziato un contributo di 10 mila euro per il “Presepe vivente” di Maranola. A darne notizia è il Vicesindaco con delega al Turismo Eleonora Zangrillo.

“E’ la prima volta – spiega – che l’Amministrazione regionale finanzia il Comune di Formia per questa manifestazione nell’ambito delle sue attività di programmazione a sostegno delle tradizioni laziali. E’ un segnale importante di cui ringraziamo il Presidente Zingaretti, testimonianza del rilievo che ha assunto l’iniziativa e della credibilità del progetto che il Comune di Formia ha presentato per consolidare ed ulteriormente arricchire la manifestazione. La quarantaduesima edizione del ‘Presepe Vivente’ sarà realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale ‘Maranola Nostra’ e con le agenzie turistiche e i tour operator del territorio formiano. L’obiettivo è la valorizzazione di Maranola e delle sue antiche tradizioni culturali: l’artigianato, l’enogastronomia, la coreutica, le tante attrazioni storiche, paesaggistiche ed ambientali che rendono il borgo straordinariamente appetibile sotto il profilo turistico. Come l’esperienza degli ultimi anni conferma, il ‘Presepe Vivente’ di Maranola è uno degli eventi di maggior richiamo dell’intero basso Lazio, capace di raggiungere una media di ventimila visitatori in tre giorni, attrattore di flussi turistici e straordinaria opportunità di promozione per le bellezze dell’intera città”.

“Potendo contare su maggiori risorse – prosegue l’Assessore Zangrillo – e su un’attività di programmazione integrata che coinvolga in modo attivo tutti i soggetti coinvolti nella definizione e vendita del prodotto turistico, è possibile crescere ulteriormente nei numeri e raggiungere l’obiettivo dei 30 mila visitatori, con riflessi benefici per tutto l’indotto, partendo dalle strutture ricettive e da quelle della ristorazione. Il contributo della Regione ci aiuterà a sostenere la campagna di comunicazione con la produzione di materiale informativo e di divulgazione che contribuirà, attraverso i canali della rete turistica, a portare il nome di Formia in tutta Italia. Arricchiranno l’edizione di quest’anno due iniziative di grande rilievo culturale. Il 18 dicembre, nell’ambito del consueto incontro di presentazione del ‘Presepe Vivente’, saranno inaugurate le due statue raffiguranti la Madonna e San Giuseppe che andranno a posizionarsi sul presepe in terracotta posto all’interno della Chiesa di Santa Maria dei Martiri. Lo stesso giorno – conclude il Vicesindaco – sarà inaugurata una mostra dal titolo ‘Il verbo si è fatto carne’, realizzata in collaborazione con il Museo Diocesano di Gaeta, che esporrà opere importanti raffiguranti il tema della Natività”.